I migliori termostati WiFi del 2019

Confronta i migliori termostati WiFi del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Elena.gallina
Autore
Elena Gallina

4 fattori decisivi per la scelta del termostato WiFi

In fatto di controllo della temperatura domestica, il termostato WiFi rappresenta l'ultima evoluzione, infatti è il successore del cronotermostato che tutti conosciamo.
È chiaro che questo tipo di termostato presenti svariati vantaggi rispetto al suo predecessore offline, quindi non bisogna farsi spaventare dalla necessità di impostare una connessione WiFi o di dover gestire il termostato attraverso un'applicazione.Termostato WiFiL'installazione di un termostato WiFi non è diversa da quella di un cronotermostato tradizionale, e troviamo che il controllo e la programmazione attraverso le varie applicazioni si dimostri ampiamente più semplice e intuitiva rispetto ai classici pulsanti che non sempre sono di immediata interpretazione.
Attenzione anche ai contatti elettrici che la vostra caldaia richiede: è necessario che siano compatibili con quelli del termostato, altrimenti potrebbe essere necessario l'acquisto di un relè aggiuntivo. Se non avete familiarità con l'elettronica raccomandiamo caldamente di rivolgervi ad un elettricista installatore: sbagliare i contatti può infatti danneggiare la scheda elettronica della caldaia e causarne il malfunzionamento, oltre alla probabile invalidazione dell'eventuale garanzia.Termostato WiFi contattiÈ evidente che un termostato WiFi non vale l'altro: dovete quindi fare attenzione ad alcune caratteristiche per assicurarvi di acquistare un modello compatibile con la vostra caldaia innanzitutto, e con i vostri desideri non secondariamente.

1. Sistemi di riscaldamento

Prendete in considerazione innanzitutto il vostro sistema di riscaldamento: avete una classica caldaia a muro alimentata a gas metano? In questo caso avrete vita facile, dato che tutti i modelli in commercio sono compatibili con questo sistema di riscaldamento. Se però avete una caldaia a biomassa (legna), il riscaldamento a pavimento, oppure utilizzate una pompa di calore, avete anche un boiler dell'acqua calda o un climatizzatore che vi piacerebbe poter comandare tramite lo stesso termostato, allora dovrete fare molta attenzione a selezionare un modello compatibile con questi sistemi e/o in gradi di controllare più dispositivi simultaneamente.Termostato WiFi caldaia a muroIl sistema di riscaldamento installato nella vostra casa determinerà dunque la prima, grande selezione che dovrete fare tra i tanti modelli di termostati WiFi disponibili sul mercato. Se è infatti vero che tutti sono idonei all'uso con le caldaie a gas più diffuse nelle case italiane, non è altrettanto vero che vadano tutti bene anche per gli altri sistemi di riscaldamento che abbiamo elencato. Fate dunque mente locale non solamente sul vostro impianto, ma anche sui vostri desideri prima di avventurarvi nella scelta.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

2. Controllo vocale

Anche tra i termostati WiFi esistono differenze anche significative nel "grado di modernità", per così dire.
Se è infatti ovvio che tutti siano programmabili e controllabili attraverso un'applicazione mobile e che siano compatibili con qualunque router WiFi domestico, le funzionalità offerte all'utilizzatore sono tutt'altro che uniformi.
Sui dettagli della programmabilità di un termostato WiFi ci soffermeremo più avanti, vogliamo però qui ricordare gli ultimi sviluppi in fatto di connettività e innovazione: gli assistenti vocali e gli hub per smart home.

Hub per smart home

In termini di automazione domestica, l'integrazione del termostato WiFi con un hub per smart home è senza dubbio l'aspetto più interessante che possiamo prendere in considerazione. Questi dispositivi funzionano come "nodo" di collegamento e controllo di tutti i dispositivi smart che abbiamo in casa: oltre ai termostati possiamo ad esempio installare interruttori intelligenti per la luce e per gli elettrodomestici, un climatizzatore WiFi o addirittura la serratura della porta d'ingresso. Gli smart hub al momento disponibili sono:

  • Amazon Echo/Alexa
  • Google Home
  • Apple HomeKit

Termostato WiFi Google homeSe desiderate fare il passo verso la casa intelligente, il termostato WiFi è un ottimo punto di partenza: sceglietene uno compatibile con l'hub di vostro interesse (o che avete già) e divertitevi a scoprire l'estensione delle funzionalità che potete controllare a voce sia in casa sia da remoto.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Assistenti vocali

Tutti sappiamo cosa sono, alcuni di noi li utilizzano più o meno assiduamente sullo smartphone o sul computer, e con la diffusione degli smart hub che abbiamo appena elencato ci permettono di interagire con gli elettrodomestici "smart" di casa nostra servendoci di comandi vocali, anche mentre ci troviamo fuori casa.
Gli assistenti vocali oggi in uso sono sostanzialmente due:

  • Assistente Google (Android)
  • Siri (Apple)

Termostato WiFi assistente vocaleSe siete già abituati ad affidarvi agli assistenti vocali o se volete finalmente provarli, scegliete un termostato WiFi che sia compatibile con quello che già usate o che probabilmente userete: si tratta insomma di capire se siete assidui utilizzatori di prodotti Apple o Android, e di scegliere di conseguenza un termostato compatibile con gli altri vostri gadget "intelligenti", a partire dallo smart hub.

3. Modularità

Forse uno degli aspetti più interessanti di un buon termostato WiFi è il dettaglio del controllo che consente di avere sul riscaldamento (o in alcuni casi anche sul raffrescamento) della nostra casa. Parliamo di modularità proprio perché alcuni modelli particolarmente evoluti e versatili permettono di "scomporre" la nostra casa in sottounità, oppure di controllare da un'unica applicazione i termostati di più abitazioni.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Valvole intelligenti

Controllare separatamente la temperatura in stanze diverse della casa è possibile grazie ad alcuni termostati WiFi in grado di interfacciarsi con apposite valvole intelligenti da applicare ai caloriferi. Grazie al dialogo tra queste valvole e il termostato (e con la relativa applicazione) è possibile sia monitorare la temperatura nelle singole stanze, sia impostare temperature diverse per ogni locale.Termostato WiFi valvole smart Questa possibilità è utilissima, ad esempio, se avete stanze esposte a Nord che rimangono cronicamente più fredde rispetto al resto della casa, oppure se avete una piccola stanza che si scalda troppo e avete bisogno di regolarla su una temperatura più bassa.
Va da sé che anche dal punto di vista della salute e del consumo energetico questo livello di controllo offre discreti vantaggi.

Più case

Chi tra noi ha la fortuna di possedere anche una seconda casa, magari in un luogo di villeggiatura, sa bene quanto può fare comodo avere sotto controllo l'impianto di riscaldamento anche a distanza. Se programmiamo un fine settimana nella nostra seconda casa, ad esempio, possiamo attivare il riscaldamento prima del nostro arrivo, così da trovare la casa piacevolmente calda al nostro arrivo. Oppure possiamo monitorare a distanza la temperatura per rilevare anomalie che possano essere indice di un problema, come un guasto dell'impianto o la rottura di un serramento.Termostato WiFi controllo più caseA questo scopo possiamo acquistare per le nostre abitazioni lo stesso modello di termostato WiFi: ve ne sono infatti alcuni di ottima qualità che permettono il controllo di più termostati (cioè più impianti, cioè più case) da un'unica applicazione.

4. Programmabilità

La possibilità di programmare l'accensione e lo spegnimento del riscaldamento è alla base dello sviluppo dei cronotermostati. L'evoluzione WiFi consente di fare un ulteriore passo in avanti sia nell'economizzazione delle risorse, sia nel raggiungimento di una gestione ideale della temperatura domestica.
Abbiamo infatti già visto come alcuni modelli consentano il controllo della temperatura stanza per stanza, o come il controllo remoto ci consenta in qualunque momento di avviare o arrestare il riscaldamento anche quando ci troviamo lontani da casa.
A livello di programmazione, poi, un modello di termostato WiFi può offrire svariati vantaggi rispetto a un normale cronotermostato, quantomeno qualora non si tratti di un modello molto economico.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Programmazione giornaliera

Come i normali cronotermostati, la pianificazione del funzionamento dell'impianto si può organizzare giorno per giorno. Termostato WiFi programmi giornalieriLa differenza con i termostati analogici è che con un termostato intelligente possiamo sempre scegliere se programmare tutti i sette giorni in maniera diversa, oppure programmare i cinque giorni lavorativi allo stesso modo e i due del weekend in un altro, oppure i cinque giorni lavorativi in un modo, il sabato in un altro e la domenica in un altro ancora. È la differenza tra programmazione a 7 giorni, a 5+2 e a 5+1+1.

Periodi della giornata

Entro il singolo giorno, poi, un termostato WiFi permette normalmente una maggiore flessibilità per quanto riguarda i "periodi" programmabili. Chi ha già usato un normale cronotermostato sa già di cosa stiamo parlando: un periodo è un lasso di tempo entro la giornata (ad es.: dalle 8:00 alle 10:00 del mattino) nel quale vogliamo raggiungere e mantenere una determinata temperatura. Ebbene, un termostato "normale" difficilmente permette di programmare più di quattro periodi nella giornata, arrivando a sei nei migliori casi. Con un termostato WiFi, invece, si dispone spesso di una maggiore libertà di programmazione, e questo si traduce inevitabilmente in una migliore gestione del riscaldamento e delle relative spese.

Programmi automatizzati

La differenza più vistosa rispetto al cronotermostato normale è però nella programmazione stessa. I migliori modelli, infatti, offrono una gestione del tutto autonoma del riscaldamento basandosi su diverse rilevazioni: la temperatura esterna, quella interna, la nostra presenza o assenza in casa (rilevata attraverso la geolocalizzazione sul nostro smartphone), la temperatura che desideriamo ecc. In base a questi parametri, il termostato è in grado di formulare un programma personalizzato senza il nostro intervento, se non per correggere eventuali sbavature.
Va da sé che siano sempre presenti anche altre modalità di funzionamento, come quella completamente manuale, il programma vacanza per quando ci assentiamo per un periodo di tempo o il programma antigelo.

Monitoraggio consumi

Abbiamo ribadito più volte che un controllo minuzioso e attento del riscaldamento è fondamentale per ottimizzare i consumi, e di conseguenza inquinare di meno e risparmiare di più. Termostato WiFi tracciato consumiCon i termostati WiFi di fascia più alta è spesso possibile quantificare esattamente questo risparmio: spesso sono dotati infatti di una funzione di tracciamento che registra accuratamente i consumi totalizzati durante un periodo di tempo a nostra scelta.

 

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del termostato WiFi

I materiali sono importanti?

Dal punto di vista dei materiali costruttivi in sé non vi sono particolari caratteristiche che possano essere tanto importanti da essere discriminanti ai fini dell'acquisto. Sull'aspetto estetico ovviamente non sta a noi dare alcuna indicazione: ciascuno sceglierà il modello che più gli aggrada anche in base al suo design.
Gli aspetti "materiali" a cui, lo ribadiamo, è importante fare attenzione sono sostanzialmente due: l'adeguatezza del modello di termostato WiFi individuato al proprio sistema di riscaldamento e i contatti elettrici della nostra caldaia. Tenuti in considerazione questi due imprescindibili aspetti, saremo liberi di scegliere semplicemente il termostato WiFi che, oltre a rispondere alle nostre esigenze, ci aggrada di più dal punto di vista estetico.

La marca è importante?

È sufficiente dare uno sguardo anche solo ai termostati WiFi venduti online per rendersi conto che i marchi noti, in questo ambito, non sono moltissimi. Sicuramente ci è familiare il marchio BTicino, un'eccellenza italiana oggi di proprietà del gruppo francese Legrand che offre termostati WiFi di ottima qualità. Anche i marchi Netatmo (francese) e Nest (americano) sono due ottimi brand su cui fare affidamento se si è alla ricerca di modelli particolarmente avanzati e versatili. Un altro marchio italiano, meno noto ai non addetti ai lavori, è Fantini Cosmi: da tempo sul mercato della termoregolazione, anche questo storico brand tricolore ha intrapreso la via della domotica e propone oggi soluzioni WiFi per la regolazione termica.
Gli altri nomi che incontriamo ci risultano spesso oscuri: in molti casi si tratta di brand d'importazione dall'Asia, che propongono modelli validi, economici, ma nella maggior parte dei casi anche meno avanzati rispetto ai quattro brand che abbiamo indicato. Va da sé che, se non ci sono esigenze o desideri particolari, anche uno di questi modelli può andare benissimo.

Il prezzo è importante?

Il prezzo di un termostato WiFi cambia moltissimo a seconda del livello di sofisticazione: si va infatti dai modelli più semplici ed economici che costano intorno ai 40 €, ai modelli più sofisticati e ricchi di funzionalità che arrivano anche a 200 €. Tutto quello che abbiamo esposto in questa pagina vi aiuterà a capire quale modello possa fare maggiormente al caso vostro: tendenzialmente, se non avete desiderio di un sistema integrato (riscaldamento, condizionamento, controllo luci ecc.) con smart hub e assistente vocale, ci sono buone possibilità che vada benissimo per voi un modello di fascia bassa. Se invece oltre allo smart hub avete anche necessità di regolare separatamente la temperatura in diverse stanze, allora vi sarà necessario un investimento ben maggiore.


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori termostati WiFi del 2019?

La tabella dei migliori termostati WiFi del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Nest Learning Thermostat T3030EX 249,99 €
Netatmo NTH01-IT-EC 163,70 €
Decdeal BHT-6000-GC 41,99 €
Oemclima 3A 35,69 €
Fantini Cosmi CH193WIFI 124,00 €

Termostati WiFi: tutti i prodotti recensiti

"Termostato WiFi": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Nest Learning Thermostat T3030EX

Migliore offerta: 249,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Netatmo NTH01-IT-EC

Migliore offerta: 163,70€

Il più venduto

Decdeal BHT-6000-GC

Migliore offerta: 41,99€