I migliori sci del 2022

Confronta i migliori sci del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

G2 sport shop
456,00 €
Edensport
537,00 €
Amazon
246,00 €
Sport Okay
287,54 €
Sport Okay
287,54 €
Amazon
475,70 €
Maxi Sport
537,45 €
Sportler
349,99 €
Sportler
346,46 €
Sportler
499,00 €
Viglietti sport
539,00 €
Giuglar
359,99 €
Nencini Sport
384,97 €
Viglietti sport
499,00 €
Amazon
565,95 €
Amazon
377,99 €
Amazon
399,00 €
Maxi Sport
499,90 €
Nencini Sport
690,20 €
Nencini Sport
382,00 €
Tecnosci Sport
499,00 €

Tipologia

All round

All Mountain

All Mountain

All round sport performance

All round sport performance

Genere

Unisex

Unisex

Unisex

Unisex

Uomo

Sciancratura

111/72/129 mm, raggio 13,1m

122 - 68 - 104 mm, raggio 13 m

17,5-73-100 mm, raggio 15,5 m

116-85-104,5 mm, raggio 16 m

121-88-109 mm, raggio 18 m

Ponte

Con rocker in spatola

Con rocker in spatola

Con rocker in spatola

Con rocker in spatola e coda

Lunghezza

170 cm

167 cm

145 cm

165 cm

167 cm

Altre taglie

156 - 163 - 177 cm

157 - 162 - 167 - 172

150, 155, 165 cm

172, 179 cm

160, 174, 181 mm

Attacchi

PRD 12 GW

NX 12 KONECT GW

Fischer RS9 SLR

Atomic Backland Tour

ATK Rent me 12

Specialità

Discesa su pista

Discesa su pista

Discesa su pista, discesa libera

Scialpinismo

Scialpinismo

Livello di abilità

Sciatore avanzato / esperto

Sciatore avanzato / esperto

Sciatore avanzato / esperto

Sciatore principiante / avanzato

Sciatore intermedio / esperto

Materiali

Legno, Graphene

Legno, carbonio

Legno, fibra di vetro

Legno, carbonio, fibra di vetro

Carbonio, titanal

Punti forti

Nuovo sistema EMC

Ideale per gare su pista

Adatti a molte specialità

Adatti anche a principianti

Ideali per neve fresca

Versatili

Con Line Control Technology

Tecnologia di costruzione innovativa

Adatti a percorsi lunghi

Leggeri

Anima di legno alleggerita

Stabilità massimizzata in curva

Leggeri e dinamici

Adatti a neve fresca

Versatili

Punti deboli

Attacchi venduti separatamente

Meno adatti a neve dura

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

Come scegliere gli sci

Gli sci sono l’accessorio indispensabile per praticare l’omonima disciplina sportiva. Acquistare un paio di sci potrebbe non essere un’operazione semplice per i neofiti di questa attività: in commercio esistono infatti un’infinità di modelli differenti, adatti ai vari livelli di esperienza e alle diverse specialità sciistiche. In questa guida forniremo i consigli generali per scegliere il paio di sci più adatto alle proprie esigenze: ci occuperemo quindi dei criteri più oggettivi, prescindendo dalle specifiche necessità legate alla singola disciplina sportiva.sci

Tipologie di sci

Prima di addentrarci nei fattori di valutazione veri e propri è necessario fare una piccola panoramica per illustrare le principali tipologie di sci presenti sul mercato. Ognuna di esse corrisponde ad una specifica specialità della disciplina sciistica.sci tipologie

  • Sci da gara: chiamati anche “sci race”, questi sci sono pensati per le competizioni e per le discese su pista. Si dividono in due sottocategorie: sci slalom gigante, per gare in pista a velocità elevate, e sci slalom speciale, per gare in pista con curve a raggio corto;
  • Sci all round: sono sci da pista adatti anche alla neve fresca, molto versatili e maneggevoli, adatti sia a curve con raggio medio-ampio che medio-stretto. All’interno di questa macro-categoria troviamo gli sci all round sport performance, per sciatori principianti, e gli all round high performance, per sciatori esperti;
  • Sci all mountain: più larghi degli sci all round, questa tipologia è adatta sia alle piste che alle escursioni fuori pista. Anche in questo gruppo troviamo le sottocategorie sport performance per principianti e high performance per esperti;
  • Sci freeride: chiamati anche “fat ski”, sono adatti soprattutto al fuori pista e si contraddistinguono per buona maneggevolezza e buona stabilità. All’interno di questa categoria troviamo gli sci twin tip, dotati di una doppia punta che permette di effettuare acrobazie fuori pista;
  • Sci freestyle: sono sci adatti a tutti gli sciatori; se dotati della twin tip sono adatti anche ad acrobazie in pista e fuori pista;
  • Sci da fondo: pensati per l’omonima specialità, sono più sottili e leggeri delle altre tipologie;
  • Sci da salto: progettati per il salto con gli sci, risultano molto lunghi e larghi, in modo da avere maggiore stabilità in fase di volo e in atterraggio;
  • Skiboard/mini sci: si tratta di sci molto piccoli (tra i 60 e i 120 cm) che possono essere usati in freestyle o freeride con la tecnica degli inline skates. Permettono di realizzare molte acrobazie e sono spesso usati negli snowpark.

Caratteristiche strutturali

Per identificare il tipo di sci più adatto alle proprie esigenze è fondamentale guardare le caratteristiche strutturali del modello: elementi come la sciancratura, il ponte, le dimensioni e il tipo di attacchi sono importantissimi per capire se un paio di sci è adatto al proprio fisico e all’attività sportiva che si farà.

Componenti e tecnologie costruttive degli sci

Per capire meglio le caratteristiche strutturali degli sci, iniziamo ad identificare i loro componenti e le tecnologie costruttive:

  • Spatola o naso: punta anteriore dello sci, può avere forma e ampiezza diverse;
  • Coda: punta posteriore, anch’essa può avere forma e ampiezza diverse in base al modello;
  • Pattino: al centro dello sci troviamo il pattino, che è la parte dove si agganciano gli scarponi;
  • Soletta: posta sul fondo dello sci, è la parte a contatto con la neve che permette lo scivolamento; può essere scanalata e viene trattata con la sciolina;
  • Lamine: i lati metallici della soletta che devono essere affilati per una migliore presa sulla neve;
  • Anima: la parte interna degli sci che può essere realizzata in vari materiali, con o senza stratificazione.

Per quanto riguarda le tecnologie costruttive, gli sci vengono realizzati principalmente con due tecniche:

  • Sandwich: Con questa tecnica vengono realizzati gli sci da gara ed in generale i modelli più pregiati. Vengono sovrapposti e assemblati diversi materiali, e offrono maggiore rigidità, ottima stabilità e massimo controllo in velocità;
  • Monoscocca: chiamata anche “cap”, questa tecnica prevede un nucleo unico attorno al quale vengono costruite guaine di diversi materiali. Questo metodo rende gli sci più leggeri e più facili da manovrare, senza impattare negativamente sulla stabilità.

Sciancratura

sci sciancraturaCon questo termine si descrive la forma ad arco del fianco dello sci. Le caratteristiche della sciancratura determinano l’ampiezza del raggio di curvatura di uno sci.
Per identificare la sciancratura, e quindi l’ampiezza del raggio di curvatura statico, bisognerà considerare tre misure: la larghezza della spatola, la larghezza del pattino e la larghezza della coda. Queste tre misure formano due archi che convergono verso il centro dello sci: la differenza tra queste misure corrisponde al raggio di curvatura statico. Un raggio più corto consente curve più strette, mentre un raggio più ampio curve più larghe. La sciancratura incide anche su stabilità e velocità: maggiore è la sciancratura, più difficile sarà la sciata su neve dura.

Ponte

Il ponte negli sci è una delle caratteristiche strutturali più importanti. Con il termine ponte si intente la curvatura del profilo dello sci a vuoto, senza lo sciatore o gli attacchi.  sci ponteIl tipo di ponte presente su uno sci quindi determina il suo profilo, e influisce sulle sue possibilità di utilizzo. Prima di raggruppare i ponti degli sci in tre macro-gruppi segnaliamo che parlando di ponte si incontra un altro componente (non sempre presente) degli sci: il rocker. Con questo termine si intende il camber inverso, ovvero un profilo concavo della spatola, della coda o di entrambe che sostituisce la tradizionale curvatura convessa.

  • Ponte tradizionale: in questo caso lo sci ha due punti di contatto con la neve, la spatola e la coda. Il centro dello sci sarà leggermente sollevato dal suolo;
  • Ponte inverso: al contrario della tipologia precedente, in questo caso il contatto tra lo sci e il suolo sarà nel punto centrale, mentre coda e spatola saranno sollevate;
  • Ponte con rocker in spatola: in questo caso troviamo un ponte ibrido in cui il profilo è asimmetrico, poiché al ponte tradizionale viene aggiunto un rocker in spatola. Ciò significa che avremo sempre due punti di contatto con il suolo ma la spatola sarà rialzata;
  • Ponte con rocker in spatola e coda: In questo caso troviamo un ponte tradizionale con due rocker aggiunti sia sulla coda che sulla spatola.

Lunghezza e larghezza degli sci

sci lunghezza e larghezzaNonostante la lunghezza e la larghezza degli sci siano in qualche modo legate alla specialità da praticare, è comunque necessario scegliere la misura degli sci in base alla propria altezza e peso. Non esiste una regola univoca per identificare la misura corretta degli sci, poiché essa dipende anche dal tipo di esperienza che si vuole avere.
Vediamo brevemente come identificare la giusta lunghezza degli sci:

  • Sciatore principiante: sottrarre 10/15 cm all’ altezza dello sciatore;
  • Sciatore intermedio: sottrarre 5/10 cm all’altezza dello sciatore;
  • Sciatore esperto: sottrarre 0/5 cm all’altezza dello sciatore;
  • Sciatore agonista: per slalom speciale sottrarre 5/15 cm all’altezza dello sciatore, per slalom gigante aggiungere 5/15 cm.

In generale si può affermare che gli sci più corti siano più facili da gestire e più adatti a principianti che sciano a velocità non sostenute, ma sono meno stabili rispetto a quelli più lunghi. 
Per quanto riguarda invece la larghezza, essa dev’essere scelta in funzione del tipo di neve sul quale si scierà: gli sci più larghi galleggiano meglio sulla neve fresca e ciò li rende più adatti al fuoripista, mentre gli sci stretti sono consigliati per le specialità su pista.

Attacchi

sci attacchiIn uno sci gli attacchi sono le parti meccaniche che permettono allo sciatore di essere saldamente attaccato agli sci, agganciando lo scarpone allo sci. Gli attacchi sono costituiti da due parti: il puntale, con forma a V, e la talloniera, dotata di gancio di liberazione manuale. Alla base dell’attacco è invece presente una piastra, che funge da vero e proprio ammortizzatore.
La tenuta degli attacchi viene misurata con la scala DIN, che va da 1 a 12. Più alto è il valore sulla scala DIN, minore sarà la possibilità di distacco dello sci. Valori più bassi sono consigliati per i principianti, mentre valori più alti per gli sciatori esperti che subiscono numerose sollecitazioni durante la discesa.

Livelli di abilità

Il livello di esperienza di uno sciatore è molto importante per la scelta del modello più adatto.sci livelli di abilità La FISI (Federazione Italiana Sport Invernali) fornisce una classificazione che viene usata anche dai produttori di sci ed identifica 4 livelli di esperienza:

  • Sciatori principianti e in evoluzione, livello bronzo (1-3): per questi sciatori è consigliato l’acquisto di sci con flex morbido a lunghezza contenuta. Il tipo di ponte in questi casi è quello con rocker su spatola e coda, che favorisce la stabilità;
  • Sciatori intermedi, livello argento (4-5): per questi sciatori sono consigliati modelli che garantiscano stabilità, tenuta e precisione. Le tipologie più adatte sono gli sci all round e all mountain;
  • Sciatori esperti, livello oro (6-7): per questi sciatori, già specializzati, è possibile scegliere sci all round o all mountain high performance;
  • Sciatori agonisti: in questo caso sarà necessario scegliere modelli sci race o modelli da gara FIS.

Dal 2018 i livelli di abilità sono stati aggiornati e trasformati in livelli numerici. Troviamo in totale 7 livelli: i livelli 1-3 sono corrispettivi del livello bronzo, i livelli 4 e 5 al livello argento e i livelli 6 e 7 al livello oro.

Materiali

L’ultimo aspetto da valutare per trovare gli sci più adatti a sé riguarda i materiali di costruzione. Originariamente gli sci erano realizzati in legno, oggi invece vengono composti da vari materiali assemblati che li rendono leggeri, resistenti e flessibili.sci materialiTra i materiali più usati troviamo la fibra di vetro, il kevlar, il titanio, la fibra di carbonio, l’alluminio e il grafene. Il legno continua ad essere usato, ma solo per la realizzazione dell’anima dello sci: con questo materiale infatti risulterà rigida e resistente, ma elastica.
Per i principianti vengono invece realizzati sci in schiume poliuretaniche, che risultano più morbidi e facili da usare. Anche per quanto riguarda i materiali di realizzazione non è possibile sostenere che uno sia meglio di un altro, poiché il grado di flessibilità dello sci dev’essere adatto alla specialità sciistica da praticare.

Le domande più frequenti sugli sci

Quanto costano gli sci?

Il prezzo degli sci può variare molto; si va dai 300 alle migliaia di Euro. Ad incidere sul costo sono diversi fattori: i materiali, la specialità per cui sono pensati, il livello di esperienza dello sciatore, la presenza di attacchi e il tipo di ponte.
La disciplina dello sci è abbastanza pericolosa; non è quindi consigliabile optare per un modello economico per risparmiare, ma valutare attentamente le caratteristiche e assicurarsi che il prodotto sia adatto alle proprie esigenze. Se non siete sicuri di voler spendere una cifra considerevole per acquistare un paio di sci, consigliamo di optare per il noleggio: specialmente per i principianti questo potrebbe risultare utile ad identificare le caratteristiche giuste per sé.

Quali sono le migliori marche di sci?

Il mondo dello sci è ricco di brand specializzati nella produzione di sci e accessori per lo sci. Alcuni brand come Rossignol, Salomon, Head e Atomic operano nel settore da moltissimi anni e hanno contribuito a rinnovare gli sci nel tempo, mentre altri marchi come Dynastar, Fischer, K2 e Nordica si sono affermati più recentemente.
Acquistare sci prodotti da un brand riconosciuto è un vantaggio sia per quanto riguarda l’assistenza, sia per quanto riguarda l’acquisto di scarponi compatibili o altri accessori. Solitamente gli sci prodotti da brand affermati sono più costosi rispetto a quelli di brand emergenti, ma come abbiamo visto nel paragrafo precedente è meglio escludere il prezzo dai fattori di valutazione degli sci.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
I migliori
Head SUPERSHAPE E MAGNUM

Head SUPERSHAPE E MAGNUM

Migliore offerta: 475,70€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Rossignol Hero Elite ST-TI

Rossignol Hero Elite ST-TI

Migliore offerta: 565,95€