Come pulire e igienizzare lo smartphone

In questa pagina vi spiegheremo come si fa a pulire il telefono, per togliere le ditate e per igienizzarlo, cioè per eliminare periodicamente virus e batteri patogeni e fecali (sì, quelli presenti negli escrementi) che potrebbero aggredire il vostro sistema immunitario.Come pulire il telefonoIgienizzare lo smartphone vi aiuterà, ad esempio, ad evitare di trasformare il telefono in un veicolo per l’influenza. Per questa ragione, soprattutto i cellulari per anziani dovrebbero essere curati nell’igiene, basti pensare che alcuni studi hanno rivelato che il telefono potrebbe essere perfino più sporco dell’asse del WC. Dunque, vediamo come pulire il telefono periodicamente.

Usare panni in microfibra

Abbiamo scelto la confezione da 5 panni in microfibra Vileda r-MicroTuff, che contiene delle salviette riutilizzabili prodotte al 100% in poliestere riciclato. Il prodotto ha ricevuto l’etichetta ecologica Nordic Swan per la sostenibilità ambientale di tutto il ciclo di vita dell’articolo. Se avete altri panni preferiti potete usare quelli: ne basteranno un paio per pulire il telefono. Se vi avanzano, potete tenere gli altri per pulire gli schermi di TV e computer o per la fotocamera, gli occhiali o altri lavori di pulizia in casa. 

Gli step da seguire

La procedura che segue va bene per igienizzare e pulire il telefono, Android o iPhone che sia, anche se su di esso è caduto un liquido o una crema, o un olio qualsiasi, ad esempio inchiostro, colore, make-up, cibo o sporcizia in generale. Attenzione: è bene assicurarsi di non far penetrare alcun liquido nelle fessure del cellulare (dai tasti, ad esempio), anche quando questi hanno resistenza IP certificata!

  1. Rimuovete la cover, scollegate i cavi di ricarica e delle cuffie;
  2. Spegnete il telefono e aspettate che sia freddo;
  3. Con un panno in microfibra, spolverate con delicatezza lo schermo per rimuovere eventuali granelli di sabbia o polvere. Nel caso si sia sporcato con un liquido, tamponate per assorbirlo;
  4. Se volete solo togliere le ditate, strofinate il telefono con un panno in microfibra pulito. Se serve davvero, inumiditelo leggermente, meglio se con acqua distillata;
  5. Se volete igienizzarlo, tamponate o strofinate delicatamente con una salvietta appena inumidita con alcol etilico al 75% oppure con alcol isopropilico al 70%;
  6. Aspettate che l’eventuale umidità evapori dal telefono prima di riaccenderlo.

Una buona idea può essere quella di pulire il telefono prima di andare a dormire, per essere sicuri che la mattina sia completamente asciutto.

Abbiamo scelto Isopropanol 70%, prodotto dalla tedesca Ferdoclean, perché offre maggiore versatilità e maggiore sostenibilità a livello ambientale. Con un unico acquisto si ottiene ben 1 l di alcol, che dovrete stare attenti a non sovradosare quando lo metterete sul panno in microfibra. Più avanti vedrete che esistono anche delle salviette usa e getta, ma sono più costose e meno amiche dell’ambiente. 

Cosa non fare per pulire il telefono

Il punto 5 della procedura che abbiamo illustrato per pulire il telefono non può essere eseguito su eventuali parti in pelle, gomma o plastica economica, ad esempio la cover o gli accessori. Inoltre, non spruzzate sul telefono assolutamente alcun prodotto. Evitate in particolare:

  • Rimedi naturali, come aceto e bicarbonato, poiché sono a tutti gli effetti sostanze chimiche;
  • Detergenti per i vetri o per pulire le superfici lavabili;
  • Spray ad aria compressa;
  • Prodotti aggressivi, ad esempio a base di acqua ossigenata, candeggina o ammoniaca;
  • Prodotti contenenti alcol in percentuale diversa da quella suggerita.

Tutte queste sostanze o l’uso di un panno ruvido potrebbero compromettere il rivestimento oleorepellente del vostro smartphone o addirittura modificare il colore della cover. Sappiate, inoltre, che gli smartphone più economici sono meno resistenti alla penetrazione dei liquidi, che potrebbero colare all’interno e rovinare microfono e speaker.

Un’alternativa pratica al flacone per pulire il telefono sono le HospiPads prodotte dall’azienda italiana AIESI, specializzata in dispositivi medici. Le confezioni contengono 200 minisalviette disinfettanti usa e getta a base di alcool isopropilico al 70%. Il tessuto non tessuto evita gli strappi durante la pulizia, mentre il confezionamento singolo permette di tenere in borsa o in tasca qualche salvietta da usare in caso di bisogno. Possono essere usate anche per disinfettare gli occhiali e altri piccoli oggetti di elettronica, ma la produzione di spazzatura è maggiore rispetto all’accoppiata panno e detergente. Infine, spenderete di più anche a livello economico.

Come tenere il telefono pulito

Per limitare la necessità di pulire il telefono e i rischi derivanti da virus e batteri potete seguire qualche piccola accortezza:

  1. Se andate in ospedale, evitate di usare il telefono per quanto possibile. Una volta usciti dalla struttura, lavate bene le mani con acqua e sapone e pulite lo smartphone seguendo la procedura indicata in precedenza;
  2. Quanto detto sopra vale per altri posti particolarmente umidi, come il bagno;
  3. Se state cucinando, lavate le mani prima di scorrere la ricetta sul telefono, soprattutto se avete maneggiato i gusci delle uova e la carne cruda, perché sono i maggiori portatori di batteri in cucina;
  4. Fate attenzione a dove poggiate il telefono: preferite oggetti e posti puliti e poco toccati dalle persone. In questo senso, può essere utile avere in casa dei supporti per il telefono;
  5. Ricordate che interruttori, maniglie, ringhiere e banconote brulicano di batteri, perciò in casa puliteli spesso e fuori casa cercate di lavare le mani dopo averle messe su questi oggetti, prima di toccare il cellulare.

Se volete limitare la collezione di batteri e agenti patogeni sul vostro telefono, dotatevi in casa di qualche supporto per lo smartphone. Abbiamo scelto il Supporto Telefono di Lamicall perché ha un design minimal, funzionale e adatto al posizionamento dello smartphone sia in verticale, sia in orizzontale. Quantomeno, potrete limitarvi a pulire il telefono più frequentemente solo nella parte frontale.

Dove trovo le salviette disinfettanti Clorox?

Apple suggerisce, tra gli altri prodotti, le salviette disinfettanti Clorox come strumento per pulire l’iPhone. Ricordiamo che tali salviette sono solo un’ulteriore opzione rispetto ai prodotti igienizzanti da noi indicati. Le salviette disinfettanti Clorox sono molto comuni in America, ma gli utenti iPhone italiani sono andati in crisi durante la pandemia perché non sapevano dove comprarle. Sappiate che non è possibile indicare un prodotto totalmente equivalente in Italia, anche perché gli ingredienti contenuti includono per lo più (99,6%) sostanze non chiarite in etichetta. Questo mistero è dovuto alla diversa legislazione in vigore negli Stati Uniti, che consente di non elencare ogni componente del prodotto in vendita.

E se lo smartphone è caduto nel WC?

Se lo smartphone è caduto nella tazza del water, scollegate tutti gli eventuali cavi e non ricaricatelo finché non sarà asciutto, perché potreste danneggiarlo irrimediabilmente.come pulire il telefono waterNon importa che la ricarica sia via cavo oppure wireless: la corrente elettrica non deve assolutamente animare i circuiti interni. Microfono e altoparlante sono i più vulnerabili: girate il telefono in modo che l’acqua scorra via e tamponate le fessure con un panno in microfibra. Non usate per questo scopo cotton fioc, tovaglioli di carta o altro, perché potrebbero lasciare dei residui; non usate nemmeno fonti di calore, come l’asciugacapelli, il termosifone o il sole estivo, perché potrebbero portare il telefono oltre la sua temperatura di tolleranza, la quale è indicata nella documentazione di sicurezza.
Controllate se lo smartphone ha una certificazione di resistenza all’acqua, perché in questo caso ha più probabilità di sopravvivere all’immersione. Se ha una protezione adeguata (IP67 o IP68), sciacquate via l’eventuale sporco con l’acqua del rubinetto, ma evitate di immergere le parti con fessure. Non usatelo per 10 ore e posizionatelo in un luogo asciutto, temperato e ventilato, che aiuti l’umidità a dissolversi. A tal proposito, è utile sapere che tenerlo nel riso non aiuterà per lo scopo. Solo quando sarà asciutto e di nuovo funzionante, sarà possibile eseguire la procedura da noi indicata per igienizzare e pulire il telefono. Raccomandiamo anche di lavare le mani, dopo averlo maneggiato sporco.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato