Come usare il diffusore dell’asciugacapelli?

Ricci e volume ai tuoi capelli in 5 semplici passaggi

Chi ha capelli naturalmente ricci o mossi lo sa bene: il passaggio più importante e delicato per una messa in piega perfetta è la fase dell'asciugatura.
Se non vengono regolate con la dovuta attenzione, le elevate temperature dell'asciugacapelli e la velocità del getto d'aria rischiano in effetti di seccare e appiattire i capelli, finendo col ridurre i ricci ad una massa voluminosa, crespa e priva di definizione. Idealmente, quindi, i capelli mossi andrebbero lasciati asciugare all'aria; purtroppo, però, se durante l'estate possiamo farlo senza troppe precauzioni, la stagione invernale risulta decisamente più problematica. Quando fa freddo, infatti, passare troppo tempo con i capelli bagnati non è certamente salutare e può causare mal di testa, sinusiti e cervicali.
È proprio in questi casi che il diffusore viene in nostro aiuto. Questo beccuccio a forma di campana, infatti, è pensato per distribuire il getto d'aria in modo più omogeneo e delicato sulle ciocche, proprio come farebbe una calda brezza estiva. Grazie ai suoi piccoli dentini, poi, questo strumento riesce a spostare delicatamente i capelli, in modo da asciugarli bene alla radice senza scomporre il riccio. Il risultato? Boccoli o onde voluminosi, ma allo stesso tempo morbidi e definiti.
Il diffusore è dunque un accessorio molto utile per chi ha capelli difficili da domare e, per questo, molti asciugacapelli oggi in commercio lo includono direttamente nel kit fornito in dotazione. Se siete alla ricerca di un prodotto di questo tipo, elenchiamo di seguito qualche modello che potrebbe fare al caso vostro:

Asciugacapelli e diffusore

Nonostante il diffusore sia uno strumento sempre più conosciuto e apprezzato, utilizzarlo al meglio non è sempre così scontato. Vediamo allora come ottenere un risultato ottimale con il diffusore dell'asciugacapelli in soli 5 semplici passaggi!

Come usare il diffusore dell'asciugacapelli al meglio

1) Lavare i capelli: attenzione ai prodotti!

Forse non sempre ci rendiamo conto che la messa in piega comincia nel momento in cui laviamo i capelli: anche i prodotti che utilizziamo durante questa fase incidono sul risultato finale. Per questo motivo, se vogliamo realizzare un'acconciatura riccia, dovremo prestare attenzione allo shampoo e al balsamo che andremo ad applicare. L'ideale è che siano idratanti e nutrienti, ma non troppo, dal momento che prodotti troppo pesanti tenderebbero ad allentare i ricci. Se possibile, poi, utilizzate uno shampoo volumizzante.

2) Tamponare l'acqua in eccesso con un asciugamano

Tamponare acqua in eccesso

Idealmente, al momento dello styling, i capelli devono essere umidi: solo così potremo gestirli al meglio e conferire loro una piega ottimale. Prima di procedere con l'asciugatura, dunque, consigliamo di rimuovere l'acqua in eccesso tamponando bene i capelli con un asciugamano pulito e asciutto.

3) Preparare la chioma alla messa in piega

A questo punto, prepariamo i capelli alla messa in piega: a seconda delle preferenze personali e del tipo di riccio, ad esempio, si possono districare o meno le ciocche con una spazzola o un pettine (lo sconsigliamo in caso di boccoli molto definiti, che, se pettinati, potrebbero perdere la loro struttura); per assicurare il massimo volume, poi, si può applicare una schiuma per ricci, massaggiandola delicatamente sui capelli umidi.

4) Asciugare i capelli con il diffusore: a testa in giù...

Diffusore a testa in giù

Armiamoci ora di asciugacapelli e diffusore e azioniamolo, selezionando la velocità più bassa e il livello di calore intermedio. A questo punto, abbiamo due opzioni: per ottenere il massimo volume e un riccio ancora più mosso, dovremo asciugare la chioma a testa in giù, utilizzando il diffusore sulla radice dei capelli e sulle lunghezze; consigliamo però di non puntarlo direttamente sulle estremità delle ciocche, perché potremmo rischiare di seccarle e increspare i nostri ricci. Sarebbe meglio evitare, inoltre, di modellare le ciocche con le mani, in quanto rischieremmo di disfare la forma naturale del boccolo.

... o a testa in su

Diffusore a testa in su

Se desideriamo un mosso più compatto e naturale, invece, possiamo asciugare normalmente i capelli a testa in su, sempre evitando le punte e spostando il diffusore alla base dei capelli e sulla loro lunghezza.

5) Dare il tocco finale

Una volta che i capelli saranno asciutti, potremo eventualmente fissare il risultato ottenuto con una lacca leggera ma a lunga tenuta, oppure applicare qualche goccia di olio di semi di lino per rendere i nostri ricci ancora più morbidi e lucenti.

Il diffusore: solo per capelli naturalmente ricci?

Probabilmente, il diffusore è utilizzato per lo più da chi vuole asciugare capelli naturalmente mossi o ricci; ciò non significa, però, che questo accessorio non possa essere utilizzato anche da coloro che hanno capelli lisci, per ottenere onde morbide e dall'effetto molto naturale. In questo caso, consigliamo di utilizzare uno shampoo volumizzante e una schiuma per capelli ricci e asciugare i capelli unicamente a testa in giù: se i capelli sono lisci, infatti, dovremo andare a creare più volume possibile; una volta che le ciocche sono asciutte, poi, è ideale applicare un leggero velo di lacca per assicurare una lunga tenuta della messa in piega appena creata.

Asciugacapelli: prodotti recensiti

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Ogni settimana informazioni preziose sui migliori prodotti ai migliori prezzi sul mercato. Inserisci la tua email qui sotto e clicca su iscriviti!