Manutenzione del regolabarba

In questa pagina vedremo le regole da seguire per una corretta manutenzione del regolabarba, per mantenerne intatte il più a lungo possibile la capacità di taglio e l'efficacia della batteria. Passeremo per prima cosa in rassegna tutti gli accessori che possono servire per eseguire correttamente e nel migliore dei modi tutte queste operazioni, che poi andremo a vedere nel dettaglio.
Regolabarba manutenzione

Cosa vi serve?

Gli accessori più importanti per la manutenzione sono solitamente forniti in dotazione. Assicuratevi comunque di disporre di:

  • Spazzolina
  • Panno
  • Lubrificante
  • Cacciavite o brugola

Pulizia delle lame

Pulizia regolabarbaPer mantenere le lame del vostro regolabarba affilate il più a lungo possibile, è bene innanzitutto tenerle pulite. Quella di pulizia delle lame è un'operazione che richiede veramente poco tempo, ma che sul lungo periodo vi permette di risparmiare tempo, dovendo effettuare meno spesso operazioni di manutenzione straordinaria, e denaro, dal momento che dovrete sostituire le lame (o l'intero regolabarba) meno di frequente. Vediamo in cosa consistono queste operazioni.

Durante il taglio

Una buona manutenzione inizia con un uso corretto del regolabarba, ed è buona norma mantenere le lame pulite anche durante le operazioni di taglio: non si tratta di un'operazione particolarmente approfondita, basta di tanto in tanto spegnere lo strumento, rimuovere il pettine e spazzolare pettine e lame con la spazzolina, in modo da rimuovere il più possibile i peli residui.

Dopo il taglio

Pulizia approfondita
Una volta terminata la regolazione della barba, è bene eseguire una pulizia un po' più approfondita:

  • Spegnere il regolabarba ed eliminare, con la spazzolina, tutti i residui dalle lamePulizia lame con spazzolina
  • Staccare il blocco lame dal corpo macchina e pulire con la spazzolina anche l'internoPulizia interno regolabarba
  • Pulire e sciacquare i pettini regolatori utilizzati
  • Usare un panno umido per pulire il corpo macchina e i pettini

Se avete un regolabarba wet & dry, la pulizia è ancora più semplice e veloce: alcuni di essi si possono completamente sciacquare sotto il rubinetto, altri permettono di pulire con acqua solo il blocco lame. Questo velocizza molto le operazioni di pulizia. Ricordiamo che è consigliabile lavare con acqua le lame soltanto una volta ultimata la regolazione della barba, e usare acqua tiepida e non fredda.
Regolabarba con lame lavabili
Rimozione e allineamento lame
Per pulire l'interno di alcuni modelli (in particolare di quelli professionali) bisogna svitare il blocco lame. Questa è un'operazione importante anche perché è possibile che, con l'uso, le lame perdano il loro perfetto allineamento, e così, dopo averle pulite, lo si può ripristinare.
Il procedimento è molto semplice e potete effettuarlo con il cacciavite o con la brugola. Fate attenzione, quando rimontate le lame, ad allinearle correttamente.
Questi sono i passaggi da seguire per il corretto allineamento delle lame:

  • Allineare le due lame, in modo che siano parallele
  • Poggiare la coppia di lame in linea con i fori per le viti
  • Avvitare senza stringere troppo
  • Allineare i dentini della lama esterna con quella interna
  • Stringere le viti

Lubrificazione delle lame

Lubrificante lameAlcuni modelli necessitano di lubrificazione delle lame. Per questa operazione è sufficiente spegnere il regolabarba, mettere poche gocce di lubrificante tra i dentini delle lame, e accendere per pochi secondi il motore. Dopodiché, spegnere il regolabarba e asciugare le lame con il panno.

Igienizzazione delle lame

Se avete una pelle molto sensibile e soggetta a irritazioni può essere utile igienizzare le lame del regolabarba, eliminando i batteri. Per igienizzare le lame esistono lozioni specifiche e spray appositi.

Protezione e custodia

Quando compriamo un regolabarba nella confezione possiamo trovare diversi accessori per la conservazione e l'alloggio, noi consigliamo di munirvi di una custodia rigida, soprattutto se portate il regolabarba in viaggio, oppure di tenere il prodotto in un cassetto ben protetto assieme ai pettini in dotazione.

Manutenzione della batteria

I modelli a cavo sono una netta minoranza, e sono quasi tutti modelli di tipo professionale. Il lato positivo dei modelli a cavo è che, da questo punto di vista, non richiedono alcuna cura particolare, se non di accertarsi di utilizzare il voltaggio corretto. I modelli a batteria invece richiedono alcuni particolari accorgimenti, a seconda del tipo di batteria di cui dispongono.

Batterie stilo

Pochissimi modelli, perlopiù rifinitori. Non è richiesta una manutenzione particolare, basta cambiare la batteria una volta esaurita.

Ni-Cd

Tecnologia un po' obsoleta che richiede particolari accortezze: per evitare l'"effetto memoria" è necessario caricare completamente la batteria ogni volta, senza interrompere l'operazione, che deve essere iniziata soltanto se la batteria è completamente scarica.

Ni-Mh

Non è necessario compiere ogni volta una ricarica completa, ma è consigliabile di tanto in tanto compiere un ciclo completo di scarica e carica, indicativamente ogni 3-4 mesi.

Litio

Non necessitano di particolari cure e le prestazioni restano inalterate per tutta la durata della vita della batteria, che è però limitata. Alla luce di questo, se acquistate un prodotto con batteria al litio, vi consigliamo di verificare che non sia un prodotto vecchio, altrimenti la batteria potrebbe cessare presto di funzionare.

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Philips Series 7000 BT7220/15

Migliore offerta: 99,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Philips Series 5000 BT5200/16

Migliore offerta: 39,99€

Il più venduto

Philips BT5206/16

Migliore offerta: 47,90€