I migliori integratori di zinco del 2020

Confronta i migliori integratori di zinco del 2020 e leggi la nostra guida all'acquisto.

GloryFeel Nature zink

Il migliore

FormatoGocce
mg per dose15
Puro
Vitamine
Altri minerali
Punti forti
  • Senza additivi
  • Senza glutine e lattosio
  • Confezione di lunghissima durata
  • Prodotto vegano
Punti deboli
  • Nessuna azione combinata

GloryFeel Zinco Zn

Il miglior rapporto qualità prezzo

FormatoCompresse
mg per dose25
Puro
Vitamine
Altri minerali
Punti forti
  • Compresse vegane senza additivi
  • Dose giornaliera 1 compressa
  • In confezioni di lunga durata
Punti deboli
  • Nessuna azione combinata

Nutrimea Zinco citrato

FormatoCapsule
mg per dose40
Puro
Vitamine
Altri minerali
Punti forti
  • Trattamento da 3 mesi
  • Senza glutine e lattosio
  • In confezione riciclabile
Punti deboli
  • Nessuna azione combinata

Yamamoto Nutrition ZmaPRO

FormatoCapsule
mg per dosen.d.
Puro
VitamineB6
Altri mineraliMagnesio
Punti forti
  • Indicato per gli uomini sportivi
  • Sostiene lo sviluppo muscolare
  • Arricchito con vitamina B6 e magnesio
Punti deboli
    Nessuno

Solgar Picozinco

FormatoCompresse
mg per dose11
Puro
Vitamine
Altri minerali
Punti forti
  • Mezza compressa al dì
  • Per la salute di unghie, pelle, capelli e ossa
  • A base di zinco picolinato
Punti deboli
  • Trattamento breve
Qualescegliere.it
Autore
Redazione

I fattori decisivi per la scelta degli integratori di zinco

Gli integratori di zinco si presentano in diversi formati e svolgono numerosissime funzioni all’interno nel nostro organismo. Lo zinco è un minerale molto importante per regolare il funzionamento di molti ormoni e dell’insulina e solitamente viene assunto attraverso alimenti come il pesce, i cereali o anche i legumi. In media ogni organismo adulto ne contiene da 1,5 a 2,5 g, localizzato soprattutto nei globuli bianchi, occhi, pelle, reni, pancreas, ossa e muscoli.integratori di zinco capelliIn caso di carenza di questo minerale è quindi importante reintrodurlo nell’organismo attraverso degli integratori di zinco, contenenti il dosaggio essenziale per raggiungere un sano e corretto equilibrio psicofisico. Quando il nostro organismo si trova in deficit di zinco è possibile notare alcuni sintomi come la perdita di capelli, la diminuzione del senso dell’olfatto, infezioni frequenti, eruzioni cutanee e in alcuni casi diarrea. In presenza di questi segnali è quindi possibile ricorrere all’assunzione di integratori di zinco che aiuteranno a ridurre i sintomi riportando il giusto equilibrio. In commercio sarà facile trovare molte tipologie di integratori di questo minerale, in diversi formati, confezioni o associato ad altre utili componenti.
In questa guida vi aiuteremo ad analizzare ogni aspetto relativo al loro acquisto, al fine di scegliere la tipologia più adatta alle vostre necessità.

Formato

La prima distinzione da fare tra i vari formati di integratori di zinco disponibili in commercio riguarda la consistenza del prodotto, quindi se si tratta di un prodotto in formato liquido, in compresse o in capsule. Di seguito tutte le differenze tra le diverse tipologie e soprattutto i vantaggi e svantaggi insiti nello scegliere una piuttosto che un’altra.

Zinco in gocce

Lo zinco come integratore può essere assunto sotto forma di gocce, quindi acquistando un formato liquido del prodotto. integratori di zinco gocceSolitamente il dosaggio in gocce è molto comodo e pratico, soprattutto nel definire le quantità da assumere ogni volta, poiché il flacone sarà sicuramente provvisto di contagocce. Inoltre gli integratori in gocce, spesso, contengono meno eccipienti rispetto alle compresse.

Zinco in compresse

Gli integratori di zinco in compresse, oltre al minerale, possono presentare altri ingredienti necessari per la realizzazione della stessa compressa. Di solito si tratta di un formato abbastanza piccolo, quindi più facile da ingerire rispetto a una capsula. integratori di zinco compresseTra questi ingredienti troviamo i leganti, necessari per unire i componenti tra di loro; i coloranti, utilizzati in alcuni casi per colorare la compressa; gli additivi e altre sostanze aromatizzanti. Il nostro consiglio è di verificare attentamente sull’etichetta del prodotto gli ingredienti contenuti per prendere coscienza di cosa si andrà ad ingerire.

Zinco in capsule

Un altro formato in cui è possibile acquistare gli integratori di zinco è la capsula, ovvero un piccolissimo contenitore cilindrico con all’interno della polvere, in questo caso di zinco. integratori di zinco capsuleLe capsule possono essere assunte sia interamente con il contenitore o possono anche essere aperte per poi assumerne soltanto la polvere contenuta.

Zinco puro

Se si è alla ricerca di un integratore di zinco puro è molto importante leggere attentamente quanto riportato sull’etichetta nella sezione ingredienti. Molto spesso, infatti, oltre allo stesso zinco, come abbiamo già accennato nei precedenti paragrafi, è possibile trovare altre sostanze che vengono impiegate per legare i componenti o per dare più sapore e colore alla compressa. Inoltre, anche se sull’etichetta del prodotto viene riportata la dicitura zinco puro, è probabile che l’integratore sia potenziato da vitamine aggiuntive.

Associazioni

L’integratore di zinco più efficace è il chelato di zinco, poiché è più facilmente assorbito dall’organismo. Gli integratori di zinco reperibili in commercio non sempre sono puri, molto spesso infatti lo zinco è associato ad altri elementi, sia minerali che vitamine, che ne potenziano la funzione. integratori di zinco vitamineQui di seguito alcune combinazioni che potrete trovare sul mercato:

  • Zinco e magnesio: comunemente conosciuto come ZMA, utilizzato molto spesso dagli sportivi che praticano bodybuilding perché sembra che questo tipo di associazione aumenti la produzione di testosterone e l’ormone IGF-1, ideali per lo sviluppo muscolare;
  • Zinco e selenio: combinazione invece molto nota per le sue proprietà antiossidanti;
  • Zinco e vitamina B6: questi due elementi insieme invece producono serotonina regolando il tono dell’umore. Possono essere anche un ottimo rimedio contro l’insonnia in caso ci sia l’aggiunta di triptofano, un amminoacido;
  • Zinco e arginina: questo tipo di associazione è molto indicata in caso di problemi di fertilità e di disfunzione erettile;
  • Zinco e vitamina C: è molto nota la funzione antivirale della vitamina C che, associata allo zinco, può essere davvero un’ottima soluzione contro i raffreddori.

Benefici

Abbiamo visto finora quali sono i segni che ci indicano la carenza di zinco e da cosa sono composti gli integratori di questo minerale; vediamo adesso invece quali possono essere i vantaggi e i benefici che il nostro organismo ne potrà trarre, se assunti con regolarità e costanza per un determinato periodo.

Acne

Uno dei benefici più comuni e conosciuti dello zinco è la sua efficacia contro acne e brufoli, se preso per via orale. Infatti, oltre a ridurre l’infiammazione, è anche in grado di inibire il batterio che è la causa della comparsa dei brufoli. integratori di zinco acneLo zinco in questi casi agisce come un antibiotico naturale sulla pelle, regolando anche la produzione delle ghiandole sebacee.

Diabete

Lo zinco è molto importante anche per regolare la produzione di insulina nel sangue, stabilizzando di conseguenza i livelli glicemici. Inoltre, riduce la glicemia nei soggetti diabetici: in questi casi il dosaggio durante il trattamento e la terapia del diabete sarà superiore rispetto a un soggetto sano.

Sistema immunitario

Capita spesso che, in mancanza di scorte di zinco, nel nostro organismo si verifichino in maniera ripetuta e frequente delle infezioni di varia natura. Questo accade perché il nostro sistema immunitario non riesce ad attivare un numero sufficiente di linfociti T, responsabili di attaccare gli agenti patogeni. È stato osservato infatti che lo zinco stimola la loro attivazione con conseguenti ed evidenti benefici per il sistema immunitario.

Ferite e cicatrici

Lo zinco può essere un’ottima soluzione anche per favorire e velocizzare il processo di cicatrizzazione delle ferite poiché contribuisce alla formazione di collagene, necessario in queste situazioni. Inoltre, per questa sua proprietà, viene assunto anche in caso di ustioni e ulcera e, secondo uno studio fatto su un campione di 60 persone, è stata dimostrata la sua reale efficacia per la riduzione dell’ulcera al piede.

Malattie cardiovascolari e memoria

Assumere integratori di zinco in età avanzata può aiutare a prevenire diverse malattie vascolari, poiché in grado di proteggere il cuore regolando i livelli di trigliceridi e colesterolo. Altro segnale che ci fa notare la possibile carenza di zinco è la perdita di lucidità mentale: lo zinco infatti aiuta anche regolare la comunicazione tra i neuroni del cervello, quindi migliora senza dubbio la memoria.

Vista

Tra alcune patologie legate soprattutto all’età avanza troviamo quelle relative alla vista, come la degenerazione maculare che in alcuni casi può portare anche alla cecità. Uno studio ha dimostrato come lo zinco, associato alle vitamine B e C e al betocarotene, abbia contribuito a migliorare questa condizione clinica.

Confezione

Sia le compresse, sia le gocce e le capsule possono essere reperibili in confezioni dalle diverse grandezze. Per quanto riguarda le compresse, in commercio è possibile acquistare contenitori da 180 unità fino ad arrivare anche a 400-450 unità a seconda della marca; per le capsule sarà facile trovare gli stessi quantitativi, ovvero confezioni da 180 a 350 unità, anche se alcune marche mettono a disposizione flaconi da solo 120 capsule. integratori di zinco confezioneInfine, se preferite il formato in gocce, potrete acquistare lo zinco liquido in confezioni da 30 fino a 100-120 ml: mediamente 100 ml sono circa 3600 gocce, quindi con una media di 10 gocce al giorno il prodotto durerà circa 6 mesi.

Altri aspetti

Quando ci si appresta a un acquisto di questo tipo è importante anche tener conto di altri fattori, come ad esempio il dosaggio e gli effetti collaterali che possono presentarsi in conseguenza a un eccessivo uso del prodotto. Vediamo insieme questi aspetti.

Dosaggio

La dose di zinco da assumere può cambiare in base all’età dell’utente e può variare dai 2 ai 10 mg al giorno. Questo tipo di integratore è adatto sia a bambini, sia ad adulti o anche a donne in allattamento e in gravidanza, purché si seguano le tabelle di riferimento per le dosi consigliate da assumere al giorno. Per lattanti, bambini e adolescenti fino ai 17 anni sono consigliabili dai 2 ai 10 mg; per gli adulti maschi 10 mg al giorno e per le femmine 8 mg. In ogni caso, per le fasce che comprendono bambini, donne in gravidanza o in allattamento, è sempre consigliabile chiedere consiglio al proprio pediatra o ginecologo di riferimento.

Effetti collaterali

In linea di massima gli integratori di zinco non provocano gravi effetti collaterali se assunti nelle quantità e dosaggi consigliati. Tra gli effetti collaterali più comuni troviamo diarrea, nausea, vomito, apatia e crampi muscolari. integratori di zinco effetti collateraliInvece, in caso di trattamento prolungato, è possibile che si verifichino altre sintomatologie quali: bruciori di stomaco, problemi nell’assorbimento di calcio e ferro, infezioni urinarie, ecc.

Altri fattori da tenere a mente nella scelta dell’integratore di zinco

Il prezzo è importante?

A seconda della confezione, della marca e del formato che si voglia acquistare, gli integratori di zinco possono avere un prezzo che oscilla dai 10 ai 20 €. Si tratta di un costo abbastanza accessibile, soprattutto se si tiene conto che una confezione da 400 compresse del valore di 15 € circa può offrire circa un anno di trattamento.

La marca è importante?

Presso i negozi specializzati è possibile trovare diverse tipologie e marche più o meno conosciute. In realtà, a seconda dell’uso che si voglia fare del prodotto, quindi se per sportivi, per bambini, per acne, ecc. è possibile scegliere anche zinco combinato con altri elementi che, come abbiamo visto in questa guida, possono essere diversi. Il nostro consiglio è quindi di leggere attentamente gli ingredienti contenuti a prescindere dalla marca scelta e scegliere la formulazione più indicata per i propri scopi.

Le domande più frequenti sugli integratori di zinco

Come assumere gli integratori di zinco?

Esistono diversi momenti della giornata in cui poter assumere gli integratori di zinco, che cambiano a seconda che venga assunto puro o in associazione ad altri elementi. Nel caso dello zinco puro è consigliabile assumerlo nel pomeriggio a stomaco pieno con un bicchiere d’acqua, poiché in alcuni soggetti, se preso a stomaco vuoto, può provocare sensazione di nausea. integratori di zinco come assumerliSe invece combinato con altri elementi, come il magnesio per esempio, è consigliabile assumerlo la notte prima di coricarsi per dare all’organismo tutto il tempo di assimilarlo e trarne i benefici.

Per quanto tempo è possibile assumere gli integratori di zinco?

Come già accennato precedentemente, assumere integratori di zinco non comporta grandi effetti collaterali, ecco perché è possibile effettuare dei trattamenti prolungati nel tempo. Normalmente per avere efficacia e notare gli effetti benefici, il trattamento allo zinco deve durare almeno 3 mesi; un consiglio è di effettuare cicli da 3 mesi intervallati da un periodo di sospensione di un mese come minimo. Come sempre, il nostro suggerimento è di affidarvi al vostro medico di fiducia, soprattutto per quanto riguarda dosaggi e tempi di assunzione.

Quali sono gli alimenti ricchi di zinco?

È anche un’ottima soluzione abbinare il trattamento con integratori di zinco ad una dieta ricca del benefico minerale. Tra gli alimenti che contengono maggiori quantità di zinco troviamo le ostriche, che possono contenerne fino a 180 mg; il fegato di vitello, semi e burro di sesamo, la carne di manzo, zucche, agnello, cioccolato e arachidi. Più o meno per tutti gli alimenti citati il contenuto di zinco varia dai 7-9 mg ai 12 mg per 100 g di porzione.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori integratori di zinco del 2020?

La tabella dei migliori integratori di zinco del 2020 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Migliore
offerta
GloryFeel Nature zink
nessuna offerta
GloryFeel Zinco Zn
nessuna offerta
Nutrimea Zinco citrato
nessuna offerta
Yamamoto Nutrition ZmaPRO
nessuna offerta
Solgar Picozinco
nessuna offerta

"Integratore di zinco": hai dubbi? Facci una domanda!

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

GloryFeel Nature zink

Migliore offerta:14,95€

Il miglior rapporto qualità prezzo

GloryFeel Zinco Zn

Migliore offerta:16,95€