Benefici del deumidificatore d’inverno

L'umidità, ovvero la presenza di una certa quantità d'acqua (o vapore acqueo) nell'aria, è presente indistintamente nel corso delle varie stagioni dell'anno, e, tra le altre cose, influenza la nostra percezione del caldo e del freddo, e di conseguenza il nostro benessere. In particolare d'inverno, quando alle già basse temperature si aggiunge un elevato tasso di umidità, il freddo viene percepito in maniera ancor più profonda dal nostro organismo. In molti, quindi, si domandano se e come utilizzare un deumidificatore durante le stagioni invernale e autunnale, per ridurre la sensazione di freddo percepito in casa, nonché per stare in un ambiente più sano e vivibile. Può il deumidificatore essere efficace d'inverno? Può scaldare l'ambiente? In questa pagina risponderemo a questo ed altri dubbi, per aiutarvi a capire se e quali vantaggi comporta il possesso di un deumidificatore durante le stagioni fredde.
Deumidificatore

Umidità e freddo

Senza entrare troppo nelle spiegazioni scientifiche, sappiamo che a parità di temperatura effettiva, d'inverno l'aria umida viene percepita più fredda rispetto a quella secca. Il motivo per cui ciò si verifica è dovuto ad un fenomeno fisico detto conduzione termica, per cui quanto quanto più umida è l'aria che ci circonda a casa, in ufficio o in qualsiasi altri ambiente, tanto più calore viene sottratto al nostro corpo, che si raffredda così più velocemente che in condizioni di scarsa o assente umidità.

Che può fare il deumidificatore d'inverno?

Utilizzare un deumidificatore durante i mesi invernali può aiutare a rendere l'ambiente in cui si vive o in cui si lavora più piacevole, riducendo la sensazione di freddo percepito, anche se questo strumento non apporta delle considerevoli variazioni della temperatura (il deumidificatore, infatti, può modificarla al massimo di un grado o due e, tra l'altro, soltanto come effetto collaterale del suo funzionamento). Vediamo come agisce il deumidificatore, e quali benefici può apportare.

Attenuazione del freddo percepito

A differenza di un termoventilatore, ad esempio, il deumidificatore non è un apparecchio studiato per innalzare la temperatura all'interno di un ambiente, ma è invece dedicato ad eliminarne l'umidità, in modo da "asciugare" l'aria. Come abbiamo visto, l'aria più secca che otterremo usando il deumidificatore sottrae meno calore al nostro corpo, attenuando la sensazione di freddo dovuta alla conduzione termica.
Lo scopo di utilizzare un deumidificatore d'inverno è quindi quello di rendere le stanze in cui viene utilizzato più asciutte, comportando il piacevole effetto di percepire meno freddo.

Purificazione dell'aria

La maggior parte dei deumidificatori in commercio è dotata di un filtro per la purificazione dell'aria. Mantenere in funzionamento un deumidificatore anche d'inverno significa continuare a filtrare l'aria che si respira, eliminando polvere e allergeni.
Inoltre ricordiamo che le muffe proliferano in ambienti umidi, e l'uso di un deumidificatore ne contrasta significativamente lo sviluppo.

Asciugatura della biancheria

Deumidificatore LaundryNon c'è niente di meglio di un bel bucato fresco e pulito, ma d'inverno asciugare la biancheria in casa può diventare una sfida complessa per diversi motivi. Innanzitutto, soprattutto nelle zone più fredde o dove le precipitazioni sono frequenti ed abbondanti, far asciugare gli abiti non è affatto un'impresa facile, visto che non c'è possibilità di esporli all'aria aperta (che, comunque, sarebbe gelida!), e bisogna necessariamente collocare lo stenditoio con i panni all'interno della propria abitazione.
Sia nel caso in cui abbiate la possibilità di utilizzare una stanza-lavanderia dedicata solo all'asciugatura del bucato, che nel caso in cui dobbiate per forza posizionare lo stendi-panni in salone, bagno o altre camere, sortirete sempre lo stesso effetto: l'umidità in casa aumenterà perché gli abiti, anche se centrifugati, sono impregnati d'acqua che, evaporando man mano che il bucato si asciuga, innalzano il livello di umidità dell'aria.
Per ovviare a tali problemi, soprattutto nel caso di famiglie numerose o di chi utilizza spesso la lavatrice, è bene munirsi di un deumidificatore che è in grado di estrarre umidità dall'aria e, di conseguenza, anche dai vostri abiti bagnati. Alcuni modelli poi, dispongono di una speciale funzione dedicata all'asciugatura rapida della biancheria che rende l'operazione ancora più veloce.

I deumidificatori "combi"

Deumidificatore CombiQualora foste interessati non solo a rimuovere l'umidità dagli ambienti di casa, ma anche a riscaldarli, servendovi di un unico apparecchio, potreste optare per l'acquisto di un deumidificatore con funzione combi. Questo genere di deumidificatori coniuga due funzioni in un'unica struttura: alla possibilità di estrazione dell'umidità dall'aria, infatti, si aggiunge quella di immissione di aria riscaldata attraverso un apposito dispositivo riscaldante, simile ad un termoventilatore.
Il vantaggio per l'utente è ovviamente quello di potersi servire di due prodotti contenuti nello stesso apparecchio, ma c'è da segnalare un risvolto negativo, ossia un aumento considerevole dei consumi del deumidificatore.
Poniamo ad esempio il caso di un deumidificatore dalla portata media di tipo tradizionale, i cui consumi sono di circa 400 W: quando viene attivata la funzione di riscaldamento integrata, il prodotto può arrivare a consumare anche più di 1000 W durante l'utilizzo.

De’Longhi DDS30

Miglior prezzo: 299,99€

De’Longhi DDS20

Miglior prezzo: 254,99€

De’Longhi Tasciugo DEM10

Miglior prezzo: 161,01€