I migliori diffusori per capelli del 2024

Confronta i migliori diffusori per capelli del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

overly
105,61 €
parfumdreams
66,16 €
amazon
54,00 €
amazon
12,99 €
amazon
12,90 €
amazon
108,00 €
amazon
69,53 €
unieuroit
54,00 €
mediaworld
12,99 €
unieuroit
108,00 €
overly
58,46 €
comet
109,00 €
comet
59,90 €
mediaworld
119,99 €
supermedia
59,99 €

Dati tecnici

Tipo

Elettrico

Elettrico

Elettrico

Universale

Universale

Potenza

770 W

1200 W

700 W

n.d.

n.d.

Livelli di calore

4

2 + aria fredda

2

n.d.

n.d.

Acconciatura

Ricci definiti

Ricci definiti

Ricci definiti

Ricci definiti

Boccoli morbidi

Attacco

n.d.

n.d.

n.d.

Elastico

A pressione

Pieghevole

Dimensioni

15 x 15 x 19,5 cm

n.d.

14 x 21 x 14 cm

14 x 14 x 11,5 cm (aperto)

20 x 14 x 20 cm

Peso

600 g

524 g

510 g

159 g

200 g

Punti forti

Protegge i capelli e crea ricci definiti grazie allo ionizzatore

Con ionizzatore integrato

Facile da impugnare e leggero

Per phon con apertura tra 4,3 e 5 cm

Facilissimo da usare

Controllo digitale della temperatura per non rovinare la chioma

Con colpo d'aria fredda

Tecnologia in ceramica anti crespo idratante

Alto solo 5 cm da chiuso

Risultati molto veloci

Rivestimenti in ceramica e olio d'Argan

Cavo lungo 3 m

Lascia i ricci definiti ed elastici

Con slot per vaporizzazione di oli essenziali

Tre temperature, due velocità e getto d'aria fredda

Diffusore ampio e dentini lunghi

Sistema Supreme Curl Flow per simulare un'asciugatura naturale e ottenere ricci più elastici

Punti deboli

Un po' pesante

Un po' pesante

Non adatto per tutti gli asciugacapelli

Solo per capelli lunghi

Prezzo superiore alla media

Utilizzabile solo per 30 secondi massimo

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il diffusore per capelli

Il diffusore per capelli è un amico inseparabile per tutti i portatori di capelli ricci e ondulati: usarlo durante l’asciugatura vuol dire infatti donare sia volume sia definizione ai propri ricci e onde. Spesso, dunque, chi ha questo tipo di capigliatura preferisce acquistare asciugacapelli che abbiano già in dotazione questo utilissimo strumento, mentre chi ha una capigliatura liscia ma desidera boccoli, onde o riccioli si orienta piuttosto sull’acquisto di arricciacapelli o piastre adatte a questo scopo.Diffusore per capelliCapita però spesso che il diffusore si rompa anche semplicemente cadendo, magari proprio in corrispondenza dell’attacco al phon: come fare allora a procurarsene uno nuovo?
In molti casi è sufficiente richiedere il pezzo di ricambio al produttore del phon, ma ci sono anche delle opzioni alternative: una è l’acquisto di un diffusore universale, adattabile cioè a qualunque tipo di asciugacapelli, l’altra invece è una novità, ovvero il diffusore elettrico.

Tipologia di diffusore

La scelta tra questi due tipi di diffusore per capelli dipende naturalmente dalle proprie esigenze. Se l’uso del phon è condiviso, come succede nella stragrande maggioranza delle famiglie, meglio optare per un diffusore universale, così che gli altri membri del nucleo famigliare possano usare l’asciugacapelli come meglio credono (con il riduttore, senza, o con il diffusore a loro volta).
Se però siamo gli unici utilizzatori del phon e usiamo sempre e solo il diffusore (dunque non stiriamo i capelli con spazzola tonda e concentratore), allora può diventare interessante l’acquisto di un diffusore elettrico.

Diffusore per capelli elettrico

Quello elettrico è in buona sostanza un diffusore senza phon: emette aria calda autonomamente, collegandolo ovviamente alla presa della corrente, e risulta notevolmente più leggero e più compatto rispetto ad un asciugacapelli.Diffusore per capelli elettricoLa potenza è simile a quella di un phon da viaggio, infatti può andare dai 700 ai 1200 W: per paragone, ricordiamo che un asciugacapelli normale supera quasi sempre i 2000 W. Il calore erogato da un diffusore elettrico è dunque inferiore e più delicato rispetto a quello emesso da un phon tradizionale. Sono comunque previsti quasi sempre almeno due livelli di calore, una o due velocità e, in molti casi, anche l’erogazione di un colpo di aria fredda tramite pulsante dedicato.

Alcuni modelli di diffusore per capelli elettrici, proprio come gli asciugacapelli, hanno inoltre funzionalità o caratteristiche dedicate al benessere dei capelli, come ad esempio:

  • Rivestimenti in ceramica o in altri materiali in grado di filtrare il calore generato e renderlo omogeneo, così da non rovinare la chioma;
  • Ionizzatore per ridurre l’effetto crespo e mantenere i capelli idratati;
  • Controllo automatico della temperatura del flusso d’aria in modo che sia sempre ad un livello adeguato e rispettoso della salute dei capelli.

Anche nel caso del diffusore per capelli elettrico, l’uso è lo stesso che si fa con l’asciugacapelli tradizionale dotato di diffusore: si raccolgono delicatamente i capelli (se lunghi) nel piatto del diffusore e poi lo si avvicina al cuoio capelluto. Se i capelli sono corti basta avvicinare il diffusore alla cute.

Diffusore per capelli universale

Un diffusore universale è sostanzialmente un “pezzo di ricambio” progettato in maniera tale da adattarsi a tutti i modelli di asciugacapelli, non importa di quale marca. Rappresenta un’opzione molto intelligente poiché può rimanere con noi anche quando cambiamo asciugacapelli: possiamo così risparmiare qualcosina sull’acquisto del nuovo phon, dato che potremo sceglierne uno senza diffusore.Diffusore per capelli universaleIl sistema di aggancio all’asciugacapelli può essere di diversi tipi:

  • A molle: un sistema di almeno tre molle blocca il diffusore al corpo del phon;
  • A pressione: un inserto a cono, su cui è montato il diffusore, si applica a pressione sul phon;
  • Elastico: alcuni diffusori realizzati in silicone si possono infilare sugli asciugacapelli come un calzino, a patto che la bocca del phon non superi un determinato diametro.

I vari sistemi di aggancio differiscono per stabilità e tenuta offerte. In quanto a tenuta, cioè resistenza alla dispersione del flusso d’aria, sono sicuramente più efficaci i modelli con aggancio elastico: il silicone morbido della base “abbraccia” infatti perfettamente il collo del phon, non lasciando al flusso d’aria altra via d’uscita che non la bocca del diffusore. Di contro, però, questi modelli sono di solito molto leggeri e non presentano denti particolarmente pronunciati, pertanto la definizione dei ricci può essere meno pronunciata rispetto a un diffusore in plastica rigida.
Diffusore per capelli attacco elasticoIl sistema di aggancio a molle è molto stabile e si trova su modelli non pieghevoli, meglio strutturati con denti pronunciati che definiscono molto bene i riccioli. Di contro, però, le parti mobili di questo sistema possono andare incontro alla rottura, e la tenuta dell’aria può essere meno che perfetta.
Un buon compromesso è il sistema di aggancio a pressione, che non prevede parti mobili e al contempo consente una buona tenuta dell’aria, non essendovi interstizi lasciati aperti (a patto ovviamente di applicare correttamente il diffusore al phon). Il punto debole è appunto questo: se non ci si cura di fissare molto bene il diffusore, questo potrebbe sganciarsi durante l’uso.

Stili di acconciatura

Come detto, il diffusore per capelli è utile per l’asciugatura delle chiome ricce e ondulate, ma sono disponibili diversi tipi di diffusore che permettono ognuno di ottenere un effetto diverso sull’acconciatura: diffusori ciclonici, volumizzanti e i classici a dentini.

Diffusore a dentini

Questa è la tipologia classica di diffusore per capelli: presenta un piatto più o meno concavo e un numero variabile di dentini sporgenti. Tanto più lunghi sono i dentini, quanto più l’aria calda si distribuisce uniformemente, donando maggiore definizione al ricciolo. Diffusore per capelli classicoCon questo tipo di diffusore è pertanto possibile donare definizione a riccioli e onde, insieme ad un’asciugatura delicata.

Diffusore volumizzante

Questo tipo di diffusore, come il nome suggerisce, serve a donare una capigliatura dai ricci meno definiti, ma più vaporosa e voluminosa. Diffusore per capelli volumizzanteIl piatto, anziché essere concavo, è convesso e non presenta dentini: in questo modo l’aria calda risulta molto diffusa e l’asciugatura estremamente delicata.

Diffusore ciclonico

Il diffusore ciclonico è una tipologia molto particolare e ancora molto poco comune. È indicato per i capelli lunghi, per creare onde morbide e boccoloni molto rilassati. La struttura è molto particolare: consiste praticamente in un corto tubo di plastica con le estremità aperte, agganciato quasi in perpendicolare al corpo del phon. Diffusore per capelli ciclonicoBasta inserire una ciocca di capelli nel tubo ed azionare il phon per non più di 30 secondi per ottenere il risultato.

Struttura

Sebbene un diffusore per capelli sembri un accessorio piuttosto semplice e lineare, ve ne sono diverse varianti strutturali che ne influenzano l’uso.

Peso e dimensioni

Queste caratteristiche sono interessanti soprattutto nei modelli di diffusore elettrico che, nonostante montino un motore, si rivelano considerevolmente più leggeri e molto meno ingombranti rispetto ad una normale combinazione di asciugacapelli più diffusore. È dunque ad esempio molto più semplice portare un diffusore elettrico in valigia quando si va in vacanza che non infilarci il phon insieme al diffusore normale.

Diffusore 2 in 1

Questo tipo di diffusori per capelli sono dei normalissimi diffusori universali, con la particolarità però di avere un piatto intercambiabile: a seconda dei nostri desideri, cioè, possiamo usare il classico piatto con i dentini, oppure montare l’inserto convesso che trasforma il diffusore in un diffusore volumizzante. Diffusore per capelli 2 in 1Con questo semplicissimo accorgimento è dunque possibile realizzare due tipi diversi di acconciatura con un unico diffusore.

Diffusore pieghevole

Dal punto di vista della portabilità, il diffusore per capelli pieghevole è certamente il modello più efficiente. Si tratta di modelli dotati di un piatto in plastica rigida, mentre il resto del cono è realizzato in silicone morbido sagomato. Diffusore per capelli pieghevoleProprio questa parte morbida si può ripiegare su se stessa a fisarmonica, riducendo le dimensioni del diffusore a quelle di un semplice disco di plastica. Risulta dunque facilissimo da tenere in borsetta o da mettere in valigia, anche senza l’accompagnamento del phon: si può infatti perlopiù agganciare anche agli asciugacapelli che si trovano negli hotel.

Le domande più frequenti sui diffusori per capelli

Capelli ricci: diffusore o no?

Chi ha i capelli ricci o mossi si scontra spesso con problemi che ai portatori di capelli lisci sono pressoché sconosciuti: il problema principale è che l’aspetto della capigliatura può cambiare anche di molto a seconda del metodo di asciugatura, da quello “naturale” senza phon, all’asciugacapelli con il concentratore, al diffusore.
Quest’ultimo nasce proprio per offrire alle teste ricce un modo semplice per ottenere una capigliatura dall’aspetto sempre gradevole, con ricci dall’aspetto naturale e molto ben definito.
L’asciugatura “al naturale”, infatti, può lasciare i capelli appiattiti (se lunghi) o molto voluminosi (se corti), ma con riccioli carenti di definizione. Usare il phon con il concentratore anziché il diffusore può invece appiattire di molto la chioma, allungando i boccoli e dando loro un aspetto “spento”. L’uso del concentratore sui capelli ricci è consigliato solo per stirarli con l’ausilio di una spazzola tonda.
Decidete quindi a ragion veduta quale effetto volete dare ai vostri ricci: c’è uno strumento adatto ad ogni preferenza.

Come si usa il diffusore?

Usare il diffusore in sé non è difficile: basta raccogliere i ricci sul piatto (evitando le punte) e avvicinarlo allo scalpo. Per una piega perfetta è però necessario partire dal lavaggio con i prodotti giusti ed effettuare una serie di altri passaggi fondamentali: tutti i dettagli nella nostra guida all’uso del diffusore.

Il diffusore va bene solo per capelli naturalmente ricci?

Il diffusore è utilizzato perlopiù da chi vuole asciugare capelli naturalmente mossi o ricci; ciò non significa, però, che questo accessorio non possa essere utilizzato anche da coloro che hanno capelli lisci, per ottenere onde morbide e dall’effetto molto naturale. In questo caso, consigliamo di utilizzare uno shampoo volumizzante e una schiuma per capelli ricci e asciugare i capelli unicamente a testa in giù: se i capelli sono lisci, infatti, dovremo andare a creare più volume possibile; una volta che le ciocche siano asciutte, poi, è ideale applicare un leggero velo di lacca per assicurare una lunga tenuta della messa in piega appena creata.

Dove comprare un diffusore per capelli?

Acquistare un diffusore per capelli non è certo difficile, si tratta di accessori molto comuni. Sono diversi i negozi, reali o virtuali, dove è possibile trovarne: grandi negozi di elettrodomestici, negozi specializzati in articoli per capelli, grandi negozi online.
Tutte queste opzioni presentano ovviamente vantaggi e svantaggi: ad esempio, nei negozi “fisici” è possibile visionare gli articoli prima dell’acquisto, anche portando il proprio phon per testare che l’aggancio funzioni davvero bene, ma d’altra parte la selezione di modelli è spesso molto limitata. Acquistando online, di contro, si ha accesso a un numero molto maggiore di diffusori, ma viene meno la possibilità della “prova dal vero”.
Acquistando in negozio, inoltre, possiamo portare subito a casa il diffusore di nostra scelta, mentre l’acquisto online comporta per forza di cose un tempo d’attesa per la consegna dell’oggetto.

Quanto costa un diffusore per capelli?

Il costo di un diffusore per capelli non è particolarmente elevato, soprattutto se parliamo di diffusori universali: questi costano tutti meno di 20 €, e addirittura i modelli più economici scendono anche al di sotto dei 10 €.
È ovviamente un po’ diverso il discorso per i diffusori elettrici: questi apparecchi costano di solito intorno ai 50 € che, va detto, è comunque un prezzo inferiore a quello di un phon di buona qualità con diffusore in dotazione. Se cercate un diffusore dotato di funzionalità extra, come lo ionizzatore o il controllo automatico della temperatura, dovete tenere in considerazione che il prezzo potrebbe essere di gran lunga superiore alla media, raggiungendo i 90 € circa. In questo caso vi consigliamo di optare per un modello dotato di queste funzioni solo se effettivamente fate un uso frequente e quasi esclusivo del diffusore elettrico.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato