I migliori oli da barba del 2022

Confronta i migliori oli da barba del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Camden Barbershop Company Original

Camden Barbershop Company Original

Il migliore

Amazon
Confezione50 ml
Ingredienti 100% naturali
FragranzaAgrumi
Oli contenutiMandorle, argan, cedro, limone verde
Punti forti
  • Ingredienti 100 % naturali
Captain PowerBeard

Captain PowerBeard

Il miglior rapporto qualità prezzo

Amazon
Confezione100 ml
Ingredienti 100% naturali
FragranzaN.D.
Oli contenutiRosmarino, lavanda
Punti forti
  • Stimola la crescita della barba
  • Cruelty free
SatinNaturel Organic

SatinNaturel Organic

Amazon
Confezione100 ml
Ingredienti 100% naturali
FragranzaBosco
Oli contenutiMandorla, argan, jojoba, albicocca, uva, arancia, limone, pompelmo, patchouli, bergamotto, cannella, vaniglia, cedro del Texas
Punti forti
  • Ingredienti 100% biologici e naturali
  • Bottiglia scura
  • Contiene vitamina E
King C Gillette Olio da barba

King C Gillette Olio da barba

Amazon
Ideabellezza
Sensation Profumerie
Farmacia Reale Firenze
Farmacosmo
Confezione30 ml
Ingredienti 100% naturali
FragranzaAgrumi, zenzero, menta
Oli contenutiAvocado, mandorle dolci, vinaccioli
Punti forti
  • Formulato al 99% con oli vegetali
  • Buon rapporto qualità-prezzo
Proraso Azur Lime

Proraso Azur Lime

Amazon
The Beauty Brothers
Parfumdreams
Echarme
Notino
Confezione30 ml
Ingredienti 100% naturali
FragranzaLime
Oli contenutiGirasole, eucalipto, avocado, nocciole
Punti forti
  • Fragranza molto fresca
Dario.ramponi
Autore
Dario

Come scegliere l’olio da barba

Negli ultimi anni la barba è decisamente tornata di moda: celebrità e personalità dello spettacolo amano portare la barba lunga e così anche moltissimi altri uomini in tutto il mondo hanno seguito questo trend. D’altronde anche nell’antichità la barba era probabilmente segno di bellezza e virilità, ne sono la riprova le statue raffigurante guerrieri o lottatori dal fisico scolpito e col viso incorniciato da una folta barba.olio da barba Per avere barba e baffi curati alla perfezione ormai non è più necessario recarsi dal barbiere, infatti si trovano sul mercato diversi prodotti come regolabarba o kit barba per prendersi cura della propria barba da soli e apparire sempre al meglio. Tra i prodotti che aiutano gli uomini a curare la propria barba e che negli ultimi anni hanno iniziato a godere di una popolarità sempre maggiore troviamo l’olio da barba. Questo prodotto consente di idratare e ammorbidire la peluria, inoltre nella maggior parte dei casi contiene delle fragranze che rendono la barba fresca e profumata. Anche se a una prima analisi possono sembrare tutti uguali, gli oli da barba si differenziano per diversi elementi e in questa guida all’acquisto abbiamo deciso di raccogliere i fattori fondamentali da analizzare quando si decide di acquistare un olio da barba.olio da barba bottiglia marrone

A cosa serve l’olio da barba

Chi desidera farsi crescere la barba, scoprirà rapidamente che avrà alcuni piccoli imprevisti da fronteggiare lungo il proprio percorso. Uno dei principali problemi che affliggono molti uomini riguarda la pelle del viso, infatti accade spesso che la pelle sia irritata quando la barba inizia a crescere o quando la barba è ancora corta. Per chi soffre già di secchezza della pelle o di un’elevata sensibilità, il prurito può essere un problema particolarmente grave in quanto la barba tende ad aumentare i problemi di ipersensibilità e arrossamento già presenti. Le aree più colpite da questi problemi sono solitamente quelle intorno alle guance e al mento. Una corretta igiene e cura della barba può però aiutare in questi casi. Oltre al lavaggio quotidiano con shampoo o prodotti dedicati alla cura della barba si può usare appunto un olio da barba. L’uso quotidiano di olio per barba presenta diversi vantaggi:

  • Idrata i peli della barba;
  • Idrata la pelle, previene la disidratazione ed esfoliazioni del viso;
  • Nutre il pelo, prevenendo doppie punte o peli spezzati;
  • Diminuisce arrossamenti e irritazioni sulla pelle del viso;
  • Stimola la crescita della barba;
  • Modella la forma della barba;
  • Lucida la barba, dando un aspetto sano al pelo;
  • Dona una gradevole fragranza.

Oli da barba con doppia funzione

Negli ultimi anni moltissimi brand di cosmesi, anche internazionali, si sono affacciati nel mercato del grooming, visto che il look degli uomini è cambiato molto e così le esigenze d’acquisto dei clienti. Si trovano quindi, specialmente nel periodo recente, molti prodotti più ricercati, non sempre da scaffale. A parte i brand di profumeria, che hanno spesso dei cataloghi ricchi anche di questi prodotti, altri marchi di nicchia propongono i loro prodotti, che spesso hanno più funzioni rispetto a quella del semplice olio. Quindi, è possibile trovare prodotti intermedi tra l’olio e il balsamo, oppure altri che fungono sia da olio che da dopobarba. Spesso avere una barba più lunga non esclude infatti, per motivi di acconciatura, anche la rasatura della peluria irregolare ai bordi e vicino agli zigomi.olio da barba doppia funzione Per gli stessi motivi, altri prodotti invece sono pensati per unire in un’unica boccetta una crema di pre-rasatura e l’olio per la barba. Tutte queste diverse combinazioni riflettono la ricchezza dei cataloghi dei molti brand di cosmesi che creano oggi linee sempre più ricercate. Un prodotto cosmetico più completo ha anche il pregio di velocizzare la routine di grooming. Citiamo a questo proposito Elemis, ad esempio, brand dedicato principalmente alla cosmesi femminile che con la sua linea da uomo offre ora anche questo tipo di prodotti, e il marchio di nicchia Depot. Conviene sempre controllare inoltre se il vostro profumo preferito produce anche prodotti per la cura della barba: se questa evenienza era fino a qualche anno fa più rara, oggi molti brand di fragranze producono intere linee di prodotto, sia in aromi moderni, sia richiamando le essenze al tabacco e alla vaniglia tipiche di alcuni profumi storici degli anni ’50 e ’60.

Oli stimolanti per la crescita della barba

Alcuni prodotti sono invece pensati per stimolare il bulbo pilifero e favorire la crescita dei peli della barba. In alcuni casi utilizzano olio di ricino, un prodotto tradizionale usato anche per trattare la caduta dei capelli per alopecia e calvizie. Altri contengono integratori vitamici che dovrebbero aiutare a rinfoltire la barba. Questi prodotti tendono da una parte a rinforzare dall’altra a colmare alcune macchie di peli radi nelle barbe irregolari.olio da barba stimolante Va detto che non ci sono reali prove sulla validità di questi unguenti e integratori, e lasciamo ad ognuno la voglia o meno di sperimentare questi prodotti per verificare in prima persona se effettivamente ci siano dei miglioramenti a livello di foltezza. Va specificato però che l’olio di ricino potrebbe, se usato in quantità troppo elevate, ostruire i pori e i bulbi piliferi, causando arrossamento ed eventualmente caduta, quindi l’effetto contrario a quello desiderato. Riguardo alle vitamine, una dose troppo alta durante un’applicazione non costituisce alcun problema per la salute, se non quello di ritrovarsi la barba troppo unta. In ogni caso, l’utilizzo di questi oli renderà comunque la vostra barba più lucida, districata da eventuali nodi e nutrirà il pelo, prevenendo le doppie punte.

Come applicare l’olio da barba

Nonostante in molti conoscano l’olio da barba, in pochi sanno come utilizzarlo al meglio. Andiamo a vedere come e quando utilizzare l’olio da barba per trarne davvero beneficio. La questione è facilmente districabile: meglio usare l’olio per la barba ogni giorno dopo aver pulito la barba e dopo averla spazzolata. Potete applicare l’olio la mattina o la sera o dopo aver fatto una doccia in base alle vostre preferenze, l’importante è che lo applichiate sulla barba solo dopo averla lavata, asciugata e possibilmente spazzolata. In questo modo potrete applicare l’olio su una barba pulita e priva di agenti esterni, inoltre il lavaggio prepara la peluria a ricevere l’olio idratante.
Quanto prodotto usare invece dipende dalla lunghezza della vostra barba, oltre naturalmente alle proprie preferenze individuali. In generale, si dovrebbe essere cauti con la quantità, in quanto un uso eccessivo rischia di peggiorare l’estetica della barba invece che migliorarla, inoltre se si usa troppo olio per barba, può capitare che la barba risulti troppo lucida, i peli si attacchino e rimanga uno sgradevole strato d’olio sulla pelle. Pertanto è meglio iniziare con una piccola dose di olio da barba e, in caso, aggiungerne un po’ di più. Siate anche cauti all’applicazione dell’olio per la barba la sera, specialmente se ancora non avete ben chiare le quantità da distribuire. Troppo olio infatti potrebbe macchiarvi il cuscino, un’evenienza abbastanza sgradevole. Se quindi fate la doccia la sera prima di andare a letto, potreste applicare l’olio comunque al mattino, dopo aver bagnato leggermente la barba con dell’acqua calda, mentre vi lavate la faccia.olio da barba con confezione
L’applicazione dell’olio da barba è semplicissima: mettete una piccola quantità di olio sulla punta delle dita o depositatelo direttamente nella barba con un contagocce. Quindi massaggiate l’olio sulla pelle e sui peli della barba. Nell’elenco seguente trovate un’indicazione sulla quantità di prodotto da usare in base alla lunghezza della propria barba:

  • <3 cm: 2-3 gocce;
  • 3-5 cm: 4-5 gocce;
  • 5 cm: 5-8 gocce;
  • 10 cm: 10 gocce.

Inoltre, badate che non tutti gli oli sono uguali, alcuni sono più pesanti di altri, così come non tutte le barbe reagiscono allo stesso modo. Fidatevi delle vostre sensazioni senza seguire alla regola le indicazioni in etichetta; se ad esempio sentite la barba troppo pesante o il profumo rimane intenso nel corso della giornata, dovrete sicuramente diminuire le dosi, oppure applicare l’olio a giorni alterni, o quando sentite che i peli iniziano a seccarsi. Nell’ambito del grooming l’esperienza è la miglior consigliera.

Pettine da barba e spazzola da barba

L’utilizzo di questi due strumenti molto semplici non è sempre prerogativa delle routine di tutti gli uomini, anche per chi predilige avere un look “incolto” che comunque va abbastanza di moda. Il pettine è essenziale per barbe medio-lunghe, dà un aspetto ordinato e districa eventuali nodi, inoltre aiuta a distribuire meglio il prodotto e mette in evidenza i peli irregolari da eventualmente accorciare.olio da barba pettine spazzola La spazzola da barba è invece utile per chi ha la barba lunga, anche in questo caso i peli verranno districati e soprattutto diminuiranno di volume. Una barba voluminosa pettinata è più semplice da trattare o da modellare e conferisce un aspetto più ordinato. Sarebbe meglio utilizzare la spazzola prima di applicare l’olio, ma in base alla vostra barba potreste anche spazzolarla dopo averla trattata.

Ingredienti

Gli oli da barba sono generalmente dei prodotti abbastanza naturali e non aggressivi. Vediamo nello specifico i diversi tipi di ingredienti presenti in questo tipo di prodotto.

Oli vettori

Qualsiasi olio per barba di alta qualità è tipicamente composto da due ingredienti distinti, un olio vettore (l’ingrediente principale di base) e un olio essenziale (altamente concentrato). In alcuni casi, gli oli per barba di fascia alta possono includere ingredienti aggiunti come la vitamina E, che è la chiave per una cura sana dei peli e della pelle. Gli oli vettori in genere offrono circa il 90% dei benefici dell’olio da barba. Tipicamente derivanti ​​da semi e noci, gli oli vettori sono completamente naturali e quelli più popolari sono in genere jojoba, argan, mandorle dolci, semi d’uva e molti altri. Questi oli si trovano spesso in diversi prodotti di bellezza oltre all’olio da barba. Il motivo per cui questi oli sono così ampiamente utilizzati nei prodotti di bellezza è dovuto al fatto che sono completamente naturali e hanno straordinarie capacità idratanti per la pelle e i follicoli piliferi. Alcuni prodotti, solitamente più economici e scadenti, utilizzano una miscela di sostanze chimiche per ottenere gli stessi effetti idratanti degli oli sopramenzionati, tuttavia un olio vettore decente è sempre più sicuro e offre benefici maggiori.

Oli essenziali

Ora possiamo passare ad esaminare gli oli essenziali. Il miglior olio per barba dovrebbe contenere un alto numero di oli non essiccanti. Gli “oli non essiccanti” sono oli con un numero di acidi grassi insaturi inferiore al 20%. Dal momento che penetrano nella pelle molto lentamente, questi oli sono ideali per la cura della pelle secca e stressata, in quanto riescono a diluire l’azione idratante nel tempo e quindi mantenere la pelle morbida ed elastica per un tempo maggiore.olio da barba oli essenziali Gli oli non essiccanti utilizzati per produrre oli per barba includono:

  • Olio di jojoba;
  • Olio di mandorle;
  • Olio di argan;
  • Olio di avocado.

Gli altri oli utilizzati per produrre gli oli da barba sono “oli semi-essiccanti” che hanno una percentuale del 20-50% di acidi grassi insaturi, mentre gli oli essiccanti una percentuale pari o superiore al 50%. Questi ultimi vengono assorbiti in modo particolarmente rapido e sono adatti per la cura della pelle grassa in quanto non restano a lungo sulla superficie della pelle e permettono quindi alla pelle di asciugare il sebo in eccesso. Queste indicazioni dovrebbero già fornire un’indicazione importante su come scegliere l’olio da barba in base al proprio tipo di pelle, tuttavia se si è ancora indecisi o non si ha una pelle né particolarmente secca né particolarmente grassa consigliamo di optare per un prodotto con molti oli non essiccanti.

Molti degli oli per barba più costosi in genere includono diversi oli essenziali oltre a un olio vettore. Questi oli, che sono estremamente volatili e devono essere diluiti da un olio vettore prima dell’applicazione sulla pelle, sono una parte fondamentale dell’olio da barba. Gli oli essenziali inoltre portano una piacevole fragranza all’olio da barba; i più utilizzati hanno diversi profumi che vanno da agrumi e lavanda a sandalo e tea tree, ma le opzioni sono davvero infinite. Di solito gli oli per barba che costano di più contengono diversi oli essenziali all’interno della soluzione poiché gli oli essenziali sono relativamente costosi rispetto agli oli portanti. Molte persone che tendono al risparmio spesso decidono di acquistare e utilizzare solo una bottiglia di olio di jojoba o di argan e applicarlo direttamente sulla pelle e sulla barba, in quanto in questo modo riescono ad ottenere molti degli stessi benefici di qualsiasi tipo di olio da barba. Ad esempio, degli oli essenziali come il sandalo o il tea tree sono antisettici naturali, quindi quando applicati sulla pelle, possono effettivamente fare un ottimo lavoro nel ripulire i pori per ridurre la comparsa di acne. Aumentando il consumo di oli da barba è aumentata sul mercato anche la presenza di oli da barba molto economici. Questi oli in genere contengono sostanze chimiche che simulano una sensazione di scivolamento che ricorda quella data dall’olio e non offrono alcun beneficio a pelle e barba, anzi rischiano anche di andare a chiudere i pori impedendo alla pelle di espellere le impurità. Pertanto si consiglia vivamente di evitare questi prodotti.olio da barba naturale

Conservanti

Come per tutti i prodotti per la cura personale, anche per gli oli da barba vale la regola che per cui i prodotti migliori e più salutari contengono principalmente ingredienti naturali ed è sempre meglio evitare elementi chimici o prodotti troppo economici. I parabeni, che sono spesso usati come conservanti, non creano nessuna reazione avversa dimostrata e significativa, ma sono vittima di un passaparola che negli ultimi anni li ha visti completamente demonizzati. Questo ha costretto molte aziende a eliminare i parabeni per soddisfare il pubblico, che però hanno comunque dovuto aggiungere altri additivi per garantire la qualità dei loro prodotti. Noi consigliamo sempre di utilizzare prodotti naturali e, in questo caso, un olio da barba senza additivi chimici, ma ricordate che i conservanti servono a proteggere i liquidi in flacone dalla proliferazione batterica, che col tempo si crea naturalmente all’interno dei liquidi.

Riguardo alle fragranze, anche in questo caso è sempre meglio privilegiare quelle naturali, ma spesso i sostituti sintetici sono componenti chimici molto semplici e assolutamente innocui per la salute, che sicuramente costano di meno a livello industriale e produttivo. Va detto che molti di questi componenti sintetici sostituiscono prodotti di derivazione animale di difficile reperimento, come il castoreum o l’ambra grigia. Può essere una buona abitudine controllare sempre la lista degli ingredienti per vedere se sono presenti troppi conservanti o elementi chimici che non ci convincono, ma considerate che tutti i prodotti messi in vendita in Italia e Europa, sia nei negozi fisici che online, sono controllati da più enti di riferimento e sono quindi sicuri per la salute e assolutamente a norma di legge.

Profumo

Il profumo dell’olio della barba non dovrebbe essere troppo invadente, né troppo pungente. Questa naturalmente è un’indicazione, la scelta della fragranza resta poi discrezione di chi la utilizza. Gli oli per barba di solito contengono fragranze, che i produttori spesso descrivono come “maschili” o “attraenti”. Spesso la base della fragranza contenuta negli oli per barba viene ottenuta con oli essenziali di cedro o di abete, ma sempre più spesso vengono usate anche le note di agrumi. Sono molto comuni anche oli da barba con forti profumazioni al tabacco, che ovviamente si possono adattare bene se siete dei fumatori; altre fragranze tipiche sono anche quelle del cuoio e note legnose.

Se si usa anche un profumo o un dopobarba ci si deve assicurare che il profumo dell’olio della barba non lo copra o che comunque non stoni con l’altra fragranza, orientativamente però gli oli da barba, se non messi in troppa quantità, non coprono l’odore dei profumi. In alternativa si può valutare l’acquisto di un olio da barba privo di profumo. La questione della profumazione degli oli da barba è infatti molto personale, si basa sulle proprie abitudini e personalità, e non tutti amano il profumo troppo forte di questi prodotti. Per questo motivo consigliamo anche di provare anche in profumeria alcune alternative, fino a trovare la fragranza che ci piace.

olio da barba marchi

Come sappiamo, molte profumazioni da uomo vengono immesse sul mercato con aromi molto forti, e se i dopobarba per anni hanno avuto forti profumazioni al muschio e al mentolo, oggi ormai cadute fuori moda a favore di note più oceaniche, molti oli da barba sono ancora orientati verso profumazioni decise, in alcuni casi decisamente troppo “calde”. Questa attitudine è ancora più presente nei prodotti di nicchia, che hanno solitamente ingredienti naturali, ma anche profumazioni più semplici e intense, con una minore complessità olfattiva. Questi prodotti sono facilmente riconoscibili perché hanno un packaging essenziale, che ricorda i prodotti naturali e il legno. All’estremo opposto invece troviamo i prodotti realizzati da grandi marchi della profumeria internazionale, che negli ultimi anni hanno allargato le loro linee a molti prodotti per la cosmesi e il grooming. Citiamo Acqua di Parma, che ha molti prodotti e acque di Colonia destinati proprio alla cura della barba, Tommy HilfigerBalmain e Tom Ford, quest’ultimo sempre attento alle esigenze maschili con linee di prodotti dedicate e molto apprezzate.olio da barba linea prodotti Aggiungiamo alla lista il marchio più di nicchia Depot, con i suoi prodotti dal packaging essenziale “no logo”, ricercati e amati da una clientela moderna. Grandi brand come L’Oreal hanno la propria linea di prodotti per la barba, così come Gillette, nota marca di rasoi, che ha recentemente immesso sul mercato la linea King C.

Confezione

La maggior parte dei prodotti ha un tappo a vite con un contagocce, alcuni invece hanno una sorta di contagocce integrato che somiglia a un imbuto; nel caso usiate quest’ultimo dovete appoggiare un dito all’estremità dell’imbuto e rovesciare la bottiglietta un paio di volte per inumidire la punta del dito con l’olio. Altri oli invece sono contenuti in una bottiglietta dotata di spray. Dovreste assicurarvi di acquistare l’olio per la barba contenuto in una bottiglietta marrone o in una bottiglia di plastica scura in modo che nessun raggio di luce possa raggiungere l’olio andandone a modificare le proprietà. Questo perché i raggi UV possono far irrancidire l’olio e ridurne la durata. Inoltre, i raggi luminosi possono anche aumentare il potenziale allergenico di alcuni ingredienti attraverso l’ossidazione. Indipendentemente dal tipo di bottiglia si dovrebbe sempre chiudere bene l’olio per la barba dopo l’uso e conservarlo in un luogo protetto dalla luce.olio da barba spray

Le domande più frequenti sull’olio da barba

In questa sezione cercheremo di rispondere ad alcune domande sugli oli da barba, sperando di fugare alcuni dubbi comuni degli utenti e guidarli all’acquisto.

Si può fare l’olio per la barba in casa?

Risposta veloce: . Con pochi ingredienti e un po’ di attenzione si può produrre un olio da barba casalingo in pochissimo tempo. Tutto ciò che serve sono alcune piccole bottiglie, vari oli che costituiranno la base e uno o due oli essenziali. Gli oli portanti possono essere ad esempio olio di cocco, olio di semi d’uva, jojoba o olio di mandorle. Per quanto riguarda gli oli essenziali, potrete decidere quale fragranza vi si addice di più. Di seguito troverete l’esempio di una possibile miscela:

  • 20 ml di olio di mandorle;
  • 10 ml di olio di jojoba;
  • 2 gocce di olio di tea tree;
  • 2 gocce di olio d’arancia;
  • 2 gocce di olio di cannella.

Versate tutto in una bottiglietta con un imbuto, agitate e chiudete bene. Ovviamente, se non seguite una guida, avrete bisogno di un po’ di esperienza per creare una profumazione gradevole, e che sia soprattutto indicata per la barba e non risulti ad esempio troppo fruttata o femminile. Si consiglia di non usare lo stesso contagocce per i vari oli essenziali perché le fragranze tendono a sovrapporsi molto facilmente. L’olio mescolato va fatto riposare qualche giorno al buio perché le essenze si mescolino bene e si attivino. Dovrete comunque prendere degli accorgimenti, è consigliabile infatti utilizzare gli appositi flaconcini farmaceutici in vetro brunito che impediscono il passaggio della luce e che l’olio ottenuto si alteri o diventi rancido. Inoltre si auspica che, se realizzate un olio per barba in casa, lo utilizziate entro tempi non troppo lunghi, per evitare che si possano formare batteri, evenienza sempre possibile con i prodotti cosmetici fatti in casa, anche se densi e quindi più resistenti a contaminazione come appunto l’olio. Considerate inoltre se la spesa per i vari ingredienti non sia alla fine troppo alta rispetto agli oli di marca, che hanno fragranze già gradevoli create da maestri profumieri. Il lato positivo degli oli fatti in casa è da una parte il poter sperimentare, dall’altro la relativa sicurezza degli ingredienti, sebbene anche questi, specialmente i vettori, possano contenere i necessari conservanti. Infine, la stessa tecnica può anche essere utilizzata per ottenere una crema per la barba personalizzata, semplicemente mescolando degli oli essenziali a una crema neutra.

Quanto spesso si usa l’olio da barba?

Di norma, l’uso quotidiano dell’olio per barba direttamente dopo il lavaggio è sufficiente. Tuttavia, se si soffre di pelle particolarmente secca, consigliamo di utilizzare l’olio per la barba più volte al giorno. In sostanza dipende dalle esigenze personali. Se notate che la barba resta lucida e al tatto è unta, usate meno olio, mentre se la sentite secca e anche la pelle sottostante resta secca, utilizzate un poco di olio in più.olio da barba struttura frontale

Quali sono gli oli da barba naturali?

Esistono in commercio moltissimi oli che potremmo considerare naturali. Per questi prodotti le essenze possono generalmente essere sia naturali che sintetiche, in base al prezzo e alla marca. Va detto che le essenze sintetiche non sono necessariamente un male, anzi spesso riproducono oli di derivazione animale presenti in molti cosmetici e profumi. Sul mercato esistono due categorie di oli per barba naturali, li potete trovare negli scaffali o sugli store nella sezione dei prodotti biologici. La prima categoria sono gli oli specifici per barba, ma bio, che quindi hanno una fragranza stratificata e definita. La seconda categoria è invece quella degli oli con un unico ingrediente, sempre biologici. Questi ultimi sono indicati per la barba ma anche per altri usi.olio da barba bio Nello specifico sono abbastanza comuni l’olio di ricino, indicato per capelli e barba, o l’olio di arnica, utilizzato anche per i massaggi. Si possono trovare abbastanza facilmente in commercio ma potrebbero avere una profumazione un po’ troppo forte o piatta.

Qual è la differenza tra crema e olio da barba?

Nell’ambito del grooming esistono diversi prodotti abbastanza simili, perciò cerchiamo di fare un po’ di chiarezza. Abbiamo i prodotti in confezione di latta: la cera da barba, la crema da barba e l’argilla. La prima è generalmente composta da lanolina e cera d’api ed è simile alla cera per capelli, ovvero ha una funzione fissante, oltre che nutriente. La crema da barba è invece un olio solido o un balsamo, che serve anzitutto a nutrire la barba. La crema infatti, a differenza dell’olio, rimarrà più tempo a contatto con la barba, nutrendo la cheratina dei peli. Quindi è particolarmente indicata se avete una barba lunga, che tende irrimediabilmente a seccarsi, spezzarsi e creare doppie punte. La crema, a differenza della cera, serve anche a districare eventuali nodi, ma non è necessariamente fissante, perché ha una composizione più morbida e aumenta la pettinabilità delle barbe lunghe, regalando un look meno definito. olio da barba cera argilla L’argilla da barba invece non serve per nutrire ma principalmente come fissante. Tutte le creme (incluse cere e argille) da barba lasciano un effetto opaco al crine, a differenza degli oli che donano alla barba un effetto lucido.

Qual è la differenza tra balsamo e olio da barba?

Il balsamo da barba ha una funzione simile a quella della crema, ovvero nutrire la barba con una sostanza proteica che renda la cheratina più umida e la protegga con dei principi attivi. I balsami si applicano in modo simile ai corrispettivi prodotti per i capelli, che si distribuiscono dopo aver rimosso lo shampoo e si lasciano agire per alcuni minuti. Sia gli shampoo che i balsami per barba però sono più facili da risciacquare, proprio per evitare di lasciare residui e creare irritazioni o esfoliazioni non gradite. Spesso il balsamo da barba è commercializzato mescolato con lo shampoo in un unico prodotto per detergere e nutrire contemporaneamente i peli, per esempio da usare sotto la doccia o al mattino quando ci si lava la faccia. Sono infatti anche disponibili nei classici dispenser con beccuccio. Gli aromi sono i classici dei prodotti da barba, dal patchouli al vetiver al tabacco.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono i migliori oli da barba del 2022?

La tabella dei migliori oli da barba del 2022 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Il migliore
Camden Barbershop Company Original Camden Barbershop Company Original
Miglior prezzo
13,49 €
Miglior qualità/prezzo
Captain PowerBeard Captain PowerBeard
Miglior prezzo
10,99 €
SatinNaturel Organic SatinNaturel Organic Miglior prezzo
17,99 €
King C Gillette Olio da barba King C Gillette Olio da barba Miglior prezzo
9,99 €
Proraso Azur Lime Proraso Azur Lime Miglior prezzo
10,50 €

Oli da barba: gli ultimi prodotti recensiti

Il migliore
Camden Barbershop Company Original

Camden Barbershop Company Original

Migliore offerta: 13,49€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Captain PowerBeard

Captain PowerBeard

Migliore offerta: 10,99€