I migliori caschi integrali del 2019

Confronta i migliori caschi integrali del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Soxon ST-550 Fighter

Il migliore

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometrica
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraParasole
Peso1,35 kg
Taglie disponibiliXS - S - M - L - XL
VentilazioneTipo easy breath
Punti forti
  • Chiusura click-n-secure con una mano anche con guanti
  • Fodera antibatterica
  • Borsa trasporto
Punti deboli
    Nessuno

Westt Storm W-105

Il miglior rapporto qualità prezzo

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometrica
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraChiara e rimovibile
Peso1,55 kg
Taglie disponibiliS - M - L - XL
Ventilazione5 punti
Punti forti
  • 5 anni di garanzia
  • Fibbia rilascio rapido con sottogola rinforzato
Punti deboli
    Nessuno

Yema YM-829-6

La migliore visiera

Guarda prodotti simili su
OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometrica
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraDoppia
Peso1,6 kg
Taglie disponibiliS - M - L - XL - XXL
Ventilazione5 punti
Punti forti
  • Cinturino rinforzato a sgancio rapido
Punti deboli
    Nessuno

LS2 FF353 Rapid

Il più leggero

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometrica
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraChiara e rimovibile
Peso1,25 kg
Taglie disponibiliXS - S - M - L - XL - XXL
Ventilazione3 punti
Punti forti
  • Molte taglie disponibili
Punti deboli
    Nessuno

Scorpion EXO-710 Air Mugello

Da scoprire

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometricaN.D.
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraParasole
Peso1,7 kg
Taglie disponibiliXS - S - M - L - XL - XXL
Ventilazione3 punti
Punti forti
  • Molte taglie disponibili
Punti deboli
    Nessuno
Dario.ramponi
Autore
Dario

I fattori decisivi per la scelta del casco integrale

Il primo aspetto che si dovrebbe considerare quando si va per strada è la sicurezza, soprattutto se ci si mette alla guida di una moto. Anche quando si seguono tutte le norme del codice stradale, può capitare di essere coinvolti in degli incidenti e per precauzione è quindi fondamentale munirsi dei giusti accessori per proteggersi dalle cadute o dagli impatti. I motociclisti più esperti e appassionati si muniscono in genere di tute speciali e inoltre utilizzano accessori protettivi speciali come ginocchiere, guanti e paraschiena. Chi usa la moto con meno frequenza, invece, non ha necessariamente bisogno di utilizzare tutti questi accessori, ma saprà che l'unica cosa che ogni motociclista deve indossare è il casco, una protezione fondamentale che può salvare la vita di chi lo usa anche in cadute di poco conto. Esistono diverse tipologie di casco, ognuna con caratteristiche diverse e adatta al tipo di moto che si guida, nonché alle proprie preferenze. Ecco un breve elenco dei tipi di casco più diffusi in commercio:

  • Caschi integrali: sono i caschi usati da chi guida moto potenti e infatti li possiamo vedere in ogni tipo di gara motociclistica su circuito, come la MotoGP. I caschi integrali sono chiamati in questo modo proprio perché proteggono tutta la testa, dal mento al fondo della nuca;
  • Caschi jet e demi-jet : sono tra quelli più usati su scooter e moto di piccola cilindrata. Entrambi i tipi sono abbastanza leggeri e sprovvisti di una copertura per la mandibola, il naso e la mascella. I caschi demi-jet offrono anche una copertura minore a livello della nuca;
  • Caschi cross e off-road: questi sono i caschi che siamo abituati a vedere addosso ai motociclisti che guidano moto enduro, motard e cross. Sono molto simili ai caschi integrali, ma a differenza di questi sono dotati di una visiera e di una mentoniera particolarmente allungate. Inoltre, la visiera è quasi sempre un componente a parte, all'apparenza molto simile a una visiera da sci;
  • Caschi apribili e modulari: questi caschi sono un buon compromesso tra i caschi jet e quelli integrali, infatti la loro mentoniera può essere alzata o rimossa a proprio piacimento. I caschi apribili sono spesso usati da chi guida in città ma si sposta anche usando strade extraurbane e autostrade;
  • Cromwell: sono stai tra i primi caschi ad essere usati dai motociclisti e sono contraddistinti dal fatto di essere molto leggeri e poco ingombranti, ma di contro poco protettivi. A causa della loro scarsa protettività, questo tipo di caschi non è omologato per l'uso su motocicletta nella maggior parte dei paesi in cui l'uso del casco alla guida di una moto è obbligatorio.

Nella nostra guida all'acquisto parleremo solo dei caschi integrali, che sono tra i più diffusi ed apprezzati dai motociclisti.casco integrale struttura laterale

Omologazione del casco integrale

Prima di pensare all'estetica e alle caratteristiche accessorie del proprio casco, è d'obbligo verificare che quello che si ha tra le mani sia un casco omologato. I criteri per l'omologazione devono soddisfare la specifica europea ECE/ONU 22-05 e l'omologazione vera e propria deve essere poi rilasciata dal Ministero dei Trasporti. Ogni casco è dotato di un'etichetta, solitamente cucita sul cinturino, che riporta tutte le informazioni disponibili riguardo il modello in questione. Nell'immagine qui in basso potete vedere a cosa corrispondono i numeri e i codici presenti sull'etichetta:casco integrale etichetta omologazione

Paese di omologazione

I modelli omologati per l'Italia riportano la sigla E3, in cui la E indica che è possibile usare il casco in tutti i paesi facenti parte dell'Unione Europea e il numero indica la nazione in cui è stato omologato il casco. Nel nostro esempio il 3 indica ovviamente l'Italia come paese di omologazione.

Direttiva europea e omologazione

La prima serie di numeri ci dà alcune informazioni a proposito della direttiva europea che riguarda l'omologazione, e dell'omologazione del modello specifico. In particolare, le prime due cifre, ovvero 0 e 5, indicano la versione del regolamento europeo seguito per omologare questo modello, mentre le cinque successive riguardano l'omologazione del modello in esame.

Tipo di casco

Dopo la barra troviamo poi una lettera, che indica il tipo di casco che è stato omologato. Queste sono le lettere che è possibile trovare:

  • J: caschi di tipo jet o demi-jet, ovvero senza mentoniera;
  • NP: caschi dotati di mentoniera non protettiva, rimovibile o reclinabile;
  • P: caschi con mentoniera protettiva, ovvero quelli integrali;
  • P-J: caschi con mentoniera protettiva che può essere aperta o chiusa, ovvero i modelli modulari.

Numero di matricola

L'ultima serie di numeri è unica per ciascun esemplare di casco. Infatti, questo è il numero di matricola di quel casco specifico che permette di identificarlo.casco integrale struttura frontale con visiera

Comodità

Una volta che ci si è assicurati che il casco in questione sia effettivamente sicuro e possa ripararci da eventuali urti, possiamo poi prendere in considerazione tutti gli elementi che rendono il casco comodo da usare, un aspetto che si rivelerà molto importante soprattutto per chi viaggia spesso o per lunghi tratti. Vediamo quali sono gli elementi principali che vanno ad influire su questo aspetto:

Taglia

Il primo passo da fare è sicuramente capire quale taglia di casco si adatti meglio alle dimensioni della propria testa. Questo è un aspetto importante non solo per la comodità alla guida, ma anche per la propria sicurezza, infatti un casco troppo grande non può proteggere la testa a dovere nel caso di un urto. Un casco troppo piccolo, invece, non può nemmeno essere indossato. Ricordiamo che la testa va misurata nel punto in cui è più ampia, ovvero appena sopra le orecchie. Per orientarsi tra le taglie dei caschi e le misure della testa potete usare la tabella qui in basso.casco integrale misure

Peso

Il peso naturalmente influisce fortemente sulla comodità del casco. Un casco troppo pesante, infatti, porrebbe il collo sotto sforzo e questo potrebbe dare origine a fastidi al collo, alle spalle e alla parte alta della schiena. I modelli di casco integrale solitamente hanno un peso che si aggira attorno a 1,5 kg, che non è eccessivo e consente di viaggiare in comodità.

Imbottitura interna

Il materiale e la forma dell'imbottitura interna del casco sono molto importanti, in quanto contribuiscono a rendere il casco confortevole e a farlo calzare alla perfezione. La taglia del casco riguarda le dimensioni della testa, mentre l'imbottitura cambia in base alla forma della testa. La maggior parte delle imbottiture hanno una forma standard, ma ne possiamo trovare alcune che per esempio hanno più spazio vicino alle orecchie per permettere al guidatore di usare un auricolare bluetooth durante la guida. Inoltre, è bene che l'imbottitura sia rimovibile per poter essere lavata, infatti, soprattutto quando fa caldo, la testa all'interno del casco tende a sudare molto, rendendo necessaria la pulizia dell'imbottitura. Alcuni modelli utilizzano poi un'imbottitura fatta di un materiale antibatterico, che quindi rende più facile mantenere l'interno del casco igienizzato.casco integrale struttura obliqua senza visiera

Visiera

Anche la visiera influisce sia sulla sicurezza che sulla comodità del casco. La maggior parte dei caschi integrali sono chiaramente dotati di una visiera apribile, un aspetto comodo che consente di sollevare la visiera per esempio quando ci si ferma o si deve parlare con qualcuno. Alcuni modelli di caschi integrali utilizzano una visiera scura che ha la stessa funzione degli occhiali da sole, mentre altri hanno addirittura una doppia visiera: una chiara più esterna dietro la quale se ne trova una scura che può essere abbassata all'occorrenza. Infine, segnaliamo che molte visiere sono antigraffio e la maggior parte possono essere rimosse facilmente per poter essere sostituite.casco integrale struttura laterale

Cinturino

Il cinturino è un altro elemento importante per la comodità del casco e in parte anche per la sicurezza del guidatore. A proposito della sicurezza possiamo dire che è sempre bene accertarsi che il cinturino sia costituito da un materiale molto resistente e che anche le cuciture siano solide. Il materiale è importante soprattutto per la comodità, infatti il cinturino viene spesso a contatto con la pelle sfregandola, per questo dovrebbe essere fatto di un materiale morbido, magari imbottito, in modo da rendere più confortevole l'utilizzo continuato del casco.casco integrale struttura frontale

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del casco integrale

I materiali sono importanti?

I materiali sono naturalmente un aspetto fondamentale da valutare durante la scelta del casco integrale. Ad ogni modo, dobbiamo dire che il fatto che il casco integrale sia omologato è già una garanzia della qualità dei materiali con cui è costruito e del fatto che sia sicuro da usare. Tuttavia, ci sono alcune differenze tra i materiali che possono essere usati e questo va ad influire sul peso del casco e su altri aspetti importanti come la velocità di usura: tutti questi fattori devono quindi essere valutati con molta attenzione prima di procedere all'acquisto del casco integrale. Andando nello specifico possiamo dire che ciò che cambia spesso è il materiale di cui è fatta la calotta, che solitamente è in policarbonato, fibre di carbonio, fibre di vetro e resina plastica. I caschi in fibra di carbonio sono attualmente i migliori in circolazione, in quanto offrono un miglior rapporto peso/resistenza rispetto ai caschi degli altri tipi. Come abbiamo detto in precedenza, anche il cinturino del casco può essere fatto di materiali diversi e, per evitare irritazioni, è sempre bene che sia composto da materiali morbidi o magari sia dotato di un'imbottitura.

La marca è importante?

Ad essere sinceri la marca non è un fattore fondamentale per scegliere un casco integrale. Molto più importanti sono infatti i fattori di cui abbiamo parlato finora, primo su tutti l'omologazione del casco. Il fatto che l'azienda produttrice sia nota o meno non importa eccessivamente, infatti l'omologazione viene rilasciata solo se il casco è stato prodotto rispettando tutte le regole che ne garantiscono un corretto funzionamento. L'unico accorgimento che vi consigliamo di prendere quando scegliete il casco integrale è di fare affidamento su aziende serie che possano essere presenti anche per assistervi dopo la vendita in caso di domande o problemi.

Il prezzo è importante?

A differenza della marca, il prezzo è abbastanza importante per scegliere un casco integrale che sia effettivamente sicuro e allo stesso tempo comodo da indossare. Soprattutto quando si parla di accessori che possono garantire la nostra sicurezza e salvarci la vita è bene non badare a spese. Ad ogni modo, il prezzo di un buon casco va dai €30 in su, ma quello che cambia tra i modelli di fascia bassa e quelli più costosi sarà sicuramente il materiale della calotta esterna, ma anche altri aspetti come il materiale dell'imbottitura, l'aerodinamicità e tutti gli elementi estetici, come i disegni e i colori presenti sulla parte esterna della calotta. Come abbiamo detto i prodotti in fibra di carbonio sono i migliori in mercato e per questo appartengono alle fasce di prezzo più alte, ma, soprattutto se si usa spesso il casco, può valere la pena investire su un prodotto resistente e leggero. La scelta finale dipenderà in sostanza dalle vostre esigenze e dal vostro budget.

"Casco integrale": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Soxon ST-550 Fighter

Migliore offerta: 79,08€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Westt Storm W-105

Migliore offerta: 55,00€

La migliore visiera

Yema YM-829-6

Migliore offerta: