Qual è il grado ideale di umidità per la tua casa?

Giovanni.arena
Autore
Giovanni

In commercio è possibile trovare alcuni piccoli dispositivi, gli umidificatori, che aiutano a ristabilire e a mantenere il corretto livello di umidità all'interno delle mura domestiche, evitando così che l’aria si secchi troppo e diventi nociva per la salute. Ma qual è il grado di umidità ideale per il nostro appartamento e perché non dovremmo oltrepassare i limiti consigliati? Prima di rispondere a questa domanda cerchiamo di capire quali sono le ragioni concrete per cui è importante avere un umidificatore in casa. Per altri informazioni relative a questi dispositivi e per scoprire i migliori umidificatori del 2018 vi invitiamo a consultare la nostra guida all'acquistoGrado di umidità

Perché è necessario umidificare la casa?

Dotarsi di un umidificatore è una scelta intelligente per diversi motivi, cerchiamo di capire quali:

  • Salvaguardare la tua salute: un ambiente secco può portare a diversi fastidi legati alla respirazione (come congestione nasale, irritazione al naso, tosse secca), nonché problemi più seri come mal di testa e mal di gola;
  • Proteggere il tuo ambiente domestico: in questo modo si evita che elementi in legno all'interno delle nostre case, come i pavimenti e i mobili, reagiscano negativamente a sbalzi di umidità, con il rischio che si crepino o, nel peggiore dei casi, si danneggino irreparabilmente;
  •  Risparmiare sui consumi: avere un umidificatore in funzione in inverno aiuterà a mantenere le temperature ad un livello confortevole, senza però mettere a dura prova il vostro sistema di riscaldamento.

Umidificare casa

Il grado di umidità ideale

Durante i mesi estivi, l'umidità media in casa dovrebbe aggirarsi tra il 30 e il 45% (di sicuro al di sotto della soglia del 50%). In inverno, invece, sarebbe ideale un grado di umidità inferiore al 40% per evitare la formazione di condensa sulle finestre. Come si può intuire, a temperature più alte devono corrispondere livelli più bassi di umidità. Ma così come non tutte le stanze non posseggono il medesimo livello di umidità, va detto che non tutte le persone reagiscono allo stesso modo.
Va sottolineato che in caso di neonati il grado di umidità degli appartamenti va assolutamente tenuto d’occhio costantemente: per garantire il massimo del benessere del bebè va adottata ogni soluzione possibile per mantenere il tasso di umidità a livelli accettabili, ovvero intorno al 50%. Tuttavia, va sottolineato che se l'umidità all'interno della vostra abitazione supera il 70%, un umidificatore risulterà certamente di grande aiuto ma non risolverà del tutto il problema. In questo caso sarà quindi necessario scoprire da dove proviene tutta questa umidità e cercare di risolvere il problema con l'aiuto di un esperto. Un livello di umidità troppo alto infatti può portare a problemi respiratori, infiammazioni o reazioni allergiche, nonché formazione di muffe che, oltre a risultare sgradevoli alla vista, sono dannose per la salute e causano cattivo odore. Non temete i consumi relativi all'utilizzo dell'umidificatore: se deciderete di acquistare un umidificatore a evaporazione (come il Philips HU4706/11), i costi in bolletta saranno molto bassi poiché questi dispositivi, rispetto ad altre tipologie di umidificatori, possono consumare anche meno di 10 watt. Umidificatore display


Copyright Reviewlution GmbH – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Stadler Form Oskar

Migliore offerta: 163,26€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Argoclima Hydro Digit

Migliore offerta: 71,20€

Il più venduto

TaoTronics TT-AH001

Migliore offerta: 64,99€