Le migliori stampanti laser del 2019

Confronta le migliori stampanti laser del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Qualescegliere.it
Autore
Redazione

5 Fattori decisivi per la scelta della stampante laser

1. Qualità di stampa

Stampante laserRispetto ai modelli a getto d’inchiostro, la stampante laser presenta alcuni vantaggi in termini di velocità e costi fissi, anche se bisogna ricordare che questa tipologia di stampante presenta lo svantaggio di implicare una spesa iniziale maggiore e di avere un peggiore impatto sull'ambiente.
Premettiamo dicendo che come sempre l’ordine e il grado di priorità dei fattori decisivi è strettamente legato alle vostre necessità, perciò vi consigliamo di considerare attentamente quali aspetti siano per voi importanti e in che misura. Pensate di usare la stampante laser solo per uso domestico? Oppure siete dei liberi professionisti e siete alla ricerca di una stampante di qualità che vi permetta di stampare sia testi che immagini, come grafici e brochure?
Abbiamo individuato la qualità di stampa come il primo dei cinque fattori decisivi nella scelta della stampante laser, perché quali che siano le vostre esigenze dovrete preoccuparvi per prima cosa del fatto che la stampante scelta sia in grado di stampare nei formati e nelle modalità da voi desiderati in modo soddisfacente.
Le caratteristiche che possiamo valutare per renderci conto della qualità di stampa di una stampante sono il colore, la tecnologia di funzionamento (tipologia di stampa laser o LED) e la risoluzione. Ci occupiamo di ciascuno di essi nei prossimi paragrafi.

Colore

Stampante laser a coloriIl primo aspetto discriminante per la scelta di una stampante laser consiste molto spesso nella possibilità offerta da un modello di stampare a colori o solamente in scala di grigi.
Se siete alla ricerca di una stampante laser per uso esclusivamente domestico, che vi consenta la semplice stampa di documenti di testo, probabilmente vi potrete accontentare di una stampante laser monocromatica.
Tenete presente che una stampante di questo tipo potrà risultare più veloce rispetto a una stampante a colori.

Cartucce tonerAl contrario, se pesate di aver bisogno in modo imprescindibile di stampare testi e immagini anche a colori, dovrete necessariamente orientarvi sulla scelta di una stampante laser di fascia medio-alta che permetta tale opzione.
Precisiamo che se siete appassionati di fotografia e pensate di usare la stampante laser per le foto vi consigliamo di affidarvi a una stampante che consenta di usare la carta fotografica o che sia predisposta per questo uso specifico, ma non vi potrete aspettare la stessa qualità di una inkjet.
Stampante laser monitoraggio toner
Non va trascurato che la stampa a colori influisce su costi e dimensioni della macchina: infatti una stampante che offre tale possiiblità avrà un costo e delle dimensioni maggiori rispetto a una semplice stampante laser monocroma, perché avrà bisogno di più toner, che occupano spazio e devono essere sostituiti quando esauriti.

Stampanti laser e stampanti a LED

Abbiamo detto che sulla qualità incide anche la tecnologia di funzionamento: infatti in commercio potrete trovare sia stampanti laser propriamente dette che stampanti laser LED (light emitted diode).
Le stampanti di queste due tipologie sono apparentemente molto simili fra loro: sono tutte dotate di tamburo e toner. La differenza principale consiste nel modo in cui illuminano il tamburo fotosensibile.
La stampante laser funziona tramite un raggio laser che carica positivamente il tamburo fotosensibile per mezzo di uno specchio girevole. Il tamburo attira la polvere d’inchiostro caricata negativamente che sarà poi trasferita sulla carta, che è caricata a sua volta positivamente da uno ionizzatore. Infine un filo riscaldante fissa l’inchiostro sulla carta.
Invece nella stampante laser LED i diodi elettro-luminescenti polarizzano il tamburo con un raggio luminoso. Senza addentrarci troppo in dettagli tecnici, vi basti sapere che la stampante LED essendo priva di parti mobili è meno soggetta a rotture e porta un duplice vantaggio in termini di costi e di affidabilità.
Tuttavia è importante notare che le stampanti al laser offrono una qualità d’immagine leggermente superiore rispetto a quelle a LED. Infatti, mentre la stampante laser funziona con una sola fonte luminosa e quindi tutti i pixel sono illuminati con una stessa quantità di luce, nel caso della stampante laser a LED la matrice di stampa ha migliaia di LED che possono presentare sottili differenze nell'emissione di luce. Inoltre, la stampante laser può variare la grandezza del punto per cambiare la risoluzione, mentre la stampante laser a LED ha una risoluzione fissa che è data dalla quantità e dalla grandezza dei LED della matrice.
Stampante laser LED
Una ulteriore distinzione tra stampante laser e stampante LED consiste nelle dimensioni: la stampante laser a LED risulterà più piccola, soprattutto nel caso in cui si tratti di una stampante monocromatica. Gli aspetti strutturali relativi alle dimensioni sono comunque approfonditi in seguito sotto il punto dedicato alla praticità d’utilizzo.

Risoluzione

Per risoluzione si intende il numero di punti (in altezza e larghezza) per pollice che formano il testo o l'immagine: tale valore viene infatti espresso con la sigla DPI (dots per inches). La risoluzione standard di una stampante per uso domestico oggi è di 600 DPI, tuttavia segnaliamo che vi sono stampanti che hanno ancora una risoluzione inferiore, di 300 DPI. Tali stampanti meritano una precisazione, perché, per riuscire a risolvere gli inconvenienti legati alla bassa risoluzione, le case produttrici hanno escogitato diverse soluzioni tecnologiche, chiamate “resolution enhancement”, che implicano una distinzione tra risoluzione reale e virtuale.
La risoluzione reale dipende dalle caratteristiche tecniche proprie del modello di stampante, ovvero dal dispositivo laser, dal motore, dalla velocità del rullo, dalle componenti elettroniche e software, e, nel caso della stampante a LED, anche dal numero di LED per pollice.
Al contrario la risoluzione virtuale, pur essendo anch'essa inevitabilmente legata alle caratteristiche della stampante, è data dai particolari accorgimenti adottati per migliorare l'effetto visivo della stampa.

2. Prestazioni

Il secondo fattore da tenere in considerazione per essere certi di scegliere proprio la stampante laser più adatta alle vostre esigenze è, a nostro parere, quello che ne considera le prestazioni: a questo proposito consigliamo di valutare la velocità di stampa, la RAM, il ciclo di lavoro mensile e la presenza della funzione fronte retro automatico. Di queste caratteristiche ci occupiamo nei paragrafi che seguono.

Velocità di stampa

Ci riferiamo al numero di pagine che vengono stampate al minuto (ppm), un valore sempre riportato dalle aziende produttrici. Tuttavia è necessario considerare che si tratta di un’informazione puramente indicativa, perché frutto di test compiuti in laboratorio, dove le condizioni sono le più favorevoli possibili.
La velocità di stampa dovrebbe fare riferimento anche ai tempi di preparazione per la stampa, tuttavia segnaliamo che in merito a questa informazione le case produttrici non danno sempre riferimenti precisi, ma possono riportare i secondi necessari per stampare la prima pagina. Una stampante laser di buona qualità per uso domestico o per un piccolo ufficio può avere la velocità di circa 30 ppm e stampare la prima pagina in un tempo inferiore a 15 secondi.
Stampante laser velocità
La velocità può variare molto da modello a modello. Essa è determinata dalla somma di molteplici aspetti, tra cui: CPU, meccanica ed elettronica del motore e del rullo fotosensibile, dispositivo ottico (sorgente laser e specchio o LED), eventuale tecnologia “resolution enhancement" adottata, tipologia di toner impiegato, così come la tipologia di documento da stampare (solo testo, testo e grafica, solo grafica), oltre ovviamente alla RAM.

RAM

Tra tutti gli elementi che determinano la velocità di stampa, ha particolare rilievo la RAM, che troverete sempre indicata nelle specifiche tecniche della stampante. Questo dato è molto importante da considerare, perché a maggiore memoria corrisponderà maggiore velocità di stampa. Per questo motivo, se pensate di dover stampare molto e spesso, vi consigliamo di orientarvi verso una stampante laser che abbia una memoria molto capace.
Tenete presente che molte stampanti presentano anche la possibilità di espandere la memoria.
Come parametro di riferimento, per una buona stampante laser di fascia alta potete trovare una memoria di 130 MB con la possibilità di espanderla fino a 350 MB, mentre una stampante più economica, ma sempre di qualità accettabile, potrà avere una memoria molto ridotta compresa tra i 2 e i 6 MB.

Ciclo di lavoro

Abbiamo appena affermato che la velocità di stampa ha particolare rilevanza per chi debba stampare molti file e frequentemente. La velocità incide sulla mole di lavoro mensile, spesso indicata nelle schede tecniche con la denominazione di “ciclo di lavoro della stampante”. Di solito con l’aumentare di questo valore aumenta anche il costo della stampante.
Per farvi un’idea della mole di lavoro garantito, vi riferiamo i dati di una buona stampante laser da piccolo ufficio, che potrà avere un ciclo mensile consigliato pari a un massimo di circa 4.000 pagine al mese.

Fronte retro automatico

Sempre in merito alle prestazioni (e anche alla velocità), potete prendere in esame anche la funzione fronte retro automatico, perché permette di stampare sui due lati del foglio senza dover perdere tempo a girare il foglio manualmente. Tale funzione velocizza la stampa e permette un minore spreco di carta. Non tutte le stampanti ne sono dotate, tuttavia le migliori presentano questa possibilità e la mettono ben in evidenza tra le specifiche tecniche.

3. Gestione della carta

Formati cartaIl sistema di gestione della carta riguarda il tipo di carta che potete impiegare sulla stampante, ma anche i cassetti o i vassoi che permettono di gestire i fogli in entrata e in uscita. È un fattore importante da valutare, perché da esso dipende, tra le altre cose, il tipo di supporti su cui potrete stampare i vostri documenti.

Formati

Tra le specifiche tecniche riferite alla gestione della carta, trovate probabilmente come prima informazione il tipo di carta su cui potete stampare, in particolare il formato e la grammatura.
Il formato della carta fa riferimento allo standard internazionale ISO 126: osservando l’immagine a lato potete farvi un'idea dei formati più comuni. Quanto più aumenta il numero dei formati possibili, tanto più la stampante sarà versatile e pregiata. Tutte le stampanti laser per uso domestico supportano il formato A4 e la maggior parte di esse permettono di usare carta di formati più piccoli come quello adatto per le buste.
Se per esigenze professionali avete bisogno di una stampante che supporti anche formati diversi dal classico formato A4, fate molta attenzione che la stampante che state per scegliere soddisfi le vostre necessità.
Ad esempio, un formato molto richiesto soprattutto da chi usa la stampante per lavori di grafica è quello A3: segnaliamo che le stampanti laser che supportano questo formato sono in genere piuttosto costose.

Grammatura

Stampante laser vassoio cartaLa grammatura della carta è determinata dal suo spessore ed è espressa in g/m². La grammatura è importante da considerare se pensate di usare la stampante laser anche per creare brochure o magari biglietti d’auguri, la cui resa sarà sicuramente migliore se realizzata su carta fotografica o cartoncino più pesante rispetto alla classica carta A4 (la cui grammatura è circa 64 g/m²).
Per questo motivo possiamo affermare che una stampante di qualità per uso domestico o per un piccolo ufficio sarà in grado di gestire vari tipi di carta, della grammatura compresa tra i 64 e i 300 g/m². Questo non significa che una stampante che supporta un ventaglio minore di formati sia necessariamente un modello scadente, ma sarà sicuramente meno versatile.

Cassetti e vassoi

Le stampanti laser standard di solito possono presentare vari sistemi di entrata per caricare i fogli di carta nella stampante. Le case produttrici indicano la capacità massima dei cassetti, facendo un distinguo tra le varie tipologie di carta.
Stampante laser vassoio in entrata
Sottolineiamo che se avete la necessità di stampare spesso formati diversi, vi sarà di grande aiuto poter usufruire di una stampante con più cassetti, che vi eviterà di sostituire la carta ogni volta che dovete cambiare formato. In particolare, questa caratteristica è molto richiesta da chi lavora in uno studio medico e alterna spesso la stampa di documenti A4 e di ricette mediche (il cui formato è tipicamente A5), o da chi stampa su buste.
Tenete inoltre presente che una buona stampante avrà un vassoio regolabile per la carta da 300-500 fogli e inoltre potrà offrire la possibilità di espandere la capacità totale fino a 2000 fogli, grazie a vassoi opzionali e multifunzionali.
Infine è importante considerare anche il vassoio di uscita per la carta. Soprattutto se avete la necessità di fare molte stampe una di seguito all'altra, la forma e la capacità del vassoio per la carta in uscita avranno un’importanza considerevole. Infatti una stampante dotata di un vassoio abbastanza capace, ad esempio da 150 fogli in formato A4, eviterà che i fogli cadano per terra in ordine sparso, e quindi potrete mandare i vostri file in stampa senza perdere tempo poi a riordinarli.

4. Praticità

Stampante laser uscita cartaUlteriore aspetto da considerare riguarda la praticità di utilizzo della stampante laser, ovvero il peso e le dimensioni che ne determinano l'ingombro e la presenza o meno del display. La presente sezione vi propone un approfondimento su come valutare questi aspetti della stampante.

Peso

Precisiamo che la stampante laser non è uno strumento portatile, quindi si presuppone che il suo peso sia abbastanza ininfluente per la scelta, se non in relazione al luogo di appoggio, che dovrà esser in ogni caso un piano stabile e robusto. Il peso di una stampante laser con sola funzione stampa può variare molto: come abbiamo già potuto sottolineare, vi è già una differenza considerevole tra stampanti laser e stampanti laser LED monocromatiche: il peso di una stampante laser può esser compreso tra i 5 e i 20 kg circa.

Dimensioni

Un discorso leggermente differente meritano le dimensioni che determinano l’ingombro della stampante e che avranno maggiore o minore rilevanza in base allo spazio che avete a disposizione. Tenete presente che se desiderate acquistare una stampante di qualità e poco ingombrante e vi accontentate della stampa monocromatica potrete trovare in commercio vari tipi di stampanti dalle dimensioni compatte di circa 25 x 30 x 15 cm, con pesi contenuti, anche solo intorno ai 10 kg.

Display

Display stampante laserAltro aspetto che influisce sulla praticità d’uso è la presenza di un display accanto ai vari pulsanti di comando. In particolar modo per tutte quelle macchine che possono leggere chiavette USB, memorie esterne e schede SD, la presenza del display permette di stampare direttamente dalla stampante, senza aver bisogno di accedere al computer.
Il display permette infatti di selezionare le varie opzioni possibili relative al formato della carta, alla sorgente di stampa, così come di attivare la funzione fronte retro o altre opzioni presenti sul pannello di controllo. Una stampante che offra questa possibilità rientrerà necessariamente in una fascia di prezzo alta.

5. Porte e connessioni

Le migliori stampanti laser offrono svariate possibilità di connessione, permettono ad esempio la connessione wireless, oltre ad avere porta USB e un'entrata per schede SD. Abbiamo individuato l'insieme di modalità tramite cui è possibile connettere la stampante ai propri dispositivi come il quinto fattore decisivo nella scelta della stampante laser.
La connessione wireless WiFi standard ha rilevanza soprattutto se non potete collegare la stampante al pc e al router o se volete usare la stessa stampante con più computer, come può accadere in un piccolo ufficio. Inoltre alcune stampanti presentano la tecnologia WiFi Direct, che consente di mettere in comunicazione il pc e la stampante senza la mediazione del router.
Le stampanti che non prevedono la connettività wireless prevedono invece porte che permettono il collegamento via cavo di rete o via USB.
Stampante laser display interattivoSe presente la porta USB unitamente al display, poi, sarà possibile stampare direttamente dal dispositivo mobile, come appunto la chiavetta USB.
Le stampanti di moderna generazione offrono anche la possibilità di inviare la stampa tramite connettività wireless da dispositivi iOS, Android, Kindle Fire o cellulari Windows, non solo computer quindi.
Inoltre possono presentare il supporto di altre tecnologie di stampa da servizio cloud, AirPrint, Google Print e altre applicazioni appositamente sviluppate dalle varie aziende produttrici, che permettono di gestire la stampa da remoto via computer, smartphone, tablet, previa registrazione gratuita.
Spesso vi è anche la possibilità di sincronizzare la stampante con altri servizi di cloud storage come Dropbox, che permettono di stampare file da qualsiasi periferica dotata di tali applicazioni o in alternativa accedendo ai servizi tramite web da qualunque postazione, anche quando non siete vicino alla stampante.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta della stampante laser

I materiali sono importanti?

I materiali costruttivi della stampante laser con la sola funzione di stampa sono quasi sempre gli stessi, sia per quanto riguarda la struttura esterna in plastica che per le parti interne. Ciò che è rilevante considerare sono i materiali costitutivi del toner. Ciascun marchio produce toner compatibili con i propri modelli di stampante. Tuttavia esistono delle aziende specializzate che producono cartucce di ricarica compatibili con le macchine delle migliori marche che hanno un prezzo nettamente inferiore. Il vantaggio di utilizzare delle cartucce originali consiste nel poter usufruire di prestazioni garantite e di potersi avvalere della garanzia della stampante laser in caso di bisogno. Allo stesso tempo però anche le cartucce non originali offrono una resa discreta, anche se talvolta non vi è garanzia di sicurezza per quanto riguarda i componenti chimici del toner, e la durata può essere inferiore rispetto agli originali. Per questo motivo se desiderate acquistare delle cartucce non ufficiali, fate attenzione che si tratti di prodotti certificati, per essere certi della loro atossicità.

La marca è importante?

La marca è importante perché le aziende specializzate in questo settore sono quelle capaci di promuovere soluzioni sempre migliori e di garantire un alto livello di qualità di stampa. Inoltre non dobbiamo dimenticare che le aziende maggiori sono quelle che sono in grado di offrire migliori servizi in termini di garanzia e di supporto clienti capillare e personalizzato. Alcune delle migliori marche degne di nota sono Brother, HP, Canon. Queste aziende, oltre a produrre le stampanti, sono impegnate anche nella produzione dei toner, quindi sono in grado di offrire le migliori opzioni di ricarica compatibili anche con più modelli di stampante. Sottolineiamo che le più rinomate aziende produttrici offrono un'assistenza clienti valida anche per per quanto riguarda le ricariche del toner.

Il prezzo è importante?

Il prezzo di una stampante può variare molto da modello a modello, a seconda della qualità di stampa e delle prestazioni della macchina. Se avete bisogno di una stampante per uso domestico da usare saltuariamente, potrete tranquillamente ridurre la spesa e acquistarne una di fascia di prezzo bassa, non particolarmente veloce e non dotata di display. Al contrario, per una buona resa e versatilità, considerate di investire anche qualche centinaia di Euro per una stampante veloce, con funzione fronte retro automatico, dotata di display e che abbia una connettività estremamente versatile. Qui di seguito riportiamo le fasce di prezzo indicative e le relative caratteristiche:

  • Fascia di prezzo bassa: 50 €, RAM max. 10 MB, no fronte retro, no display
  • Fascia di prezzo media: 80-130 €, velocità media, no fronte retro, no display
  • Fascia di prezzo alta: > 150 €, RAM superiore ai 100 MB, veloce (almeno 20 ppm), fronte retro, display, porte USB, lettore SD

Quali sono le migliori stampanti laser del 2019?

La tabella delle migliori stampanti laser del 2019 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
Brother HL-L8350CDW 276,99 € Recensione
Brother HL-3140CW 159,49 € Recensione
HP Laserjet Pro P1102W 394,90 € Recensione
Samsung Xpress M2026 51,80 € Recensione
Brother HL-L5200DW 235,46 € Recensione

Stampanti laser: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su HP Laserjet Pro P1102W

  1. 0
    Domanda di Elisa | 16 novembre 2018 at 11:43

    E’ compatibile con tutti i computer? O acer

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 19 novembre 2018 at 11:54

      La marca del computer non è assolutamente rilevante. Per quanto riguarda il sistema operativo, questo modello è compatibile con Windows, Mac OS e Linux.

  2. 0
    Domanda di Enrico | 25 novembre 2016 at 20:09

    Salve, volevo sapere se il prodotto è abbastanza recente e se funziona con Windows 10. Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28 novembre 2016 at 13:34

      A noi risulta che sia in vendita dal 2012, perlomeno sul mercato italiano, ci sono quindi modelli più recenti, anche se non può ovviamente essere considerato di vecchia data. Puoi tranquillamente utilizzarlo con Windows 10, ci sono diversi feedback in merito.

"HP Laserjet Pro P1102W": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore

Brother HL-L8350CDW

Migliore offerta: 472,04€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Brother HL-3140CW

Migliore offerta: 199,90€

La più venduta

HP Laserjet Pro P1102W

Migliore offerta: 394,90€