Le migliori spazzole del 2022

Confronta le migliori spazzole del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Sensation Profumerie
24,80 €
Beautye
23,31 €
Parfimo
24,90 €
Love The Hair
13,50 €
Amazon
6,55 €
Amazon
26,00 €
Feel your look
23,70 €
Amazon
24,91 €
Echarme
13,95 €
Capelli 24
17,80 €
Ditano
29,78 €
Love The Hair
24,42 €
Casa del Profumo
14,57 €
Dafne Profumi
31,43 €
Amazon
25,00 €
Passione Professionale
14,90 €
Marisa Profumerie
32,00 €
Modeling Shop
25,22 €
Amazon
16,20 €

Forma

Cilindrica

Cilindrica

Cilindrica

Ovale

Paddle

Materiale struttura

Legno

Ceramica

Ceramica

Plastica

Plastica

Materiale setole

Cinghiale

Sintetiche

Sintetiche

Plastica

Nylon

Tipo di capelli

Lunghi

Lunghi

Lunghi e di media lunghezza

Tutti

Lunghi e di media lunghezza

Dimensioni/diametro

33 mm

45 mm

35 mm

6.5 x 22 x 4 cm

n.d.

Usi consigliati

Lisciare

Lisciare, creare onde morbide

Creare volume, creare onde morbide

Districare i capelli bagnati, distribuire balsamo e shampoo

Districare, lisciare in modo naturale

Punti forti

Delicata

Ideale per la messa in piega di capelli lunghi

Ideale per volumizzare e creare onde

Ideale in doccia

Ideale per una messa in piega naturale

Liscia in modo impeccabile

Mantiene il calore e lo distribuisce uniformemente

Per capelli di media lunghezza, lunghi e frange lunghe

Aiuta la distribuzione del balsamo

Manico antiscivolo

Non rovina i capelli

Asciugatura veloce

La ceramica offre scorrevolezza e distribuisce il calore uniformemente

Riduce la rottura dei capelli

Permette di creare onde morbide

Punti deboli

Non adatta ai capelli corti

Da non utilizzare vicino a fonti di calore

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere la spazzola per i capelli

La spazzola per capelli è uno degli oggetti della beauty routine più semplici ma ancora oggi indispensabili proprio perché viene utilizzata sia per realizzare diversi tipi di messa in piega, sia per avere ogni giorno una chioma sempre in perfetto ordine. Nonostante l’avvento di apparecchi sempre più tecnologici per lo styling dei capelli, come le piastre, gli arricciacapelli, le spazzole rotanti e quelle liscianti, la spazzola rimane un accessorio immancabile nelle nostre case.

In realtà l’esigenza di spazzolare i capelli è molto antica, infatti già i Greci destinavano dei particolari pennelli a questo tipo di uso, seguiti dai Romani che invece si servivano dell’estremità della coda di animali. Una vera e propria diffusione della spazzola per capelli si ebbe nel 1400, quando a Norimberga fu avviata la produzione della prima spazzola con manico.
spazzolaAnche se può sembrare strano, questo pratico oggetto non era così ambito e, infatti, bisognerà attendere il XVIII secolo affinché si trasformi ulteriormente diventando la spazzola per capelli che noi tutti conosciamo. A brevettare la versione più moderna fu una parrucchiera di New York, Lyda Newman, con origini afroamericane, la quale diede vita a un modello realizzato con setole sintetiche, appositamente pensato per districare anche i capelli più difficili come quelli delle donne afroamericane.

A partire da allora, la spazzola per capelli è diventata uno strumento necessario e irrinunciabile, realizzata con materiali sempre più innovativi capaci di garantire delle ottime performance durante la messa in piega, sia essa realizzata con o senza asciugacapelli. In questa guida vi aiuteremo a scegliere la migliore soluzione per il vostro tipo di capelli tra le innumerevoli proposte disponibili sul mercato.

Tipologie

Ad ogni tipo di capello la sua spazzola, proprio per questo motivo i diversi marchi specializzati in prodotti dedicati all’hair style offrono una miriade di possibilità per poter districare anche i capelli più difficili e ostinati. A seconda del tipo di chioma infatti sarà più adatta una particolare tipologia di spazzola: scopriamo insieme quali sono le possibilità disponibili.

Spazzola piatta

La spazzola piatta, detta anche a remo o paddle, è particolarmente indicata per capelli molto lunghi, folti e lisci. È caratterizzata da una forma quasi sempre rettangolare, ma in alcuni casi anche ovale, e in alcuni casi presenta un cuscinetto molto morbido per garantire il massimo comfort durante lo spazzolamento. Si tratta di uno dei modelli più versatili che può essere utilizzata tranquillamente su capelli asciutti senza il rischio di spezzarli.

spazzola piatta

Spazzola vent

Anche la spazzola vent presenta una forma rettangolare ma più stretta rispetto al modello piatto, inoltre i denti sono ben distanziati tra di loro in modo da poter sciogliere anche i nodi più difficili. Viene infatti utilizzata come valida alternativa al classico pettine, essendo decisamente più delicata durante l’utilizzo.

Spazzola curva

Se invece amate portare i capelli corti, magari un bel caschetto, la spazzola curva potrebbe essere il modello più indicato. Così come suggerisce il nome, si tratta di una spazzola con forma curvata che garantisce una lisciatura perfetta, senza la necessità, in alcuni casi, di ricorrere all’impiego di apposite piastre.

spazzola curva

Spazzola rotonda

Sulla spazzola rotonda ci sarebbe molto da dire, poiché in commercio non esiste un solo modello, anzi solitamente si distingue per dimensioni ma anche per i differenti manici. Vediamo le tipologie più diffuse:

  • Grande: la spazzola rotonda grande è indispensabile qualora si volesse ottenere una messa in piega impeccabile, degna dei migliori parrucchieri. Grazie alla sua forma cilindrica, con diametro che varia dai 40 ai 60 mm, potrà essere utilizzata sia per lisciare che creare delle morbide onde;
  • Stretta: così come quella grande anche la spazzola rotonda stretta è perfetta per ottenere capelli lisci o morbide onde, ma va utilizzata su chiome corte. Il diametro infatti presenta delle dimensioni molto più ridotte, dai 20 ai 40 mm, proprio per facilitarne l’utilizzo;
  • Da cotonatura a coda: altro modello altrettanto diffuso è la spazzola rotonda con il manico a punta, con forma molto più stretta e con diverse funzioni. Quella principale è la cotonatura, ma può essere utilizzato anche per separare le ciocche o definire le righe.

Tangle

Se invece siete alla ricerca della spazzola perfetta per districare i capelli e sciogliere i nodi sotto la doccia, anche quelli più ostinati, la spazzola Tangle è forse il modello che fa al caso vostro. Per la sua particolare forma viene definita anche spazzola per capelli senza manico, ideale quindi per essere utilizzata su capelli bagnati, senza il rischio di danneggiarli o spezzarli.

spazzola tangle

Spazzola sferica

Uno dei modelli più particolari è la spazzola sferica costituita da una spazzola a forma di pallina che può essere utilizzata facendola girare in tutte le direzioni senza che i capelli restino impigliati. Questo modello è indicato per creare una piega mossa e permette di modellare soprattutto la parte finale della ciocca, per un effetto ondulato e chic.

Spazzole di ultima generazione

Ovviamente le nuove tecnologie sono entrate prepotentemente anche nel mondo delle spazzole per capelli dando vita a numerose alternative in grado di sostituire sia asciugacapelli che piastre. Stiamo parlando delle spazzole elettriche nelle loro versioni più diffuse, che sono quella rotante e lisciante, per asciugare e modellare ogni ciocca secondo i propri gusti. Tra le spazzole più innovative ci sono anche quelle ioniche, in grado appunto di rilasciare ioni per ottenere capelli più lisci e senza il fastidioso effetto crespo.

Pettine

Non solo le spazzole per capelli, ma anche i pettini rientrano a pieno negli oggetti più indispensabili dell’hair style. Anche in questo caso sono presenti diverse categorie, ognuna con una funzione ben specifica:

  • A denti larghi: il pettine a denti larghi viene utilizzato soprattutto per districare i nodi in modo facile sotto la doccia, quindi su capelli bagnati o anche per allentare i ricci e creare uno sfizioso effetto mosso;
  • Manico a punta: anche il pettine può essere dotato di manico a punta stretta, utile sia per dividere e separare le ciocche che per creare le acconciature più diverse, soprattutto se avete capelli molto lunghi.

Materiali delle spazzole

Il corpo di una spazzola è costituito principalmente da un manico e dalle setole, che a loro volta sono costituite da materiali di costruzione essenziali affinché ogni modello possa svolgere perfettamente la propria funzione e che, infatti, ne determinano efficacia e resistenza nel tempo. Di seguito vi elenchiamo i materiali più diffusi per le diverse parti della struttura di una spazzola per capelli.

spazzola ceramica

Corpo della spazzola

Abbiamo visto finora che la maggior parte delle spazzole per capelli è dotata di un manico che a seconda dei modelli può assumere diverse forme. Solitamente presenta un design ergonomico quindi facile da impugnare, o può assottigliarsi e diventare a punta per aiutare la realizzazione di determinati tipi di styling. Altro fattore importante da sottolineare sono i materiali impiegati per la realizzazione che sono:

  • Legno: la versione più classica delle spazzole è quella con corpo in legno, un materiale molto resistente, ma che purtroppo ha la tendenza ad accumulare batteri, quindi se ne consiglia una pulizia più frequente;
  • Ceramica: negli ultime anni le spazzole con corpo in ceramica si stanno diffondendo sempre di più, questo perché, così come affermano i professionisti dello styling, è un materiale in grado di assorbire il calore del phon per rilasciarlo in maniera omogenea sui capelli, a differenza del metallo che invece lo riflette e quindi il capello ne risulta danneggiato per l’eccessivo calore;
  • Plastica: altro materiale valido e molto impiegato per la realizzazione del corpo della spazzola è la comune plastica, molto resistente e pratica e inoltre non surriscalda i capelli durante l’utilizzo.

spazzola legno

Setole

Anche le setole giocano un ruolo decisivo nella scelta di una spazzola per capelli, infatti queste possono essere mobili o rigide, le prime adatte a districare capelli asciutti, poiché riescono a flettersi, le seconde invece, quelle rigide, sono fissate sul corpo della spazzola e non sul cuscinetto e sono più adatte all’asciugatura dei capelli, quindi si utilizzano su capelli bagnati. Ma vediamo quali sono i principali materiali impiegati per la loro realizzazione:

Setole sintetiche

Tra i materiali maggiormente impiegati per realizzare setole sintetiche abbiamo il nylon o altri elementi plastici che garantiscono buone prestazioni, anche durature nel tempo. L’aspetto negativo delle setole sintetiche è che possono più facilmente spezzare i capelli e sono meno delicate rispetto a quelle naturali.

Setole naturali

Tra le setole naturali una tipologia abbastanza comune e ricercata sono quelle di cinghiale, poiché favoriscono la crescita sana dei capelli attraverso massaggi delicati al cuoio capelluto. Sono anche in grado di distribuire in modo uniforme gli oli del cuoio capelluto, portando via quello in eccesso e il risultato è una chioma lucente e morbida. Di contro sono meno performanti per la messa in piega con l’asciugacapelli che, in questi casi, necessiterà di più tempo. Ma è per questo per le setole naturali sono più delicate e rispettano la salute del capello molto di più rispetto a quelle in nylon o in plastica.

spazzola setole cinghiale

Setole in legno

Il legno viene utilizzato spesso anche per le setole o i denti. Si tratta di una versione più ecologica della spazzola, in grado di prevenire grovigli e inoltre sono più facili da pulire. Le spazzole con denti in legno sono antistatiche, quindi evitano l’accumularsi elettricità nei capelli.

Uso della spazzola per capelli

Ogni spazzola per capelli presenta una funzione ben precisa e, infatti, una delle prime cose da chiarire prima di procedere con l’acquisto riguarda il tipo di utilizzo che se ne andrà a fare, onde evitare di portarsi a casa il modello sbagliato. Solitamente i principali usi di una spazzola sono i seguenti.

Spazzola districante

Il compito principale di una spazzola è quello di districare, quindi sciogliere o sbrogliare eventuali nodi per ottenere una chioma morbida e perfetta. Le spazzole più adatte sono quelle piatte, la vent, la tangle come anche i pettini, specialmente quelli a denti larghi sui capelli bagnati.

Spazzola lisciante

Uno degli effetti più ricercati durante la messa in piega è quello lisciante che si può ottenere facilmente senza ricorrere a piastre, ma utilizzando la giusta spazzola. Le migliori per lisciare sono: le cilindriche grandi con un diametro di almeno 40 mm, quelle rotonde e quelle piatte, quest’ultime perfette per realizzare un effetto liscio ma naturale. 

Spazzola volumizzante

Anche gli styling voluminosi con onde sono molto ambiti e per ottenerli basterà dotarsi di spazzole cilindriche di diametro inferiore ai 40 mm, meglio se dotate di manico a punta con cui suddividere le ciocche per creare onde più o meno strette attraverso il calore dell’asciugacapelli e la spazzola che andrà posizionata in verticale rispetto al viso. Per un volume alla base invece è necessario sollevare le singole ciocche dalla radice e creare lo styling con l’aiuto del getto d’aria dell’asciugacapelli. Infine, con le spazzole cilindriche è possibile anche dare forma alle punte, rivolgendole verso l’alto o il basso a seconda delle proprie preferenze.

spazzola per districare

Le domande più frequenti sulle spazzole per capelli

Quanto costa una spazzola per capelli?

In commercio sono disponibili prodotti per tutte le tasche, con un prezzo di partenza di circa 6€ per alcuni modelli. A seconda dei materiali e delle qualità tecniche di ogni tipologia, il costo potrebbe aumentare fino a raggiungere cifre ben più alte, che possono sfiorare anche i 180€. Si tratta ovviamente di prodotti con caratteristiche più professionali, materiali ricercati, come le setole di cinghiale, e molto spesso appartenenti a brand rinomati nel mondo dell’hair-style. A ogni modo, con circa 20/30 € sarà possibile acquistare un buon prodotto in grado di soddisfare le più svariate esigenze dettate dai vostri capelli nel rispetto dalla salute della chioma.

Quali sono i migliori marchi di spazzole per capelli?

Data la vasta offerta, potrebbe sorgere il dubbio sul brand da preferire. Tra quelli più rinomati per la qualità dei suoi prodotti ricordiamo ghd, uno dei marchi con maggiore successo in questo settore non solo per gli apparecchi per lo styling ma anche per le spazzole classiche. Altri brand altrettanto apprezzati sono Olivia Garden, Termix, Tangle Teezer, che ha lanciato l’originale spazzola tangle, e Wet Brush.

spazzola come lisciare capelli

Come usare la spazzola per capelli?

Un uso molto frequente della piastra per capelli potrebbe portare all’indebolimento dei capelli, ma avere capelli lisci e setosi resta sempre uno degli styling più richiesti e realizzati. Per ovviare a questo problema si può facilmente ricorrere all’utilizzo di una spazzola e dell’asciugacapelli: per capelli corti è consigliabile una spazzola piatta, mentre per chiome lunghe o di media lunghezza, una spazzola rotonda di diametro diverso a seconda della lunghezza delle ciocche, sarà più che adeguata. Vediamo come procedere:

Lavaggio dei capelli

Dopo aver lavato i capelli con shampoo  e balsamo, sarà necessario districare la chioma con l’apposita spazzola o con un pettine a denti larghi, in modo da sciogliere eventuali nodi; a questo scopo è meglio prediligere una spazzola a setole rigide ma delicate sul cuoio capelluto.

Asciugatura

Prima di procedere con la messa in piega è essenziale per non rovinare i capelli sottoponendoli ad un calore eccessivo, eliminare l’acqua in eccesso, asciugandoli solo con il phon per lasciarli appena umidi o addirittura asciutti.

Olio per capelli

Se non vi piace l’effetto gonfio potrete applicare una piccola quantità di olio per capelli o un olio vegetale (come quello di cocco) o un gel all’aloe vera, che oltre a eliminare l’effetto antistatico, nutrirà a fondo la vostra chioma; in commercio esistono inoltre specifici oli che proteggono la chioma dal calore del phon.

Messa in piega con spazzola e phon

Potrete a questo punto procedere con lo styling che cambia a seconda della spazzola scelta. Se vi siete decisi a utilizzare un modello piatto, basterà farla scorrere sui capelli in tutte le direzioni, seguita dal beccuccio del phon che dovrà essere posizionato vicino alle setole. Nel caso in cui abbiate optato per un modello rotondo, bisognerà asciugare i capelli dalla radice, avvolgendo le ciocche da sotto e attorno alla spazzola, mentre il phon dovrà agire dall’alto verso il basso a qualche centimetro di distanza dalle setole. Per creare un effetto mosso o ondulato è necessaria invece una maggiore manualità: per creare onde, ad esempio, la spazzola andrà tenuta in posizione verticale e fatta girare in modo da avvolgere la ciocca dalla radice alle punte.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
La migliore
Diego dalla Palma Spazzola legno L

Diego dalla Palma Spazzola legno L

Migliore offerta: 26,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo
ghd Ceramic Brush 3

ghd Ceramic Brush 3

Migliore offerta: 25,00€