I migliori ciclocomputer Garmin del 2024

Confronta i migliori ciclocomputer Garmin del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

elettronicshop
568,00 €
cingolanibikeshop
299,99 €
nencini sport
249,90 €
elettronicshop
247,00 €
amazon
145,54 €
nencini sport
569,00 €
vigliettisport
359,00 €
amazon
313,96 €
nencini sport
248,00 €
nencini sport
155,00 €
cingolanibikeshop
572,40 €
amazon
399,99 €
pixmartit
331,84 €
maxisport
249,00 €
cingolanibikeshop
155,90 €
snl
579,90 €
cingolanibikeshop
249,90 €
pixmartit
164,58 €
amazon
648,52 €
amazon
269,00 €
elettrocasa
199,90 €

Dati tecnici

Tecnologia

GNSS multibanda, Ant+

GNSS multibanda, Ant+

GNSS multibanda, Ant+

GNSS multibanda, Ant+

GNSS, Ant+

Sensori inclusi

Standard, Gps, Ant +

Standard, Gps, Ant +

Standard, Gps, Ant +

Standard, Gps, Ant +

Standard, Gps, Ant +

Mappe

Display

A colori, schermata multipla

A colori, schermata multipla

A colori, schermata multipla

A colori, schermata multipla

Bianco e nero, schermata multipla

App

Autonomia

45 h

40 h; ricarica con pedalata

20 h

24 h

12 h

Sistema di montaggio

Staffa

Staffa

Staffa

Staffa

Staffa

Dati rilevati

Distanza, velocità, durata, pendenza, altitudine, frequenza cardiaca, metriche di ciclismo avanzate, metriche per mtb, altri

Distanza, velocità, durata, pendenza, altitudine, frequenza cardiaca, metriche di ciclismo avanzate, metriche per mtb, altri

Distanza, velocità, durata, pendenza, altitudine, frequenza cardiaca, metriche di ciclismo avanzate, metriche per mtb, altri

Distanza, velocità, durata, pendenza, altitudine, frequenza cardiaca, altri

Distanza, velocità, durata, pendenza, altitudine, altri

Rilevamento dati

Wireless

Wireless

Wireless

Wireless

Wireless

Connetività

Wi-fi, Bluetooth

Wi-fi, Bluetooth

Bluetooth, wi-fi

Wi-fi, Bluetooth

Wi-fi, Bluetooth

Punti forti

Tantissime rilevazioni disponibili

Funzione di rilevazione incidenti

Tantissime metriche rilevate

Ideale per bici elettriche

Molto compatto

Ricarica solare durante l'uso

Tantissimi dati rilevati

Confronto con sessioni precedenti

Connettività con app terze parti

Funzione Climb pro per dati sulle salite

GNSS multibanda

Piani di allenamento scaricabili

Sincronizzazione allenamenti

Info su batteria di bici elettrica (con supporto extra)

Funzione rilevamento incidenti

Connettività con App dedicata e app terze parti

Allenamenti virtuali

Compatibile con cambio elettronico Shimano

Funzione rilevamento incidenti

Connettività con app proprietaria e terze parti

Compatibile con cambio elettronico shimano

Due app dedicate

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

I ciclocomputer Garmin

Il gigante della tecnologia GPS, Garmin, è stato a lungo considerato il leader di mercato rispetto ai ciclocomputer; il marchio americano è uno dei brand che ha reso disponibile per il largo consumo ciclocomputer dotati di tecnologie di rilevazione dati avanzate, un tempo riservati solo ai professionisti del ciclismo, che sono andati via via a soppiantare i vecchi computer da bici.ciclocomputer garminIn qualità di leader del settore, l’azienda è strettamente interconnessa con il ciclismo agonistico: sono molti infatti i ciclisti professionisti che scelgono i ciclocomputer Garmin e l’azienda sfrutta questo prezioso rapporto come banco di prova per sviluppare e migliorare i suoi prodotti.
In questa pagina andremo ad osservare nel dettaglio le caratteristiche principali, le tecnologie e le innovazioni messe in campo da Garmin con i suoi ciclocomputer: ricordiamo che per maggiori informazioni sull’argomento potete consultare la nostra guida all’acquisto del ciclocomputer, mentre se siete interessati ad altri accessori per il monitoraggio delle prestazioni sportive consigliamo di consultare anche le guide dedicate a fitness tracker, cardiofrequenzimetro, cardiofrequenzimentro con fascia e smartwatch Garmin.

Caratteristiche dei ciclocomputer Garmin

I ciclocomputer prodotti da Garmin fanno oggi tutti parte della serie Edge. In essa si trovano 8 modelli, tutti appartenenti ad una fascia di prezzo medio-alta; la prima caratteristica da ricordare rispetto ai ciclocomputer Garmin, infatti, è che anche i modelli più semplici sono comunque dotati di tecnologia di rilevazione dati satellitare e di varie funzioni di allenamento.ciclocomputer garmin tecnologieVediamo in modo più dettagliato le peculiarità dei ciclocomputer Garmin.

Partiamo proprio dalla rilevazione dei dati per la navigazione: un grande vantaggio dei ciclocomputer Garmin, anche quelli più semplici, è quello di sfruttare diversi satelliti per il monitoraggio e la navigazione: questo sistema, chiamato GNSS, si basa sulla raccolta di dati ambientali non solo da GPS, ma anche da GLONASS e Galileo, per fornire una copertura completa anche sui percorsi meno frequentati e più remoti. La rilevazione satellitare dei dati si traduce in due risultati: da un lato è possibile tenere traccia della propria posizione e, in base al modello, anche salvare i percorsi e condividerli con altre persone in tempo reale; dall’altro, il ciclocomputer fornisce una mappatura in tempo reale del percorso. I modelli più economici forniscono solo la navigazione “turn by turn”, ovvero una traccia di base del percorso, mentre i modelli più avanzati, solitamente con display a colori, sovrappongono la traccia turn by turn a una vera e propria mappa di base.
Le mappe fornite dai ciclocomputer Garmin sono sia off road, sia on road e sono aggiornate in base ai dati forniti dai milioni di ciclisti che condividono i propri percorsi; il ciclocomputer è in grado di ricalcolare il percorso in caso di errore e scegliere il tipo di strada più adeguato in base alla bici utilizzata.
Quando si imposta il percorso, si può inoltre scegliere tra tre tipi di navigazione:

  • A to B: ovvero l’impostazione di un punto di partenza e uno di arrivo;
  • Round trip: ovvero l’impostazione di un punto di partenza e di una distanza. In questo caso vengono mostrati tre possibili percorsi per tornare al punto di partenza rispettando la distanza desiderata;
  • Percorsi importati: si possono importare i percorsi preferiti da app esterne, come Strava o altre.

Tramite il portale Garmin Connect, disponibile come app o come sito web navigabile da desktop, si possono infine creare i propri percorsi personalizzati e visualizzare dati di vario tipo, come la popolarità delle aree di percorrenza; si possono inoltre incorporare nel ciclocomputer Garmin percorsi scaricati da altri portali, per poi visualizzarli e selezionarli all’occorrenza.

Misurazioni fisiologiche e funzioni

Passiamo ora a vedere quali sono le misurazioni che i ciclocomputer Garmin sono in grado di effettuare e quali funzioni di monitoraggio e di assistenza per l’allenamento possono essere incluse: non tutte sono disponibili su tutti i modelli, ma è opportuno fornire l’elenco completo delle possibilità offerte dal brand.ciclocomputer garmin misurazioni e funzioni Quelle che presentiamo di seguito sono le peculiarità di Garmin: ogni ciclocomputer di questo brand è inoltre in grado di monitorare le metriche classiche, come tempo, distanza, velocità, durata, frequenza cardiaca, pendenza e altitudine. Segnaliamo che tutti i ciclocomputer Garmin sono a schermata multipla ed è presente una funzione che permette lo scorrimento automatico delle schermate durante il percorso.

Stato dell’allenamento

Vengono monitorate le abitudini di allenamento a lungo termine per fornire un feedback approfondito sul livello della forma fisica. Gli stati di allenamento riconosciuti sono: picco di forma, allenamento produttivo, mantenimento, recupero, allenamento improduttivo, detraining, overreaching, nessuno stato (mancanza di dati perché ancora gli allenamenti svolti non sono sufficienti).

