Le migliori spazzole liscianti del 2024

Confronta le migliori spazzole liscianti del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
147,02 €
amazon
29,99 €
amazon
32,87 €
mediaworld
37,99 €
notino
44,80 €
beautye
169,00 €
mediaworld
34,99 €
freeshop
58,90 €
notino
44,80 €
amazon
45,29 €
unieuroit
44,99 €
amazon
60,00 €
pasottistore
50,00 €

Dati tecnici

Ionizzatore

Materiale rivestimento

Ceramica

n.d.

Ceramica

Ceramica

Ceramica

Livelli di temperatura

1

3

3

1

2

Temperatura massima

185 °C

200 °C

230 °C

200 °C

200 °C

Temperatura minima

185 °C

160 °C

150 °C

200 °C

170 °C

Tempo di riscaldamento

n.d.

45 sec

n.d.

n.d.

n.d.

Setole totali

105

n.d.

79

109

111

Setole riscaldate

47

n.d.

49

40

111

Anello d'aggancio

Sistema selezione temperatura

Tasti

Ghiera

LED, Tasti

Ghiera, LED

LED, Tasti

Spegnimento automatico

Cavo girevole

Lunghezza cavo

2,70 m

1,80 m

1,80 m

1,80 m

1,80 m

Voltaggio

220-240 V

220-240 V

Universale

220-240 V

220-240 V

Accessori

Custodia

n.d.

Custodia

n.d.

n.d.

Punti forti

Con ionizzatore

Ideale per lisciare i capelli ricci

Movimento delicato e scorrevole sulla chioma

Buona scorrevolezza lungo la chioma

Delicata sui capelli grazie al controllo della temperatura costante

Superficie in ceramica

Aiuta ad eliminare l'effetto crespo

Superficie adatta anche a ciocche larghe di capelli

Delicata grazie al rivestimento in ceramica

Struttura a tre setole per districare e lisciare la chioma rispettando il cuoio capelluto

Temperatura ideale costante

Delicata sui capelli grazie alla temperatura costante e allo ionizzatore

Facile da utilizzare

Libertà di movimento durante l'utilizzo

Forma a paletta per lisciare con una passata

Custodia inclusa

Si riscalda in pochi secondi

Quasi impossibile scottarsi grazie alle estremità fredde delle setole

Superficie adatta anche ad ampie ciocche di capelli

Si riscalda velocemente dopo l'accensione

Punti deboli

Adatta a capelli asciutti

Non è presente un vero e proprio ionizzatore

1 sola impostazione di temperatura

Meno adatta a capelli molto ricci

Non prevede accessori in dotazione

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere la spazzola lisciante

Se siete tra coloro che necessitano di modellare i capelli dopo l’asciugatura, avrete probabilmente sentito parlare delle spazzole liscianti. In questa guida scopriremo insieme gli aspetti da considerare durante l’acquisto, ma prima vi aiuteremo a capire quale sia la funzione di questo utile apparecchio.

Cos’è e come funziona una spazzola lisciante

La spazzola lisciante è un dispositivo elettrico dalla forma pressoché identica a quella di una spazzola tradizionale, ma a differenza di quest’ultima, è dotata di una “testa” che si riscalda elettricamente e che in questo modo permette di dare un’acconciatura ai capelli in modo più pratico e rapido, diventando una valida alternativa all’utilizzo di spazzola e asciugacapelli. In un certo senso, si tratta dunque di una via di mezzo tra una spazzola e una piastra, con la differenza che la spazzola lisciante modella i capelli senza togliere volume e senza creare quell’effetto “piatto” tipico della piastra per capelli. Il risultato che una spazzola lisciante permette di ottenere è più voluminoso e naturale, tanto che con la spazzola lisciante, come vedremo in seguito, è possibile anche arrotondare le punte o creare onde a seconda della forma e della tipologia del dispositivo scelto.Spazzola liscianteQui di seguito analizzeremo gli elementi secondo noi più importanti da tenere in considerazione prima di acquistare una spazzola lisciante, in modo aiutarvi a scegliere il modello che più risponde alla vostre esigenze e più adatto alla tipologia dei vostri capelli.

1. Setole

Trattandosi di una spazzola, va da sé che uno degli aspetti più importanti da considerare siano le setole che costituiscono la sua testa. Nella sua forma più tradizionale, infatti, la spazzola lisciante è esattamente come una spazzola piatta che comunemente si usa sui capelli, ma con la differenza di essere formata, nella sua versione più classica, da tre tipi di setole che vi elenchiamo qui di seguito.

Setole esterne (o perimetrali)

Queste setole non sono riscaldate e percorrono tutto il perimetro della setolatura. Sono in realtà più dei pettinini e servono, infatti, per districare le ciocche e incanalarle correttamente e senza nodi verso le setole interne.

Setole interne (riscaldate)

Compongono il cuore vero e proprio della spazzola perché raggiungono temperature elevate e, a contatto con le ciocche, le lisciano mentre queste vengono spazzolate. La loro forma è più spessa e larga se paragonata ad una tradizionale setola di una spazzola non riscaldata e, come vedremo tra poco nel dettaglio, queste setole sono spesso rivestite in ceramica. Ovviamente, diversi modelli di spazzole liscianti possono avere un numero variabile di elementi riscaldati e, più numerosi sono questi, più rapida sarà la realizzazione della messa in piega.Spazzola lisciante setole

Setole interne (spazzolanti)

Hanno un ruolo molto importante perché servono a proteggere la cute e facilitare l’operazione di spazzolamento che, infatti, risulterà più fluida se queste setole sono presenti. Si tratta di piccoli inserti in silicone che, a volte, non sono installati come setole “indipendenti” ma sono invece inglobati nelle setole riscaldate, costituendone l’estremità superiore.

Altre caratteristiche delle setole

Come abbiamo anticipato, il numero di setole può variare e se numerose, queste permettono di velocizzare il lavoro e realizzare meno passate sulla chioma per ottenere risultati ottimali. Come sono fatte le setole determina anche la buona riuscita della messa in piega e quanto lucida risulta la chioma dopo il passaggio della spazzola lisciante. Al fine di scorrere in maniera delicata sui capelli e lasciarli stirati e più lucidi, bisogna dunque verificare se la spazzola lisciante abbia o meno le caratteristiche che vi elenchiamo qui di seguito.

Rivestimento in ceramica

Il rivestimento in ceramica è un elemento molto comune nelle piastre ma anche nelle spazzole liscianti: questo materiale, a volte infuso con altre sostanze come olio d’Argan o olio di mandorle, viene usato per rendere più fluido lo spazzolamento, evitando di rovinare i capelli a causa dell’attrito delle setole sulla chioma. Inoltre, la ceramica è utile anche per distribuire il calore in maniera uniforme e non sottoporre i capelli ad una temperatura troppo alta che potrebbe stressarli.

Ionizzatore

Utilizzato anche in altri dispositivi per la cura dei capelli, lo ionizzatore è una tecnologia presente nel dispositivo in grado di emettere delle particelle cariche negativamente, la cui azione sui capelli è antistatica, per cui rende i capelli liberi dall’effetto crespo, più lucidi e morbidi. Le spazzole liscianti che posseggono il generatore di ioni sono di solito collocate in una fascia di prezzo da quella media a salire, mentre questa caratteristica è quasi sempre assente nei modelli più economici.

Presa sulle ciocche

Nel caso in cui abbiate una chioma difficile da domare o molto folta, vi consigliamo di optare per una spazzola lisciante dotata non solo di setole che permettono un passaggio fluido dei capelli, ma anche di setole fitte che permettano di esercitare una certa presa sui capelli; in questo modo infatti è possibile modellare i capelli esercitando una maggiore tensione sulla ciocca, proprio come quando si realizza la messa in piega con phon e spazzola tradizionale. Per questo scopo sono presenti sul mercato, come vedremo parlando di struttura, spazzole liscianti cilindriche che solitamente permettono di esercitare una tensione maggiore sulle ciocche.Spazzola lisciante presa sulla ciocca

2. Struttura

Subito dopo l’importanza delle setole della spazzola, viene quella relativa alla struttura dell’apparecchio in sé, perché da questa dipende la praticità d’uso, ma anche l’adeguatezza ad una chioma lunga o ad una più corta.
Alcune di queste caratteristiche sono poi particolarmente decisive perché ampliano di molto (o, al contrario, diminuiscono) la comodità con cui questo dispositivo per la cura dei capelli viene adoperato, un aspetto da non sottovalutare soprattutto per coloro che vogliano utilizzarlo con una frequenza elevata.
Nell’elenco che segue trovate tutti gli elementi strutturali che bisogna considerare per scegliere la spazzola lisciante più adeguata alle proprie esigenze d’uso.

Forma della spazzola

Esattamente come le spazzole che si utilizzano per spazzolare i capelli quotidianamente, anche le spazzole liscianti possono avere un design ovale, rettangolare o cilindrico. Non esiste una grossa differenza in termini di prestazioni tra spazzole ovali o rettangolari se non che, di solito, le rettangolari sono più ampie e, quindi, permettono di lisciare più velocemente soprattutto i capelli lunghi. Quelle cilindriche o dotate di una superficie lisciante convessa sono invece ideali per avere una presa maggiore e arrotondare e dare forma alle ciocche anziché semplicemente lisciarle.

Spazzola lisciante forma
Superficie coperta dalle setole

Questo è il più importante aspetto della struttura di una spazzola lisciante per capire se sarà poi adatta alla lunghezza della chioma posseduta. Se, infatti, si hanno i capelli medio-lunghi o lunghi, sarà bene optare per una spazzola con una superficie media o larga, in modo da non dover effettuare troppe passate per riuscire a coprire tutta la chioma e conferire la piega desiderata ai capelli in maniera omogenea. Per capire quale spazzola sia più adatta a voi, potete tener presenti le spazzole piatte tradizionali che si usano comunemente in casa e notare che, tra le più grandi, ci sono quelle rettangolari con una superficie ricoperta da setole di circa 9 cm di larghezza e 15 cm di lunghezza. La classica spazzola piatta ovale, invece, è più piccolina e ha un’area coperta di setole di circa 6 cm di larghezza e 10 di lunghezza.

Presenza di un display

Alcuni modelli prevedono un display che segnala la temperatura raggiunta e lo stato di funzionamento della spazzola lisciante. Questa caratteristica è riscontrabile sia in apparecchi costosi che in quelli economici, con una differenza in termini di chiarezza e sofisticatezza dello schermo.

Pulsantiera

Si tratta di una caratteristica strutturale che non bisogna sottovalutare visto che la collocazione dei pulsanti di messa in funzione e, soprattutto, di regolazione della temperatura, dovrebbe essere comoda, in modo tale che non crei il rischio di un cambio involontario delle impostazioni quando si maneggi la spazzola. Facciamo notare, inoltre, che alcune spazzole prevedono dei veri e propri tasti, mentre altre hanno delle piccole levette che scongiurano completamente la possibilità di un cambio casuale delle impostazioni scelte.

Cavo

Come per molti altri dispositivi per la cura dei capelli, come le spazzole asciugacapelli o gli arricciacapelli, anche per la spazzola lisciante è importante che il cavo sia abbastanza lungo e magari anche girevole. Questi prodotti, infatti, si utilizzano spesso per compiere manovre che necessitano di una certa libertà di movimento, data solo da cavi con lunghezze abbondanti e comode per realizzare la messa in piega sia su sé stessi che su qualcun altro. Via libera, quindi, ai cavi da 1,5 m in su ma, attenzione, invece, a quelli che sono inferiori a questa misura.

3. Temperatura

Selezione della temperatura

La selezione della temperatura è un fattore che pesa nella scelta della spazzola lisciante perché decisivo sia per ottenere l’acconciatura desiderata che per preservare la salute della chioma.
Se non si seleziona la giusta temperatura, infatti, si corrono due rischi: da un lato, quello di rovinare i capelli perché sottoposti ad un calore eccessivo rispetto alla qualità della chioma posseduta e, dall’altro lato, si rischia di non impostare una temperatura sufficiente a stirare a dovere i capelli, soprattutto se questi siano particolarmente spessi.
Disporre di una spazzola lisciante con un range ampio di temperature selezionabili diventa poi un particolare vantaggio quando si vuole condividere il dispositivo con qualcun altro. Si pensi, ad esempio, a due sorelle dalla qualità di capelli differente (magari una con i capelli molto spessi e l’altra con una chioma delicata e sottile) che vogliano utilizzare la spazzola lisciante: dovranno necessariamente stirarsi i capelli a due temperature diverse.Spazzola lisciante temperatura

Range di temperatura

Ancor più importante è valutare quanto ampio è il range di temperatura, considerando che i modelli che offrono intervalli più generosi vanno dai 150 °C come calore minimo ai 230 °C, ad oggi la temperatura più alta per i dispositivi per la cura dei capelli in commercio.
È veramente difficile trovare modelli con temperatura sotto i 140-150 °C, perché questo calore non sarebbe sufficiente per stirare i capelli con efficacia.
Per comprendere quale sia il livello di temperatura più adatto al vostro tipo di capelli, seguite questa piccola guida:

  • Capelli sottili e/o decolorati: impostare la temperatura minima presente nella spazzola, quindi dai 140 °C ai 160 °C;
  • Capelli normali e/o colorati: il calore ideale va dai 170 °C ai 190 °C massimi per questo tipo di chioma;
  • Capelli spessi e/o ricci: avrete bisogno di usare le temperature più alte per ottenere risultati apprezzabili, quindi dai 200 °C ai 230 °C.

Temperatura automatica e costante

Nei modelli di ultima generazione può capitare invece che non sia possibile selezionare la temperatura e che questa venga impostata automaticamente dall’apparecchio al livello ideale, solitamente corrispondente ai 185° C. Spesso, in questo caso, il dispositivo è dotato anche di tecnologie che mantengono la temperatura costante per evitare che si verifichino picchi di calore che possono rovinare i capelli.

Tempi di riscaldamento

Torna utile considerare, infine, i tempi di riscaldamento: non ci vorrà mai più di un minuto circa, ma ci sono delle spazzole che prevedono una funzione di riscaldamento immediato e, di conseguenza, sono pronte all’uso dopo qualche decina di secondi dall’accensione.

4. Accessori

Infine, l’ultimo fattore da considerare è quello degli accessori presenti in dotazione al momento dell’acquisto della propria spazzola lisciante. Ad onor del vero, non si tratta di componenti fondamentali per l’utilizzo dell’apparecchio, ma rappresentano comunque degli extra comodi e piacevoli da possedere perché arricchiscono il prodotto e ne rendono, in alcuni casi, l’uso più semplice oppure più comodo.
Eccovi un elenco degli accessori esistenti per le spazzole liscianti.

Custodia

Se si viaggia molto e si desidera portare con sé la spazzola lisciante è importante optare per un modello che includa anche una custodia. La custodia può essere un semplice astuccio dalla forma a sacchetto oppure una borsetta semirigida e può essere utilizzata sia quando si viaggia, sia quando si vuole riporre l’apparecchio in modo ordinato. La custodia può essere un accessorio pratico anche per chi pensa di utilizzare l’apparecchio dopo la palestra oppure per un weekend fuori città.Spazzola lisciante custodia

Guanto termico

Alcuni marchi lo includono in confezione per aiutare l’utente a maneggiare con facilità le ciocche già calde o da riscaldare. Essendo un guanto resistente al calore, è anche possibile toccare le setole della spazzola per tendere la ciocca senza pericolo di scottarsi.

Tappetino termico

Similmente al guanto, anche questo accessorio ha il compito di resistere all’elevato calore. Il tappetino, però, serve a poter appoggiare la spazzola già calda su una qualsiasi superficie senza danneggiarla o bruciarla.

Accessori extra

Anche se non troppo diffusi, alcuni modelli includono anche altri accessori in dotazione come, ad esempio, delle pinze per dividere in ciocche i capelli prima di spazzolarli, oppure un pettinino che serve sempre per aiutare la divisione della testa in ciocche da lavorare man mano.

Cofanetti o set

Può capitare che alcuni modelli, sia di fascia alta che economici, non siano corredati da alcun accessorio. In questi casi l’azienda produttrice mette a disposizione anche cofanetti o set completi di accessori extra, perfetti in particolar modo come idea regalo.Spazzola lisciante cofanetto regalo

Le domande più frequenti sulle spazzole liscianti

Spazzola lisciante, piastra o spazzola asciugacapelli?

Tra color che desiderano acquistare un apparecchio specifico per lisciare i capelli, in molti si chiedono se sia meglio optare per una classica piastra per capelli oppure una spazzola lisciante. La risposta dipende molto dal risultato che si desidera ottenere e anche dalla tipologia di capelli che si possiede. Da un lato, infatti, la piastra permette di ottenere una lisciatura più definita ma anche più piatta; la spazzola lisciante, invece, crea un effetto liscio ma morbido, senza appiattire la chioma e, soprattutto nei modelli cilindrici, consente addirittura di dare volume extra alla base delle ciocche. Dal punto di vista della tipologia di capelli, se avete una chioma particolarmente folta, eccessivamente voluminosa o capelli molto grossi e ribelli, la spazzola lisciante non sarà nella maggior parte dei casi sufficiente per ottenere un effetto perfettamente liscio: in questo caso meglio optare per la classica piastra per capelli. Se, infine, cercate un apparecchio da usare anche su capelli bagnati, né la piastra né la spazzola lisciante fanno al caso vostro: la soluzione migliore sarà infatti optare per una spazzola asciugacapelli che asciuga e modella la chioma contemporaneamente.

Quali sono le migliori spazzole liscianti?

La prima marca a cui la spazzola lisciante viene accostata è Dafni, marchio inglese che ha introdotto questa costosa e famosissima spazzola chiamata, appunto, Dafni, ma che oggi non viene più commercializzata in Italia.
Sul mercato italiano, invece, tra le aziende che per prime hanno iniziato a produrre spazzole liscianti, ci sono la Babyliss e la Remington, oggi affiancate da brand di successo, come ghd e Imetec Bellissima.
Ci sono poi numerosissimi altri marchi che potremmo definire meno conosciuti perché non legati ad una nota e lunga tradizione nella creazione di prodotti per la cura dei capelli o, più in generale, perché meno diffusi sul mercato italiano. Non necessariamente questi prodotti sono sempre scadenti ma, non essendo riconducibili ad aziende strutturate e ben radicate sul territorio italiano, ricordate che è sempre un po’ un rischio preferire affidarsi a queste piuttosto che a marchi noti.

Quanto costa una spazzola lisciante?

Il prezzo è, nel caso delle spazzole liscianti, abbastanza indicativo della qualità dell’apparecchio. Infatti questo prodotto è talvolta commercializzato anche a cifre molto basse, il che suscita dei dubbi sulla qualità di questi dispositivi. Troverete, infatti, spazzole liscianti che partono da prezzi veramente irrisori, anche di soli 20 €, fino ad arrivare a modelli di fascia alta, come la ghd Hot Brush, che superano i 150 € ed offrono solitamente prestazioni ottimali.
In commercio è possibile trovare spazzole liscianti efficaci e qualitativamente molto buone anche senza superare il centinaio di euro: si tratta di spazzole dai prezzi che si aggirano intorno ai 60-80 € e che rappresentano secondo noi un investimento conveniente per chi vuole una spazzola da usare abbastanza spesso. Consigliamo questo tipo di prodotti a chi voglia una spazzola con cui ottenere già dalle prime passate dei buoni risultati e che permetta di essere utilizzata con la certezza di non rovinarsi i capelli.
Seguono, poi, prodotti tra i 30 e 40 €, che sono molto numerosi in commercio e che si caratterizzano per qualità e prestazioni discrete e variabili da prodotto a prodotto, consigliabili per utilizzi preferibilmente sporadici.
I prodotti molto economici, invece, sebbene non siano sempre inefficaci o scadenti, non ci sentiamo comunque di consigliarli a chi voglia utilizzare la propria spazzola con una certa frequenza, né a chi voglia condividerla con una sorella o un’amica perché temiamo che, visti i prezzi così bassi di vendita, si sia risparmiato anche sui materiali e che, quindi, non ci sia una totale garanzia di delicatezza sul capello e risultati buoni già dalla prime passate.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Spazzola lisciante

  1. Domanda di Alessandra D’annolfo | 10.04.2020 11:12

    la spazzola asciuga i capelli? Cioè si devono asciugare i capelli prima o utilizzare sui capelli bagnati?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.04.2020 09:31

      I capelli devono essere già asciutti.

  2. Domanda di Alessandra D’annolfo | 10.04.2020 11:11

    la spazzola asciuga i capelli? Cioè si devono asciugare i capelli prima o utilizzare sui capelli bagnati?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14.04.2020 09:30

      Non è uno strumento volto all’asciugatura, si utilizza sui capelli già asciutti non diversamente da una normale piastra per capelli.

  3. Domanda di Maria Antonietta | 24.05.2019 08:14

    Salve! Avrei bisogno di un vostro consiglio! Ho capelli medio lunghi, crespi che non riesco a gestire e a dare una forma decente. Cosa mi consigliate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28.05.2019 09:15

      Puoi valutare l’acquisto di una spazzola lisciante dotata di ionizzatore, ideale per contrastare l’effetto crespo. Ti consigliamo ad esempio la Babyliss HSB100E 3D Liss Brush, una spazzola lisciante molto efficace. In alternativa, se desideri un prodotto che ti aiuti a dare una piega più definita, puoi consultare anche la nostra pagina dedicata alle spazzole rotanti.

  4. Domanda di Nuccia | 07.10.2018 12:24

    Sto utilizzando spazzola lisciante simply straight, ho capelli fini e mossi, uso temperatura 185, vorrei sapere se spazzole sono dannose per capelli.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.10.2018 12:11

      Se hai capelli molto sottili e fragili, una temperatura di 185° C potrebbe essere eccessiva: un massimo di 160 °C dovrebbe essere sufficiente (per maggiori informazioni, puoi consultare la nostra rubrica Come proteggere i capelli dal calore). Ti consigliamo inoltre di utilizzare uno spray termoprotettore prima della messa in piega: si tratta di prodotti da applicare sui capelli bagnati, subito prima dell’asciugatura con il phon, per proteggere la chioma dalle temperature elevate.

  5. Domanda di Valentina | 10.05.2018 02:52

    Mia madre ha capelli corti tendenti ad un mosso crespo. Vorrei regalarle la Babyliss Liss Brush. Potrebbe andare bene come modello oppure scelgo altro?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 16.05.2018 17:16

      La Babyliss HSB100E 3D Liss Brush è un ottima spazzola lisciante che, grazie allo ionizzatore integrato, aiuta anche a contrastare l’effetto crespo; te la consigliamo fino a un taglio medio-corto (come il caschetto). Se però i capelli sono molto corti, questo modello potrebbe non essere efficace, visto che la superficie ricoperta dalle setole è piuttosto ampia: in questo caso, puoi valutare la Gama Innova Extreme, anch’essa una buona spazzola dotata di ionizzatore.

  6. Domanda di Cristina | 21.03.2018 10:44

    Ho capelli ricci sottili e molto crespi. Quale spazzola lisciante è la più adatta a me? Grazie per il consiglio

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 23.03.2018 15:26

      Puoi valutare la Babyliss HSB100E 3D Liss Brush o la Remington CB7400: entrambi i modelli sono dotati di un buon numero di setole riscaldate e prevedono sistemi per contrastare l’effetto crespo ed elettrico.

  7. Domanda di Roberta | 29.12.2017 16:42

    Ho i capelli corti con un po’ di ciuffo, posso usare la spazzola lisciante?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.01.2018 12:45

      Sì, se hai capelli corti puoi puntare su un modello dalla superficie ridotta come la Apalus HC003 o la USpicy US-FS009.

  8. Domanda di serena | 16.12.2017 07:44

    Ho i capelli molto mossi, grossi e di media lunghezza, meglio la spazzola lisciante tonda o rettangolare? Che differenza c’è? Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.01.2018 12:39

      Date le caratteristiche della tua capigliatura, ti consigliamo una spazzola rettangolare: questi modelli hanno una superficie più ampia di quelli ovali, pertanto ti consentiranno di trattare con maggiore efficacia e velocità anche ciocche più larghe di capelli.

  9. Domanda di serena | 08.12.2017 08:25

    ciao ho i capelli medio lunghi, molto ondulati e grossi, cosa mi consigli? Su amazon parlano della Madame Paris…da 69€….
    Faccio bene o c’è altro?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 08.12.2017 10:42

      A nostro parere, tra i migliori modelli attualmente in commercio ci sono la Babyliss HSB100E 3D Liss Brush e la Remington CB7400: entrambe hanno un buon numero di setole e una superficie piuttosto ampia, caratteristiche che ci sembrano adeguate al tuo tipo di capelli.

  10. Domanda di Rita | 03.12.2017 15:43

    Ho pochi capelli trattati e crespi. Cosa mi consigli? Vorrei fare un acquisto adeguato ma senza esagerare con la spesa. Diciamo intorno ai 50/60€. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 04.12.2017 11:45

      Date le tue esigenze, puoi valutare la Babyliss HSB100E 3D Liss Brush o la Imetec Bellissima Magic Straight Brush PB5 100: sono entrambe dotate di rivestimento in ceramica, più delicato sui capelli, e di ionizzatore, per contrastare l’effetto crespo.