I migliori occhiali da ciclismo del 2024

Confronta i migliori occhiali da ciclismo del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
165,00 €
occhialandoit
135,20 €
occhialandoit
46,20 €
amazon
14,72 €
amazon
9,81 €
animasportiva
179,00 €
colizey
200,00 €
adrialenti
50,90 €
alensa
53,90 €

Dati tecnici

Peso

28 g

n.d.

n.d.

35 g

n.d.

Colore lenti

Trasparenti

Bronzo

Grigio opaco

n.d.

A specchio

Possibilità di cambiare lenti

Taglia

Unica

M

Unica

Unica

Unica

Antiappannamento

Protezione UV

UV400

Materiale

n.d.

Policarbonato

Policarbonato

Policarbonato

Policarbonato

Punti forti

Sistema di ventilazione Power Flow

Protezione totale anche nelle condizioni più difficili

Lenti polarizzate

Estremamente leggero e super flessibile

Comodi da indossare

Tecnologia Quick Change per sostituire facilmente le lenti

Maggiore aderenza in caso di sudorazione

Ottima qualità/prezzo

Funzione anti-appannamento

Lenti polarizzate

Terminali regolabili e inserti in gomma

Stabilità della montatura

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere gli occhiali da ciclismo

Gli occhiali sono un accessorio fondamentale per chi pratica il ciclismo, sia a livello amatoriale, sia a livello professionale. Gli atleti e gli amanti del cicloturismo infatti si ritrovano a dover affrontare lunghi tragitti, che in alcuni casi possono durare anche parecchie ore; diventa importante quindi proteggere gli occhi dall’azione invasiva degli agenti atmosferici, in particolare il sole e il vento. Inoltre, in base al tipo di disciplina che viene praticata, come il fuori strada con le mountain bike, la protezione può estendersi anche ai detriti, alla neve e al fango. Di conseguenza gli occhiali specifici per il ciclismo hanno caratteristiche molto simili ai modelli pensati per il motocross, anche se in questo caso non è presente il sistema tear off, ovvero la possibilità di rimuovere le sottili pellicole applicate alle lenti in caso di visibilità compromessa.Occhiali da ciclismoLa difesa dalle radiazioni ultraviolette è molto importante anche dal punto di vista della sicurezza, perché una prolungata esposizione ai raggi del sole, alla lunga, potrebbe alterare la corretta visibilità. La scelta degli occhiali da ciclismo quindi dipende da diversi fattori, a cominciare dalla destinazione d’uso, che influenza in maniera decisiva anche il costo finale. In ogni caso le differenze con gli occhiali da sole tradizionali sono molteplici. I modelli pensati per il ciclismo infatti devono assicurare il massimo comfort e avere un peso minimale; allo stesso tempo devono garantire un’ottima resistenza agli urti e alle continue vibrazioni e adattarsi al casco e alla forma del viso senza causare disagi. Prima di mettere a fuoco tutte le caratteristiche che accomunano gli occhiali da ciclismo non perdetevi le nostre guide all’acquisto dedicate agli occhiali da sole classici e a quelli per il motocross.

Lenti

Tra gli elementi fondamentali per valutare degli occhiali di qualità figurano sicuramente le lenti. Le loro funzioni più importanti sono mantenere alto il livello di visibilità e proteggere gli occhi durante le attività sportive.Occhiali da ciclismo LentiL’utilizzo delle lenti infatti è fondamentale per inibire l’insorgere di irritazioni e arrossamenti causati dal forte vento, dalla collisione con gli insetti, dall’inalazione di polveri o semplicemente per evitare l’eccessiva lacrimazione, con il conseguente offuscamento parziale della vista. Scopriamo le principali caratteristiche che devono possedere le migliori lenti destinate agli occhiali da ciclismo.

Protezione UV

Le lenti vengono realizzate con materiali speciali che hanno l’effetto di bloccare i raggi UV, molto pericolosi per gli occhi soprattutto nel lungo periodo, con il compito di prevenire danni alla retina e alla vista in generale. Il livello minimo di protezione viene indicato in UV400. Oltre alla prevenzione dei danni alla salute, le lenti dotate di protezione UV garantisco un’ottima visibilità, aumentando il comfort e il piacere della guida.

Lenti polarizzate

L’azione dei raggi solari va ad impattare anche sul grado di visibilità, causando fastidiosi riflessi soprattutto in presenza di luce intensa durante la stagione estiva. Inoltre quando l’asfalto è bagnato i riflessi si moltiplicano mettendo a rischio anche la sicurezza. Utilizzando le lenti polarizzate questi effetti si riducono parecchio grazie alla capacità di bloccare la luce riflessa e ridurre la sensazione di abbagliamento.

Lenti fotocromatiche

Un’altra funzione molto importante che possiedono alcuni modelli di lenti si riferisce alla capacità di adattarsi a diversi livelli di intensità della luce in relazione alle condizioni atmosferiche e al trascorrere delle giornate.Occhiali da ciclismo Lenti fotocromaticheLe lenti fotocromatiche infatti hanno la capacità di oscurarsi in caso di luce troppo abbagliante e diventare sempre più chiare in presenza di poca illuminazione. Questa caratteristica permette ai ciclisti di mantenere gli stessi occhiali senza ricorrere all’opzione delle lenti intercambiabili.

Lenti a contrasto migliorato

Anche questo tipo di lenti hanno lo scopo di migliorare la visibilità e aumentare i livelli di sicurezza durante la guida. In questo caso però non si verifica un adattamento alle condizioni della luce, ma viene intensificato il contrasto, con l’effetto di aumentare la nitidezza delle immagini e la percezione dei dettagli. I maggiori benefici si notano in condizioni di scarsa visibilità, come in presenza di nebbia o forte pioggia. In questo contesto è doveroso citare il brand Oakley, ideatore della tecnologia Prizm, capace di ottimizzare la percezione visiva dei dettagli grazie a un migliore contrasto. Queste lenti riducono la fatica anche dopo un lungo utilizzo e sono progettate in maniera specializzata anche per altri sport, come golf e sci.

Lenti anti-appannamento

Uno sport come il ciclismo che si svolge all’aria aperta deve convivere con condizioni meteo assolutamente variabili. Quando le temperature sono particolarmente alte, specialmente durante la stagione estiva, l’eccessiva quantità di sudore ha l’effetto di far appannare la superfice delle lenti e ridurre la visibilità. La stessa reazione fisica può manifestarsi a causa della forte differenza di temperatura tra l’aria umida e le lenti, che produce condensa. L’unico modo per ridurre il manifestarsi di questo fenomeno è munirsi di lenti anti-appannamento, realizzate con materiali speciali che respingono l’umidità evitando la condensa. L’obiettivo è quello di permettere all’aria di circolare il più possibile, favorendo al massimo la traspirabilità al fine di prevenire l’appannamento. In questo modo il ciclista può concentrarsi esclusivamente sulla guida indipendentemente dalle condizioni atmosferiche ed evitare possibili soste dedicate alla pulizia delle lenti.

Resistenza agli urti

Un’altra caratteristica fondamentale che devono assolutamente possedere le lenti da ciclismo è la resistenza agli urti. In caso di incidente infatti la protezione degli occhi deve essere garantita al 100%. Inoltre, quando la velocità è sostenuta, soprattutto nel corso di lunghe discese, può capitare di imbattersi in insetti o in piccoli frammenti di detriti sollevati dal vento. In questo caso un impatto con lenti solide riduce notevolmente il rischio di lesioni. Come vedremo nei prossimi paragrafi, la resistenza e la durabilità degli occhiali da ciclismo è garantita anche dal tipo di telaio e dai materiali utilizzati nella progettazione.

Montatura

Anche per le montature i materiali di costruzione sono progettati per proteggere il viso e non produrre frammenti in caso di rottura causata da un forte impatto. La leggerezza del telaio è un’altra caratteristica centrale: il ciclista infatti, sia durante le attività agonistiche, sia nel corso di lunghe escursioni, si ritrova a indossare questo fondamentale accessorio per diverse ore. Di conseguenza una montatura leggera e perfettamente compatibile con la forma del viso non può che rendere più confortevole il tragitto.Occhiali da ciclismo MontaturaL’ampia forma che caratterizza le montature degli occhiali da ciclismo ha l’obiettivo di proteggere in maniera più estesa gli occhi e una parte del viso e permettere contemporaneamente al ciclista di ripararsi anche dalla luce che riverbera dai lati. Il tipo di design inoltre consente di usufruire di maggiore aerodinamicità grazie alla forma allungata. Scopriamo le principali caratteristiche che deve possedere una montatura adatta specificamente al ciclismo.

Aderenza

Per adattarsi alla forma del cranio il telaio degli occhiali da ciclismo ha una linea avvolgente. Inoltre con l’obiettivo di ottenere la massima aderenza al viso molte montature di fascia alta progettano gli elementi di fissaggio, come le aste laterali o i naselli, in maniera personalizzata. In questo modo il ciclista può variare il tipo di vestibilità e ottenere il massimo comfort.
Molto spesso inoltre i naselli regolabili e le aste laterali sono caratterizzate da rivestimenti antiscivolo in gomma per garantire la stabilità, messa a rischio dalle continue vibrazioni, soprattutto quando si pratica il fuori strada o in presenza di curve a gomito. In quest’ultimo caso infatti la possibilità di fissare perfettamente gli occhiali, annullando qualsiasi tipo di movimento, permette di aumentare notevolmente il livello di sicurezza e ridurre le distrazioni.

Compatibilità con il casco

Il casco è un elemento imprescindibile quando si pratica il ciclismo, di conseguenza è importante godere del massimo comfort nel momento in cui si decida di indossare anche gli occhiali. Per questo motivo è consigliabile provare entrambi gli accessori insieme, prima di scegliere quale modello acquistare.

La comodità di utilizzo infatti è fondamentale, sia per usufruire di un’ottima vestibilità durante le lunghe pedalate, sia per evitare i minimi spostamenti e compromettere la sicurezza del ciclista. Inoltre la giusta convivenza, importante anche dal punto di vista estetico, è fondamentale per ridurre al minimo il passaggio d’aria tra i due elementi.Occhiali da ciclismo Compatibilità con il cascoBisogna sottolineare che gli elmetti sono progettati ergonomicamente per poter convivere con gli occhiali, mentre quest’ultimi possono contare su montature rimovibili capaci di ridurre il volume, come aste estremamente sottili e naselli flessibili per regolare l’altezza. In base al tipo di disciplina sportiva, come il cross-country o l’enduro, è consigliabile utilizzare una maschera protettiva e un casco integrale.

Materiali

Dopo aver analizzato le principali funzioni delle lenti e delle montature degli occhiali da ciclismo è tempo di passare in rassegna tutti i tipi di materiali con cui questi elementi vengono realizzati. In entrambi i casi i materiali devono assicurare la massima resistenza, senza rinunciare alla leggerezza e al comfort.

Materiali delle lenti

Policarbonato

Questo è uno dei migliori materiali utilizzati per la realizzazione delle lenti degli occhiali sportivi. Infatti grazie a determinate proprietà garantisce un’elevata resistenza sia agli urti, sia alle temperature elevate e alla corrosione. Oltre alla leggerezza, ideale per non affaticare il ciclista e per favorire l’aerodinamicità, bisogna segnalare anche la trasparenza, che lo rende particolarmente indicato per la realizzazione di occhiali e maschere protettive.

Nylon

Le lenti realizzate in nylon eco-compatibile mantengono gli stessi standard per quanto riguarda la resistenza, ma sono ancora più leggere rispetto alle lenti in policarbonato. Inoltre alcuni modelli appartenenti a una fascia di prezzo elevata garantiscono una qualità ottica addirittura superiore. Generalmente questo tipo di lenti sono caratterizzate da speciali trattamenti antigraffio.

Materiali delle montature

Grilamid

È un materiale termoplastico molto utilizzato per la realizzazione delle montature di occhiali sportivi, compreso il ciclismo. Anche in questo caso le sue caratteristiche fisiche assicurano leggerezza, resistenza, flessibilità e durata nel tempo. Il grilamid infine si può colorale con facilità, di conseguenza sono disponibili in commercio diverse soluzioni cromatiche.

Titanio

Questa è una lega che offre ottime garanzie in termini di qualità e durabilità. Uno dei materiali più pregiati per la realizzazione delle montature sia per motivazioni estetiche, sia per la capacità di adattamento alle condizioni meteo più estreme, senza subire danni e deformazioni.

Plastica iniettata

Molto spesso le montature degli occhiali da ciclismo vengono realizzate in plastica iniettata per contenere al massimo i costi, che generalmente sono piuttosto alti. Se da un lato il parametro relativo alla leggerezza non presenta troppe variazioni, la capacità di resistenza agli urti subisce un brusco ridimensionamento.

Le domande più frequenti sugli occhiali da ciclismo

Quanto costano gli occhiali da ciclismo?

Gli occhiali da ciclismo devono garantire protezione dai raggi UV, resistenza e flessibilità.
I modelli più economici superano di poco i 5 €, ma offrono standard qualitativi estremamente poveri e possono usurarsi rapidamente, senza garantire una protezione adeguata dai raggi ultravioletti.
Gli occhiali di fascia media costano intorno ai 100 €, mentre quelli di fascia alta, con protezione massima dagli urti e lenti intercambiabili a contrasto migliorato, sfiorano i 300 €.

Quali sono le migliori marche di occhiali da ciclismo?

Tra i brand più famosi che producono occhiali da ciclismo e possono garantire i più alti standard di qualità e innovazione bisogna elencare sicuramente Oakley, specializzato anche nella produzione dei classici occhiali da sole, ma anche altri marchi, come Poc, Rudy Project, Out Of e Alpina.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato