I migliori forni elettrici per pizza del 2021

Confronta i migliori forni elettrici per pizza del 2021 e leggi la nostra guida all'acquisto.
G3 Ferrari G10032

G3 Ferrari G10032

Il migliore

Amazon
Colombo di Maresso
StrutturaA guscio
Temperatura massima400 °C
Timer
Diametro pizza31 cm
Pietra estraibile
Altri accessoriPala, ricettario
Potenza1200 W
Punti forti
  • Molto efficiente
  • Seconda pietra removibile
  • Utilizzabile anche per altre preparazioni
Punti deboli
  • Il timer non dispone di segnale acustico
Ariete 909

Ariete 909

Il miglior rapporto qualità prezzo

Free shop
Trony
Yusmart
onlinestore
Amazon
StrutturaA guscio
Temperatura massima400 °C
Timer
Diametro pizza33 cm
Pietra estraibile
Altri accessori
Potenza1200 W
Punti forti
  • Cottura veloce
  • Dimensioni contenute
Punti deboli
  • Pietra non estraibile
H.Koenig NAPL350

H.Koenig NAPL350

Amazon
Italytech
ePRICE
E-Coperation
StrutturaA guscio
Temperatura massima350 °C
Timer
Diametro pizza32 cm
Pietra estraibile
Altri accessoriPala e rotella per pizza
Potenza1200 W
Punti forti
  • Oblò per controllare la cottura
  • Timer con spegnimento automatico
  • Diametro pizze ampio
Punti deboli
  • Pietra non estraibile
G3 Ferrari Pizza Express Delizia
Rotex
Greco e Granà
Amazon
StrutturaA guscio
Temperatura massima390 °C
Timer
Diametro pizza31 cm
Pietra estraibile
Altri accessoriPala
Potenza1200 W
Punti forti
  • Pizza pronta in 5 minuti
  • Cottura come in pizzeria
  • Preparazione anche di torte o piadine
  • Pulizia semplice
  • Paletta inclusa in dotazione
Spice Caliente

Spice Caliente

Amazon
ePRICE
StrutturaA guscio
Temperatura massima400 °C
Timer
Diametro pizza32 cm
Pietra estraibile
Altri accessoriRicettario
Potenza1200 W
Punti forti
  • Molto efficiente
  • Adatto anche ad altre preparazioni
Punti deboli
  • Nessun accessorio extra
  • Non dotato di timer
  • Pietra non estraibile
Alessandra.zunino
Autore
Alessandra

Come scegliere il forno elettrico per pizza

Come si fa a non amare la pizza? La pietanza italiana per eccellenza infatti è un vero e proprio caposaldo della gastronomia del nostro paese, e amiamo mangiarla il più spesso possibile. Non sempre però si ha la possibilità o la voglia di andare in pizzeria: sempre più consumatori infatti scelgono di preparare in modo casalingo questo piatto.
Se fino a qualche anno fa era praticamente impossibile realizzare in casa la pizza ottenendo risultati professionali, oggi è possibile trovare strumenti e consigli per migliorare in modo notevole la qualità della pizza home-made acquistando un forno apposito.

Che differenza c’è tra un forno per pizza ed un forno tradizionale?

Da un lato l’attenzione crescente verso il mondo della gastronomia ha permesso che si diffondessero anche tra i cuochi amatoriali i segreti per ottenere un impasto perfetto e per stenderlo nel modo corretto; dall’altro lato sono spuntati degli elettrodomestici da cucina appositamente pensati per questo tipo di preparazione.forno elettrico per pizzaUno dei motivi per cui era difficile se non impossibile ottenere risultati professionali in casa infatti era l’impossibilità di raggiungere la temperatura di cottura consentita dai forni professionali. Bisogna infatti considerare che all’interno della camera di cottura dei forni a legna da pizzeria la temperatura raggiunge (e alle volte supera) i 450 °C mentre nei forni elettrici professionali si attesta intorno ai 350 °C. Una grossa differenza con i tradizionali forni da incasso per uso domestico, che difficilmente permettono di superare i 250 °C.
Anche l’ampiezza della camera di cottura gioca un ruolo fondamentale rispetto alla qualità del risultato finale: nei forni tradizionali l’ampia capacità interna si traduce in una diffusione meno omogenea e meno mirata della temperatura. I forni elettrici per pizza, invece, sono stati pensati proprio per risolvere questi due problemi: la loro caratteristica principale infatti è quella di avere una camera di cottura di dimensioni ridotte che consente di raggiungere temperature più elevate e di riscaldare in modo omogeneo la base e la superficie superiore della pizza.
In questa guida all’acquisto andremo ad osservare in modo specifico tutte le caratteristiche di questi prodotti in modo da fornirvi un quadro utile ad orientare la vostra scelta verso il modello più adatto alle vostre esigenze. Prima di approfondire questi aspetti però è necessario fare due piccole precisazioni: ci occuperemo in questa sede soltanto dei forni per pizza adatti ad un uso domestico e non dei modelli professionali, molto più efficienti ma decisamente ingombranti e costosi.
Inoltre non prenderemo in considerazione i modelli che sfruttano un altro tipo di alimentazione, come per esempio la legna o il gas: si tratta infatti di prodotti dalle caratteristiche molto diverse rispetto ai modelli elettrici. Se volete approfondire le caratteristiche dei forni tradizionali, vi consigliamo inoltre di leggere la nostra guida all’acquisto dedicata proprio ai forni da incasso.

Tipologia

I forni elettrici per pizza possono essere suddivisi in due macro-gruppi rispetto alle caratteristiche strutturali, mentre rispetto al funzionamento troviamo tre tipologie. Iniziamo osservando le differenze legate alla struttura, prendendo in considerazione la forma, l’ingombro, i materiali e l’ampiezza della camera di cottura.

Struttura

I modelli adatti ad un uso domestico possono avere due forme molto diverse tra loro. Esistono infatti modelli a guscio e modelli rettangolari.
I modelli rettangolari ricordano molto i fornetti elettrici scaldapane, con la differenza che all’interno si trovano spesso due ripiani che consentono di cuocere due pizze contemporaneamente. Diversi inoltre i materiali dei ripiani: per consentire una cottura uniforme, infatti, essi vengono quasi sempre realizzati in pietra ollare o refrattaria.forno elettrico per pizza rettangolareQuesto tipo di prodotti non è attualmente molto facile da reperire, e si trova soprattutto nei negozi specializzati ad un costo medio-alto; molto più diffusi sono invece i fornetti elettrici che forniscono in dotazione una pietra refrattaria per realizzare questo tipo di preparazione (se preferite acquistare uno di questi modelli, qui trovate la nostra guida all’acquisto dei fornetti elettrici).
La maggior parte dei forni elettrici per pizza adatti ad un uso domestico attualmente in commercio appartiene quindi alla seconda tipologia, i modelli a guscio o a cupola.
La tipologia è così chiamata perché la forma tondeggiante ricorda proprio una conchiglia; questi prodotti sono caratterizzati da una camera di cottura molto ridotta ed in grado di contenere una sola pizza.
Anche i modelli a guscio presentano una superficie per la cottura della base in pietra ollare o refrattaria, mentre nella parte superiore si trova una resistenza a serpentina che irradia calore ad alte temperature.forno elettrico per pizza a guscioIl grosso vantaggio di questi modelli rispetto a quelli rettangolari è quello di consentire un riscaldamento rapido ed una diffusione della temperatura omogenea, senza che si verifichi alcuna dispersione del calore.
Lo svantaggio è invece quello di poter cuocere una sola pizza per volta, un’operazione che in alcuni casi (ad esempio se si ha una famiglia molto numerosa) potrebbe risultare tediosa e poco pratica.

Ingombro

Una differenza significativa tra i modelli rettangolari ed i modelli a guscio è l’ingombro esterno. I prodotti rettangolari sono decisamente più ampi rispetto ai modelli a guscio, che risultano compatti e facili da riporre. Come abbiamo già visto questo tipo di differenza dipende soprattutto dall’ampiezza della camera di cottura: i forni rettangolari consentiranno infatti quasi sempre la realizzazione di due pizze contemporaneamente ed avranno un’ampiezza interna che va dai 15 ai 30 litri.
Nei forni a guscio non troviamo delle indicazioni rispetto all’ampiezza della camera di cottura, che come abbiamo visto è molto piccola, ma rispetto al diametro delle due circonferenze, un dato correlato alla dimensione massima che può raggiungere la pizza.
La maggior parte di questi prodotti ha un diametro tra i 25 e i 32 cm, le dimensioni classiche della pizza tonda. Anche con i forni per pizza rettangolari si potranno realizzare pizze delle stesse dimensioni.

Funzionamento

Come abbiamo anticipato in precedenza, rispetto al funzionamento possiamo contare tre gruppi di forno elettrico per pizza: i modelli a guscio che presentano resistenza a serpentina e una sola pietra, i modelli a guscio con doppia pietra e i modelli rettangolari con la doppia resistenza elettrica.

Pietra singola

Iniziamo ad osservare la prima tipologia, che è anche quella più frequentemente disponibile in commercio: si tratta di prodotti a guscio che dispongono di una resistenza a serpentina nella parte superiore della campana che, riscaldandosi, eroga il calore anche alla pietra che sta alla base. In alcuni modelli sono presenti due resistenze elettriche, una delle quali posta sotto la pietra.
Grazie alle dimensioni molto ridotte della camera di cottura con questo tipo di prodotti sarà possibile raggiungere temperature molto elevate in tempi decisamente brevi: prima di cuocere la pizza bisognerà comunque aspettare qualche minuto affinché anche la pietra si riscaldi adeguatamente.
La pietra che funge da base può essere una pietra ollare o una pietra radiante: entrambi i materiali risultano particolarmente adatti a questo tipo di prodotti poiché sono in grado di raggiungere e mantenere costanti temperature elevate. Inoltre con questi materiali il calore verrà diffuso in modo omogeneo alla base della pizza, così da ottenere una cottura uniforme.

Doppia pietra

Alcuni forni per pizza a guscio invece della resistenza a serpentina superiore presentano una doppia pietra: ciò significa che la resistenza superiore sarà nascosta. Questi modelli sono più versatili e, oltre alla pizza, sono adatti ad altri tipi di pietanze come torte, tigelle, piadine o lievitati.forno elettrico per pizza doppia pietraTra i modelli a guscio troviamo poi un altro tipo di prodotti, dotati di una pietra removibile. In alcuni di questi modelli il riscaldamento della pietra può essere svolto sul fornello di casa e soltanto in un secondo momento la pizza potrà essere adagiata all’interno del forno elettrico per la cottura della parte superiore.
Anche con questa tipologia di prodotti sarà possibile ottenere buoni risultati, con la differenza che l’intero processo di preparazione risulterà leggermente meno pratico in quanto sono necessari due passaggi separati per cuocere la pizza.

Doppia resistenza

Infine i forni elettrici per pizza di forma rettangolare sono solitamente dotati di una doppia resistenza elettrica, una superiore ed una inferiore: anche in presenza di uno o più ripiani in pietra, infatti, per raggiungere le temperature più elevate è comunque necessaria l’azione combinata di due resistenze elettriche molto potenti.

Comandi e funzioni

Come osservato con le considerazioni su struttura e modalità di funzionamento, i forni elettrici per pizza sono prodotti abbastanza semplici utilizzati per una preparazione specifica; non sono quindi solitamente disponibili molte funzioni particolari.
La funzione più importante da ricercare in questo tipo di forni è quella della selezione della temperatura: i modelli più efficienti, infatti, dispongono di un termostato interno che potrà essere impostato in base alle esigenze specifiche.
I prodotti a guscio sono quelli che solitamente consentono di raggiungere le temperature più elevate che in alcuni casi superano i 400 °C, mentre i modelli rettangolari si attestano solitamente sui 300 °C come temperatura massima.
Maggiore è la temperatura raggiungibile, più rapidi saranno i tempi di cottura: da ricordare inoltre che con temperature più elevate si ottengono solitamente risultati migliori.
Un aspetto interessante legato alla temperatura massima raggiungibile è che spesso non c’è una correlazione diretta tra il wattaggio massimo e le temperature. Il motivo dell’assenza di correlazione tra questi due elementi è da ricercare nelle caratteristiche strutturali dei prodotti: ad esempio la presenza di una pietra ollare e di una camera di cottura di dimensioni molto ridotte implicano solitamente la possibilità di una cottura rapida a temperature molto elevate senza un assorbimento di corrente elettrica troppo sostanzioso.
Il valore relativo alla potenza massima è quindi molto simile tra modello e modello (tra i 1200 e i 1400 watt) e non appare strettamente collegato all’efficienza del prodotto.
L’altra funzione che si può trovare nei forni elettrici per pizza è il timer programmabile, che nei modelli migliori è connesso a spie intermittenti o a segnali acustici.
Per quanto riguarda i comandi, invece, essi sono quasi sempre a manopola: le temperature possono essere segnalate con le indicazioni dei gradi o con dei livelli indicativi. In quest’ultimo caso sul manuale di istruzioni saranno specificati i range di temperatura che corrispondono ai vari livelli.forno elettrico per pizza comandi

Manutenzione

Un altro elemento da prendere in esame riguarda la facilità di manutenzione del prodotto. Per quanto riguarda la pulizia, i forni elettrici per pizza non necessitano di particolari accortezze per rimanere sempre in condizioni igieniche ottimali. Specialmente nei modelli a guscio nei quali la pietra non è estraibile la manutenzione ordinaria sarà decisamente semplice: bisognerà infatti soltanto pulire con un panno umido la pietra dopo ogni utilizzo, aspettando che si sia raffreddata.
Nei modelli rettangolari invece la manutenzione è simile a quella dei fornetti elettrici: nel caso in cui residui di ingredienti dovessero depositarsi sul fondo, bisognerà utilizzare un prodotto apposito per rimuoverli ed evitare che si producano incrostazioni che si brucerebbero provocando cattivi odori ed inficiando il risultato finale.

Accessori

Per quanto riguarda invece gli accessori extra, la possibile dotazione appare davvero molto limitata: nei modelli a guscio è possibile trovare una pala per estrarre la pizza, un tagliere in legno o una teglia forata in alluminio per la realizzazione di caldarroste o preparazioni simili.
Nei forni rettangolari, invece, possiamo trovare delle teglie a leccarda o delle griglie aggiuntive. In entrambe le tipologie di prodotto infine è possibile trovare dei ricettari: essi possono essere dedicati a diverse preparazioni nel caso in cui sia possibile cuocere altri tipi di pietanze o possono essere solo a tema pizza.

Domande frequenti sul forno elettrico per pizza

Quanto costa un forno elettrico per pizza?

I prezzi dei forni elettrici per pizza partono da circa 50 €, tuttavia si tratta di modelli poco performanti, le cui temperature non sono sufficienti ad ottenere risultati simili a quelli dei forni da pizzeria. Se volete acquistare questo prodotto con l’intento di preparare la pizza frequentemente, vi consigliamo di orientarvi verso un modello il cui prezzo vada dai 100 € in su, che saprà garantirvi temperature di almeno 300 °C e quindi una cottura più rapida e omogenea.

Quali sono i migliori marchi di forno elettrico per pizza?

Alla luce di quanto abbiamo detto circa i prezzi dei forni elettrici per pizza, i marchi più affidabili che offrono prodotti in una fascia di prezzo media (attorno ai 100 €) sono Ariete e H.Koenig. G3 Ferrari è invece il marchio leader del settore, con una gamma di prodotti che si collocano tra i 120 e i 200 € di prezzo, a cui corrispondono prestazioni ottimali (con temperature fino a 400 °C) e un migliore kit accessori.

Esiste un forno elettrico per pizza da 500 gradi?

Molti utenti si chiedono se sia possibile acquistare un forno elettrico per pizza in grado di raggiungere 500 °C. La risposta è no, semplicemente perché una temperatura così alta non è necessaria. Abbiamo già detto in precedenza che i forni da pizzeria raggiungono temperature di circa 450 °C, perciò sarebbe inutile procurarsi un prodotto che superi questo valore. 400 °C sono il massimo che un forno elettrico per pizza può offrire, ma si tratta di una temperatura più che sufficiente per ottenere risultati ottimi in termini di cottura.

Dove acquistare il forno elettrico per pizza?

Se avete deciso di acquistare questo tipo di prodotto, avrete naturalmente la possibilità di recarvi in un negozio di piccoli e grandi elettrodomestici e confrontare i modelli disponibili. In alternativa, potete scegliere di acquistare il vostro forno elettrico per pizza comodamente da casa collegandovi a una piattaforma di acquisti online, dove potrete approfittare di un assortimento decisamente più ampio.

Si può fare la pizza napoletana con il forno elettrico per pizza?

La pizza napoletana si contraddistingue per il cornicione alto e soffice e la cottura ultrarapida. Nonostante i risultati ottenuti con il forno elettrico per pizza non possano eguagliare quelli di un autentico forno da pizzeria, i modelli a guscio permettono di raggiungere temperature talmente elevate da permettere la cottura in pochi minuti, complice anche l’utilizzo della pietra refrattaria. Per ottenere il cornicione alto e soffice, invece, si dovrà evitare di lavorare il bordo del panetto in fase di stesura dell’impasto.

Come fare la pizza in casa con il forno elettrico?

Se pensate che preparare la pizza sia un’operazione lunga e complicata che può essere intrapresa solo dai professionisti del mestiere, vi sbagliate. Realizzare la pizza in casa con il fornetto elettrico per pizza è infatti molto semplice, specialmente se si presta attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti.forno elettrico per pizza fatta in casa

Ingredienti

Partiamo dagli ingredienti necessari per realizzare l’impasto:

  • Farina: l’ingrediente di base della pizza è ovviamente la farina. Per ottenere impasti perfetti è necessario utilizzare un tipo di farina la cui forza (indicata con la lettera W) sia indicata per i tempi di lievitazione necessari. Per i tempi da noi suggeriti consigliamo la farina 00 oppure 0;
  • Lievito (meglio se lievito madre): il lievito serve a rendere l’impasto soffice e alveolato. Minore è la quantità di lievito utilizzata, maggiore sarà la digeribilità della pizza. Bisogna tuttavia considerare che, se si utilizza poco lievito, bisognerà far riposare l’impasto per almeno 12 ore. Il lievito madre è più leggero e salutare del lievito di birra e può essere acquistato anche in forma liofilizzata;
  • Acqua: l’impasto della pizza dev’essere molto morbido. L’acqua è quindi un ingrediente fondamentale per la sua realizzazione. Se non siete certi delle sostanze presenti nell’acqua del vostro rubinetto, consigliamo di utilizzare l’acqua in bottiglia;
  • Olio extravergine d’oliva: si tratta di un grasso naturale non saturo che serve a dare all’impasto la giusta elasticità;
  • Sale: il sale è uno degli ingredienti che va utilizzato con più attenzione. Bisogna infatti assicurarsi che non entri a diretto contatto con il lievito, in quanto potrebbe impedire all’impasto di crescere;
  • Zucchero: al contrario del sale, lo zucchero serve ad attivare il lievito. Una piccolissima quantità non inciderà sulla salinità dell’impasto.

Consigli per la preparazione

Passiamo a vedere alcuni accorgimenti da seguire per preparare la pizza perfetta:

  • Impasto: per realizzare l’impasto della pizza con gli ingredienti sopraelencati, è possibile optare per la lavorazione a mano oppure semplificare questo procedimento utilizzando un’impastatrice. Qualsiasi metodo scegliate, il risultato sarà comunque ottimo;
  • Lievitazione: la pizza rotonda deve lievitare tra le 16 e le 24 ore. Consigliamo una lievitazione a temperatura ambiente, più dolce e più facile da tenere sotto controllo. Ci sono due scuole di pensiero a riguardo: la prima sostiene che l’impasto debba essere suddiviso in panetti prima della lievitazione, la seconda che è necessario far lievitare prima la massa per circa 8 ore, per poi suddividerla in panetti e completare la lievitazione per altre 8 ore;
  • Pezzatura: per ottenere delle pizze perfette è necessario pesare l’impasto e suddividerlo in panetti del peso di circa 250/300 grammi. Quando si effettua questa operazione è necessario ricordare di appallottolare bene i panetti in modo da evitare che l’impasto “sbrodoli”. Se dopo qualche ora vi sembra che i panetti si siano appiattiti consigliamo di rimaneggiarli e poi di lasciarli riposare nuovamente;
  • Stesura dell’impasto: la stesura dell’impasto è forse il momento più delicato. È consigliabile stendere l’impasto a mano, tamburellando con le dita per allargare il cerchio, partendo dall’interno. Se invece non avete molta pratica, optate per un mattarello.

Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori forni elettrici per pizza del 2021?

La tabella dei migliori forni elettrici per pizza del 2021 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Il migliore
G3 Ferrari G10032 G3 Ferrari G10032
Miglior prezzo
112,90 €
Miglior qualità/prezzo
Ariete 909 Ariete 909
Miglior prezzo
79,99 €
H.Koenig NAPL350 H.Koenig NAPL350 Miglior prezzo
71,98 €
G3 Ferrari Pizza Express Delizia G3 Ferrari Pizza Express Delizia Miglior prezzo
97,90 €
Spice Caliente Spice Caliente Miglior prezzo
99,00 €

Forni elettrici per pizza: gli ultimi prodotti recensiti

Domande e risposte su Forno elettrico per pizza

  1. Domanda di Vincenzo Russo | 17.10.2019 18:05

    Salve, cerco un fornetto elettrico da 24 litri e temperatura massima da 300 °C, mi date un consiglio?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22.10.2019 09:36

      Purtroppo non possiamo aiutarti: i fornetti elettrici non raggiungono temperature così elevate, ma un massimo di 230°C.

  2. Domanda di Daniela | 08.04.2019 19:42

    Si può cucinare la pizza surgelata? C’e Un cuocipizza per 2/3 pizze? Quanto tempi ci vuole per la cottura di una pizza surgelata?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 09.04.2019 09:20

      Si è possibile cuocere anche la pizza surgelata, ma in questo tipo di prodotti si può cuocere solo una pizza per volta: per la cottura della pizza surgelata le tempistiche saranno di circa 5/10 minuti.

  3. Domanda di Leonardo | 14.02.2019 12:04

    Posso usarlo per cucinare anche un pollo con patate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18.02.2019 09:05

      Si alcuni modelli possono essere usati anche come sostituti del forno tradizionale.

  4. Domanda di Floranna | 15.01.2019 14:15

    Si possono cuocere anche delle torte?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18.01.2019 14:13

      Dipende dai modelli: alcuni consentono anche altre preparazioni mentre altri sono specifici per pizza.

Il migliore
G3 Ferrari G10032

G3 Ferrari G10032

Migliore offerta:112,90€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Ariete 909

Ariete 909

Migliore offerta:86,00€