I migliori rasoi di sicurezza del 2022

Confronta i migliori rasoi di sicurezza del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Amazon
36,99 €
Amazon
29,69 €
Amazon
13,76 €
Amazon
39,34 €
Amazon
10,99 €
Clementi Profumi
44,90 €
Barber First
40,12 €

Struttura

Due pezzi

Tre pezzi

A farfalla

Tre pezzi

Due pezzi

Pettine

Chiuso

Chiuso

Regolabile

Chiuso

Chiuso

Lunghezza manico

8,5 cm

9 cm

8,2 cm

7 cm

n.d.

Peso

78 gr

73 g

n.d.

65 g

n.d.

Punti forti

Lama di alta qualità

Peso e dimensioni perfettamente bilanciati

Lama a doppio taglio

Rifinitura cromata per un'alta resistenza alla corrosione

5 lamette in dotazione

Testina a guardia chiusa ideale per principianti

5 lame incluse nella confezione

5 lamette in dotazione

Ottimo anche per principianti

Facile montaggio della lametta

Efficace e scorrevole al tempo stesso

Molto facile da pulire

Struttura 100% acciaio

Grip antiscivolo

Delicato sulla pelle

Per utilizzatori esperti

Delicato sulla pelle

Punti deboli

Taglio aggressivo

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere il rasoio di sicurezza

In questa guida all’acquisto abbiamo cercato di definire e analizzare i fattori decisivi per la scelta del rasoio di sicurezza adatto alle vostre esigenze, al fine di fornire le informazioni più utili possibile. Spesso, infatti, molti finiscono per comprare questo tipo di prodotti senza considerare tutti i parametri che potrebbero migliorare la qualità del loro acquisto sulla base di necessità reali. Abbiamo quindi esaminato i prodotti appartenenti a questa categoria e abbiamo constatato come la tipologia di pettine, la tipologia di costruzione, la struttura e i materiali di cui è composto questo oggetto sono tutti elementi e caratteristiche che potrebbero influire considerevolmente sulla scelta del modello ideale. Il rasoio di sicurezza è un utensile molto antico la cui origine viene stimata a circa 200 anni fa. Oggi è diventato un prodotto di nicchia, amato specialmente da chi cerca una rasatura perfetta, fattore che ha aumentato la sua popolarità.rasoio di sicurezzaNonostante la presenza sul mercato di molti apparecchi tecnologicamente più avanzati come i rasoi elettrici, questo strumento rimane il più efficace e affidabile per quanto riguarda la rasatura completa della barba. Il rasoio di sicurezza è inoltre un oggetto bello da possedere: la rasatura e la cura per il viso, infatti, sono per alcuni un vero e proprio rituale che grazie a questo strumento può assumere un fascino rétro. Talvolta è possibile reperire dei rasoi di sicurezza di discreta qualità nei kit barba, un ottimo modo per avvicinarsi a questo tipo di rasatura.

Che cos’è un rasoio di sicurezza?

Il rasoio di sicurezza è uno strumento ideato per la rasatura completa della barba, composto da un manico, detto anche “grip“, e da una testina sulla quale viene montata una lametta. A differenza del rasoio a mano libera, il rasoio di sicurezza è un utensile protetto da un pettine che evita il contatto diretto tra la lametta e la pelle, in modo tale da risultare più sicuro e delicato sulla cute. Gran parte dei modelli in commercio possono essere svitati in più pezzi, in modo da poter inserire facilmente la lametta una volta che questa ha raggiunto il massimo grado di usura. Solitamente il rasoio è realizzato in acciaio con manico sempre in metallo ma anche in legno o altri materiali pregiati. Si tratta quindi di un oggetto relativamente pesante rispetto ai classici rasoi usa e getta, e un giusto peso dell’oggetto rende più agevole il processo di rasatura. Il rasoio di sicurezza è uno strumento pensato per coloro che non vogliono rinunciare ad una rasatura profonda, precisa e pulita senza però rischiare di tagliarsi con troppa facilità, come potrebbe per esempio accadere con un rasoio a mano libera.

Perché usare il rasoio di sicurezza?

Ci sono diversi fattori che possono portare alla scelta del rasoio di sicurezza. Anzitutto la qualità del taglio del pelo. Una rasatura profonda è difficile da ottenere con i modelli elettrici: anche le versioni elettriche attuali, con lama a bordo zigrinato, sebbene siano in grado di dare buoni risultati, non hanno lo stesso livello di profondità. Il rasoio di sicurezza esegue una rasatura molto vicina a quella del rasoio a mano libera, che proprio avendo la lama inclinata a qualsiasi angolo dà i risultati migliori. Ovviamente i modelli di sicurezza sono molto meno pericolosi da usare. Inoltre, i modelli a mano libera sono prerogativa di barbieri esperti, e non sono troppo consigliati da utilizzare da soli, specialmente se non si è molto pratici.
I modelli usa e getta, anche di qualità e con molte lame sovrapposte, sono soggetti a un’erosione veloce delle lame e molti peli incastrati, anche per i prodotti di fascia alta, con la necessità di doversi dotare spesso di ricambi. In molti usano i rasoi di sicurezza per occasioni speciali, o a inizio e metà settimana, alternando l’uso con altri rasoi. Questo perché la rasatura dipende molto dal tipo di pelle: la produzione di melanina e di sebo influiscono infatti sul risultato. Eventuali irritazioni e tagli accidentali di piccoli brufoli possono essere molto fastidiosi per chi ha la pelle molto delicata. Orientativamente, chi si rade spesso tende negli anni a produrre peli più spessi e più duri, che crescono più velocemente, oltre ad avere una pelle più resistente a questo tipo di stress. Con il rasoio di sicurezza potrete essere sicuri di avere sempre delle lame affilate per i peli difficili, perché al primo tentennamento della lama potrete cambiarla, con un prezzo anche di dieci volte inferiore alle attuali lame dei rasoi usa e getta offerti dalle maggiori marche.

Struttura

I rasoi di sicurezza sono strumenti molto semplici, motivo per cui non presentano caratteristiche strutturali elaborate. Tuttavia, prima di procedere all’acquisto di un oggetto del genere, consigliamo di prendere in considerazione le sue dimensioni, di fare attenzione alla qualità dell’impugnatura e di tener conto della tipologia di costruzione (ovvero da quanti pezzi è composto il rasoio).
Per dimensioni intendiamo in particolare la lunghezza e il diametro del manico: dal momento che vengono spesso utilizzati per effettuare rifiniture e tagli di precisione, questi prodotti devono possedere delle caratteristiche specifiche in grado di assicurare una buona presa e un utilizzo il più possibile comodo ed efficace. In questo senso le dimensioni devono sempre essere proporzionate alla conformazione della vostra mano in modo tale da permettere di afferrare il rasoio di precisione con facilità. Anche il peso è un valore determinante poiché esso influisce sulla pressione esercitata sulla guancia e, di conseguenza, sulla fluidità della rasatura. Riguardo alla sicurezza, se il peso del rasoio è ben bilanciato difficilmente si correrà il rischio di tagliarsi, cosa che avviene molto spesso quando si fa fatica a determinare la giusta pressione da applicare a causa di un manico un po’ troppo pesante. Per quanto riguarda il grip, è molto importante che sia confortevole e che permetta al rasoio di precisione di rimanere ben saldo fra le dita. Per questo motivo molti articoli in commercio presentano fantasiose scanalature che rendono la superficie dell’impugnatura ruvida, in modo tale che il rasoio di precisione non scivoli dalla mano di chi lo utilizza. Per quanto riguarda la tipologia di costruzione abbiamo individuato i tre modelli più comuni, che elenchiamo a seguire.

Rasoi a farfalla

Definiti anche “TTO” ovvero “twist to open” (tradotto “gira per aprire”), i rasoi di sicurezza appartenenti a questa tipologia sono costituiti da un unico pezzo. La testina si apre in due, ricordando proprio le ali di una farfalla, in modo da poter accogliere la lametta per la rasatura.rasoio di sicurezza a farfalla Nonostante la loro praticità e compattezza, che li rende comodi da trasportare, questi rasoi di sicurezza hanno lo svantaggio di essere piuttosto delicati e difficili da pulire, dal momento che i peli rimangono facilmente incastrati nel meccanismo. Optare per un modello del genere si traduce quindi in una maggiore attenzione nella fase di manutenzione.

Rasoi a due pezzi

Questi modelli sono composti da due elementi, ovvero la testina e il grip, che danno la possibilità di essere svitati così da poter procedere al cambio della lama o alla pulizia delle singole parti. La manutenzione in questo caso risulterà molto più efficace ma richiederà un certo grado di esperienza nel maneggiare questi strumenti.rasoio di sicurezza a due pezzi

Rasoi a tre pezzi

I rasoi di sicurezza di questa tipologia sono costituiti da tre parti, ovvero il grip, la guardia, sulla quale viene appoggiata la lametta, e la testina. Questi modelli possono essere puliti con molta cura e di conseguenza sono molto durevoli. Hanno lo svantaggio di essere un po’ più complicati degli altri modelli da montare e smontare, tuttavia è sufficiente un poco di pratica per imparare a farlo al meglio.
rasoio di sicurezza a tre pezzi

Tipologia di pettine

Un altro fattore decisivo per scegliere il rasoio di sicurezza più adatto alle vostre necessità è quello relativo alla tipologia di pettine installato sul blocco lame. Uno strumento che rade con molta fluidità è indice di una rasatura meno aggressiva mentre un modello che predispone la lama a stretto contatto con il viso risulterà più aggressivo. Il concetto di aggressività è quindi alla base della definizione di pettine chiuso o aperto, ovvero due dei tipi di rasoio di sicurezza più comuni che è possibile trovare in commercio. Il pettine, o “dentatura“, è un elemento molto importate poiché determina la distanza fra la lama e il viso, quindi il grado di aggressività del rasoio sulla pelle. Alcune soluzioni risulteranno quindi più delicate di altre, altre saranno più aggressive ma efficaci su barbe molto dure. In commercio è possibile trovare principalmente tre tipologie di dentature, cerchiamo di analizzarle nel dettaglio.

Rasoio a dentatura chiusa

Detti anche “closed comb” (traduzione letterale di “pettine chiuso“) o “a guardia chiusa“, si tratta della tipologia di rasoio di sicurezza più comune e facile da utilizzare.rasoio di sicurezza closed comb Sono dotati di una barra protettiva (“safety bar” in inglese) che tende la pelle, facilitando il compito della lama e andando a ridurre al minimo l’irritazione. Il rasoio a pettine chiuso è ideato per offrire una maggiore sicurezza, è quindi il rasoio ideale per i principianti, chi ha la pelle sensibile o chi si rade con più frequenza. La sensazione sulla pelle può essere piacevole e leggera e il rischio di tagli è molto minore rispetto alle altre tipologie.

Rasoio a dentatura aperta

Chiamati anche “open comb” (ovvero “pettine aperto“) o “a guardia aperta“, questi rasoi di sicurezza hanno una testina costruita in modo tale da essere perfettamente allineata al di sotto della lama, per risultare più tagliente. I rasoi a pettine aperto sono decisamente più aggressivi sull’epidermide, adatti ai più esperti, con una pelle poco sensibile e una barba che negli anni diventa molto dura.rasoio di sicurezza open comb Se avete una pelle che tende a irritarsi, ma anche una pelle normale non abituata allo stress della lama a vivo, questo tipo di rasoio può creare abbastanza facilmente la rottura di piccoli brufoli ed escoriazioni. Inoltre non è un tipo di modello particolarmente adatto a un uso troppo frequente, ma ideale per tagliare una barba già cresciuta qualche giorno.

Rasoio regolabile

Questi modelli di rasoi di sicurezza sono dotati di un perno posto alla fine del manico che permette di regolare la sporgenza della lama, così da poter incidere sul livello di taglio del rasoio. Sono abbastanza diffusi e possono essere utili per capire il tipo di rasoio, lama e stile di taglio più adatto alla nostra pelle e alle nostre abitudini. Chi ha già esperienza nel mondo dei rasoi di sicurezza non avrà difficoltà di utilizzo, ma una persona alle prime armi potrebbe regolarlo nel modo sbagliato, spesso infatti si tende a lasciare troppo spazio, rendendo la regolazione quasi a pettine aperto, e quindi tendenzialmente rendendo lo strumento troppo aggressivo per le pelli sensibili.rasoio di sicurezza double edge

Pettine a lama singola e doppia

Inoltre, il pettine del rasoio di sicurezza può anche essere double-edge (“doppia lama”), il che significa che una volta inserita la lametta lo strumento sarà in grado di radere da entrambi i lati, al contrario del single-edge (“lama singola”), nella quale la lama è esposta da un solo lato. Oggi i raso di sicurezza single-edge sono più rari da reperire sul mercato, motivo per cui i double-edge sono quelli più commercializzati e prodotti. Quest’ultima tipologia, infatti, offre la possibilità di utilizzare la lametta da entrambi lati, in modo tale che una volta consumata la parte anteriore è possibile utilizzare quella posteriore.

Lamette

La scelta delle lame per il rasoio è anche un fattore molto importante, poiché esistono lame con filo e “aggressività” differente che portano a esperienze di rasatura anche molto diverse, pur utilizzandole sullo stesso rasoio. Le lamette possono essere scelte e valutate in base al materiale, sono quasi tutte in acciaio, e il loro prezzo aumenta anche in base alla qualità della lega utilizzata. Determinare l’aggressività non è semplice, si tratta di un valore che può essere calcolato come la sporgenza di lama una volta inserito nel portalame. Quindi una testina e un rasoio diversi possono influire sull’aggressività di una lama di pari affilatura.rasoio di sicurezza lamette Lame molto costose e affilate necessitano di esperienza nell’uso, quindi consigliamo ai nostri lettori di iniziare da lame classiche entry level, e poi spostarsi gradualmente verso prodotti più performanti. Molto dipenderà dalla nostra bravura nell’usare il rasoio e nel farlo aderire con un buon angolo ai lati del volto e del collo. Anche i prezzi variano sostanzialmente: generalmente le lame più economiche costano circa 7-10 centesimi di € l’una e si possono acquistare in pacchi da 100. Le lame possono durare una sola rasatura, ma anche più di cinque, e ogni lametta taglia da entrambi i lati, per un totale di quattro minimo. Spesso lamette molto affilate causano meno escoriazioni sulla pelle, altre volte è il contrario, e lavorando più lentamente si evita la rottura di piccoli brufoli. Dipende molto dal nostro tipo di pelle, ma anche dalla nostra tecnica. Inoltre, i rasoi di sicurezza in casi più rari vengono anche usati per le parti intime, specialmente dalle donne: in questo caso la lametta, ma anche il tipo di regolazione della testina, non dovrà essere troppo aggressivo.

Materiali

Per un rasoio di sicurezza i materiali sono di sicuro un elemento da non sottovalutare. Questi influiscono infatti sulle prestazioni e sulla durata del prodotto. Un apparecchio assemblato con materiali scadenti sarà quindi sottoposto più facilmente all’usura e ai danneggiamenti. In commercio è possibile trovare modelli realizzati in moltissimi materiali differenti, tuttavia i più comuni sono quelli in acciaio, cromato o nichelato. I modelli più stravaganti presentano anche impugnature in legno o resina di qualità, mentre altri possono presentare delle rifiniture cromate per proteggere il rasoio dalla corrosione. Noi consigliamo di optare per un materiale che sia resistente, che possa offrire una buona presa e che sia facile da pulire. Per quanto riguarda questo ultimo punto, il rasoio di sicurezza va lavato con acqua calda per rimuovere i residui di schiuma ed i peli incastrati.

Domande frequenti sul rasoio di sicurezza

Quali sono le migliori marche di rasoi di sicurezza?

La marca è dal nostro punto di vista un buon indicatore per comprendere la reale efficienza e affidabilità di un prodotto di questo tipo. La marca, però, non è solo indice di qualità ma anche di cura nei dettagli. L’aspetto estetico di sicuro non è da sottovalutare dal momento che spesso questi prodotti vengono anche venduti per il loro fascino rétro. I marchi più noti e riconosciuti distribuiscono prodotti funzionali, robusti e dal design gradevole. I brand di nicchia più amati dal pubblico sono Mühle, Edwin Jagger, Merkur e Parker, ai quali si aggiungono brand molto diffusi come Wilkinson Sword e la serie King di Gillette. Allo stesso modo, queste ultime due aziende sono leader anche nella produzione di lamette, a cui si aggiungono la nota BIC, la giapponese Kai, l’egiziana Shark e la turca Derby.

Quanto costa un rasoio di sicurezza?

Il prezzo del rasoio di sicurezza riflette le molteplici caratteristiche tecniche che abbiamo indicato in questa guida e in generale possiamo confermare che a strumenti di qualità maggiore e meglio realizzati corrispondono prezzi più alti. La qualità dei materiali è di sicuro l’elemento principale che fa aumentare il prezzo di questi prodotti: un modello con manico in legni pregiati o metalli con lavorazioni particolari, per esempio, potrebbe superare anche i 100 euro. Tuttavia non abbiamo riscontrato una grande differenza di prezzo fra i modelli in commercio ed è possibile trovare molto facilmente un buon modello per un prezzo compreso fra i 20 e i 40 euro. Per le lamette va fatto un discorso a parte: visto il ritrovato interesse per questi prodotti, molti marchi stanno rientrando sul mercato con prodotti anche molto costosi. Una lametta in base all’uso, pressione, durezza del pelo e qualità della stessa, può durare una o dieci rasature. Il prezzo può essere irrisorio, costando anche solo 7 o 10 centesimi di € per i prodotti entry level, come abbiamo menzionato venduti in confezioni anche da 100 pezzi. Marchi particolarmente prestigiosi offrono lamette in confezioni da 5 pezzi, con prezzi decisamente alti, anche 10 € per confezione, abbastanza simili a quelli delle lamette usa e getta pensate per i rasoi in plastica.

Come si usa il rasoio di sicurezza?

L’uso del rasoio di sicurezza necessita di qualche accortezza in più rispetto alla classica rasatura con rasoi in plastica o elettrici. Dovrete ovviamente bagnare il viso con acqua calda ed eventualmente preparare un contenitore di acqua calda per il risciacquo. Usare un sapone da barba, una crema o una schiuma da barba emolliente è assolutamente consigliato. I rasoi di sicurezza non dovrebbero essere usati a secco, perché spesso la lama troppo affilata potrebbe portare a eccessivi arrossamenti. Il rasoio va montato ogni 2/3 giorni con una nuova lametta, oppure usando la stessa, girandola dal lato con il filo ancora buono.rasoio di sicurezza uso Le lamette sono generalmente riposte singolarmente in piccoli fogli di carta e l’installazione prende pochi secondi. Anche la regolazione della testina, in caso di rasoio regolabile, è una fase intuitiva e dopo un paio di prove troverete immediatamente la vostra altezza preferita. La particolarità e anche la difficoltà della rasatura con questo tipo di utensile sta nel dover mantenere l’angolo della lametta nella stessa posizione, in modo che possa continuare a tagliare. Questo problema viene risolto con i rasoi in plastica dal fatto che la testina è mobile, mentre nei rasoi di sicurezza è assolutamente fissa. Questo angolo a 45° va mantenuto anche quando si vanno a radere le zone del mento e del collo. Si tratta della parte più difficile della rasatura con rasoio di sicurezza, che necessita di un po’ di pratica, specialmente per evitare di farsi del male. Per questo motivo consigliamo di partire con lamette semplici e non troppo affilate, per prendere dimestichezza con la posizione e con l’angolo più idoneo per compiere una rasatura completa. A fine rasatura è ovviamente consigliato un abbondante risciacquo in acqua fredda e l’applicazione del dopobarba preferito o di una crema emolliente.

Il rasoio di sicurezza è pericoloso?

Il rasoio di sicurezza è più sicuro di un rasoio a mano libera, ma resta comunque un attrezzo la cui lama molto affilata è viva e va maneggiata spesso per inserirla e rimuoverla dal portalame. La pericolosità del rasoio di sicurezza è relativa al fatto che, se per errore eseguiamo un movimento più o meno brusco in orizzontale, un rasoio in plastica con tre o quattro lame in fila rimane meno pericoloso, per una certa frizione del case che le avvolge e per l’angolo di taglio che non è perfetto. Al contrario, un rasoio di sicurezza, specialmente a pettine aperto, potrebbe effettivamente tagliarci. Stiamo parlando di casi abbastanza limite, ma è giusto informare la clientela su eventuali problematiche. Il nostro consiglio per coloro che sono alle prime armi con l’utilizzo di questi strumenti è quello di optare per un rasoio di sicurezza a tre pezzi a pettine chiuso, che risulterà più semplice e meno rischioso da utilizzare, nonché più facile da pulire. Infatti, nonostante lo strato protettivo in più rispetto agli open comb, i closed comb offrono un’ottima rasatura e una maggiore sicurezza in caso di movimenti bruschi.rasoio di sicurezza pulizia

Come pulire il rasoio di sicurezza?

Come possiamo osservare, dunque, la tipologia di costruzione influisce pesantemente anche sulla manutenzione del prodotto, il quale essendo uno strumento adibito alla cura della persona è bene che sia sempre estremamente pulito e che non presenti incrostazioni di ruggine o altri agenti che possano risultare dannosi per la pelle. I rasoi di sicurezza sono molto semplici da pulire e anche svitando di poco l’alloggiamento della lama è possibile togliere via peli e residui con acqua calda. Quando cambiate la lama potete utilizzare uno spazzolino e del detergente anallergico per pulire il rasoio più a fondo. Visto il prezzo contenuto delle lame, tranne quelle high end, che hanno un costo maggiore non sempre giustificato da un enorme vantaggio, potrete cambiare spesso lama mantenendo la massima igiene durante tutte le fasi della rasatura. Questo ricambio è molto più lento nei rasoi in plastica, che spesso presentano sporco e residui già dopo pochi utilizzi e sono quasi impossibili da pulire. Nei rasoi elettrici si incontrano ancora più problemi: questi hanno delle testine spesso rimovibili e alcuni modelli possono essere lavati sotto l’acqua corrente, ma purtroppo presentano quasi sempre il problema di peli incastrati, difficili o impossibili da rimuovere. Nel rasoio di sicurezza tutto è decisamente più semplice, trattandosi di un attrezzo meccanico dalla progettazione semplice. Per la pulizia raccomandiamo acqua molto calda, e in alcuni casi può essere necessario anche l’immersione del rasoio in acqua bollente per liberarsi di eventuali batteri, azione consigliata periodicamente, specialmente se siete soggetti a molte escoriazioni. Essendo la testina quasi sempre realizzata in acciaio cromato, la pulizia può avvenire in qualsiasi modo, anche con prodotti antibatterici adatti al contatto con la pelle e disinfettanti standard per le ferite. Tutte queste accortezze relative all’igiene non sono sempre possibili con i normali rasoi con testina estraibile, sia per il corpo in plastica, sia perché i residui rimasti tra le lame molto sottili sono realmente difficili da rimuovere.

Rasoio di sicurezza VS rasoio elettrico

Esistono diversi tipi di rasoi sul mercato e la fanno da padrone sia quelli in plastica e metallo usa e getta sia i rasoi elettrici. Questi prodotti non sempre garantiscono lo stesso livello di precisione nella rasatura di un rasoio classico, seppure i modelli recenti siano veloci e sicuri, ideali per la vita di tutti i giorni e per chi corre in ufficio e ha poco tempo la mattina. Inoltre, il prezzo e il livello di un rasoio elettrico influiscono direttamente sulla performance, quindi per ottenere buoni risultati dovrete investire cifre non sempre abbordabili. I rasoi con lame in linea non sono del tutto esenti da questo fattore di qualità, che spesso porta a molti peli bloccati tra le lame multiple e la necessità di cambiare spesso le lamette. Chi invece porta una barba più lunga, ricerca uno specifico look incolto o varia molto il proprio grooming potrà orientarsi verso prodotti ibridi, primi fra tutti i regolabarba, che spesso sono anche dotati di testine intercambiabili con rasoio. Anche i tagliacapelli moderni hanno questo tipo di funzionalità, ma devono essere dotati delle apposite testine.

Rasoio di sicurezza VS rasoio a mano libera

Come è noto, i modelli tradizionali a mano libera garantiscono ottimi risultati e una rasatura perfetta, ma necessitano di una destrezza e precisione che non tutti hanno. Si tratta di prodotti in disuso che sono stati recuperati da amanti del genere ed esperti del settore. Realisticamente, non è semplicissimo imparare a radere bene con un rasoio a mano libera, e già le vecchie generazioni erano passate ai rasoi di sicurezza. Questi ultimi infatti garantiscono un ottimo compromesso tra velocità e qualità della rasatura. I rasoi a mano libera o gli shavette, simili nella forma ma con lame intercambiabili, sono ancora largamente utilizzati dai barbieri, che però va detto sono dei professionisti e sanno come ottenere il risultato ottimale, che sia soprattutto senza tagli. Chi è passato dai normali rasoi in plastica con testine multiple a quello di sicurezza, si sarà reso conto di una certa curva di apprendimento necessaria per poter usare al meglio l’attrezzo, e questa difficoltà è ancora più alta nel rasoio a mano libera. Ovviamente uno dei vantaggi del rasoio a mano libera è la possibilità di ottenere una rasatura profonda, maggiore rispetto a tutti i modelli in commercio, che siano questi analogici o elettrici. Noi non ci sentiamo di consigliare agli indecisi il rasoio a mano libera, specialmente perché già l’uso del rasoio di sicurezza comporta una maggiore manualità, dato che la testina è fissa e non si adatta automaticamente alle curve del volto, ma va inclinata con precisione.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
Il migliore
Merkur MK34C

Merkur MK34C

Migliore offerta: 36,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Edwin Jagger DE89BLAMZ

Edwin Jagger DE89BLAMZ

Migliore offerta: 29,69€