I migliori massaggiatori cervicale del 2017

Confronta i migliori massaggiatori cervicale del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Il migliore

Donnerberg NM-089

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TipologiaForma a U
Testine8
TrattamentoShiatsu
Intensità regolabile
Calore
Spegnimento automatico
AlimentazioneA rete
Punti forti
  • Materiali e fattura di qualità
  • Struttura ergonomica per massaggiare diverse zone del corpo
  • 3 livelli di velocità
  • Provvisto di adattatore per auto
  • Raccomandato dalla Federazione Olimpica e Sportiva Tedesca
Punti deboli
  • Utilizzabile solo vicino a una presa di corrente
  • Non adatto a chi cerca un modello poco ingombrante

Il più venduto

Naipo MGS-150DC

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TipologiaForma a U
Testine8
TrattamentoShiatsu
Intensità regolabile
Calore
Spegnimento automatico
AlimentazioneA rete
Punti forti
  • Struttura ergonomica per massaggiare diverse zone del corpo
  • 3 livelli di velocità
  • Provvisto di adattatore per auto
Punti deboli
  • Utilizzabile solo vicino a una presa di corrente
  • Non adatto a chi cerca un modello poco ingombrante
Vai all'offerta!

Il più economico

Homedics NMSQ-215A-EU

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TipologiaForma a U
Testine2
TrattamentoVibrazione
Intensità regolabile
Calore
Spegnimento automatico
AlimentazioneA pile e a rete
Punti forti
  • Manici ergonomici per regolare l'intensità
  • 2 livelli di intensità
  • Utilizzabile ovunque senza presa di corrente
Punti deboli
  • Trattamento meno intenso e completo
  • Poche funzioni
  • Solo un tipo di massaggio

Il più compatto

Naipo MGP-129A

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TipologiaCuscino
Testine4
TrattamentoShiatsu
Intensità regolabile
Calore
Spegnimento automatico
AlimentazioneA rete
Punti forti
  • Ingombro ridotto
  • Applicabile a diverse parti del corpo
  • Due sensi di rotazione delle testine
  • Provvisto di adattatore per auto
Punti deboli
  • Minore stabilità
  • Utilizzabile solo vicino a una presa di corrente
Vai all'offerta!

A elettrostimolazione

U-neck

Migliori offerte
Spedizione inclusa
TipologiaCollare
TestineA elettrodi
TrattamentoElettrostimolazione e vibrazione
Intensità regolabile
Calore
Spegnimento automatico
AlimentazioneBatteria interna
Punti forti
  • Massaggio meno stancante per i muscoli
  • Varie combinazioni tra elettrostimolazione, vibrazione e calore
  • Dotato di display e telecomando
  • Poco ingombrante
  • Utilizzabile ovunque e di frequente grazie a batteria interna
Punti deboli
  • Utilizzabile solo su collo
  • Non adatto a chi cerca un massaggio intenso
Vai all'offerta!

I fattori decisivi per la scelta del massaggiatore cervicale

Dolore cervicale: sintomi e cause

Con dolore cervicale (in gergo medico cervicalgia) si indica un dolore localizzato in corrispondenza del collo, in genere a livello dei muscoli e delle vertebre cervicali, ovvero nella parte superiore della colonna vertebrale. Molto spesso la sensazione di malessere è tale che arriva ad estendersi alla testa e agli arti superiori, oppure ad irradiarsi verso il basso coinvolgendo anche la schiena, più frequentemente a livello della zona lombare. Detto comunemente “cervicale”, questo disturbo si manifesta in genere dopo i 45 anni, ma può colpire anche persone più giovani.

Dolore cervicale

I sintomi che insorgono sono svariati e possono manifestarsi sia in modo discontinuo, solo quando si assume una determinata posizione, sia come un dolore cronico o addirittura sotto forma di un insieme di disturbi. Quelli più tipici sono dolore e rigidità del collo (ciò che nel linguaggio comune definiamo come "torcicollo") e mal di testa; nel caso di infiammazioni più gravi, possono presentarsi anche dolori alla schiena, calo delle forze, formicolii a braccia e mani, senso di nausea, vertigini e ronzii alla testa.
Nella maggior parte dei casi, e in particolare in età giovanile, il dolore cervicale è dovuto ad una semplice contrattura dei muscoli del collo e delle spalle, causata da un movimento brusco o da una corrente d'aria; si tratta quindi di un trauma passeggero, che scompare dopo qualche giorno restando un episodio isolato.
A causare problemi cronici possono essere invece stati di ansia o stress nervoso oppure, molto frequentemente, una postura scorretta: è il caso di chi conduce una vita sedentaria, magari passando molte ore in ufficio davanti al computer o con la schiena chinata sui libri, una posizione in cui il peso del corpo grava interamente sulla colonna vertebrale.
Infine, nei casi più gravi, il dolore cervicale è dovuto a traumi più seri, come lesioni dovute a incidenti, oppure a vere e proprie patologie come ernia del disco o artrosi cervicale.

Massaggiatore cervicale: che cos'è e a cosa serve

Solitamente, la terapia consigliata per combattere i disturbi cervicali dovuti a contratture muscolari prevede esercizi posturali accompagnati da massaggi decontratturanti: si tratta appunto di massaggi che agiscono sui muscoli, sui tendini e sui tessuti contratti, sciogliendoli e alleviando l'infiammazione per ripristinare il normale tono muscolare.

Massaggio decontratturante

Anche il massaggio shiatsu rappresenta un valido aiuto in caso di dolore cervicale: questo trattamento è basato sulla digitopressione (in giapponese, shiatsu significa appunto “pressione del dito”), ovvero una pressione effettuata con le dita, le nocche o il palmo delle mani, e agisce principalmente a livello delle articolazioni, riducendo la tensione nelle zone interessate.

Tali trattamenti vengono effettuati presso centri di fisioterapia o massaggio specializzati; tuttavia, non sempre si ha a disposizione il tempo o le risorse necessarie per usufruirne con la dovuta frequenza. In questi casi, una buona alternativa può essere rappresentata dai massaggiatori elettrici per cervicale: si tratta appunto di strumenti che, posizionati sulle zone adeguate del corpo, riproducono su di esse le pressioni e i movimenti tipici della stimolazione manuale, migliorando la circolazione sanguigna nei tessuti e favorendo la distensione dei muscoli.

Massaggiatore per cervicale

Ovviamente, il trattamento effettuato da un massaggiatore elettrico non è paragonabile a quello manuale, eseguito da un professionista e personalizzato in base alle esigenze ed allo stato di salute specifico dell'utente. Nel caso in cui si soffra di traumi gravi o di vere e proprie patologie a livello della zona cervicale, infatti, è bene chiedere un parere medico relativamente all'adeguatezza di questo tipo di strumenti, per avere la certezza di poterli usare in tutta sicurezza. In generale, il vantaggio di questi apparecchi è legato al fatto che possono essere utilizzati comodamente in ogni momento della giornata, non solo in casa propria davanti alla tv ma anche in ufficio e addirittura in auto; inoltre, il loro costo è decisamente inferiore rispetto a quello di una serie di sedute presso un centro massaggi.

I massaggiatori elettrici per cervicale sono dunque prodotti pratici e di dimensioni ridotte, pensati per chi soffre di cervicalgia cronica non grave e ha un bisogno frequente di decontrarre i muscoli del collo e della schiena, o anche per chi, semplicemente, vuole concedersi un momento di relax quotidiano a casa propria, senza dover necessariamente prenotare una sessione di massaggi e recarsi in uno studio di professionisti del settore.

Struttura

Esistono in commercio diverse tipologie di massaggiatori per cervicale. In generale, per quanto riguarda la struttura, questi strumenti si possono suddividere in tre tipi:

  • Cuscini massaggianti: questi massaggiatori sono privi di maniche o di maniglie integrate e presentano, come suggerisce il nome stesso, una forma che ricorda quella di un classico cuscino, da fare aderire su collo e spalle. Proprio perché privi di prese da cui afferrarli, per utilizzare questi apparecchi è necessario appoggiarli ad esempio allo schienale del divano o della poltrona. Oltre alla zona cervicale, questi massaggiatori possono essere facilmente spostati per trattare diverse zone del corpo;

Massaggiatore cervicale cuscino

  • Massaggiatori con maniche o a U: anche questi massaggiatori si compongono di una sorta di cuscino ricurvo, pensato per essere adagiato attorno al collo o sulle spalle; a differenza della tipologia precedente, però, a questo cuscino sono collegate due maniche o "braccioli" in cui infilare le braccia. Questi, oltre a favorire una maggiore stabilità del dispositivo, permettono di regolare l'intensità del trattamento, dal momento che tirandoli o allentando la presa è possibile variare la pressione che il massaggiatore esercita sul corpo. Come i modelli a cuscino, anche i massaggiatori con maniche possono essere utilizzati non solo sulla zona cervicale ma anche sul resto della schiena ed eventualmente sulle gambe;

Massaggiatore cervicale forma a U

  • Massaggiatori a collare: si tratta di massaggiatori la cui forma ricorda appunto quella di un collare, e che per essere utilizzati vanno avvolti attorno al collo. Per questo motivo risultano meno versatili, dal momento che a causa della loro struttura non possono essere utilizzati su altre zone del corpo;

Massaggiatore cervicale collare

  • Massaggiatori con manico: questi massaggiatori sono formati da un manico più o meno lungo alla cui estremità è collegata una superficie massaggiante, generalmente di forma circolare. Il manico consente di impugnare lo strumento per poi posizionarlo sulla zona da trattare; a differenza dei primi tre modelli, però, si tratta di massaggiatori molto più basilari. La superficie massaggiante è infatti piuttosto ridotta, di conseguenza anche l'effetto rilassante risulterà meno diffuso. D'altro canto, questa tipologia di massaggiatori risulta molto versatile, dal momento che la superficie poco estesa può essere posizionata con facilità praticamente su tutto il corpo, tant'è che molti di essi vengono utilizzati anche per effettuare trattamenti anti-cellulite.

Massaggiatore cervicale manico

Le prime due tipologie sono comunque più sofisticate, motivo per cui la loro struttura risulta più curata, con una certa attenzione legata al comfort e alla praticità: per questo motivo, i cuscini massaggianti e i massaggiatori con maniche presentano solitamente delle imbottiture, in modo da risultare più confortevoli a contatto con il corpo.

Massaggiatore cervicale imbottitura

Un altro elemento strutturale che può variare a seconda del modello riguarda la disposizione dei comandi. Alcuni massaggiatori, ad esempio, si distinguono per una pulsantiera integrata: è il caso dei massaggiatori con maniche, i cui comandi sono generalmente disposti su una delle maniche, più o meno all'altezza delle spalle, o anche di alcuni modelli a cuscino, che presentano una serie di comandi ai lati o sulla parte superiore della struttura.

Massaggiatore cervicale pulsantiera integrata

Altri massaggiatori, invece, sono dotati di un telecomando tramite cui regolare le impostazioni.

Massaggiatore cervicale con telecomando

Testine massaggianti

Le testine, dette anche “rulli” o “nodi”, sono quei componenti dei massaggiatori per cervicale che, muovendosi a contatto con la zona da trattare, sono di fatto incaricati del massaggio vero e proprio. Si tratta di piccole sfere, generalmente in plastica, che possono compiere tre tipi di movimento:

  • da sinistra verso destra;
  • dall'alto verso il basso;
  • dall'esterno verso l'interno.

Massaggiatore cervicale testine

I massaggiatori elettrici per cervicale le cui testine sono progettate per compiere tutti i movimenti sopra elencati sono anche definiti “3D”.
In alternativa, le testine eseguono il massaggio oscillando molto velocemente, con un movimento detto vibrante.
A seconda della tipologia di massaggiatore, e quindi della grandezza della superficie di trattamento, le testine sono presenti in minore o maggiore quantità: si va ad esempio dai modelli con manico, che possono presentare anche una sola sfera rotante, ai modelli a cuscino, che presentano solitamente da 2 a 4 testine, per arrivare ai massaggiatori con maniche o a U, che invece possono contarne fino a 8. In generale, maggiore è il numero delle testine, maggiore sarà l'intensità del massaggio.

Programmi

Altre caratteristiche da tener presenti nella scelta di un massaggiatore per cervicale riguardano la tipologia e la varietà di programmi che lo distinguono.

I programmi riguardano essenzialmente il tipo di movimento effettuato dalle testine e si distinguono comunemente in quattro tipologie:

  • Programma shiatsu: viene effettuato in genere dai massaggiatori dotati di 4 o 8 testine, che ruotano in tre direzioni su una superficie piuttosto estesa, in modo da simulare realisticamente la digitopressione tipica del massaggio shiatsu. Si tratta solitamente di un massaggio piuttosto intenso;
  • Programma rotante: le testine compiono dei movimenti rotatori, andando a sciogliere e rilassare i muscoli con un massaggio un po' più leggero;
  • Vibrazione: il massaggio viene effettuato tramite un'oscillazione molto veloce delle testine;
  • Elettrostimolazione: è infine possibile reperire in commercio massaggiatori per cervicale particolari, che agiscono sulle zone da trattare tramite elettrostimolazione, vale a dire una stimolazione elettrica a bassa frequenza, paragonabile alle tecniche che vengono utilizzate nei centri di fisioterapia; le testine, in questo caso, sono costituite da a veri e propri elettrodi. Questo tipo di trattamento è pensato per risultare meno intenso sui muscoli contratti.

Funzioni

Per quanto riguarda le funzioni, invece, i massaggiatori per cervicale possono presentare diverse opzioni, a seconda che si tratti di modelli più o meno sofisticati. Questi elementi vanno ovviamente ad influire sulla versatilità e sul costo dell'apparecchio, dal momento che consentono di offrire un trattamento il più possibile realistico e personalizzato secondo le proprie preferenze ed esigenze fisiche. Elenchiamo di seguito le funzioni più comuni:

  • Regolazione dell'intensità: si tratta della possibilità di regolare il movimento delle testine massaggianti scegliendo tra due o più livelli di velocità, a seconda che si desideri un trattamento più o meno intenso;
  • Senso di rotazione delle testine: molti massaggiatori per cervicale prevedono la possibilità di scegliere anche il senso di rotazione delle testine, che possono ruotare in senso orario o antiorario per offrire un massaggio ancora più completo;
  • Infrarossi: i modelli dotati di questa funzione emettono una luce invisibile all'occhio umano, che viene percepita sotto forma di calore. Riscaldandosi lievemente, le testine distribuiscono il calore anche sulle zone da trattare, favorendo un rilassamento naturale della muscolatura e incrementando l'efficacia del massaggio;
  • Timer: alcuni massaggiatori per cervicale prevedono un timer che, ogni due minuti, cambia automaticamente il senso di rotazione delle testine;
  • Spegnimento automatico: questa funzione consente al massaggiatore elettrico di spegnersi automaticamente per evitare le controindicazioni di un massaggio troppo prolungato. Generalmente, non si consiglia di proseguire oltre i 15 minuti a trattamento.

Massaggiatore cervicale funzioni

Alimentazione

L'ultimo fattore da considerare nella scelta del massaggiatore per cervicale riguarda il tipo di alimentazione che lo contraddistingue: in commercio possiamo infatti trovare modelli alimentati a rete, a batteria ricaricabile (generalmente agli ioni di litio), oppure, più raramente, a pile sostituibili.

La prima tipologia è probabilmente la più comune e risulta perfetta per coloro che prevedono di utilizzare il massaggiatore per cervicale con una certa frequenza, dal momento che questi modelli possono essere usati in qualunque momento collegando il cavo ad una presa di corrente; d'altra parte, proprio per questo motivo i massaggiatori alimentati a rete obbligano a posizionarsi vicino ad una presa, e possono risultare scomodi nel momento in cui il cavo in dotazione non sia abbastanza lungo da permettere una certa libertà di movimento.

Massaggiatore cervicale alimentazione a rete

I massaggiatori alimentati a rete più sofisticati includono un adattatore per auto per assicurare una maggiore versatilità e praticità di utilizzo.

Massaggiatore cervicale adattatore auto

I modelli alimentati a batterie ricaricabili prevedono invece una batteria interna che viene ricaricata tramite un apposito cavo, per cui si dovranno seguire le istruzioni riguardo ai tempi di ricarica corretti. Questi massaggiatori possono essere utilizzati ovunque, senza la preoccupazione di dover cercare una presa di corrente, e la loro batteria interna garantisce un utilizzo prolungato senza rischi di cali di prestazione sul lungo termine.
Quest'ultima considerazione vale anche per i massaggiatori per cervicale a pile sostituibili che, però, comportano il bisogno di ricordarsi di cambiare le pile quando queste sono esaurite e quindi di affrontare con una certa frequenza la spesa dell'acquisto di nuove pile. Per tale motivo, questi modelli non rappresentano la soluzione ideale per chi vuole fare un uso intenso del massaggiatore.

"Massaggiatore cervicale": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Donnerberg NM-089

Miglior prezzo: 189,00€

Naipo MGS-150DC

Miglior prezzo: 49,99€

Homedics NMSQ-215A-EU

Miglior prezzo: 29,90€