Come fare i sorbetti con l’estrattore di succo

La preparazione dei sorbetti con l’estrattore di succo non è complicata, a condizione che l’apparecchio abbia l’apposito filtro, condizione imprescindibile per la realizzazione dei sorbetti. Per saperne di più su questo accessorio e sul funzionamento dell’estrattore in generale leggete la nostra guida all’acquisto dell’estrattore di succo:

I passaggi per realizzare un sorbetto sono i seguenti:

  • Congelare la frutta
  • Far riposare la frutta a temperatura ambiente
  • Montare il filtro per sorbetti
  • Inserire la frutta nell’estrattore

Vediamo ciascuna di queste operazioni nel dettaglio.

Congelare la frutta

Il primo e fondamentale passo per realizzare i sorbetti in casa utilizzando l’estrattore di succo è quello di congelare la frutta. Nonostante per alcuni questo passaggio possa sembrare banale, è bene ricordare che questo elettrodomestico non è in grado di lavorare ghiaccio e frutta separatamente, come avviene invece nelle macchine professionali. estrattore di succo filtro sorbettiPer ottenere i sorbetti è quindi necessario lavare la frutta, tagliarla (se si tratta di frutta di grandi dimensioni) e tenerla in congelatore per un minimo di 8 ore. In questo modo si otterrà la consistenza perfetta per la realizzazione dei sorbetti.

Estrarre la frutta dal congelatore e farla riposare

Prima di procedere con la realizzazione vera e propria del sorbetto è necessario svolgere un altro passaggio preliminare: la frutta congelata deve infatti essere estratta dal congelatore e lasciata riposare a temperatura ambiente per circa 1 ora. Questo passaggio serve ad ammorbidire l’involucro di ghiaccio che si è creato attorno ai singoli pezzi di frutta, altrimenti lavorare gli ingredienti senza prima averli fatti riposare potrebbe non portare a un risultato omogeneo. I frammenti di ghiaccio inoltre potrebbero incastrarsi nel filtro, specialmente se l’estrattore non permette la selezione della velocità di rotazione, danneggiando il motore.

Montare il filtro per sorbetti

Questo passaggio è decisamente importante perché ricordiamo che, in assenza di questo componente aggiuntivo, non è possibile realizzare i sorbetti con l’estrattore di succo. Il filtro per sorbetti si differenzia dai filtri normali perché non ha una maglia forata, ma delle pareti in alluminio, le quali servono proprio per la lavorazione di ingredienti particolarmente duri come la frutta ghiacciata. Mentre il filtro classico serve a separare la polpa dal succo, il filtro per sorbetti agisce sugli ingredienti in modo diverso: i singoli pezzi di frutta vengono lavorati interamente e non avviene la separazione della polpa. L’inserimento di questo componente aggiuntivo è uguale all’inserimento del filtro classico: basta posizionare il filtro per sorbetti all’interno del contenitore di spremitura.

Passare la frutta nell’estrattore

L’ultimo passaggio riguarda la preparazione vera e propria del sorbetto. Come avviene nella normale estrazione di succo, la frutta congelata deve essere inserita all’interno del contenitore di spremitura sfruttando il tubo d’inserimento ingredienti e il pressino per spingere gli alimenti sulla coclea. Per ottenere risultati ottimali è consigliabile impostare la velocità di rotazione massima che solitamente è il secondo o il terzo livello selezionabile. Se il vostro estrattore non consente la selezione della velocità di rotazione, ma è comunque dotato di un filtro per sorbetti, non c’è da preoccuparsi: evidentemente la velocità base sarà adeguata ai diversi gradi di fibrosità degli ingredienti. Se vi sembra che il risultato ottenuto sia troppo grossolano provate a ripassare una seconda volta il sorbetto ottenuto nell’estrattore: solitamente la consistenza ottimale si ottiene con una sola spremitura, ma con alcuni modelli potrebbe essere necessario il secondo ripasso.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato