I migliori generatori di corrente del 2018

Confronta i migliori generatori di corrente del 2018 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Voto: 9

Hyundai HY 3000

Migliori offerte
Spedizione inclusa
AlimentazioneBenzina
Potenza2800 watt
Corrente in uscitaAlternata
Rumorosità69 dB a 7 metri
TensioneMonofase
Punti forti
  • Facile da usare
  • Avvolgimento dell'alternatore in rame
  • Possibilità di aggiungere ruote
Punti deboli
    Nessuno

Voto: 8,5

Di Marzio Energy GEN-B2E

Migliori offerte
Spedizione inclusa
AlimentazioneBenzina
Potenza2200 watt
Corrente in uscitaAlternata
Rumorosità69 dB a 7 metri
TensioneDato non fornito
Punti forti
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Adatto ad alimentare diversi elettrodomestici
Punti deboli
    Nessuno

Voto: 9,5

Atima SD1000i

Migliori offerte
Spedizione inclusa
AlimentazioneBenzina
Potenza1000 watt
Corrente in uscitaAlternata
Rumorosità54 dB a 7 metri
TensioneMonofase
Punti forti
  • Facile da usare
  • Adatto ad alimentare diversi tipi di apparecchi elettrici
  • Abbastanza silenzioso
  • Buona maneggevolezza
Punti deboli
    Nessuno

Voto: 8

Boudech Green Power

Migliori offerte
Spedizione inclusa
AlimentazioneBenzina
Potenza800 watt
Corrente in uscitaAlternata
Rumorosità65 dB a 7 metri
TensioneMonofase
Punti forti
  • Molto leggero
  • Molto compatto
  • Adatto a qualsiasi elettrodomestico
Punti deboli
    Nessuno

Voto: 7,5

Daewoo GDA980

Migliori offerte
Spedizione inclusa
AlimentazioneBenzina
Potenza720 watt
Corrente in uscitaContinua
Rumorosità65 dB a 7 metri
TensioneMonofase
Punti forti
  • Basso consumo
  • Facile da utilizzare
Punti deboli
    Nessuno

I fattori decisivi per la scelta del generatore di corrente

Il generatore di corrente è, come tutti sappiamo, quello strumento utilizzato per trasformare l'energia meccanica in corrente continua o alternata, grazie all'azione di un motore che aziona i pistoni. In commercio esistono diversi modelli di generatori e conoscerne le caratteristiche tecniche può aiutare a scegliere la tipologia che meglio risponde alle vostre esigenze. Tra i più diffusi troviamo i generatori di corrente portatili, utilizzati spesso in ambienti come barche, camper e stand presenti alle fiere.Generatore di corrente

La tipologia di alimentazione

La prima importante divisione riguarda la tipologia di alimentazione dei generatori di corrente. In commercio sono disponibili generatori a benzina, a gasolio, a metano, a GPL oppure alimentati dai pannelli solari. La scelta del modello in base al carburante richiede una particolare attenzione. Se è vero infatti che quelli a gasolio offrono consumi inferiori, è anche vero che a temperature rigide possono presentare problemi durante il loro azionamento. Questa scelta dovrà quindi essere fatta solo se l'utilizzo del generatore avverrà poi in situazioni climatiche ideali. In alternativa è possibile scegliere un modello a benzina, che assicura un perfetto funzionamento in qualsiasi condizione atmosferica.Generatore di corrente alimentazione Esistono poi modelli alimentati a metano e GPL, caratterizzati da una maggiore silenziosità, risparmio e rispetto dell'ambiente. Sono destinati principalmente a coloro che vogliono disporre di un gruppo elettrogeno nel proprio appartamento, da azionare in caso di black out, o di un generatore occasionale da utilizzare in punti dove non vi sia possibilità di allacciamento alla rete elettrica. Una festa in giardino, le vacanze in camper o una gita in barca sono le occasioni ideali per usufruire dei benefici di un generatore a GPL, mentre quello a metano, collegato alla rete, viene usato principalmente da coloro che non possono rimanere per lunghi periodi di tempo senza corrente elettrica. Questi ultimi modelli infatti, non necessitano di controlli relativi alla presenza e allo stato di conservazione del carburante, come invece avviene per i modelli a GPL, a gasolio o a benzina.
Una categoria a parte è rappresentata dai generatori di corrente statici. Questi apparecchi, comunemente chiamati anche gruppi di continuità, sono privi di parti in movimento e forniscono energia in caso di black out grazie ad una dotazione interna di batterie mantenute in carica dalla normale rete elettrica. In questo caso una momentanea mancanza di corrente verrà coperta dalle batterie precedentemente utilizzate come accumulatori.

Generatore di corrente a pannelli solari: la scelta ecologica

Tutti coloro che hanno particolarmente a cuore la salvaguardia del pianeta, troveranno nei generatori di corrente collegabili ai pannelli solari la risposta ottimale alle loro esigenze. Energia pulita, proveniente da fonti rinnovabili e a costo zero sembra essere la caratteristica che ha contribuito notevolmente al successo di questi generatori.Generatore di corrente ad energia solare Progettati per coloro che non hanno possibilità di installare sul tetto di casa un intero impianto, i generatori di corrente fotovoltaici posso essere collocati su un balcone, un terrazzo o in giardino. Di dimensioni generalmente ridotte (circa un metro quadrato) questi generatori sono dotati di una presa elettrica collegabile alla rete di casa mediante con il immettono direttamente l'energia prodotta.

Scegliere la potenza del generatore di corrente

Per ottenere i massimi benefici con il minor costo ogni generatore di corrente dovrà essere scelto in relazione all'utilizzo a cui verrà destinato. Optare per un modello con una potenza troppo bassa finirebbe per far lavorare il generatore sempre sotto sforzo causando danni al motore. D'altra parte anche sceglierne uno con una potenza di molto superiore a quella necessaria significherebbe accollarsi consumi maggiori e superflui. In commercio si trovano generatori di corrente portatili che vanno da 1 a 3 kW perfetti per un utilizzo domestico. Vi sono anche modelli che raggiungono i 20 kW di potenza, ma sono generalmente destinati ad un uso industriale, per esigenze di cantiere o per manifestazioni con concerti all'aperto.Generatore di corrente potenza Nella scelta della potenza occorre ricordare anche che un generatore di corrente subisce una diminuzione di potenza del 9% ogni 1000 metri di altitudine e che la massima efficienza si ha intorno all'80% del suo pieno carico nominale. Come comportarci se nell'etichetta non è indicata la potenza in kW ma solamente in kVA? In questo caso sarà sufficiente moltiplicarlo per il fattore di potenza, che generalmente si aggira intorno a 0,8 ed otterremo i kW elettrici.

Gruppo elettrogeno a corrente continua o alternata?

Un elemento molto importante nella scelta del gruppo elettrogeno è il tipo di corrente in uscita. Molti modelli portatili permettono di avere corrente continua, ovvero quella generalmente destinata a lampadine ed elettrodomestici più semplici. Se dobbiamo invece collegare all'apparecchio anche televisori, computer e sistemi di comunicazione avremo bisogno di un generatore a corrente alternata.Generatore di corrente corrente in uscita In questo caso il gruppo sarà dotato di inverter ed avrà un costo maggiore rispetto a quello a corrente continua. Per le utenze domestiche i generatori sono in genere preposti con motori a due tempi, mentre quelli più grandi (con motore a quattro tempi) sono solitamente destinati ad un uso pubblico o industriale. Il vantaggio di un generatore con motore a due tempi, oltre al costo notevolmente inferiore, è dato dalle dimensioni e dal peso ridotti. Proprio queste ultime caratteristiche ne rendono facilitato l'impiego anche in ambienti esterni, grazie alla loro maneggevolezza e trasportabilità.

Quanto è rumoroso il generatore di corrente? Ce lo svelano i decibel

Leggere il valore in decibel è estremamente importante per non ritrovarsi con un generatore di corrente troppo rumoroso da utilizzare. Soprattutto per coloro che abitano in un condominio o che intendono utilizzare il gruppo elettrogeno in aree dove occorre rispettare determinate regolamentazioni, questa caratteristica riveste un ruolo fondamentale. Una protezione in plastica che lo avvolge come un involucro può dare ad alcuni modelli una particolare silenziosità. Ovviamente in questi modelli, detti anche silenziati, saranno presenti comunque delle aperture in prossimità dell'alternatore e dello scarico, per permettere al calore e ai fumi di fuoriuscire all'esterno. In genere i modelli alimentati a GPL e metano risultano meno rumorosi ed è possibile avere uno strumento che produce 2/3 kW di energia con 60/70 decibel (corrispondenti al rumore di una persona che parla a voce alta). Per non trovarsi con un apparecchio inutilizzabile perché rientrante in parametri definiti troppo rumorosi, quindi, è bene controllare la presenza di eventuali delibere del proprio Comune e i decibel del generatore di corrente che ci apprestiamo ad acquistare.

Dove collocare il generatore di corrente

In quale punto è meglio collocare il proprio generatore di corrente? Iniziamo con il dire che se viene utilizzato per fornire energia ad uno stand di un mercatino oppure per alimentare una barca, la sua collocazione sarà obbligatoriamente all'esterno e in posizione non inclinata. L'importante è che sia collocato in ambienti aperti anche se il suo utilizzo è riservato ad una abitazione, poiché il fumo di scarico non rimanga all'interno dell'abitazione.
È inoltre consigliabile evitare di posizionarlo vicino a porte o finestre, poiché le emissioni potrebbero inavvertitamente entrare all'interno. Infine, per evitare problemi causati dagli agenti atmosferici è possibile proteggerli con appositi involucri.Generatore di corrente dove collocare

Generatore di corrente: monofase o trifase?

Un elemento importante da valutare bene al momento dell'acquisto di un generatore è la tensione del generatore di corrente, poiché esistono generatori monofase o trifase. In genere, i primi sono destinati ad un impiego domestico, mentre i secondi trovano impiego in ambito industriale. Infatti generalmente i gruppi elettrogeni trifase erogano fino a 380 V, mentre i monofase arrivano a 230 V. Ne consegue che il trifase viene impiegato per alimentare macchinari più potenti che solitamente hanno un assorbimento intorno ai 6 kW. Ovviamente il trifase può erogare anche solo 230 V e svolgere quindi le funzioni per cui potrebbe essere sufficiente un monofase, mentre non è possibile ottenere le prestazioni di un trifase da un generatore monofase.

Cosa dice la legge

Per installare un generatore occorre una particolare autorizzazione? La risposta a questa domanda è legata alla potenza del motore stesso. Per apparecchi alimentati a gasolio o benzina con potenza inferiore a 1 MW, oppure fino a 3 MW per quelli alimentati a GPL o metano, non occorrono autorizzazioni particolari. Dovrà comunque essere fatta una comunicazione all'ufficio provinciale competente per territorio. La comunicazione, da inviare con raccomandata, permetterà di verificare la conformità del modello e la regolarità di installazione. Prima di procedere con l'installazione sarà necessario attendere la risposta, che dovrà successivamente essere inoltrata all'Agenzia delle Dogane provinciali. Gli impianti con potenza complessiva superiore a 25 kW, infine, devono essere sottoposti a verifica da parte dei Vigili del Fuoco, che rilasceranno l'apposito Certificato Prevenzione Incendi. Tutti gli impianti sono soggetti a dichiarazione da inviare al Comune, all'ARPAT e alla ASL contenente il livello di inquinamento acustico ed atmosferico.

I materiali sono importanti?

Nella scelta del generatore di corrente più adatto alle vostre esigenze una particolare attenzione deve essere rivolta anche al materiale con cui sono costruiti. L'impiego di materie che non presentino rischi di formazione di ruggine saranno sicuramente più affidabili, poiché come abbiamo visto un generatore di corrente dovrà essere collocato in ambienti aperti. In generale, scegliere dei materiali di qualità può garantire il livello adeguato di sicurezza e prestazioni.

La marca è importante?

Tante volte sentiamo affermare che non sempre la marca assicura affidabilità, tuttavia scegliere un modello di generatore di corrente prodotto da una azienda che da molti anni produce apparecchiature di questo genere significa optare per un brand che ben conosce le caratteristiche che i clienti richiedono per ogni apparecchio e che si adopera per offrire sempre le soluzioni migliori. Inoltre un brand affermato sarà in grado di offrire un servizio di assistenza con presenze capillari sul territorio e la reperibilità di pezzi di ricambio in qualsiasi momento. Scegliendo un marchio noto nel settore sarete sicuri di non trovarvi ad affrontare problemi relativi alla rottura di componenti che non riuscirete a trovare anni dopo l'acquisto. Tra le tante aziende che producono generatori di corrente attive sul mercato, alcuni brand affidabili sono Atima, Hyundai, Boudech e Daewoo.

Il prezzo è importante?

Quando ci accingiamo ad acquistare un generatore di corrente una delle prime componenti su cui si posa la nostra attenzione è senza dubbio il prezzo. Sebbene vi sia un'offerta ampia che viene proposta anche con differenze di prezzo notevoli, generalmente il costo di acquisto è determinato dalla potenza del generatore di corrente prescelto. Un modello con una potenza maggiore avrà inevitabilmente un costo più alto. Abbiamo già parlato dei consumi di ogni modello, spiegando che maggiore è la potenza del motore e più alti saranno i consumi di carburante. Per garantirsi un modello che presenti un ottimo rapporto qualità/prezzo è quindi importante scegliere il generatore di corrente che meglio risponda alle proprie esigenze. Acquistare un prodotto che garantisce fino a 6 kW di elettricità per un consumo domestico significa pagare di più il nostro apparecchio al momento dell'acquisto ed andare incontro a costi di gestione molto più alti del necessario. Per darvi un'indicazione approssimativa sui prezzi, possiamo affermare che i generatori di corrente di fascia bassa si aggirano intorno ai 100 euro, mentre quelli di fascia alta possono arrivare anche a 1000 euro.

Domande e risposte su Generatore di corrente

  1. 0
    Domanda di Lorenzo | 23 giugno 2018 at 21:58

    Fra questi nominati nel.vs articolo mi sembra che  Hyundai HY 3000 sia fra i piu silenziosi?o c è qualcosa di un po migliore con prezzo piu o meno

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 25 giugno 2018 at 08:26

      si tratta di un ottimo modello mediamente silenzioso e abbastanza efficiente.

  2. 0
    Domanda di GIOVANNI PICCINI | 2 aprile 2018 at 01:41

    Per il funzionamento di un forno a microonde su un camper quale potenza deve avere il generatore?
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 10 aprile 2018 at 09:59

      Bisogna regolarsi in base al wattaggio massimo del forno a microonde.

"Generatore di corrente": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

9

Hyundai HY 3000

Migliore offerta: 342,99€

8,5

Di Marzio Energy GEN-B2E

Migliore offerta: 340,00€

9,5

Atima SD1000i

Migliore offerta: 449,00€