Le migliori panche ad inversione del 2023

Confronta le migliori panche ad inversione del 2023 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Amazon
169,00 €
Amazon
199,00 €
Amazon
178,95 €
Amazon
189,99 €
Fassisport
185,00 €
Nencini Sport
199,00 €
Wellstore
199,00 €
Elettronic shop
199,00 €
Tapis roulant store
199,00 €

Dati tecnici

Livelli di inclinazione

3

4

6

4

4

Portata massima

150 kg

120 kg

136 kg

135 kg

140 kg

Lunghezza massima della panca

198 cm

200 cm

198 cm

199 cm

198 cm

Materiale telaio

Acciaio

Acciaio

Acciaio tubolare

Alluminio

Materiale rivestimento panca

Schiuma rigida

Schiuma EVA

Schiuma EVA, ecopelle

Schiuma

Ecopelle

Richiudibile

Punti forti

Inclinazione fino a 180°

Inclinazione max 180°

Adatto a persone fino a 1,98 m

Ripiegabile e facile da conservare

Rivestimento panca confortevole

Struttura in acciaio tubolare

Rivestimento imbottito

Telaio in acciaio

Telaio in acciaio

Impugnature antiscivolo

Spessore imbottitura 3 cm

Maniglie con impugnatura ergonomica e antiscivolo

Rotoli di bloccaggio in spugna ad alta densità

Lunghezza massima notevole

Buon livello di sicurezza

Cintura di sicurezza inclusa

Punti deboli

Materiale telaio non specificato

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere la panca a inversione

La panca a inversione (chiamata anche panca gravitazionale) è uno degli attrezzi sportivi più indicati per allenare i muscoli dorsali e risolvere o alleviare fastidiosi dolori di schiena.
Il mal di schiena è un problema che riguarda tantissimi lavoratori: chi svolge lavori pesanti, chi svolge lavori che prevedono molte ore in piedi o in posizioni curve e chi svolge lavori molto sedentari nei quali si trascorre molto tempo seduti. Una soluzione potrebbe essere quella di acquistare un attrezzo specifico che possa alleviare i dolori e magari tonificare la massa muscolare: la panca a inversione, appunto.Panca ad inversione laterale In questa guida all’acquisto osserveremo tutti gli aspetti da considerare per identificare la panca a inversione più adatta alle vostre necessità; ricordiamo che ci siamo occupati anche di altri attrezzi fitness come tapis roulant, cyclette, fit bike, panca per addominali e panca multifunzione.

Che cos’è la panca a inversione

La panca a inversione è un attrezzo immancabile in ogni palestra che negli ultimi anni ha cominciato a diffondersi anche per uso domestico. Si tratta di una panca supportata da una struttura che permette di ruotarla a diversi livelli. Con la panca a inversione, quindi, si può assumere una posizione sdraiata a diverse inclinazioni per ottenere un beneficio a livello della colonna vertebrale: il motivo è che con l’inclinazione si ha una distribuzione del peso opposta a quella normale, che permette di alleggerire o annullare il carico sulle vertebre e quindi sulla zona lombare. Panca ad inversione frontaleGli elementi fondamentali che compongono la panca a inversione, oltre alla panca e alla struttura di supporto, sono il poggiatesta, il poggiapiedi e le impugnature. Queste ultime possono variare in forma e dimensione a seconda del modello. Grazie a questi componenti la persona che utilizza l’attrezzo può distendersi comodamente sulla panca e letteralmente capovolgersi ed effettuare degli esercizi specifici.

Benefici della panca a inversione

Come abbiamo anticipato, la panca a inversione è indicata per coloro che intendono alleviare dolori alla schiena oppure migliorare la propria postura. In questo senso è bene ricordare che il benessere procurato da questo tipo di attrezzi dipende in larga parte dall’uso che se ne fa, ovvero dal genere di esercizi, dalla loro frequenza e intensità. Chi soffre di lombalgia da compressione potrebbe trarre benefici concreti dall’utilizzo della panca a inversione. Panca ad inversione esercizioLa posizione capovolta, che distende completamente i muscoli della schiena e annulla il carico dato dal peso corporeo, non consente soltanto un sollievo momentaneo ma, sul lungo periodo, può portare a dei miglioramenti significativi. Ovviamente, qualora si soffra di patologie specifiche, il consiglio è quello di rivolgersi a uno specialista prima di acquistare e utilizzare un attrezzo come questo. In seguito è opportuno consultare un esperto per effettuare gli esercizi giusti e fare in modo che si possa godere di benefici reali, magari riducendo l’assottigliamento dei dischi intervertebrali oppure intervenendo direttamente sulla postura.

Inclinazione della panca a inversione

Passiamo ora ad esaminare un aspetto fondamentale per una panca a inversione: l’inclinazione. Come abbiamo detto, questo attrezzo è progettato per permettere una completa distensione della schiena e offrire benefici muscolari e posturali. Occorre però dire che le panche a inversione, benché siano strutturalmente tutte molto simili, possono presentare un’inclinazione massima differente, che le rende più o meno adatte ad alcuni esercizi specifici. Sul mercato si possono trovare modelli capaci di inclinarsi fino a 90°, mentre altri riescono a raggiungere i 180°, ovvero una posizione perfettamente verticale a testa in giù.
È molto importante considerare anche quanti livelli intermedi di inclinazione il modello metta a disposizione. Si possono trovare attrezzi con numerosi livelli di inclinazione e altri che ne consentono soltanto 4 o 5. Panca ad inversione regolazione inclinazioneMaggiore è il numero di livelli intermedi offerti, migliore può essere considerato il prodotto: questo perché l’uso corretto della panca a inversione presuppone che l’inclinazione aumenti in modo molto graduale. Nelle prime sessioni è consigliabile utilizzare un’inclinazione molto leggera, tra i 15 e i 20°, che deve essere aumentata idealmente con step di 10° in 10° col passare del tempo.
Per impostare l’inclinazione desiderata è presente un perno metallico che blocca la panca alla posizione selezionata. Nel video che segue potete vedere come effettuare la regolazione dell’inclinazione su una panca a inversione.

Caratteristiche strutturali delle panche a inversione

La valutazione delle caratteristiche strutturali di una panca a inversione è molto importante in fase di acquisto: elementi come l’ingombro, il peso massimo supportato e il comfort, infatti, incidono sull’esperienza di allenamento ed è bene accertarsi che il modello scelto sia conforme alle proprie necessità. Andiamo ad approfondire singolarmente i più importanti aspetti strutturali da considerare.

Ingombro e dimensioni

Essendo un attrezzo da tenere in casa, è innanzitutto opportuno considerarne le dimensioni per capire dove collocarla. Esistono due tipologie di panche a inversione: richiudibili e non richiudibili. Le prime si possono piegare e risultano quindi meno ingombranti quando non in uso. Si tratta di un grande vantaggio specialmente se non si dispone di molto spazio nel proprio appartamento e si desidera un prodotto compatto e facile da trasportare.
Panca ad inversione chiusura Oltre all’ingombro, parlando di dimensioni è importante prestare attenzione alla lunghezza massima raggiungibile, che è mediamente tra i 195 e i 198 cm. Per quanto riguarda la lunghezza minima, questa è di norma intorno ai 140 cm.
La struttura di supporto della panca ad inversione deve comunque essere regolabile in altezza, perché per effettuare correttamente gli esercizi è fondamentale che l’attrezzo sia conforme alla propria statura.

Peso massimo supportato

Le aziende produttrici indicano la portata della panca, ovvero il peso massimo che è in grado di supportare. Questo è variabile e va dai 130 ai 150 kg. Controllare il limite massimo di peso è importantissimo: da un lato perché chi superi il limite massimo di carico potrebbe incorrere in spiacevoli incidenti, dall’altro perché il limite massimo di peso può essere considerato un indicatore rispetto alla solidità dei materiali con cui la panca a inversione è realizzata. Semplificando possiamo affermare che maggiore è il peso massimo supportato, migliori sono la qualità dei materiali, la stabilità e la sicurezza complessiva dell’attrezzo.

Comfort

Al comfort di una panca a inversione contribuiscono diversi elementi. Il rivestimento della panca è uno di questi, poiché incide in modo notevole sul comfort durante l’utilizzo. In commercio si possono trovare panche con schienale rivestito di materiale rigido o morbido. In linea di massima gli attrezzi con imbottitura morbida risultano migliori di quelli con schienale rigido e permettono di stare più comodi durante la rotazione della panca. Importante è anche la presenza di un rivestimento morbido sul poggiatesta.Panca ad inversione schienale dettaglioLo spessore dell’imbottitura può variare dai 30 ai 50 mm e quest’ultima può essere di diversi materiali: gomma piuma, memory foam etc. Nel video che segue potrete vedere i dettagli dello schienale, del poggiatesta e del poggiapiedi di una panca ad inversione che abbiamo testato nei nostri uffici.

Poggiapiedi

Tutte le panche a inversione che si possono trovare in commercio dispongono di un poggiapiedi, il quale è solitamente rivestito di una superficie in schiuma e consente una regolazione utile per trovare la posizione più idonea in base all’esercizio che si intende effettuare. Panca ad inversione piediIl poggiapiedi funge anche da blocco per le caviglie, ed è quindi fondamentale anche per lo svolgimento in sicurezza degli esercizi.

Sicurezza

L’ultimo fattore che vi consigliamo di prendere in esame qualora foste interessati ad acquistare una panca a inversione è quello relativo alla sicurezza. Trattandosi di un attrezzo che dovrebbe alleviare fastidi muscolari e posturali e permettere di effettuare in modo pratico e sicuro esercizi che prevedano l’immobilizzazione quasi totale, la panca a inversione deve presentare delle caratteristiche strutturali adeguate per mantenere una stabilità ideale anche durante un allenamento intenso. Un attrezzo eccessivamente leggero e quindi poco stabile non garantisce un livello di sicurezza elevato contro il ribaltamento. Un riferimento prezioso per poter valutare un modello è senz’altro la presenza di certificazioni ISO, che possono attestare la validità dell’attrezzo in termini di ergonomia e per l’appunto di sicurezza. Panca ad inversione aperta lateraleOltre a modelli stabili, è consigliabile scegliere panche che dispongano di una cintura di sicurezza che impedisca di scivolare o cadere dalla panca durante l’attività. In generale, è consigliato sempre essere affiancati da un’altra persona quando si eseguono gli esercizi con la panca a inversione; questo vale sia per i principianti assoluti, sia per chi abbia già utilizzato questo attrezzo. Il motivo è che non è possibile escludere giramenti di testa o malori lievi dovuti all’inversione del corpo.

Le domande più frequenti sulla panca a inversione

Quali sono le migliori marche di panca a inversione?

La marca è dal nostro punto di vista un buon indicatore per comprendere la reale efficienza e affidabilità del prodotto. Vi sono infatti aziende specializzate nella produzione di attrezzature sportive e per il fitness che operano nel settore da molti anni, che hanno maturato una notevole credibilità. Tra queste possiamo segnalarle alcune: Klarfit, Fassi, Gorilla Sports e Yatek. Naturalmente queste aziende producono modelli di diverso livello, ma in linea generale piuttosto validi in riferimento al loro costo. Vi sconsigliamo di acquistare una panca a inversione prodotta da un’azienda sconosciuta semplicemente perché è probabile che non possa garantire la stessa affidabilità dal punto di vista della sicurezza e qualità dei materiali. In aggiunta è preferibile acquistare un prodotto di un brand noto perché di norma l’assistenza clienti può offrire un servizio migliore rispetto a quello di un’azienda poco conosciuta e che magari non dispone di un’assistenza in lingua italiana.

Quanto costa una panca a inversione?

Il prezzo di una panca a inversione è indicativo di alcune caratteristiche tecniche del prodotto. In genere, maggiore è il prezzo, più numerosi sono i comfort e le inclinazioni consentite.
I modelli di fascia bassa (circa 100 €) sono prodotti piuttosto semplici che non consentono un numero elevato di inclinazioni e offrono un comfort limitato.
Le panche a inversione che appartengono alla fascia media (100-200 €) dispongono di un buon numero di inclinazioni selezionabili e di un buon livello di comfort. Gli attrezzi hanno un rivestimento morbido per assicurare una comodità ideale durante l’utilizzo. Inoltre, sono dotati di una cintura di sicurezza per impedire cadute accidentali.
I modelli professionali (superiori a 200 €), infine, garantiscono standard elevati sia in termini di sicurezza, sia di comodità. Le inclinazioni che mettono a disposizione sono molto numerose e il rivestimento della panca è in tessuto memory per adattarla nel modo migliore alla schiena e apportare benefici alla postura e alla massa muscolare.

La panca a inversione è pericolosa?

In sé la panca a inversione non è pericolosa, tuttavia un utilizzo scorretto dell’attrezzo potrebbe comportare dei rischi. Per quanto riguarda il timore di cadere, se si seguono pedissequamente gli esercizi e si utilizzano correttamente le maniglie e i poggiapiedi che bloccano le caviglie non si corre nessun rischio.
La panca a inversione potrebbe essere pericolosa per chi soffre di alcune patologie, perché può posizionare l’utilizzatore a testa in giù e quindi comportare un incremento delle pulsazioni, nonché della gittata cardiaca e della resistenza vascolare periferica. È perciò sconsigliato l’uso da parte di persone che soffrano di patologie cardiache. Questo tipo di esercizi potrebbe sottoporre l’apparato cardiocircolatorio a uno stress eccessivo e causare problemi anche seri. Altre patologie per cui è sconsigliato l’utilizzo della panca a inversione sono: ipertentensione, glaucoma, distacco della retina, infezioni varie dell’occhio e dell’orecchio, obesità, ernia iatale, reflusso, traumi della colonna vertebrale, osteoporosi, problemi alla spalla o traumi e tumefazioni recenti. Infine anche le donne in gravidanza devono evitare questo attrezzo. Ci teniamo a ribadire che anche i soggetti che non presentino le patologie appena citate dovrebbero consultare il proprio medico prima di cominciare a utilizzare la panca a inversione. Sarebbe inoltre utile concordare con un fisioterapista o un personal trainer specializzato la tipologia di esercizi da effettuare, la frequenza e il carico di lavoro. Un uso erroneo prolungato di questo attrezzo potrebbe infatti causare dolori o disagi fisici.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Domande e risposte su Panca ad inversione

  1. Domanda di ANDREA CASTELLAN | 02.07.2019 23:12

    Buona sera
    Volevo sapere quante posizioni di inclinazione ha la panca Gorilla SPORT 10000330
    GRAZIE PER LA CORTESE RISPOSTA

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 26.07.2019 10:07

      La Gorilla Sports 10000330 ha 4 posizioni di inclinazione.

La migliore
Timebreak TBP06C

Timebreak TBP06C

Migliore offerta: 169,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo
JK Fitness JK6015

JK Fitness JK6015

Migliore offerta: 199,00€