I migliori integratori di psillio del 2024

Confronta i migliori integratori di psillio del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amazon
9,99 €
semprefarmacia
17,68 €
parafarmaciaovf
11,90 €
redcare
18,98 €
farmaciacontinua
6,21 €
effeverde
17,93 €
farmabe
12,59 €
amazon
21,79 €
openfarma
6,46 €
farmadrive
17,94 €
comproinfarmacia
12,59 €
farmaciamascia
6,46 €
dokidaki
18,21 €
farmaciaroccocom3
12,59 €
farmaciasalvati
6,46 €
dottorconvenienza
18,26 €
amazon
14,45 €
amazon
6,59 €

Dati tecnici

Formato

Bucce

Capsule

Polvere

Semi

Gel

Quantità

200 - 400 - 1000 g

200

200 g

1000 g

20 bustine

Bio

Punti forti

Da agricoltura biologica

Più facili da consumare rispetto alla versione solubile

Da agricoltura biologica

Da agricoltura biologica

Pratico da portare con sé

Si può aggiungere a bevande e cibi

Punti deboli

Un po' più difficili da assumere

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere lo psillio

Quando si pensa al benessere del nostro organismo, è importante ricordare che esso deriva anche, per una buona parte, dallo stato di salute del tratto digerente, e con questo ci riferiamo soprattutto a stomaco e intestino: due organi che, a causa del nostro odierno stile di vita, sembrano soffrire in modo particolare. Dopo aver già creato alcune pagine su diversi prodotti utili al benessere dell’apparato digerente, quali i digestivi, il carbone vegetale e la bromelina, abbiamo pensato di creare questa guida dettagliata sullo psillio, un prodotto estremamente utile al mantenimento della salute dell’intestino.Psillio
Qui potrete trovare tutte le informazioni utili a un acquisto consapevole di questo prodotto naturale dalle molte proprietà.

Cos’è lo psillio e a cosa serve

Lo psillio è una pianta officinale – ovvero dalle proprietà curative e medicamentose, e dunque utilizzata a fini terapeutici – assai diffusa nel bacino del Mediterraneo e nel Medio Oriente. Essa appartiene alla famiglia delle Plantaginaceae, e le proprietà per le quali viene utilizzata risiedono nei suoi semi di colore marrone scuro, i quali, insieme alla cuticola che li avvolge, sono ricchi di polifenoli, mucillagini, silice, vitamina C, polifenoli, zinco, sodio e potassio.
Oltre a essere un lassativo naturale molto valido, lo psillio possiede proprietà emollienti e lenitive che lo rendono, tra le altre cose, un ottimo rimedio contro la sindrome dell’intestino irritabile e altri disturbi del tratto digerente. Andiamo adesso a vedere nel dettaglio tutte le proprietà di questa pianta officinale.

Azione lassativa

Si tratta senz’altro della caratteristica che ha reso lo psillio famoso: come abbiamo già accennato, i suoi semi sono ricchi di mucillagini, ovvero glicoproteine vegetali in grado di assorbire grosse quantità di liquido, dando origine a delle soluzioni gelatinose o vischiose. Tali sostanze, quando ingerite, a contatto con l’acqua presente nell’intestino vanno a creare un rivestimento mucillaginoso molto voluminoso, che rende le feci compatte, morbide e facili da espellere. Ecco perché lo psillio, nelle dosi adeguate, è anche un ottimo alleato contro la stitichezza e la costipazione.
Tali proprietà di questa pianta la rendono adatta anche in caso di emorroidi e ragadi anali: entrambe situazioni che possono beneficiare di feci morbide e lubrificate dalle mucillagini.
Paradossalmente, avendo la capacità di assorbire grandi quantità di liquidi, può aiutare anche in caso di diarrea.

Azione dimagrante

Grazie alla proprietà già citata dei semi di psillio, e in particolare delle mucillagini che sono contenute al loro interno, di aumentare notevolmente il proprio volume in presenza di liquidi, non è raro che tale prodotto venga assunto al fine di creare, nello stomaco, un senso di sazietà. Essendo inoltre ricco di fibre e povero di carboidrati, è particolarmente indicato per la dieta keto.

Azione prebiotica

Questa proprietà nasce dal fatto che i semi di psillio, non essendo di fatto digeribili, rappresentano, una volta raggiunto il lume intestinale, un ottimo nutrimento per la flora batterica che in esso risiede, facendo dunque aumentare il numero dei batteri utili, e rinforzando e migliorando la risposta immunitaria non solo dell’intestino ma dell’intero organismo.Psillio semi

Azione antinfiammatoria

Questa azione è possibile, ancora una volta, grazie alla presenza delle mucillagini, le quali, con la loro azione emolliente e lenitiva, agiscono al loro passaggio sulle mucose di stomaco, esofago e intestino, prevenendo la comparsa di infiammazioni e calmando quelle eventualmente già presenti.

Ottimo per combattere trigliceridi e colesterolo

Da alcuni studi sembra che grazie alla grossa presenza di fibre nei suoi semi, lo psillio riduca l’assorbimento dei grassi, prevenendo quindi anche la sedimentazione degli stessi nei vasi sanguigni, e andando così a rappresentare un ottimo alleato contro il colesterolo “cattivo” e i trigliceridi. La conseguente maggiore fluidità del sangue sembra aiuti anche a combattere l’ipertensione arteriosa.

Utilizzato come addensante

Impiegato in cucina soprattutto nelle ricette vegane, lo psillio in polvere e le cuticole rappresentano un valido sostituto alle uova, quando utilizzate come addensanti negli impasti di dolci, e a qualunque altro prodotto avente questa funzione.Psillio addensante sostituisce uova
A volte in tali formati lo psillio viene impiegato anche in prodotti cosmetici di origine naturale, al fine di creare creme o gel.

Formati dello psillio e modalità di assunzione

Lo psillio esiste in molti formati differenti, tutti in egual modo efficaci fatta eccezione per i semi (di cui parleremo fra poco), ma diversi per modo di utilizzo e dosi di assunzione. In generale, per quanto riguarda quest’ultimo punto, bisogna sottolineare che le indicazioni fornite non sono sempre concordanti: se la maggior parte delle case produttrici di prodotti a base di psillio, infatti, suggerisce un’assunzione giornaliera massima compresa tra i 10 g e i 25 g, altre consigliano di non superare i 5-7 g al giorno. Per questo, consigliamo vivamente di leggere sempre con attenzione le istruzioni allegate al prodotto acquistato, così da non incorrere nel rischio di sotto o sovradosaggio.
Un altro suggerimento che ci teniamo a dare riguarda l’utilizzo dello psillio come lassativo o come prodotto a supporto di una dieta dimagrante: nel primo caso, sarà opportuno assumerlo lontano dai pasti, così da lasciare che il tratto digerente assorba dai cibi ingeriti durante il pasto le sostanze nutritive necessarie. Nel secondo caso, invece, sarà consigliabile assumere lo psillio durante o poco prima del pasto, accompagnato da qualche bicchiere d’acqua o altre bevande, così da sfruttare l’effetto tipico delle mucillagini che, gonfiandosi grazie all’assorbimento dei liquidi, creeranno un senso di sazietà.
Vediamo insieme di seguito nel dettaglio le varie forme di psillio in commercio.

Polvere

Lo psillio in questa forma è costituito dalla polvere ricavata dall’essiccazione e macinazione delle cuticole (bucce) dei semi della suddetta pianta; la polvere va assunta nelle dosi raccomandate dalle singole case produttrici, disciolto in un abbondante bicchiere d’acqua o altra bevanda. Se utilizzato in cucina come addensante, scioglierne un paio di cucchiaini in acqua e aggiungere la soluzione ottenuta all’impasto
Va però precisato che, quando diluito in un liquido, lo psillio in polvere tende a formare rapidamente un gel che, aggiunto al suo sapore, ne rende l’assunzione molto poco piacevole. In alternativa, potete quindi acquistare la polvere di psillio aromatizzata (ad esempio all’arancia).Psillio polvere di cuticola

Cuticole (a volte descritte come bucce o fiocchi)

Le cuticole, più comunemente chiamate bucce (a volte definite fiocchi da alcune aziende), costituiscono il rivestimento dei semi di psillio. In esse si concentra la maggior parte delle proprietà di questa pianta officinale, in quanto le mucillagini, responsabili di tali caratteristiche, sono contenute in grossa quantità in questa parte del seme. Le cuticole possono essere utilizzate in modi differenti: aggiunte a bevande calde o fredde, a succhi di frutta o frullati, o persino allo yogurt e al porridge. Come la polvere, le bucce dello psillio costituiscono in cucina un’ottima alternativa alle uova o altre sostanze utilizzate come addensanti di impasti.Psillio cuticole
Grazie a quest’ultima proprietà, le cuticole vengono impiegate anche per preparati cosmetici quali creme e gel.

Semi

I semi di psillio così come sono rappresentano forse l’unico caso in cui il prodotto può essere leggermente meno efficace di altri, e per il quale vale la pena fare qualche precisazione in più rispetto alle modalità di assunzione. Innanzitutto va tenuto presente che, come già detto, essendo le mucillagini contenute nelle cuticole, i semi non avranno le stesse proprietà di queste ultime. Le modalità di assunzione dello psillio sotto forma di semi differiscono abbastanza da quelle degli altri formati:

  • per effetto lassativo: mettere in ammollo i semi in un bicchier d’acqua o in una tisana per una ventina di minuti e berne l’estratto gelatinoso;
  • per favorire l’evacuazione e come gastroprotettore: immergere i semi in un bicchiere d’acqua e bere ingerendo sia il liquido che i semi.

In entrambi i casi, limitarsi sempre alle dosi giornaliere raccomandate.

Capsule

In questa forma farmaceutica lo psillio va assunto come qualunque altro integratore alimentare, accompagnato da un abbondante bicchiere d’acqua. Come sempre, a seconda dello scopo ultimo per il quale si prende tale prodotto, se ne assumerà una dose piuttosto che un’altra. Consultare il bugiardino per non incorrere in dosaggi non adeguati.Psillio capsule

Gel

Lo psillio sotto forma di gel non è, come si può pensare, in formato liquido fin dal momento dell’acquisto: per far sì che esso diventi gel, infatti, bisogna sciogliere una bustina monodose di polvere di cuticole in 200 ml d’acqua, mescolare bene e bere immediatamente la soluzione vischiosa (il gel vero e proprio) che si ottiene. Utilissimo come lassativo, come regolatore dell’attività prebiotica e come naturale lenitivo ed emolliente per il tratto intestinale.Psillio gel

Controindicazioni e possibili effetti collaterali

Essendo i semi di psillio derivanti da una pianta, dunque un prodotto al cento per cento naturale, non ci sono particolari controindicazioni al suo utilizzo in alcuno dei formati disponibili. Fatta questa premessa, è comunque possibile che alcuni soggetti abbiano una soggettiva intolleranza o allergia a tale pianta, ragion per cui, in questi casi, il suo utilizzo è altamente sconsigliato, sia che lo psillio si presenti in forma di polvere, cuticole, compresse o altri formati. Lo stesso discorso vale per gli effetti collaterali, che non sono solo estremamente rari ma anche di lieve entità: soggetti allergici allo psillio hanno riportato principalmente orticaria, rinite e congiuntivite.
Un’accortezza che sarebbe opportuno avere riguarda un importante aspetto legato al meccanismo d’azione di tale pianta, in particolare delle mucillagini in essa contenute: è fondamentale associare l’assunzione di tale prodotto a un abbondante consumo d’acqua o di altre bevande. Questo per evitare che le mucillagini assorbano troppi liquidi presenti nel lume dell’intestino, generando feci estremamente compatte e asciutte, e creando dunque un problema di stitichezza. Questa situazione, seppur rara, può occorrere solitamente in pazienti anziani, ed ecco perché è importante che essi siano al corrente di dover bere molti liquidi durante il periodo di assunzione dello psillio.

Le domande più frequenti sullo psillio

Dove acquistare lo psillio?

Il negozio più comune dove acquistare lo psillio è senza dubbio l’erboristeria, in cui sarà possibile trovarlo in uno dei tanti formati esistenti: polvere, capsule, semi o cuticole (quelle più comunemente definite bucce). Se si preferisce invece comprare tale prodotto online, ricevendolo direttamente a casa, si può optare per uno dei tanti siti di acquisti online, dove, come nel caso di tantissimi prodotti per la salute, la scelta è incredibilmente ampia e variegata.

Quanto costa lo psillio?

Il costo dello psillio dipende principalmente dalla tipologia di prodotto che si vuole acquistare, e in maniera marginale anche dalla marca; ecco i costi medi, divisi in base al formato:

  • polvere: la maggior parte dei prodotti in polvere è costituita da confezioni da 200 g, per un costo medio tra 12 € e 20 €;
  • cuticole o bucce: di solito si tratta di confezioni da 1 kg, a costi molto variabili. Si va da prodotti da 17 € fino a 50 €;
  • semi: 1 kg costa in media 18-20 €;
  • capsule: le confezioni contengono solitamente 180 capsule, per un costo medio tra 18 € e 22 €.

Quali sono le principali marche di psillio?

Lo psillio è un prodotto naturale utilizzato da molte aziende per prodotti della salute e case farmaceutiche; le marche sul mercato sono tante, e producono diverse tipologie di prodotti, da quelli in polvere, alle compresse, alle classiche cuticole o semi. Le principali marche di psillio sono Nutravita, Amoseeds, Erbavoglio e Orgaliane.
Ci teniamo a dire che, in particolare quando si tratta dello psillio nella forma di cuticole o semi, si può dire che una marca valga più o meno l’altra, in quanto si tratta del prodotto puro così com’è e non propriamente lavorato, tuttavia è sempre preferibile acquistare un prodotto ottenuto da agricoltura biologica.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato