I migliori shampoo solidi del 2021

Confronta i migliori shampoo solidi del 2021 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Il migliore

FormatoSolido
Tipo capelliGrassi con forfora
ProprietàPurificante e calmante
Con balsamo
Senza siliconi
Senza parabeni
Ingredienti naturali
Protezione UV
Non testato su animali
Vegano
Punti forti
  • Completamente privo di solfati
  • Svolge un'intensa azione lenitiva e calmante, ideale per combattere la forfora
  • Lascia i capelli morbidi grazie ai tensioattivi di origine naturale
  • La saponetta è colorata con colori organici per distinguerla in doccia
Punti deboli
    Nessuno

Il miglior rapporto qualità prezzo

FormatoSolido
Tipo capelliGrassi
ProprietàPurificante
Con balsamo
Senza siliconi
Senza parabeni
Ingredienti naturali
Protezione UV
Non testato su animali
Vegano
Punti forti
  • Confezione biodegradabile
  • Lascia i capelli leggeri e profumati
  • Economico
  • Ingredienti al 100% naturali e al 36% di origine organica
Punti deboli
    Nessuno
FormatoSolido
Tipo capelliDelicati
ProprietàIdratante
Con balsamo
Senza siliconi
Senza parabeni
Ingredienti naturali
Protezione UV
Non testato su animali
Vegano
Punti forti
  • Confezione in cartoncino riciclabile
  • Dura quanto due flaconi di shampoo
  • Composizione con il 94% di ingredienti di origine vegetale
  • Biodegradabile al 97%
  • Formula a risciacquo rapido
Punti deboli
    Nessuno
FormatoSolido
Tipo capelliGrassi
ProprietàTonificante e sgrassante
Con balsamo
Senza siliconi
Senza parabeni
Ingredienti naturali
Protezione UV
Non testato su animali
Vegano
Punti forti
  • Vegano
  • Molto delicato
  • Sicuro sui bambini e in gravidanza poiché non contiene olii essenziali
Punti deboli
    Nessuno
FormatoSolido
Tipo capelliSfibrati
ProprietàIdratante
Con balsamo
Senza siliconi
Senza parabeni
Ingredienti naturali
Protezione UV
Non testato su animali
Vegano
Punti forti
  • Privo di allergeni
  • Rispetta la struttura del capello grazie a tensioattivi delicati
  • Confezione priva di plastica
  • Senza parabeni, solfati e siliconi
Punti deboli
    Nessuno
Francesca.maculan
Autore
Francesca

Lo shampoo solido

Il mondo dei prodotti per la detersione dei capelli è senza dubbio costellato da una infinita varietà di shampoo rispondenti a necessità diverse: dalla formule pensate per un uso quotidiano a quelle per esigenze più specifiche, come lo shampoo antigiallo di cui abbiamo parlato qui, la scelta è vastissima.
Vista la sempre maggiore attenzione per i prodotti naturali, biologici e formulati nel rispetto dell’ambiente, da qualche anno si sono diffusi shampoo che, per caratteristiche specifiche e formato, vengono incontro ai consumatori particolarmente attenti a queste tematiche: uno di questi è lo shampoo solido. In questa pagina vi illustriamo le caratteristiche di questo prodotto sempre più diffuso, i vantaggi di questo formato e gli aspetti da considerare se siete interessati a sostituire il vostro tradizionale shampoo liquido con quello solido.Shampoo solido

Cos’è lo shampoo solido

Lo shampoo solido si presenta come una normale saponetta ed è costituito da una miscela di ingredienti finalizzati a detergere i capelli, esattamente come qualunque altro shampoo liquido. La differenza principale sta nella sua formulazione  priva di acqua e, come vedremo, molto spesso anche di altri agenti chimici che vengono comunemente utilizzati negli shampoo liquidi. Nascendo proprio come alternativa ecologica allo shampoo classico, gli shampoo solidi hanno pochissimi ingredienti artificiali e conservanti o, in alcuni casi, ne sono completamente privi.

Perché scegliere lo shampoo solido

La scelta di uno shampoo solido porta con sé numerosi vantaggi e benefici, la maggior parte dovuti proprio all’assenza di acqua. Qui di seguito andiamo a vedere da vicino cosa comporta scegliere uno shampoo solido piuttosto che liquido.

I vantaggi pratici dello shampoo solido

Il formato compatto e geometrico con cui si presenta questa tipologia di shampoo e la sua forma solida consentono anzitutto di portare con sé lo shampoo ovunque, senza dispendio di spazio e, soprattutto, senza il rischio di disperdere il prodotto in borsa o in valigia. In questo senso, lo shampoo solido è perfetto per viaggiare in aereo, dato il peso estremamente ridotto e le attuali limitazioni in materia di liquidi trasportabili nel bagaglio a mano.Shampoo solido formato

I vantaggi economici dello shampoo solido

I vantaggi dello shampoo solido sono non solo pratici ma anche economici. Una saponetta di shampoo solido equivale più o meno ad un litro di prodotto in forma liquida. Basta pensare che con una saponetta di medie dimensioni di shampoo solido si possono effettuare dai 50 agli 80 lavaggi. A parità di costo, quindi, lo shampoo solido durerà molto di più di quello classico, soprattutto se conservato in modo adeguato. Per conservare lo shampoo solido è infatti importante seguire alcune semplici regole che andremo a presentare più avanti.

I vantaggi dello shampoo solido per l’ambiente

Con lo shampoo solido l’impatto ambientale è limitato se non inesistente. Oltre ad essere costituito da ingredienti naturali e quindi biodegradabili, lo shampoo solido non necessita di alcuna confezione se non di una semplice protezione in carta. Grazie alla totale assenza di flaconi in plastica, l’acquisto di uno shampoo solido comporta potenzialmente una produzione di rifiuti solidi pari a zero. “Potenzialmente” in quanto anche per gli shampoo solidi in vendita si possono trovare prodotti che ancora utilizzano confezioni di materiale non biodegradabile. Per avere quindi un impatto ambientale minimo è bene preferire gli shampoo solidi semplicemente ricoperti con della carta riciclata o quelli acquistabili direttamente in negozio spesso privi di confezione.Shampoo solido senza confezione

I vantaggi dello shampoo solido per la salute dei capelli

Passare da un comune shampoo liquido ad uno solido significa poter optare per un prodotto costituito esclusivamente da ingredienti naturali. Se non c’è acqua, non c’è infatti bisogno di una serie di conservanti, addensanti o altre sostanze artificiali presenti negli shampoo liquidi. Per i capelli questo significa inoltre andare ad eliminare dalla loro superficie una serie di sostanze dannose, in particolare alcuni tensioattivi particolarmente aggressivi e i siliconi, che ad ogni utilizzo dello shampoo si accumulano sulla superficie dei capelli senza lasciarli respirare. Questi ingredienti artificiali, molto diffusi negli shampoo liquidi, sono certamente pensati per rendere i capelli morbidi già dopo il primo lavaggio, ma a lungo andare li rendono spenti e appesantiti. Con l’uso dello shampoo solido i capelli piano piano perderanno la patina creata dalle sostanze chimiche che si sono depositate con i precedenti lavaggi e si arricchiranno degli oli essenziali e delle sostanze nutritive presenti nella miscela naturale, dando al capello un aspetto più sano e nutrito.Shampoo solido vantaggi

Tipi di shampoo solidi

Data l’infinita varietà di ingredienti naturali specifici che possono essere utilizzati nella loro formulazione, le tipologie di shampoo solido reperibili in commercio sono diventate moltissime. Si può scegliere in base alla fragranza preferita, al tipo di capelli o al tipo di problematica che si vuole risolvere. Risulta quindi difficile fornire un elenco esaustivo di tutte le tipologie di shampoo solido esistenti. Possiamo affermare che ad oggi in commercio la varietà per questo tipo di formato è pressoché equivalente a quella degli shampoo tradizionali. Qui di seguito elenchiamo le tipologie di shampoo solido più comuni e facilmente reperibili:

  • Shampoo solido purificante, ideale per capelli oleosi e per una pulizia profonda della cute. È proprio per questo tipo di esigenze che lo shampoo solido si presenta come l’alleato ideale, in quanto le formulazioni con principi attivi purificanti e riequilibranti sono le più comuni;
  • Shampoo solido nutriente, ideale per capelli secchi, crespi o danneggiati e caratterizzato da una formulazione ricca di oli e burri capaci di rendere i capelli morbidi e nutriti, tanto da rendere l’uso del balsamo non necessario;
  • Shampoo solido delicato, ideale per un uso quotidiano;
  • Shampoo solido antiforfora, ricco di sostanze calmanti e lenitive.

Ingredienti

Come abbiamo anticipato parlando delle tipologie di shampoo solido, gli ingredienti che compongono la miscela dello shampoo solido sono disparati. In generale lo shampoo solido non necessita di ingredienti artificiali ed è per questo possibile optare per saponette al 100% naturali.Shampoo solido ingredienti Come per gli shampoo liquidi, è possibile consultare l’INCI (Nomenclatura Internazionale degli Ingredienti Cosmetici) per verificare ogni singolo ingrediente di cui è composta la saponetta. Gli ingredienti naturali presenti nello shampoo solido hanno un’azione spesso più intensa rispetto a quella esercitata da un classico shampoo liquido. È quindi importantissimo scegliere con cura lo shampoo adatto alle proprie esigenze, con la consapevolezza che potrebbe essere necessario provarne diverse tipologie prima di trovare quella più indicata per i propri capelli. Vi elenchiamo qui di seguito alcuni esempi dei più comuni ingredienti attivi e delle loro proprietà:

  • Olio essenziale di ginepro: regola la produzione di sebo ed è per questo adatto a capelli grassi;
  • Lavanda e rosmarino: hanno proprietà lenitive e purificanti;
  • Oli essenziali di limone e lime: donano lucentezza e chiudono le cuticole del capello;
  • Argilla: è un alleato fondamentale contro i capelli oleosi grazie alle sue proprietà assorbenti e sgrassanti;
  • Olio essenziale di camelia: è emolliente e molto leggero;
  • Olio di Argan: svolge un’azione antiossidante e rigenerante.

Cosa tenere a mente quando si legge la composizione di uno shampoo solido

Anzitutto capita spesso che lo shampoo solido, proprio per la tipologia di ingredienti che lo compongono, possa essere eccessivamente purificante e rendere i capelli secchi e stopposi oppure, viceversa, sia troppo carico di olii e burri e per questo appesantire la chioma. Lo shampoo e in generale tutti i prodotti detergenti, quando si presentano in forma di saponetta, tendono ad essere composti per la maggior parte da sostanze alcaline e ad avere quindi naturalmente un pH abbastanza elevato. Viceversa i capelli prediligono un ambiente acido, in quanto un pH superiore ne va a compromettere la struttura. Perciò, per assicurarsi che i capelli non diventino secchi, spenti e s’induriscano, è bene optare per uno shampoo che abbia un pH inferiore a 7. Anche a questo proposito, leggere la lista degli ingredienti può far capire quanto alcalino è lo shampoo: uno dei principali indicatori di alcalinità è la presenza di solfati o di idrossido di sodio (agente chimico utilizzato proprio per il processo di saponificazione e quindi quasi sempre presente nelle comuni saponette). Non c’è da stupirsi, quindi, che in passato lo shampoo solido non fosse apprezzato proprio in quanto lasciava i capelli molto rigidi e disidratati. Oggi in commercio esistono moltissimi prodotti che hanno posto rimedio a questo problema bilanciando la miscela al fine di renderla più acida e quindi adatta alla detersione dei capelli.

Come utilizzare lo shampoo solido

Nel momento del lavaggio dei capelli con lo shampoo solido, ci si può trovare impreparati. I dubbi più frequenti sorgono in particolare sul come applicare lo shampoo, se questo produrrà abbastanza schiuma e se sarà facile da distribuire su tutta la chioma. Shampoo solido applicazioneIn realtà, applicare lo shampoo solido è molto semplice. Vi sono due modi possibili: prima di tutto si deve bagnare la saponetta, dopodiché si possono insaponare prima le mani per poi applicare la schiuma sui capelli bagnati partendo dalla cute; oppure è possibile applicare la saponetta direttamente sui capelli, massaggiando delicatamente con movimenti circolari. La quantità di schiuma che lo shampoo solido produce potrebbe sembrare insufficiente, ma non lo è. Chi fa spesso uso di prodotti naturali sa infatti che una schiuma abbondante non solo non è sinonimo di maggior detersione, ma anzi è indice di una quantità eccessiva di sostanze tensioattive, che hanno soltanto una funzione schiumogena ma non detergente. Una volta applicato lo shampoo, questo va sciacquato come un qualsiasi altro shampoo liquido. Anche per lo shampoo solido si consiglia di applicarlo una seconda volta.

Le domande più frequenti sugli shampoo solidi

Come si conserva lo shampoo solido?

Le modalità di conservazione dello shampoo solido sono importantissime per non rischiare di disperdere il prodotto trovandosi con nulla in mano dopo pochi lavaggi. Il principale nemico dello shampoo solido, una volta riposto dopo l’uso, è l’acqua. L’acqua infatti ha il potere di sciogliere la saponetta causando in poco tempo la perdita di grosse quantità di prodotto. Per conservare al meglio lo shampoo solido, specialmente nel caso si voglia tenerlo in doccia a portata di mano, è necessario riporlo sopra un portasapone dotato di una base forata per eliminare l’acqua in eccesso e possibilmente distante da qualsiasi getto d’acqua. In alternativa, in commercio è possibile acquistare degli appositi sacchetti a rete in fibra vegetale dove infilare la saponetta, in modo tale da eliminare l’acqua in eccesso e mantenere la saponetta asciutta. Questi pratici sacchetti possono inoltre essere usati direttamente come spugna e per applicare lo shampoo senza che la saponetta scivoli dalle mani.Shampoo solido sacchetti

Qual è la differenza tra shampoo solido e saponetta?

È importante sapere che saponetta e shampoo solido non sono la stessa cosa. La tradizionale saponetta contiene infatti ingredienti e sostanze altamente alcaline e questa caratteristica, mentre è accettabile nel caso in cui si debba detergere la pelle, è inadatta alla detersione dei capelli. Attenzione quindi ai prodotti che si possono reperire in commercio: per non rischiare di imbattersi in prodotti che vengono spacciati per shampoo ma non lo sono, è opportuno anche in questo caso verificare la lista degli ingredienti.

Ci sono controindicazioni all’uso dello shampoo solido?

Le uniche controindicazioni all’uso dello shampoo solido riguardano gli oli essenziali presenti in alcune formulazioni, a cui è possibile anzitutto essere allergici. Alcuni oli essenziali inoltre possono essere pericolosi in gravidanza, in allattamento e per i bambini. Ad esempio i mentolati, come menta ed eucalipto, possono avere effetti anche gravi sulla salute dei più piccoli. Tenendo conto che la pericolosità aumenta quando l’olio essenziale si presenta in forma pura, è comunque meglio evitare di utilizzare uno shampoo solido con un’alta percentuale di olii essenziali su bambini o se si è in dolce attesa, preferendo invece quelli che ne sono privi.

Dove si può acquistare lo shampoo solido?

Gli shampoo solidi si possono acquistare in erboristeria, online e nei negozi specializzati in prodotti per la cura del corpo. Data la progressiva diffusione dello shampoo in forma solida, molti marchi conosciuti di prodotti per capelli hanno inserito nella loro gamma anche lo shampoo solido, tanto che oggi è possibile acquistare shampoo solidi delle marche più comuni anche al supermercato.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori shampoo solidi del 2021?

La tabella dei migliori shampoo solidi del 2021 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Shampoo: gli ultimi prodotti recensiti

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Faith in Nature Tea Tree

Migliore offerta:6,36€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Wella Fusion

Migliore offerta:2,22€