Le migliori teiere del 2021

Confronta le migliori teiere del 2021 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Maxwell & Williams Teas & C's Kasbah

Maxwell & Williams Teas & C's Kasbah

La migliore

Amazon
TipoManuale
Capienza0,38 l
Per bollire
Con infusore
Da portata
MaterialePorcellana
Punti forti
  • Bel motivo colorato ispirato ai pattern delle teiere marocchine
  • Porcellana di alta qualità
  • La teiera include una tazza e un piattino con lo stesso motivo
  • Ottima idea regalo per gli amanti del tè
  • Infusore rimovibile
London Pottery Globe

London Pottery Globe

Il miglior rapporto qualità prezzo

Amazon
TipoManuale
Capienza0,5 l
Per bollire
Con infusore
Da portata
MaterialeCeramica
Punti forti
  • Beccuccio antigoccia
  • Elegante design made in UK
  • Porcellana di alta qualità
Punti deboli
  • Colino non rimovibile
Wisolt WA0045L

Wisolt WA0045L

Amazon
TipoManuale
Capienza0,5 l
Per bollire
Con infusore
Da portata
MaterialeVetro
Punti forti
  • Originale design a pianta quadrata
  • Infusore rimovibile
Juvale YKYHT

Juvale YKYHT

Amazon
TipoManuale
Capienza1 l
Per bollire
Con infusore
Da portata
MaterialeGhisa
Punti forti
  • Gradevole stile giapponese con fiori in rilievo
  • La ghisa trattiene ottimamente il calore
  • Infusore rimovibile
Clatronic TK 3715

Clatronic TK 3715

Amazon
TipoElettrica
Capienza1 l
Per bollire
Con infusore
Da portata
MaterialeVetro
Punti forti
  • Dotata di filtro a percolazione per una migliore infusione
  • L'acqua bolle più rapidamente
Marialuisa.sabatino
Autore
Marialuisa

Come scegliere la teiera

La teiera è un contenitore dalla forma un po’ panciuta, realizzato in molteplici materiali e costituito da manico, beccuccio e coperchio; al suo interno può contenere un infusore in cui vengono posizionate le bustine o le foglie di o altri tipi di bevande calde come le tisane e infusi.
teiera tè
L’origine di questo utile oggetto risale al XIV secolo, quando in Cina si diffuse l’usanza di macerare le foglie di tè in acqua bollente. Di conseguenza utilizzare un utensile che facilitasse questo procedimento diventava una necessità essenziale. In un primo momento ci si servì di una brocca per il vino che poi con il passare dei secoli assunse dimensioni e forme sempre più contenute e arrotondate fino a trasformarsi nelle teiere che conosciamo oggi. In Europa, i noti contenitori arrivarono soltanto nel XVII, grazie ai mercanti olandesi che li importavano dalla Cina e che però non persero tempo a riprodurli direttamente nel proprio paese.
L’usanza di prepararsi il tè utilizzando questo comodo e spesso stiloso oggetto è ancora molto diffusa anche ai giorni nostri, anzi in alcuni paesi l’ora del tè è un momento irrinunciabile della giornata. Inoltre, avere una teiera in casa è sempre utile, perché come abbiamo già accennato si presta a preparare qualsiasi tipo di bevanda calda a infusione. In commercio, data la vastissima gamma di prodotti disponibili, avrete l’imbarazzo della scelta, ecco perché diventa fondamentale conoscere da vicino tutti i modelli e le tipologie presenti con le rispettive caratteristiche.

Funzionalità

Per prepararsi un buon tè verde con le foglie sarà quindi utile avere una teiera in casa, ma quando si parla di questo utensile oggigiorno non ci si riferisce soltanto al modello tradizionale bensì anche a quello elettrico. Vediamo quali sono le principali differenze e i vantaggi o svantaggi per entrambe le categorie.

Manuale

Una teiera manuale può essere destinata a diverse finalità e ciò ne determina anche il funzionamento:

  • Per bollire e mettere in infusione: si tratta di modelli che possono essere posizionati direttamente sul fornello (alcuni sono pensati apposta per i piani a induzione) ed essere o meno dotati di un infusore in cui aggiungere le foglie di tè. Se nei modelli più classici (ad esempio quelli in ghisa ispirati alle teiere giapponesi) bisognerà controllare che l’acqua arrivi a bollore sollevando il coperchio, i bollitori moderni dotati di pistone emettono un fischio quando l’acqua bolle;
  • Per mettere in infusione e servire: alcune teiere, come ad esempio quelle in vetro, non sono fatte per essere posizionate sul fornello caldo ma sono usate per mettere il tè in infusione dopo aver bollito l’acqua e tenerlo in caldo quando lo si serve;
  • Da portata: per finire, esistono modelli più essenziali (soprattutto i classici in porcellana) spesso privi di infusore, in cui andrà versato il tè già infuso per servirlo.

teiera a induzione

Elettrica

Per chi invece apprezza le comodità, la teiera elettrica è la soluzione più adeguata. Si tratta di un prodotto simile al bollitore elettrico, che oltre a riscaldare l’acqua alla temperatura desiderata è dotato di un infusore rimovibile in cui aggiungere il tè successivamente e dell’utile funzione di mantenimento in caldo. Questi prodotti non sono però molto diffusi sul mercato.
teiera elettrica con infusore

Componenti

Che sia elettrica o manuale, una teiera è costituita da alcune componenti principali, senza le quali non potrebbe svolgere correttamente la sua funzione, cioè quella di permettere alle foglie di tè di macerare mantenendo la temperatura sempre costante. Vediamo quali sono le principali parti di cui è composta:

  • Contenitore: il contenitore di una teiera è la componente principale poiché accoglie sia l’acqua bollente che l’infusore. La forma più tradizionale è quella arrotondata, ma basta dare una veloce occhiata online per rendersi subito conto che al giorno d’oggi è possibile acquistarle di qualsiasi forma, anche rettangolare. Caratteristiche fondamentali di un contenitore della teiera sono il beccuccio e il manico, senza i quali risulterebbe davvero difficile servire il tè una volta preparato;
  • Coperchio: il coperchio è una parte altrettanto importante perché serve a mantenere la temperatura interna del contenitore sempre costante, evitando anche alle sostanze più volatili delle bevande di evaporare;
  • Infusore: quando presente, l’infusore rappresenta un po’ il cuore della teiera perché è qui che vengono disposte le foglie secche da macerare insieme all’acqua calda.

Materiali

Altro modo per distinguere le varie tipologie di teiere presenti in commercio è descrivere i materiali di cui sono composte. Alcuni sono più tradizionali e vengono impiegati sin dai tempi antichi, altri invece sono il risultato delle esigenze del mondo moderno. Vediamo insieme nel dettaglio ogni tipologia con tutte le sue caratteristiche peculiari.

Porcellana

Un classico intramontabile è la teiera in porcellana, sia bianca che dipinta. Questo materiale è perfetto per conservare e mantenere costante la temperatura della bevanda all’interno del contenitore. Uno svantaggio sta nel non poter mettere direttamente sul piano cottura la teiera, oltre che essere particolarmente fragile.

Vetro

Il vetro è un altro dei materiali che negli ultimi anni sono sempre più usati per realizzare teiere. Anch’esso, così come la porcellana, ha una struttura rigida ma allo stesso tempo fragile, in caso di urto. Al pari di altri materiali le teiere in vetro sono in grado di conservare il calore e inoltre consentono di poter vedere dall’esterno il colore del tè in preparazione.
teiera vetro

Acciaio inossidabile

Per chi invece ama le linee più moderne ed essenziali potrà orientare la sua scelta verso le teiere in acciaio inossidabile. Le sue qualità sono note a tutti, come la robustezza e resistenza, infatti sono sempre di più gli utensili da cucina che vengono realizzati in questo materiale. Il principale vantaggio di una teiera in acciaio inossidabile è che può essere messa direttamente su fuoco, consentendo quindi tutta la preparazione, dal riscaldamento dell’acqua al momento dell’infusione.

Argento

Le teiere in argento sono molto diffuse e apprezzate nei paesi arabi e spesso sono caratterizzate da disegni e incisioni. Rispetto a quelle viste finora, questa categoria non mantiene a lungo il calore dell’acqua, quindi, seppur molto eleganti, sono poco funzionali da un punto di vista prettamente pratico.

Ghisa

La ghisa è il materiale più utilizzato per realizzare teiere in stile giapponese. Solitamente questo modello è caratterizzato da fori sul beccuccio del contenitore che quindi funge anche da filtro quando si versa la bevanda all’interno della tazza. Anche la ghisa conserva a lungo il calore mantenendo costante la temperatura all’interno, inoltre può essere messa direttamente sul fornello.
teiera ghisa

Dimensioni

Nello scegliere una teiera bisogna prendere in considerazione anche un altro fattore abbastanza decisivo, ovvero le dimensioni. In commercio sono presenti sia modelli piccoli da 1 tazza che solitamente corrisponde a 250 ml di capacità, sia più grandi con dimensioni medie da 5/6 tazze, corrispondenti a circa 23 cm di diametro o 1,2 l di bevanda. È possibile acquistare anche modelli molto più capienti equivalenti a 10 tazze, in questi casi il diametro del contenitore è di circa 32 cm per 3 l di bevanda.
teiera dimensioni

Design

Un’altra esigenza da soddisfare riguarda l’estetica della teiera. Anche se gli stili sono molteplici possiamo affermare che la maggior parte rispecchia un design classico, che però cambia per forme e colori in base alla cultura di provenienza. Tra quelli più noti ricordiamo il famoso stile inglese, caratterizzato da teiere di porcellana bianca dipinte solitamente con ricami floreali sui toni dell’azzurro, rosa, giallo o verde. Altre linee di teiere molto apprezzate sono quelle in stile giapponese, realizzate quasi sempre in ghisa e dai colori scuri come il grigio, nero, blu o rosso scuro. Per chi invece è amante dei colori e delle fantasie geometriche, le teiere in porcellana in stile arabo riusciranno a cogliere nel segno. Molto spesso i colorati disegni sono accompagnati da bordi dorati e luccicanti, in grado di coniugare vivacità ed eleganza. Se invece siete assoluti seguaci delle linee essenziali e moderne, sarà meglio optare per teiere in acciaio inossidabile o anche in vetro, dallo stile più minimalista.
teiera giapponese

Accessori

Affinché la teiera possa svolgere appieno le sue funzione è necessario che sia accompagnata anche da altri elementi, che a breve descriveremo nel dettaglio. In commercio infatti è possibile sia acquistare il solo contenitore con coperchio, sia completi set da tè, che come vedremo sono caratterizzati da diversi accessori, alcuni più necessari altri meno. Scopriamo insieme quali sono e come possono tornarvi utili.

Vassoio

Il vassoio da tè è un elemento basilare, soprattutto se la vostra idea è quella di preparare la gustosa bevanda in presenza di amici o familiari. Anche se apparentemente può sembrare soltanto un accessorio estetico, il vassoio svolge delle importanti funzioni pratiche: protegge il tavolo da versamenti accidentali di tè o altre bevande e serve come supporto per tazze, teiera e zuccheriera.

Tazze

Le tazze invece sono davvero imprescindibili. Se vi piace avere tutto abbinato, il nostro consiglio è di acquistare un set da tè che le comprenda, altrimenti potrete giocare creando voi stessi abbinamenti tra diversi stili e colori di tazze e teiere, certamente il risultato sarà unico e originale. Altra possibilità sono le teiere con tazza incorporata nel fondo in cui le due strutture sono sovrapposte.
teiera fondo tazza

Contenitore da tè

Altro accessorio che potrebbe accompagnare una teiera, magari come idea regalo, è il contenitore da tè. Questo potrebbe avere diverse forme a seconda del tipo di tè da conservare all’interno, come il classico barattolo per le foglie o anche i cassetti porta bustine, che solitamente sono realizzati in legno o latta.

Clip da tè

Per i veri intenditori sarà possibile acquistare anche delle clip da tè, ovvero delle apposite pinze grazie alle quali sarà possibile trasportare i residui delle foglie fuori dalla tazza. Si tratta di un accessorio molto utile ma non fondamentale come altri.

Le domande più frequenti sulle teiere

Quanto costa una teiera?

Come abbiamo visto sono disponibili moltissimi stili e modelli di teiere realizzate in differenti materiali. Queste caratteristiche incidono certamente anche sul prezzo finale. Il costo base di una teiera in ghisa da 1/2 tazze è di circa 10€, mentre modelli in vetro o porcellana da 5/6 tazze hanno un valore che oscilla intorno 20€. Il prezzo aumenta per i modelli dai design più particolari arrivando anche a 120€ per una teiera in acciaio inossidabile.

Quali sono i migliori marchi di teiere?

Tra i migliori marchi di teiere abbiamo la rinomata Alessi affiancata da Vahdam, Maxwell & Williams e Villeroy & Boch. Il nostro consiglio, a prescindere dalla marca, è di osservare e verificare attentamente la qualità dei materiali impiegati per la realizzazione della teiera in questione. Sulla confezione inoltre sono riportate tutte le specifiche tecniche ed eventuali certificazioni riguardanti la provenienza e la qualità del prodotto.
teiera utilizzo

Come utilizzare la teiera?

Gli intenditori molto spesso affermano che per ogni tipo di tè si dovrebbe avere un’apposita teiera. Ovviamente per questioni di spazio e praticità questa soluzione non è facilmente attuabile e per semplificare possiamo suddividere le principali tipologie di tè in almeno 3 gruppi ai quali può essere destinato un tipo di teiera specifico. Per esempio per le qualità bianche è preferibile utilizzare teiere in vetro, per quelle profumate ceramica e porcellana, mentre il tè verde o nero viene esaltato maggiormente dalla terracotta. Vediamo adesso però quali sono gli aspetti da considerare per utilizzare in maniera corretta una teiera:

  • Acqua: è uno degli elementi di maggiore importanza, poiché dall’acqua dipenderà il risultato e il sapore finale. Per esaltare il sapore di un qualsiasi tè o infusione, l’acqua dovrebbe essere minerale, inodore, pura, incolore, leggermente acida (pH inferiore a 7) e minimamente mineralizzata;
  • Temperatura: l’acqua non dovrebbe arrivare mai a ebollizione perché rischierebbe di bruciare il tè, eliminando alcune sostanze aromatiche. Allo stesso modo una temperatura molto bassa potrebbe impedire alle foglie di “sbocciare”. Potrete quindi togliere l’acqua dal fuoco appena le prime bollicine verranno a galla o, se usate un bollitore elettrico, quando il termostato segna 70-80 °C;
  • Dosaggio del tè: in Occidente la quantità di foglie di tè da inserire nell’infusore della teiera ha un rapporto di circa 2/3 g per 150 ml di acqua, mentre in Oriente per la stessa quantità di acqua si potranno aggiungere circa 5-6 g di tè;
  • Tempi di infusione: possono variare a seconda della qualità di tè scelta, quindi da 2 minuti fino a un massimo di 6. Per chi è amante dei sapori forti e corposi i tempi di infusione devono essere necessariamente lunghi.

Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori teiere del 2021?

La tabella delle migliori teiere del 2021 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Il migliore
Maxwell & Williams Teas & C's Kasbah Maxwell & Williams Teas & C's Kasbah
Miglior prezzo
25,01 €
Miglior qualità/prezzo
London Pottery Globe London Pottery Globe
Miglior prezzo
15,21 €
Wisolt WA0045L Wisolt WA0045L Miglior prezzo
13,99 €
Juvale YKYHT Juvale YKYHT Miglior prezzo
22,49 €
Clatronic TK 3715 Clatronic TK 3715 Miglior prezzo
39,70 €

Teiere: gli ultimi prodotti recensiti

La migliore
Maxwell & Williams Teas & C's Kasbah

Maxwell & Williams Teas & C's Kasbah

Migliore offerta:25,01€

Il miglior rapporto qualità prezzo
London Pottery Globe

London Pottery Globe

Migliore offerta:15,21€