I migliori primer viso del 2023

Confronta i migliori primer viso del 2023 e leggi la nostra guida all'acquisto.

amorettiprofumi
60,58 €
farmaciauno
18,85 €
parfumdreams
13,80 €
farmacosmo
27,79 €
amazon
12,60 €
greta
60,59 €
docpeterit
19,29 €
notino
16,79 €
sensationprofumerie
28,70 €
parfimo
63,13 €
farmaciaon
20,08 €
parfimo
20,17 €
cirrottola
28,80 €
farmacialoreto
65,74 €
topfarmacia
21,15 €
amazon
23,38 €
profumeriaweb
29,13 €
parfumdreams
65,95 €
amazon
31,02 €
amazon
31,09 €

Dati tecnici

Effetto

Illuminante, levigante, idratante, energizzante, tonificante

Levigante, uniformante, anti imperfezioni

Rimpolpante, idratante

Levigante, idratante, antirughe

Correzione del colore

Tipo di pelle

Normale, secca

Normale, mista

Normale, secca

Normale, matura

Normale, sensibile, soggetta a couperose

Ingredienti attivi

Estratto di kiwi, estratto di pungitopo, estratto di padina pavonica, glicerina di origine vegetale

Siliconi non occlusivi

Elettroliti, vitamina E, provitamina B5, potassio e magnesio

Acacia Senegal

Acido ialuronico, aloe

Siliconi

In percentuali moderate

In alte percentuali

n.d.

In alte percentuali

n.d.

Contenuto

30 ml

30 ml

30 ml

15 ml

30 ml

Punti forti

Illumina l'incarnato e riduce i segni di stanchezza

Può essere applicato su tutto il viso e sugli occhi

Formula vegana

Formulato con ingredienti idratanti di origine naturale

Contrasta il rossore dovuto a couperose

Idrata, tonifica e dona alla pelle un aspetto rimpolpato

Attenua rughe e imperfezioni

Nutre e idrata la pelle

Leviga e uniforma l'incarnato immediatamente

Rende l'incarnato omogeneo

Può essere applicato prima o dopo il trucco

Con siliconi non occlusivi

Rimpolpa e mantiene il make-up a lungo

Può essere utilizzato anche da solo

Adatto a tutti i tipi di pelle

Non è necessario attendere che si asciughi

Punti deboli

Costo elevato

Non è ideale per coprire le imperfezioni

Quantità esigua di prodotto nella confezione

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il primer viso

Al fine di realizzare un make-up impeccabile e che resista per tutta la giornata, sono necessari una serie di prodotti appositamente pensati per creare un effetto che sia al contempo naturale, senza imperfezioni e che resista a lungo. Oltre ai prodotti più classici, come il fondotinta, il blush e la cipria, alla base di un trucco perfetto non può mancare il primer. Il primer viso è un prodotto abbastanza diffuso ma che non tutti conoscono, e che può davvero fare la differenza se sappiamo come utilizzarlo. In questa pagina andremo a chiarire quale sia la funzione del primer viso, le tipologie disponibili sul mercato e le altre caratteristiche da tenere in considerazione quando decidiamo di acquistarne uno.Primer viso

Che cos’è il primer per il viso?

Quante volte capita che dopo poche ore dall’applicazione del fondotinta, questo si depositi su rughe e pori della pelle creando un effetto poco naturale? Il primer è pensato proprio per evitare tutto ciò. Il primer è, infatti, prima di tutto, un cosmetico capace di creare una base per il trucco e preparare la pelle per l’applicazione di tutti i prodotti successivi; come suggerisce il nome stesso, è il primo prodotto da stendere prima del fondotinta e la sua funzione principale è quella di creare uno strato liscio e omogeneo sulla superficie della pelle in modo che il trucco vi aderisca in modo uniforme senza essere completamente assorbito dalla pelle, con il fine ultimo di perfezionare il make-up e farlo durare più a lungo. Con il primer è inoltre più facile stendere il fondotinta e gli altri cosmetici in modo omogeneo, evitando accumuli di prodotto che fanno risaltare le imperfezioni anziché nasconderle.Primer viso a cosa serve

I diversi tipi di primer

Sul mercato esistono diversi tipi di primer. Come fare dunque a scegliere quello più adatto alle proprie esigenze?
Bisogna anzitutto sapere che esistono primer pensati per diverse zone del viso:

  • Primer per il viso: i più comuni, che come abbiamo visto, fungono da base per fondotinta, creme colorate e blush, ovvero tutti quei prodotti che vanno a migliorare l’aspetto dell’incarnato;
  • Primer per le labbra: pensati per uniformare il colore delle proprie labbra e fare da base al rossetto affinché il colore risulti omogeneo e di lunga durata; in alcuni casi il primer labbra è finalizzato a creare un contorno labbra invisibile che definisca i tratti della bocca in modo impeccabile;
  • Primer per le ciglia: si tratta di un mascara invisibile che va applicato prima del mascara colorato per definire le ciglia e prolungare la durata del mascara e la piega delle stesse;
  • Primer per gli occhi: si tratta di primer specifici per il contorno occhi che mirano ad idratare, levigare le piccole e rughe che caratterizzano questa zona e consentire di applicare illuminanti, correttori e ombretti in modo uniforme, facendo in modo che resistano a lungo.

Primer viso e occhiAll’interno di queste grandi “famiglie” di primer, troviamo primer specifici per il viso, che andiamo ad analizzare qui di seguito e che si distinguono per l’effetto finale che permettono di ottenere e il tipo di pelle e di problematiche per cui sono indicati.

Effetto finale

Se quello che cerchiamo è un primer per il viso, la prima cosa da tenere in considerazione per capire quello che fa per noi è l’effetto finale che vogliamo ottenere. Oltre a preparare la pelle per il trucco, a seconda della formula, il primer viso ha la funzione di creare un effetto specifico e migliorare alcuni aspetti dell’incarnato. Per distinguere una tipologia di primer dall’altra, è importante dunque considerare azioni e benefici specifici apportati; qui sotto vi elenchiamo le diverse tipologie in commercio.

Primer opacizzanti

Questa tipologia di primer è formulata per assorbire la produzione di sebo e limitare il famoso effetto lucido tipico delle pelli miste e grasse, specialmente nella famosa zona T, ovvero sulla fronte e sulla zona centrale del viso, come naso e mento. Una volta applicato, il primer opacizzante fa sì che il fondotinta non scivoli via e rimanga sulla pelle a lungo. Per i primer opacizzanti è importante tenere a mente che il loro utilizzo troppo frequente potrebbe seccare eccessivamente la pelle lasciandola disidratata e portando, di conseguenza, ad una maggiore produzione di sebo.

Primer leviganti e anti imperfezioni

Questi tipi di primer mirano a riempire rughe, piccole imperfezioni e pori dilatati per lisciare e levigare la superficie della pelle. Questo effetto riempitivo ha lo scopo sia di evitare l’accumulo di make-up, specialmente di fondotinta, in queste zone del viso in modo da ottenere un effetto finale uniforme, sia di nascondere i segni dell’età o eventuali piccole cicatrici lasciate dall’acne. I primer leviganti sono adatti a tutti i tipi di pelle ma in particolare alle pelli mature.Primer viso effetti

Primer idratanti

Si tratta di primer pensati per aggiungere e mantenere l’umidità della pelle a lungo al fine di prevenire quell’effetto innaturale causato dal seccarsi degli altri cosmetici sul viso. Questa tipologia di primer aiuta il viso a mantenere un aspetto molto naturale, rendendo la pelle fresca e idratata. Questi primer sono dunque consigliati per chi ha una pelle secca, mentre sono sconsigliati a coloro che hanno una pelle mista o grassa.

Primer illuminanti

Questi primer sono pensati per coloro che non hanno la necessità di nascondere le imperfezioni o opacizzare l’incarnato, ma vogliono ottenere una pelle luminosa, fresca e dare risalto ai lineamenti del viso come gli zigomi, giocando anche con le naturali luci e ombre che caratterizzano i tratti del volto. Appartengono a questa tipologia anche i primer che mirano a creare un effetto “rugiada”, il famoso dewy effect che rende la pelle capace di riflettere la luce tanto da sembrare quasi umida, un effetto molto in voga al momento.

Primer correttivi del colore

Al fine di uniformare l’incarnato non solo dal punto di vista della grana della pelle ma anche del colore, l’ideale è optare per primer che hanno la funzione di coprire discromie e rossori. Nello specifico, alcuni primer sono formulati con pigmenti verdi che vanno a neutralizzare le zone rosse, come quelle, ad esempio, affette da couperose. Ricordiamo che invece, generalmente, i primer hanno una colorazione neutra o leggermente rosata.Primer viso correttore colore

Primer con azione curativa

Alcuni primer offrono anche ulteriori benefici che vanno oltre a quelli di natura puramente cosmetica. In commercio si possono infatti trovare formule arricchite con principi attivi, come vitamine, estratti di piante e altri ingredienti con proprietà specifiche, tra cui ridurre le macchie, lenire, idratare a fondo, tonificare la pelle.

Primer e tipi di pelle

Come abbiamo visto, esistono primer diversi a seconda dell’effetto finale che si vuole ottenere. Nella scelta del primer migliore per il proprio viso, è necessario tenere in considerazione anche il tipo di pelle che si possiede e applicare quindi un primer che si adatto al proprio viso.

Pelle secca, grassa o mista

Come abbiamo accennato sopra, nel caso di pelle grassa, consigliamo di optare sempre per un primer opacizzante per tenere sotto controllo l’eccesso di sebo; viceversa, con pelle che tende a seccarsi, scegliere un primer che abbia anche la funzione di idratare consentirà di ottenere un trucco omogeneo e naturale, evitando che fondotinta e cipria si accumulino nelle zone di maggiore secchezza. Se, infine, avete una pelle normale o mista, che presenta zone in cui la produzione di sebo è maggiore alternate a zone oleose, la soluzione è quella di applicare sulla zona “T” un primer per pelli grasse, sul resto del viso un primer idratante per ottenere un effetto uniforme e un trucco impeccabile.

Pelle a tendenza acneica

La pelle con tendenza acneica si presenta come grassa ma al contempo molto sensibile; per questo è importante scegliere un primer che non contenga sostanze occludenti, ovvero che ostruiscono i pori aumentando il rischio di irritazioni in una pelle già molto stressata. In generale sarebbe meglio limitare l’utilizzo del primer solo alle occasioni speciali in cui si desidera apparire in ordine e con un trucco realizzato alla perfezione. In questi casi si consiglia di scegliere un primer leggero, opacizzante, privo di oli, a base d’acqua e senza siliconi, nemici della pelle soggetta ad infezioni batteriche.

Pelle matura

Per le pelli mature, meglio preferire un primer levigante, capace dunque di riempire le imperfezioni del viso ed evitare che fondotinta e blush vadano ad evidenziarle, anziché nasconderle. La soluzione ideale è optare per un primer capace sia di levigare, sia di illuminare la pelle e donarle un effetto riflettente della luce. In caso di pelle matura che tende a seccarsi consigliamo invece di optare per primer di buona qualità arricchiti con acido ialuronico.Primer viso con acido ialuronico

Ingredienti

Saper leggere la lista degli ingredienti permette di fare una scelta più consapevole e optare per un primer maggiormente adatto alla nostra pelle.
I primer possono essere formulati con diversi ingredienti; i più comuni sono:

  • Siliconi: polimeri capaci di creare una superficie liscia ed uniforme a cui far aderire il trucco; sono ideali per nascondere i pori dilatati e le piccole rughe, lasciando la pelle liscia; i più comuni sono il dimeticone, il cyclomethicone e il cyclopentasiloxane;
  • Oli: sono presenti soprattutto nei primer idratanti poiché aiutano a idratare la pelle e prevengono l’agglomerazione del trucco. Tra i più utilizzati ci sono l’olio di jojoba e lo squalano;
  • Emollienti: si tratta di sostanze idratanti, lenitive e, in alcuni casi, anche opacizzanti, capaci di levigare e ammorbidire la pelle. I più diffusi nei primer sono il burro di karité, la glicerina e l’acido ialuronico;
  • Ingredienti umettanti: sono quelli capaci di creare una barriera occlusiva in grado di trattenere l’umidità della pelle per prolungarne l’idratazione e far durare il trucco più a lungo;
  • Pigmenti: si tratta di pigmenti aggiunti alla formula allo scopo di aumentare la luminosità (nel caso, ad esempio, dei pigmenti dorati), oppure di contrastare il rossore (pigmenti verdi);
  • Vitamine: hanno la funzione di idratare, nutrire, proteggere la pelle e ridurre le macchie; tra i più diffusi ci sono la vitamina E, la vitamina C e la niacina (vitamina B).

Poiché lo scopo principale del primer è quello di creare una sorta di film sulla superficie della pelle che funzioni come base su cui applicare i diversi prodotti cosmetici, gli ingredienti più spesso utilizzati per ottenere questo effetto sono proprio i siliconi.
Sappiamo che i siliconi sono sostanze leviganti e che si depositano sulla pelle per renderla più liscia ed omogenea ma hanno anche l’effetto di ostruirne i pori, impedendo la normale traspirazione della pelle. Sono inoltre sostanze difficili da rimuovere completamente e che tendono dunque a depositarsi e accumularsi sull’epidermide causando a lungo andare irritazioni e sfoghi e un aumento della produzione di sebo.
Per venire in aiuto a coloro che vogliono utilizzare il primer spesso ma desiderano evitare l’utilizzo di formule siliconiche, per esempio chi tende ad avere acne o una pelle particolarmente grassa, molti brand propongono primer privi di siliconi o formulati con siliconi non occlusivi e sostanze non comedogeniche. Ricordiamo inoltre che anche oli e petrolati, aggiunti ai primer per mantenere la pelle idratata, sono sostanze occlusive che, in caso di pelle grassa, andrebbero evitati.

Le domande più frequenti sui primer viso

Come applicare il primer viso in modo corretto?

Utilizzare un primer in modo corretto permette di ottenere un trucco impeccabile; per utilizzare correttamente il primer consigliamo di:

  • Applicare il primer dopo i trattamenti viso, come la crema viso o il siero, e prima del fondotinta;
  • Iniziare picchiettando una piccola quantità di prodotto con le dita: c’è sempre tempo per aggiungere un po’ di prodotto qualora fosse necessario, ma è importante modularlo e stendere uno strato sottile;
  • È preferibile non utilizzare pennelli o spugnette onde evitare di trascinare via il primer anziché lasciarlo depositare sulla pelle;
  • Dopo aver applicato il primer, attendere che si asciughi completamente prima di procedere con il fondotinta o con gli altri cosmetici, in modo che il prodotto si fissi alla pelle e il trucco successivo vi aderisca perfettamente.

Quanto costa un primer viso?

Il costo di un primer viso dipende dalla qualità degli ingredienti presenti nella formula e dalla sue proprietà aggiuntive. In generale i prodotti di fascia economica svolgono le funzioni tipiche del primer senza avere particolari ulteriori benefici; viceversa, i prodotti di fascia alta spesso svolgono altre funzioni, come nutrire, proteggere o idratare la pelle, aggiungendo dunque anche un’azione benefica. I primer di fascia economica partono dai 5 € circa e sono ideali se l’uso che si vuole fare del primer è saltuario e volto semplicemente a migliorare la stesura del trucco e prolungarne la durata, specialmente in occasioni speciali in cui si desidera avere un make-up simile a quello professionale. I prodotti di fascia media, con un prezzo compreso tra i 15 € e i 35 €, sono il miglior compromesso per coloro che cercano un primer con ingredienti buoni e che abbia anche una funzione specifica, come illuminare, idratare o rimpolpare l’incarnato. Se si dispone di un budget più alto si può optare per primer con formulazioni complesse e formule ricercate pensate anche per svolgere una funzione curativa ulteriore a quella semplicemente estetica. I primer di fascia alta possono superare i 50 €.

Si può utilizzare il primer senza fondotinta?

La maggior parte dei primer in commercio possono essere utilizzati sia prima del fondotinta, sia da soli. È dunque possibile usare il primer senza proseguire con l’applicazione del fondotinta laddove si voglia ottenere un effetto più naturale e, al contempo, perfezionare l’incarnato. In ogni caso, ne va utilizzata una piccola quantità da stendere in modo uniforme ed è necessario attendere che il prodotto si asciughi del tutto prima di completare il trucco con altri prodotti, come il blush o l’ombretto.

Si può utilizzare il primer anche d'estate?

Nei mesi più caldi consigliamo di utilizzare un make-up leggero e che lasci respirare la pelle. È importante quindi scegliere un primer valutando gli ingredienti inclusi nella sua formulazione e optando per primer a base d’acqua e privi di oli e siliconi, sostanze che impediscono la normale traspirazione dell’epidermide. In commercio, oggi, esistono molti primer ricchi di sostanze idratanti e non occlusive.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
Il migliore
Sisley Instant Eclat Instant Glow Primer

Sisley Instant Eclat Instant Glow Primer

Migliore offerta: 60,58€

Il miglior rapporto qualità prezzo
BioNike Defence Color Primer

BioNike Defence Color Primer

Migliore offerta: 31,02€