I migliori caschi da cross del 2019

Confronta i migliori caschi da cross del 2019 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Yema YM-915

Il migliore

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometrica
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraNon inclusa
Peso1,4 kg
Taglie disponibiliS - M - L - XL
Punti forti
  • Molto leggero
  • Spazio aggiuntivo per occhiali o auricolari bluetooth
  • Imbottitura in materiale antibatterico
  • Cinturino rinforzato
Punti deboli
    Nessuno

NBZH 037-470

Il miglior rapporto qualità prezzo

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometrica
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraMaschera colorata
PesoN.D.
Taglie disponibiliS - M - L - XL - XXL
Punti forti
  • Inclusi guanti, maschera e mascherina
Punti deboli
    Nessuno

NGB 483-870

Il più leggero

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometrica
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraNon inclusa
Peso1,4 kg
Taglie disponibiliM - L - XL
Punti forti
  • Molto leggero
Punti deboli
    Nessuno

Nenki NK-315

Il più economico

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometricaN.D.
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraNon inclusa
Peso1,8 kg
Taglie disponibiliS - M - L - XL
Punti forti
  • Molti colori disponibili
Punti deboli
    Nessuno

Airoh TW11

Da scoprire

OmologazioneECE 22.05
Chiusura micrometricaN.D.
Rivestimento interno asportabile e lavabile
Tipo di visieraNon inclusa
Peso1,4 kg
Taglie disponibiliS -M - L - XL
Punti forti
  • Filtro antipolvere
Punti deboli
    Nessuno
Dario.ramponi
Autore
Dario

I fattori decisivi per la scelta del casco da cross

Nonostante siano molte le differenze tra i motociclisti, una cosa li accomuna tutti: l'uso del casco. Il casco è la principale misura di sicurezza per proteggersi quando si guida una moto e, oltre ad essere una misura obbligatoria, è un elemento che può salvarci la vita. Gli elementi principali che compongono il casco sono la calotta esterna, l'imbottitura interna, il cinturino sottogola e la visiera, tuttavia esistono diverse tipologie di casco, ognuna con le sue caratteristiche peculiari. Ecco un elenco completo:

  • Caschi cross e off-road: questi caschi sono studiati per l'uso in gara e per questa ragione hanno una forma particolarmente aerodinamica. Inoltre, visto che il motociclista in gara è posto sotto sforzo, questi caschi devono assicurare una ventilazione ottimale. Infine, gli elementi più tipici sono la mentoniera particolarmente allungata e la visiera;casco da cross struttura laterale
  • Caschi integrali: questi caschi sono solitamente usati da chi guida moto di grossa cilindrata. Sono tra quelli che offrono una maggiore protezione, in quanto coprono completamente il viso e proteggono anche tutta la nuca;
  • Caschi jet e demi-jet: questo tipo di casco è il preferito di chi viaggia in scooter. Sono caschi abbastanza leggeri, ma non proteggono la mascella, il naso e la mandibola;
  • Caschi apribili e modulari: questi caschi possono essere inquadrati come una via di mezzo tra i caschi integrali e i jet, infatti la mentoniera di questi caschi può essere alzata o addirittura rimossa.

In questa guida all'acquisto abbiamo deciso di parlare dei caschi da cross, che sono tra i modelli più utilizzati e i preferiti da chi guida moto da cross, enduro o motard.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

casco da cross mascherina struttura frontale

Omologazione del casco da cross

Naturalmente la solidità del casco e quindi la sua sicurezza, sono gli elementi fondamentali da considerare prima di procedere all'acquisto. Ogni casco per essere messo in vendita deve superare l'esame per l'omologazione e per farlo deve soddisfare determinati criteri indicati dalla specifica europea ECE/ONU 22-05. L'omologazione vera a propria viene poi rilasciata dal paese in cui viene commercializzato il casco, nel nostro caso è il Ministero dei Trasporti ad ufficializzare le omologazioni. I dati dell'omologazione sono indicate su di un'etichetta presente su tutti i caschi cucita sul cinturino sottogola o stampata sulla calotta esterna del casco. Quest'etichetta riporta dei codici come quelli che potete vedere nell'immagine qui in basso:casco da cross etichetta omologazione

Paese di omologazione

Come dicevamo il paese di omologazione viene riportato sull'etichetta ed è rappresentato dal numero che segue le lettera E. Nel nostro caso la E sta ad indicare che il casco può essere usato in tutti i paesi che fanno parte dell'Unione Europea e il numero 3 significa che è stato omologato in Italia.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Direttiva europea e omologazione

I numeri che seguono specificano a quale direttiva europea si rifà l'omologazione del modello in esame. I primi due numeri, 0 e 5 nel nostro caso, indicano la versione del regolamento europeo a cui si è fatto riferimento per l'omologazione del casco, le altre cinque cifre, invece, riguardano l'omologazione del modello specifico.

Tipo di casco

Alla fine della serie c'è una lettera che sta ad indicare la tipologia di casco che ha ricevuto l'omologazione. Di seguito trovate l'elenco delle lettere che è possibile trovare sui caschi in commercio:

  • J: usata per i caschi jet o demi-jet, che sono sprovvisti di mentoniera;
  • NP: caschi dotati di mentoniera non protettiva, che può essere rimossa o reclinabile;
  • P: caschi integrali, in cui la mentoniera è protettiva e non rimovibile;
  • P-J: caschi modulari in cui la mentoniera può essere aperta o chiusa.

Numero di matricola

L'ultima serie di cifre è il numero di matricola e permette di identificare il casco specifico, in quanto è unica per ogni esemplare.casco da cross struttura obliqua


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Comodità

Ora che abbiamo specificato tutte le caratteristiche e le norme necessarie ad assicurarsi che il casco che si sta valutando sia sicuro, possiamo passare ad un altro fattore molto importante: la comodità. Questo fattore non è da sottovalutare, anche perché influenza la sicurezza del casco. Vediamo insieme i principali elementi che influenzano questo fattore:

Taglia

Come quando si sceglie un paio di scarpe, la taglia è importante, infatti un casco troppo stretto sarebbe impossibile da indossare, mentre uno troppo grande rischia di sfilarsi involontariamente. Per questo è importante trovare una misura che calzi a pennello e per farlo potete aiutarvi con delle tabelle come quella in basso, che riassumono la misura della testa adatta alle varie taglie. Segnaliamo, che la misura della testa va presa passando un metro da sarto appena sopra le orecchie.casco da cross taglia

Peso

Anche il peso è un valore importante da valutare perché influisce sulla comodità di un casco, infatti un casco troppo pesante rischia di affaticare eccessivamente il collo, soprattutto durante viaggi di lunga durata. Segnaliamo che i caschi da cross solitamente si aggirano intorno al chilo e mezzo, un valore non eccessivo che consente di viaggiare senza creare fastidi alla schiena, alle spalle o al collo.casco da cross mascherina sul casco


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Imbottitura interna

I vari modelli di casco da cross si differenziano anche per il materiale e la forma dell'imbottitura interna. Se la taglia del casco varia a seconda delle dimensioni del cranio, l'imbottitura interna è studiata per adattarsi a forme differenti. La quasi totalità delle imbottiture hanno una forma standard, tuttavia in qualche caso ne possiamo trovare alcune particolari che, per esempio, lasciano più spazio attorno all'orecchio in modo da permettere l'utilizzo di un auricolare bluetooth. Un altro fattore importante che riguarda l'imbottitura è la possibilità di essere rimossa per essere lavata. Infatti, soprattutto d'estate la testa può sudare molto e rimuovere l'imbottitura rappresenta sempre l'opzione più igienica. Vogliamo anche segnalare che alcuni caschi utilizzano un'imbottitura in materiale antibatterico.

Visiera

Questo è un altro fattore che influisce sia sulla sicurezza che sulla confortevolezza del casco. La visiera deve proteggere gli occhi dall'aria e da tutti i piccoli detriti con cui si può venire in contatto quando si è alla guida. Inoltre, se si guida fuoristrada è ancora più probabile trovare foglie o insetti e la visiera evita che questi arrivino agli occhi e mettano a rischio il guidatore. Alcune visiere, poi, proteggono gli occhi dalla luce solare per evitare di rimanere abbagliati. I caschi da cross si differenziano dalle altre tipologie in quanto utilizzano una mascherina separata dal casco. Facciamo notare che spesso questa non è inclusa e va acquistata a parte. Quest'opzione permette di scegliere la visiera che si preferisce e di cambiarla all'occorrenza. Per esempio durante una giornata di sole si può optare per una visiera scura, mentre in giorni più nuvolosi questo non è necessario. Oltre a questo, c'è anche un fattore estetico, che per molti non è da sottovalutare.casco da cross mascherina

Cinturino

Il cinturino contribuisce alla sicurezza in quanto è quello che permette al casco di restare saldo sulla testa del guidatore durante una caduta. Per questo motivo sia il materiale di costruzione che le cuciture del cinturino devono essere solide e di ottima fattura. Per quanto riguarda il comfort è bene che il cinturino sia ricoperto da un materiale morbido e magari da un'imbottitura, infatti, soprattutto durante i periodi caldi o viaggi di lunga durata c'è il rischio che lo sfregamento del cinturino irriti la pelle, provocando fastidi ed arrossamenti. Inoltre, in commercio esistono alcuni caschi che utilizzano un cinturino detto micrometrico, che utilizza una speciale chiusura apribile in modo veloce e comodo anche quando si indossano i guanti.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del casco da cross

I materiali sono importanti?

Come abbiamo detto i materiali sono estremamente importanti, in quanto sono il primo elemento che rende il casco sicuro da usare. Tuttavia c'è da dire che quando ci troviamo di fronte ad un casco in vendita un controllo dei materiali è già stato effettuato. Infatti, come abbiamo detto, in fase di omologazione il materiale del casco viene testato e riceve la certificazione solo se si dimostra sicuro al 100%. Ad ogni modo tra i caschi che ricevono l'omologazione esistono alcune differenze, soprattutto a livello della calotta esterna. I materiali più usati per la calotta protettiva sono il policarbonato, la fibra di carbonio, la fibra di vetro e la resina di plastica. Tutti questi materiali sono duri e resistenti, tuttavia esistono alcune differenze. I caschi in fibra di carbonio sono quelli dotati del miglior rapporto peso/resistenza, ma solitamente sono anche quelli più costosi. I caschi che utilizzano gli altri materiali sono un po' più pesanti. Infine, ricordiamo che anche il materiale del cinturino è importante ed è bene assicurarsi che sia morbido per evitare il formarsi di irritazioni e fastidi.

La marca è importante?

Durante la nostra analisi ci siamo resi conto che la marca non è così importante per la scelta di un casco. Infatti, gli elementi fondamentali per la scelta sono l'omologazione e il materiale della calotta. Una volta analizzati questi due elementi e alcuni altri aggiuntivi, come per esempio l'aerodinamicità del casco o il sistema di aerazione, la marca è poco importante. C'è da dire che alcuni marchi più noti esistono, ma a nostro avviso l'unico vero vantaggio che si ha scegliendo uno di questi marchi è il fatto che l'assistenza post vendita è assicurata.

Il prezzo è importante?

Il prezzo, a differenza della marca, è un elemento piuttosto importante da valutare quando si sceglie un casco. Il nostro consiglio è di non cercare di risparmiare troppo durante l'acquisto del casco, in quanto è un elemento fondamentale per la sicurezza che può salvarci la vita. Il prezzo dei caschi in commercio va all'incirca dai €30 in su. Ciò che cambia tra i modelli di fascia alta e quelli di fascia bassa è il materiale della calotta esterna, quello del cinturino e l'aerodinamicità del casco, oltre a tutti gli elementi estetici e di personalizzazione, come i disegni o i colori. Come abbiamo detto i caschi in fibra di carbonio hanno il miglior rapporto peso/resistenza e quindi sono i migliori disponibili sul mercato. Questi elementi li rendono anche più costosi degli altri modelli, quindi a questo punto per scegliere è utile valutare la frequenza con cui si desidera guidare la moto e la durata media dei viaggi.


I migliori due prodotti della categoria

8 persone su 10 approfittano di queste offerte

Quali sono i migliori caschi da cross del 2019?

La tabella dei migliori caschi da cross del 2019 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
Yema YM-915 69,99 €
NBZH 037-470 59,47 €
NGB 483-870 89,99 €
Nenki NK-315 61,21 €
Airoh TW11 151,71 €

"Casco da cross": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Yema YM-915

Migliore offerta: 69,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo

NBZH 037-470

Migliore offerta: 59,47€

Il più leggero

NGB 483-870

Migliore offerta: 89,99€