VO2 max

Si tratta della misura che definisce l’idoneità cardiorespiratoria e la capacità di prestazione aerobica e viene stimata identificando, analizzando e interpretando dati significativi sulle prestazioni durante la corsa.

Tempo di recupero

Si tratta di una sorta di conto alla rovescia che segnala in quanto tempo ci si possa considerare “recuperati” e pronti ad affrontare un nuovo allenamento. Il tempo di recupero viene determinato attraverso l’analisi della durata e dell’intensità dell’attività registrata, interpretata alla luce del livello di forma fisica attuale e della cronologia delle attività.

Training load

Dicitura inglese per carico di allenamento, monitora lo sforzo effettuato durante le attività in base alla frequenza cardiaca e all’ossigeno consumato dopo l’allenamento.

Training load focus

Analisi delle prestazioni per stabilire l’impatto fisiologico delle attività svolte e degli sforzi effettuati. Si distingue in carico di allenamento anaerobico, carico di allenamento aerobico elevato e carico di allenamento aereobico basso.

Allenamenti giornalieri suggeriti

Sfruttando le misurazioni come il VO2 max, il ciclocomputer suggerisce una serie di allenamenti quotidiani per permettere di migliorare la propria forma fisica.

Effetto dell’allenamento

Ssegnala come ogni allenamento influisca sulla forma fisica. Si distingue in effetto dell’allenamento attività aerobica e attività anaerobica.

Performance condition

Valutazione in tempo reale della prestazione: durante i primi 6-20 minuti della corsa vengono analizzate potenza, frequenza cardiaca e variabilità della frequenza cardiaca (HRV). Il numero risultante è una valutazione in tempo reale della deviazione dal VO2 max di base. Più alto è il numero, migliore è il rendimento dell’allenamento.

HRV stress test

Viene calcolato durante un test di tre minuti durante il quale viene analizzata la HRV. Questa misurazione aiuta a valutare per quale livello di attività il corpo sia pronto.

ClimbPro

Si tratta di una funzione che aiuta il ciclista a gestire lo sforzo, mostrando informazioni sulle salite del percorso, come ad esempio pendenza e lunghezza; le informazioni si aggiornano in tempo reale mentre si sta percorrendo la salita.

FTP (soglia di potenza funzionale)

Questo dato indica la potenza massima sostenibile in un’ora e viene calcolato in due modi: con una prova guidata, tramite i dati su frequenza cardiaca e potenza, o in modo automatico, in base ai dati registrati durante l’allenamento.

Abilità ciclistica

Al momento riservato al modello top di gamma, il Garmin Edge 1040, si tratta del calcolo dei punti di forza e delle aree di miglioramento in base ad un’analisi avanzata dell’attività ciclistica svolta.

Resistenza in tempo reale

Suddivisa in resistenza e resistenza potenziale, si tratta di un valore che indica una stima sullo sforzo effettuato e sullo sforzo rimanente, e si basa sul calcolo combinato delle metriche fisiologiche e delle attività recenti.

Oltre alle misurazioni fisiologiche, i dispositivi Garmin sono in grado di monitorare due set di metriche specifiche, chiamate rispettivamente dinamiche di ciclismo e dinamiche di MTB. Si tratta di dati specifici rispetto all’allenamento che possono servire a chi pratica ciclismo o mountain bike a livello agonistico per monitorare alcuni aspetti utili a migliorare l’attività agonistica.

Dinamiche di ciclismo

Per registrare queste metriche è necessario quasi sempre integrare al ciclocomputer dei sensori aggiuntivi, ad esempio i sensori di potenza per i pedali; è possibile anche acquistare direttamente il ciclocomputer con tutti i sensori necessari per la registrazione delle metriche aggiuntive in speciali bundle disponibili sia sullo store ufficiale, sia sugli shop online generalisti.
Le metriche misurate nelle dinamiche di ciclismo sono:

  • Posizione: per visualizzare in tempo reale e registrare nel tempo la posizione, la frequenza, il tempo in cui si è raggiunta una posizione e i dati sulla potenza in quella determinata posizione;
  • Power Phase (PP): descrive come si stia producendo la potenza di pedalata in base alla posizione della gamba;
  • Platform Center Offset (PCO): questa metrica calcola come la forza venga distribuita sul pedale durante la pedalata rispetto al centro del pedale;
  • Bilanciamento destra/sinistra: misura la potenza di pedalata della gamba destra e di quella sinistra, per identificare se una gamba stia producendo più potenza dell’altra e quindi sia sottoposta ad un maggiore sforzo.

Dinamiche di MTB

Si tratta di metriche specifiche per bici del tipo mountain bike:

  • Grit: misura la difficoltà di un determinato sentiero;
  • Flow: misura la capacità di mantenere una velocità costante durante un determinato percorso;
  • Salti: rileva dati rispetto ai salti effettuati durante il percorso e fornisce un punteggio per ogni salto basato su velocità, distanza e tempo di volo.

Sicurezza

Le funzioni aggiuntive rispetto alla sicurezza permettono di condividere in tempo reale messaggi durante il tragitto, condividere i propri percorsi in tempo reale e tenere traccia dei percorsi di amici e famigliari, rilevare incidenti e fornire assistenza in caso di foratura o danni al mezzo, trasmettendo la posizione in tempo reale ai contatti selezionati. È disponibile anche la funzione di rilevamento e segnalazione delle curve a gomito. Si possono inoltre installare il radar retrovisore Varia, che rileva i veicoli in avvicinamento fino a 140 m, e le luci intelligenti Varia Smart, che modificano l’intensità di illuminazione in base alle condizioni ambientali.

I migliori Ciclocomputer Garmin

Il più innovativo: Garmin Edge 1040 Solar

Top di gamma della serie Garmin Edge, il nuovissimo ciclocomputer Edge 1040 Solar offre tutte le funzionalità che si possano desiderare in un ciclocomputer.
Parliamo per prima cosa della batteria: il Garmin Edge 1040 Solar ha un’autonomia fino a 100 ore poiché è in grado di ricaricarsi con la luce solare mentre si è in movimento, utilizzando la stessa tecnologia Power Glass che si trova negli smartwatch Garmin di fascia alta. Anche per quanto riguarda la navigazione, la casa produttrice afferma che il 1040 offra un sistema GNSS multibanda estremamente preciso, che permette di rilevare tragitti anche in caso di palazzi alti o fitta vegetazione; disponibili inoltre dettagliate misurazioni fisiologiche in tempo reale, tra cui le informazioni sulla resistenza, le dinamiche di ciclismo e di MTB e tutte le altre misurazioni fisiologiche che abbiamo elencato.
Interessante anche notare che il sistema di ricarica avviene tramite il nuovo standard USB-C: si tratta attualmente dell’unico ciclocomputer Garmin con questo sistema di ricarica.
Completano la panoramica, infine, la possibilità di connessione con l’app Garmin Connect e con app esterne per il download di percorsi personalizzati e lo scambio di informazioni con altri ciclisti.

Ci piace perché: ricarica ad energia solare, tutte le misurazioni possibili, GNSS multibanda.
Consigliato a: professionisti e agonisti.

Il migliorqualità/prezzo: Garmin Edge 830

Questo ciclocomputer Garmin è leggero e facile da usare, ma racchiude diverse feature interessanti nel suo involucro compatto.
Ritroviamo molte delle funzionalità del modello precedente, con una navigazione tra le informazioni fornite molto più semplice grazie ad un touchscreen corredato da un sensore di luce ambientale; da sottolineare che, grazie ad una particolare tecnologia dello schermo, il computer può essere utilizzato anche in caso di pioggia o con i guanti. Gli unici pulsanti su questo ciclocomputer sono dedicati ad accensione e spegnimento, aggiunta di nuovi giri e avvio o interruzione dei percorsi.
L’Edge 830 è un ottimo strumento di allenamento: può essere associato all’app Garmin Connect e ad un misuratore di potenza per effettuare praticamente tutte le misurazioni fisiologiche previste dalla tecnologia Garmin.
La navigazione è molto semplice: le mappe derivate da un sistema di raccolta dati GNSS vengono visualizzate su uno schermo a colori ad alta risoluzione; anche in questo caso è possibile importare percorsi personalizzati. Questo ciclocomputer consente inoltre di personalizzare il proprio profilo impostando il tipo di bicicletta ed altre informazioni specifiche.
Nell’Edge 830 troviamo infine molte funzionalità legate alla connettività, come il tracking live della posizione dei propri amici e il rilevamento degli incidenti. Per saperne di più su questo prodotto consigliamo la lettura della nostra recensione del Garmin Edge 830.

Ci piace perché: compatto ma molto funzionale, con sensori di potenza e tutte le rilevazioni fisiologiche disponibili.
Consigliato a: amatori e agonisti.

Il migliore per MTB: Garmin Edge 530

Rispetto agli altri due modelli che abbiamo già visto, l’Edge 530 ha una differenza sostanziale: l’assenza del touchscreen. Questo permette di mantenere il prezzo di questo ciclocomputer ad un livello decisamente inferiore rispetto agli Edge 1040 e 830. Nonostante il prezzo più basso, l’Edge 530 è un modello molto valido, specialmente se associato al sensore per MTB.
Come il più costoso 830, anche in questo caso troviamo uno schermo a colori da 2,6″, che lo rende una scelta ottimale per tutti coloro che vogliano avere mappe e percorsi chiari e facilmente identificabili. Disponibile anche in questo modello la possibilità di sfruttare l’app Garmin Connect per creare percorsi personalizzati o scaricarli da app di terze parti, come Strava. Anche rispetto alle metriche di allenamento registrabili non ci sono particolari differenze tra il 530 e l’830. Sono infatti disponibili sia misurazioni fisiologiche, come ClimbPro, VO2 Max, stato di allenamento e avvisi nutrizionali, sia misurazioni speciali legate all’integrazione di sensori di potenza o sensori per MTB. Per saperne di più di questo prodotto potete consultare la nostra recensione del Garmin Edge 530.

Ci piace perché: spesso venduto in bundle con sensori MTB e di potenza; tutte le funzionalità dell’830, ma ad un prezzo più basso;
Consigliato a: amatori e agonisti a cui non interessi particolarmente il touch screen.

Il migliore per e-bike: Garmin Edge Explore 2

Questo è un ciclocomputer più semplice, pensato per monitorare dati più standard, come tempo di pedalata, velocità o distanza percorsa. Nell’Edge Explore 2 troviamo comunque tutte le informazioni di cui un ciclista ha bisogno per la guida quotidiana, come ad esempio la funzione ClimbPro per la misurazione delle salite o la misurazione del VO2 max; si può inoltre connettere il dispositivo all’app Garmin Connect e collegarlo ad un cardiofrequenzimetro o ad un sensore di potenza per ampliare la gamma di dati rilevati. Come suggerisce il nome, Explore 2 eccelle inoltre come dispositivo di navigazione.
Le mappe sono a colori e includono opzioni precaricate che utilizzano il sistema di mappatura di Garmin, che analizza i dati di guida in modo da offrire percorsi che evitino aree ad alto traffico ed evidenziare punti di interesse lungo il percorso. Il sistema di navigazione turn by turn è anche compatibile con i percorsi creati sulle migliori app di ciclismo, come Strava e Komoot. Disponibile anche la funzione per il ricalcolo del percorso quando si va fuori rotta. Interessante anche la presenza di un Touchscreen da 3″: la dimensione è uguale a quella del Garmin top di gamma, Edge 1040.
Un’altra funzione molto interessante nell’Edge Explore 2 è la ricarica in movimento per chi utilizza biciclette elettriche; disponibile in questi casi anche una schermata dedicata che mostra la durata della batteria, oltre a offrire percorsi intelligenti e avvisi di autonomia in base alla quantità di energia rimasta. Per sfruttare queste funzioni è tuttavia necessario l’acquisto di un Power Mount aggiuntivo, collegabile a una batteria per bici elettrica Bosch o Shimano.

Ci piace perché: ideale per bici elettriche, ampio display a colori touch screen, tutte le funzioni di navigazione.
Consigliato a: ciclisti che amano i percorsi extraurbani.

Il più economico: Garmin Edge 130 Plus

L’Edge 130 Plus è il ciclocomputer più economico della gamma Garmin. Si tratta di un modello piccolo, che dispone comunque di diverse funzioni interessanti. Lo schermo da 1,8″ è considerevolmente più piccolo della maggior parte dei modelli Garmin ed è in bianco e nero; ciò potrebbe comunque non rappresentare un problema, poiché molti ciclisti cercano un modello il più compatto possibile.
Per quanto riguarda la navigazione, Edge 130 Plus utilizza una mappa turn by turn e si affida a sistemi multisatellite per rilevare le informazioni dei percorsi anche quando ci si allontana dai sentieri battuti. Troviamo un altimetro integrato e la funzione ClimbPro, che consente di visualizzare le informazioni sulle salite riscontrate nel percorso; questi due aspetti lo rendono uno strumento utile per migliorare le proprie prestazioni e per gestire al meglio i propri sforzi.
Questo ciclocomputer compatto (pesa solo 33 g) offre anche una durata della batteria piuttosto soddisfacente: Garmin afferma che l’autonomia arrivi fino a 12 ore in modalità GPS. Da segnalare infine che sono presenti anche in questo caso tutte le funzioni legate alla connettività con l’app Garmin Connect e con app di terze parti.

Ci piace perché: compatto e semplice, adatto a percorsi con salite ed extraurbani.
Consigliato a: ciclisti occasionali, ciclisti che cerchino un dispositivo semplice e compatto.

Le domande più frequenti sui ciclocomputer Garmin

Qual è il ciclocomputer Garmin più recente?

I ciclocomputer più recenti di Garmin sono due: per quanto riguarda i top di gamma troviamo i modelli Edge 1040 e Edge 1040 Solar, mentre per quanto riguarda i prodotti di fascia media troviamo l’Edge Explore 2. Abbiamo visto le caratteristiche di entrambi i prodotti nella nostra guida all’acquisto, che vi consigliamo di consultare per saperne di più sulle funzionalità innovative di cui i nuovi ciclocomputer Garmin sono dotati.

Quanto è preciso un ciclocomputer Garmin?

I ciclocomputer Garmin sono estremamente precisi, sia per quanto riguarda la navigazione, sia per quanto riguarda le misurazioni fisiologiche. Le mappe e i percorsi vengono forniti grazie a un sistema di rilevazione dati multisatellitare; questo significa che le mappe Garmin non si basano solo sulle rilevazioni GPS, ma rilevano anche i dati di altri satelliti, in modo da fornire percorsi quanto più precisi possibile sia nei contesti urbani, sia extraurbani. Le funzioni di connettività inoltre permettono di visualizzare dati molto utili in tempo reale, come il traffico su un determinato percorso o le auto in avvicinamento. Per quanto riguarda le rilevazioni fisiologiche, grazie a sensori specifici è possibile misurare in modo molto accurato tantissime metriche durante l’allenamento: si tratta di un elenco davvero ampio, che comprende metriche classiche e metriche più sofisticate. Per scoprire l’elenco completo rimandiamo al paragrafo dedicato.

Quanto costa un ciclocomputer Garmin?

I ciclocomputer Garmin non sono economici: il prezzo dei modelli top di gamma è compreso tra i 400 e i 500 €, mentre per i modelli di fascia media è possibile spendere tra i 200 e i 300 €. Prezzi così alti sono giustificati dall’elevata innovazione tecnologica messa in campo dal brand, che permette di avere ciclocomputer dotati di tutte le funzionalità di navigazione, connettività e misurazione.

Meglio i ciclocomputer Garmin o Bryton?

Entrambi i brand sono molto noti sul mercato dei ciclocomputer; i prodotti Garmin tuttavia appartengono mediamente ad una fascia di prezzo più elevata, mentre la gamma Bryton include anche modelli più semplici ed economici, più indicati per ciclisti occasionali.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato