Le migliori padelle Agnelli del 2024

Confronta le migliori padelle Agnelli del 2024 e leggi la nostra guida all'acquisto.

vemo
43,66 €
amazon
76,76 €
roccobimbo
42,56 €
amazon
64,80 €
roccobimbo
22,06 €
metro
50,58 €
vemo
44,06 €
vemo
23,19 €
amazon
57,93 €
amazon
58,01 €
paniate
26,90 €
horecaatelier
58,58 €
cucinaatelierit
60,13 €
horecaatelier
28,45 €
cucinaatelierit
65,09 €
amazon
34,56 €

Dati tecnici

Unità

1

3

1

1

1

Diametro

32 cm

20 / 24 / 28 cm

32 cm

24 cm

28 cm

Materiale

Acciaio inox

Alluminio

Alluminio

Alluminio e acciaio inox

Alluminio

Rivestimento antiaderente

Per induzione

Lavabili in lavastoviglie

n.d.

n.d.

n.d.

Punti forti

La tecnologia Shark Skin migliora nettamente l'antiaderenza

Ideali per saltare gli alimenti

Senza nichel

Per piani a induzione

Per cottura al salto

Ideale per piani a induzione

Molto leggere

Utilizzabile fino a 260 °C

Senza nichel

Leggera

Manico con guaina cool touch

Senza nichel

Leggera e maneggevole

Solidità dell'acciaio e conduttività termica dell'alluminio

Pareti alte

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Le padelle Agnelli

Negli ultimi anni, complici i numerosi programmi televisivi di cucina e la presenza sui social di cuochi molto famosi, si è diffusa la tendenza a voler emulare gli chef stellati nella preparazione di piatti elaborati e nell’uso di strumenti di tipo professionale. Tra questi, un accessorio molto utilizzato soprattutto per cucinare le ricette di pasta è la padella in alluminio: grazie alla sua leggerezza, infatti, questo materiale viene sfruttato per realizzare padelle di grandi dimensioni, necessarie nella ristorazione per preparare grandi porzioni e permettere di saltare gli ingredienti in padella con maggiore facilità.padelle agnelliIl marchio più conosciuto in questa nicchia è Pentole Agnelli, spesso abbreviato semplicemente in Agnelli, che con la sua ampia gamma di prodotti per la cucina rappresenta da decenni un’istituzione nella produzione di pentole e padelle.
Andiamo a scoprire la storia di questo brand e cosa contraddistingua il suo attuale catalogo, prima di dare un’occhiata alle padelle più interessanti tra quelle in commercio. Vi consigliamo inoltre di dare uno sguardo alla nostra guida all’acquisto delle padelle e all’approfondimento sulle padelle antiaderenti se prima avete voglia di sviscerare questi argomenti.

Storia di Pentole Agnelli

La storia di questa eccellenza del Made in Italy inizia più di un secolo fa, per l’esattezza nel 1907 a Bergamo. Il fondatore è stato Baldassare Agnelli, che nello stesso edificio aveva appena inaugurato una fabbrica di alluminio, metallo che all’epoca era una novità e che negli anni avrebbe continuato a distinguere i prodotti dell’azienda.
Il marchio si è consolidato nel tempo grazie anche all’apertura di nuove fabbriche e trafilerie di alluminio e alla creazione di pentolame realizzato in materiali diversi, per venire incontro alle esigenze innanzitutto dei cuochi professionisti e poi di quelli casalinghi.padelle agnelli qualitàAl momento esistono collezioni di Pentole Agnelli pensate per i piani cottura a induzione e adatte ad essere usate in forno, segno di come l’azienda punti a rimanere al passo coi tempi e ad innovare, senza però rinunciare a migliorare i prodotti che l’hanno resa famosa, ovvero il pentolame in alluminio, e che l’hanno portata a diventare il fornitore ufficiale della Federazione italiana cuochi, Federazione italiana ristoratori e Accademia nazionale cuochi.

Le migliori padelle Agnelli

Prima di acquistare un nuovo set di padelle oppure una singola padella è importante considerare l’uso che intendete farne e, in base a questo, scegliere prima di tutto il materiale di cui debba essere fatta e poi le sue dimensioni. Per aiutarvi nella scelta, abbiamo fatto una panoramica dei prodotti più interessanti, ricordandovi però che i coperchi vanno acquistati separatamente.

Pentole Agnelli Shark Skin 32 cm

Questa padella in acciaio inox ha il vantaggio di poter essere utilizzata sui piani di cottura a induzione, sempre più diffusi nelle nostre cucine: nel caso di questa padella, che misura ufficialmente 32 cm, il diametro del disco per induzione è di 18,5 cm. Ricordate infatti che il diametro fa riferimento al bordo superiore della padella e non al fondo. Le altre misure disponibili sono 24, 28 e 36 cm.
Si tratta di una padella di alta qualità, dotata di rivestimento Shark Skin, le cui doti di antiaderenza, unite all’elevato spessore di questo strato, sono superiori di tre volte rispetto ad un normale antiaderente spruzzato. Questo riduce il bisogno di aggiungere grassi durante la cottura.
Completa il tutto la guaina “cool” del manico che previene le scottature, molto frequenti con i manici metallici.

Pentole Agnelli Tris di padelle in alluminio

Questo set è l’ideale per chi cerca delle padelle in alluminio adatte a diverse occasioni. I diametri da 20, 24 e 28 cm sono infatti i più utilizzati per le preparazioni di base.
L’alluminio è molto utilizzato nelle cucine professionali perché distribuisce bene il calore senza avere i costi del rame, aspetto molto importante in un ambiente in cui padelle e pentole vengono sostituite di frequente. È inoltre molto più leggero dell’acciaio inox e del rame, perciò permette di maneggiare le padelle con più facilità, soprattutto quando si preparano ricette che mettano sotto sforzo il polso.
Per finire, l’ottima conduttività termica fa sì che la padella si scaldi più rapidamente e che i cibi siano pronti in meno tempo.
Le padelle di questo materiale richiedono una cura particolare e, se non trattate adeguatamente, rischiano di opacizzarsi. Tuttavia, se siete alla ricerca di un set di padelle in alluminio, Pentole Agnelli è il marchio da considerare.

Pentole Agnelli ALUM11124

Pentole Agnelli punta molto sullo sviluppo di prodotti che offrano prestazioni ottimali in cucina. Come abbiamo visto, infatti, sia l’acciaio inox, sia l’alluminio hanno degli svantaggi che non li rendono perfetti al 100%, per questo Agnelli ha lanciato una linea di strumenti di cottura in alu-inox.
La padella qui sotto è realizzata in acciaio, ma al suo interno si trova uno strato di alluminio di 2 mm che ne assicura una migliore distribuzione del calore ed efficienza energetica. L’uso dell’acciaio, d’altra parte, conferisce alla padella solidità, resistenza alla corrosione e soprattutto la compatibilità con i piani cottura a induzione.
Questa padella ha le pareti basse e dritte (è una cosiddetta padella “da frittura”) ed è disponibile nel formato da 20, 24, 28 e 32 cm.

Pentole Agnelli ALSA111BS32

Visto il successo delle sue pentole e padelle in alluminio, Agnelli ha lanciato una versione degli stessi prodotti con rivestimento antiaderente, dal momento che l’alluminio nudo tende a far attaccare i cibi sul fondo. Il teflon utilizzato permette di non bruciare i cibi, di utilizzare meno grassi in cottura ed è anche più facile da pulire. Può sopportare temperature fino a 260 °C, anche se è un materiale meno longevo rispetto all’alluminio nudo perché tende naturalmente a graffiarsi o a perdere le sue qualità antiaderenti dopo qualche anno.
La padella da noi consigliata è alta e svasata, perciò è adatta a saltare gli alimenti, come ad esempio la pasta. È disponibile nei classici formati da 20, 24, 28 e 32 cm di diametro, ma anche in formati più grandi e adatti a gruppi numerosi o alla ristorazione, cioè da 36 e 40 cm. Il fondo è spesso 3 mm, mentre il manico è in acciaio inox; risulta maneggevole da usare e piuttosto leggera visto che il materiale principale è l’alluminio.

Pentole Agnelli Padella svasata alta

Se cercate una padella leggera in alluminio per realizzare cotture al salto, nel catalogo Pentole Agnelli troverete tantissimi modelli. Questo qui, venduto come in molti altri casi senza coperchio, è disponibile in tante misure a seconda delle vostre esigenze. Il manico è in acciaio inox per una migliore presa.

Pentole Agnelli COTE111CIT32

La particolarità di questa padella è dovuta al fatto che è realizzata in quello che Pentole Agnelli definisce “Copper3”, ovvero l’unione di rame, acciaio e alluminio. Nel caso della padella precedente abbiamo infatti visto come la combinazione di acciaio e alluminio aiuti a sopperire ai punti deboli di ciascun materiale, ma in questo caso viene usato anche il rame per migliorare l’aspetto visivo della padella. Ecco quindi che, oltre a rivelarsi uno strumento solido, facile da pulire e dalla buona conduttività termica, si presta anche ad essere esposto sulle mensole della cucina oppure appeso ad un gancio in bella vista.
La padella è compatibile con le piastre a induzione ed esiste nel formato da 20, 24, 28 e 32 cm.

Quanto costano le padelle Agnelli?

Il prezzo delle padelle prodotte da Pentole Agnelli cambia in base al materiale. Quelle più economiche sono quelle in alluminio nudo (cioè senza rivestimento antiaderente), il cui prezzo per i modelli da 20 cm va dai 25 € dei modelli più bassi ai 40 € di quelli con pareti alte, e aumenta all’aumentare del diametro; le padelle con rivestimento antiaderente hanno invece un prezzo base di circa 40-50 €. Il prezzo sul sito ufficiale sale per le padelle compatibili con i piani a induzione e parte da 75 € per l’alu-inox e 180 € per il misto rame/acciaio/alluminio. Infine, le padelle in ghisa hanno prezzi superiori ai 100 €.

Come sono le padelle Agnelli?

Le padelle Agnelli sono prodotti di indubbia qualità, utilizzati dai cuochi professionisti e realizzati con grande attenzione alla solidità dei materiali. Bisogna però precisare che, se avete intenzione di acquistare le padelle signature del marchio, cioè quelle in alluminio, dovrete trattarle con molta cura per impedire che si ossidino, ovvero evitare il lavaggio in lavastoviglie o il contatto con ingredienti acidi. Questo è infatti il grande svantaggio dell’alluminio, che però non dipende dalla qualità del marchio.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato