Le migliori termocoperte del 2018

Confronta le migliori termocoperte del 2018 e leggi la nostra guida all'acquisto.

La migliore in assoluto

Imetec Intellisense

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TessutoMicrofibra
Potenza/Tensione150 W
Livelli di temperatura6
Funzioni aggiuntiveRiscaldamento rapido, timer da 1 a 9 h
Dimensioni150 x 90 cm
Punti forti
  • Cavo molto lungo
  • Comando con display LED molto intuitivo
  • Protezione contro il surriscaldamento
  • Lavabile in lavatrice a 40 °C
  • Molte funzioni aggiuntive
Punti deboli
  • Disponibile solo in una colorazione

Il migliore rapporto qualità/prezzo

Klarstein Dr. Watson

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TessutoPile con superficie in micropeluche
Potenza/Tensione120 W
Livelli di temperatura3
Funzioni aggiuntiveSpegnimento automatico
Dimensioni180 x 130 cm
Punti forti
  • Molto morbida
  • Lavabile in lavatrice a 30 °C
  • Protezione contro il surriscaldamento
  • Cavo molto lungo
  • Comando con display LED
Punti deboli
  • Poche funzioni aggiuntive

La migliore matrimoniale

Klarstein Winter Dreams

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TessutoPile e poliestere
Potenza/Tensione120 W
Livelli di temperatura3
Funzioni aggiuntiveRiscaldamento rapido
Dimensioni160 x 140 cm
Punti forti
  • Lavabile in lavatrice a 30 °C
  • Protezione contro il surriscaldamento
  • Adatta anche a utenti ipovedenti per Braille sui comandi
  • Design accattivante
  • Due comandi separati per scaldare le due metà della coperta
Punti deboli
  • Poche funzioni aggiuntive

La migliore per soggetti allergici

Medisana HDW

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TessutoPile in microfibra
Potenza/Tensione120 W
Livelli di temperatura4
Funzioni aggiuntiveRiscaldamento rapido, spegnimento automatico dopo 180 min
Dimensioni180 x 130 cm
Punti forti
  • Protezione contro il surriscaldamento
  • Molto ampia
  • Certificazione Oeko-Tex® Standard 100
Punti deboli
  • Lavabile solo a mano
  • Prezzo elevato

La migliore in auto

Sojoy SJ734R009

Migliori offerte
Spedizione inclusa
Al momento non disponibile in nessun negozio.
TessutoPoliestere
Potenza/Tensione12 V
Livelli di temperatura2
Funzioni aggiuntiveRiscaldamento rapido
Dimensioni152 x 99 cm
Punti forti
  • Indicatore LED quand'è in funzione
  • Utilizzabile in auto con cavo accendisigari
Punti deboli
  • Poche funzioni aggiuntive
  • Poco potente
  • Non utilizzabile in casa

I fattori decisivi per la scelta di una termocoperta

Che cos'è una termocoperta?

La termocoperta è un accessorio ideale per godersi una piacevole sensazione di calore nei mesi più freddi, quando neanche il riscaldamento domestico è sufficiente. Rappresenta lo strumento perfetto per chi vive in case molto fredde e umide, così come per chi non vuole o non ha il tempo di accendere i termosifoni per scaldare la stanza prima di mettersi a letto. Si tratta, infatti, di una vera e propria coperta composta da molti strati, al cui interno è presente un filo elettrico chiamato resistore, che si riscalda per effetto joule una volta collegato alla rete elettrica.
Detta anche coperta elettrica, la termocoperta viene spesso confusa con lo scaldaletto, perché tutti e due sono usati allo scopo di alzare la temperatura fra le lenzuola. La differenza principale consiste nel fatto che, mentre gli scaldaletto vanno posizionati tra il lenzuolo e il materasso, le termocoperte sono delle vere e proprie coperte da posizionare sopra alle lenzuola, con delle resistenze elettriche cucite all'interno che ne permettono il riscaldamento fino alla temperatura desiderata. Non esiste quindi un prodotto migliore dell'altro, la scelta dipenderà piuttosto dalle vostre esigenze e preferenze.
Termocoperta sul divano
La termocoperta ha il vantaggio principale di essere più versatile, in quanto potrà essere utilizzata in diverse zone della casa, ad esempio sul divano mentre si guarda comodamente la televisione. Rispetto agli scaldaletto, inoltre, possono essere utilizzate su qualsiasi tipo e misura di letto.
Nella seguente guida all'acquisto analizzeremo le principali caratteristiche tecniche e funzioni di questi dispositivi, aiutandovi a scegliere la termocoperta perfetta per voi e per la vostra famiglia.

Quanto consuma una termocoperta?

Molti tentennano prima di acquistare una termocoperta poiché pensano che possa rivelarsi uno spreco di energia elettrica e che quindi vada ad incidere pesantemente sulla bolletta. In realtà, utilizzare questo dispositivo invece dei classici termosifoni può potenzialmente permettervi di risparmiare.Termocoperta consumi Si ipotizza, infatti, che un utilizzo della termocoperta un paio di ore costi solo pochi centesimi al giorno.
Bisogna considerare, infatti, che una termocoperta consuma in media 50 watt per i letti singoli e 110 watt per i letti matrimoniali. Il consumo elettrico per un paio di ore sarà quindi di circa 0,24 kWh, il quale equivale a un costo molto esiguo e corrispondente a pochi centesimi di euro.
Ad ogni modo, per capire se l'acquisto della termocoperta convenga o meno, bisogna anche considerare quale tipo di riscaldamento si utilizza in casa, la metratura dell'abitazione stessa e quante ore si ha intenzione di tenere accesa la termocoperta. Se, ad esempio, si ha intenzione di accendere il dispositivo solo prima di andare a dormire per scaldare le lenzuola, si potrà optare anche per una termocoperta dai consumi elevati, perché non avrà un impatto decisivo sulla bolletta.

La termocoperta è sicura?

La termocoperta può destare preoccupazioni e perplessità riguardanti la sicurezza, essendo pur sempre un dispositivo elettrico a contatto con il corpo di chi la utilizza. In aggiunta, è un apparecchio che si utilizza in un momento di vulnerabilità come il riposo, in cui c'è il rischio realistico di non accorgersi di eventuali malfunzionamenti.
In realtà, le termocoperte presenti attualmente in commercio sono tutte provviste di sistemi di sicurezza e di certificazioni rilasciate da istituzioni competenti. Per essere davvero sicuri di non incorrere in alcun rischio per la salute e la sicurezza, tuttavia, vi consigliamo di considerare i seguenti aspetti:

  • Doppio isolamento: è fondamentale che la coperta elettrica abbia il simbolo per la classe di protezione II, ovvero che presenti un doppio strato che isola gli elementi in tensione. In questo modo un singolo guasto non potrà causare alcun danno alla persona a contatto con il dispositivo;
  • Certificazioni: fra le tante certificazioni, la più importante e basilare è sicuramente la marcatura CE 8, la quale indica che la termocoperta è conforme alle normative di sicurezza stabilite dalla Comunità Europea. Chiaramente, è ancora meglio se questa certificazione è accompagnata da altre di enti riconosciuti, come ad esempio TÜV;
  • Sistema di protezione da riscaldamento: questo sistema di sicurezza si avvale di un termostato che disattiva l'apparecchio in caso di surriscaldamento rischioso o di qualsiasi altra anomalia a livello di temperatura;
  • Libretto di istruzioni: il manuale di istruzioni deve essere quanto più dettagliato possibile riguardo alle precauzioni d'uso e ai problemi legati alla sicurezza. Consultare attentamente le istruzioni vi permetterà di usare correttamente e in tutta sicurezza la termocoperta, senza alcun rischio di incappare in incidenti domestici. Nel caso in cui non fosse inclusa la lingua italiana, vi consigliamo di contattare l'azienda produttrice.

In generale, esistono delle regole basilari che andrebbero seguite per la maggior parte dei modelli in commercio. Ad esempio, la coperta elettrica non andrebbe piegata troppo mentre è accesa, ma anche quando è spenta non andrebbe compressa troppo. Ulteriori precauzioni fondamentali sono quelle di non permettere l'utilizzo della termocoperta a bambini e animali domestici e di non appoggiarvi mai oggetti troppo pesanti. Tutti questi accorgimenti eviteranno pericolosi surriscaldamenti e malfunzionamenti dell'apparecchio.
Termocoperta come si usa

Tessuto

Il tessuto con cui è realizzata una termocoperta è forse il fattore che incide maggiormente sul prezzo di vendita. Sul mercato si trova una gamma molto ampia di composizioni, come ad esempio poliestere, microfibra, cotone o lana. Quest'ultimo tessuto è sicuramente fra i più costosi, in quanto isolante e in grado di mantenere il calore sotto alle lenzuola anche quando la termocoperta è spenta.Termocoperta tessuti In generale, è sempre meglio preferire tessuti naturali a quelli sintetici poiché più traspiranti. La maggior parte delle coperte elettriche in commercio, tuttavia, è realizzata in tessuti sintetici come il pile. In questo caso, il consiglio è di optare per i tessuti più morbidi.
Per i soggetti allergici, in particolare, è consigliabile scegliere una termocoperta realizzata in tessuti anallergici e antibatterici, i quali sono solitamente anche antiodore e certificati dal marchio di garanzia Oeko-Tex® Standard 100. Questa caratteristica è molto rilevante in quanto il campo elettromagnetico che viene a crearsi quando la termocoperta è accesa favorisce il deposito di polvere e quindi di acari.

Funzioni

Essendo dei dispositivi elettrici, le termocoperte possono offrire alcune funzioni aggiuntive rispetto al semplice riscaldamento che ne aumentano la praticità e la comodità. Chiaramente, più funzioni sono presenti e più alto sarà il prezzo a cui è venduto il modello. Qui di seguito trovate un elenco delle principali funzioni extra di cui possono essere dotate le termocoperte attualmente in commercio:

  • Regolazione della temperatura: si tratta di una funzione standard, presente nella maggior parte delle termocoperte sul mercato. Ciò che può variare da un modello all'altro è il numero di livelli di temperatura disponibili, il quale può arrivare fino a una decina nei prodotti più sofisticati e di fascia di prezzo più alta;
  • Riscaldamento veloce: la velocità a cui una termocoperta si riscalda dipende solitamente dal suo wattaggio. Grazie a questa funzione, invece, sarà possibile dimezzare i tempi di riscaldamento, scendendo anche a soli 10 minuti;
  • Timer: questa funzione permette di programmare in anticipo lo spegnimento della termocoperta dopo un determinato lasso di tempo. I migliori modelli offrono una gamma molto ampia di durate di tempo, da un'ora fino a una decina di ore. Questo permette di godersi il riposo senza doversi preoccupare di spegnere il dispositivo, per evitare che si alzi troppo la temperatura sotto le coperte durante la notte.
  • Spegnimento automatico: molte termocoperte, a prescindere dal timer, dispongono di uno spegnimento automatico dopo alcune ore di utilizzo, il quale si attiva anche senza bisogno di essere programmato.

Termocoperta funzione timer

Comandi

La termocoperta, come già accennato, è una coperta che si riscalda quando collegata alla presa della corrente elettrica. Per attivare l'accensione, è presente normalmente un comando sul cavo, detto anche commutatore. Le termocoperte per letti singoli dispongono di un solo comando, mentre quelle per letti matrimoniali possono averne anche due, ciascuno dei quali regolerà la temperatura di una metà della coperta. In questo modo ciascuno potrà scegliere la sua temperatura ideale, evitando eventuali discussioni. Termocoperta con due comandi
Il comando può essere molto essenziale nei modelli di fascia bassa, presentando solo un selettore per la regolazione della temperatura. Nelle termocoperte di fascia più alta, invece, è possibile trovare un telecomando più sofisticato con un display LED, visibile anche al buio.
Una caratteristica relativa ai comandi che è essenziale considerare è che questi siano removibili, in modo tale da poter lavare la termocoperta anche in lavatrice (solitamente a circa 30 °C).
Un ulteriore aspetto relativo a questi elementi è, infine, la lunghezza del cavo. Nella maggior parte dei casi è presente una presa della corrente elettrica accanto al letto, ma non è detto che si voglia utilizzare la termocoperta solo durante il riposo. Il vantaggio principale di questo prodotto è proprio la sua versatilità e la possibilità di utilizzarlo in diverse zone della casa, seduti alla scrivania o sdraiati sul divano. Di conseguenza, è meglio prediligere modelli con un cavo molto lungo, idealmente di 2 metri.
Segnaliamo che in commercio esistono dei modelli ideati per essere utilizzati esclusivamente in automobile, i quali dispongono quindi di un cavo accendisigari e non di una spina per la corrente elettrica. Questo tipo di termocoperte è molto utile ai pendolari che per raggiungere il posto di lavoro guidano molte ore al giorno o per chi ha in programma un viaggio on the road in luoghi con temperature estremamente basse.
Termocoperta per auto

Altri fattori da tenere in mente per la scelta della termoperta

I materiali sono importanti?

Come già spiegato sopra, è importante valutare la qualità dei materiali prima di procedere all'acquisto di una coperta elettrica. Questo non significa solamente i tessuti ma anche il circuito elettrico, che deve disporre di un doppio isolamento ed essere certificato dall'Unione Europea mediante l'indicazione CE. Fare attenzione a questi elementi è di fondamentale importanza per limitare il rischio di danneggiamenti o cortocircuiti che potrebbero essere rischiosi. Inoltre, sono da preferire in ogni caso i materiali traspiranti, anallergici e antiodore.

La marca è importante?

Affidarsi ad un marchio con lunga esperienza nella produzione di questo tipo di prodotti è sicuramente consigliabile quando si parla di coperte elettriche, dato il rischio di incidenti e problemi di sicurezza causati da errori di progettazione. Per avere la certezza che il prodotto sia sicuro e duraturo, consigliamo ancora una volta di verificare che sulla confezione sia presente la marcatura CE, insieme al simbolo che indica la presenza del doppio isolamento. Tra i tanti marchi che oggi producono termocoperte, la Imetec è uno dei principali leader italiani nel settore, ma vale la pena citare anche Beurer, Klarstein e Medisana.

Il prezzo è importante?

Il prezzo delle termocoperte presenti sul mercato può oscillare molto, a seconda dei materiali utilizzati e delle funzioni presenti, oltre che ovviamente in base alle dimensioni della coperta elettrica. Per quanto riguarda i modelli singoli, il prezzo può variare da 20 a 80 euro circa, mentre per un matrimoniale si può arrivare anche fino a 100 euro.
Per capire quale cifra corrisponda all'investimento giusto, bisogna considerare innanzitutto come si ha intenzione di sfruttare la termocoperta. Se la casa è riscaldata tutto il giorno mediante i termosifoni e la termocoperta sarà accesa solo un paio di ore prima di andare a dormire, sarà meglio optare per un modello economico. Qualora, invece, l'abitazione fosse particolarmente fredda o soprattutto umida, allora sarà più sensato scegliere un modello più potente e ricco di funzioni che potrà essere usato per molte ore durante la notte.

"Termocoperta": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore in assoluto

Imetec Intellisense

Miglior prezzo: 42,49€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Klarstein Dr. Watson

Miglior prezzo: 44,99€

La più venduta

Klarstein Winter Dreams

Miglior prezzo: 29,99€