Le migliori tastiere musicali del 2017

Confronta le migliori tastiere musicali del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

5 Fattori decisivi per la scelta della tastiera musicale

1. Tasti

Un pianoforte a coda è il sogno di molti pianisti in erba, sebbene rimanga niente più che un sogno per molti di essi. Le dimensioni e il costo sono infatti due complicazioni non da poco per chi stia considerando l'acquisto di questo tipo di strumento. Le difficoltà di utilizzo in appartamento ed eventuali problemi con i vicini potrebbero scoraggiare ulteriormente a far entrare il pianoforte nella propria abitazione.
Per non rischiare di mettere da parte questa passione o per chi desidera assecondare l'animo artistico dei propri bambini, esiste una soluzione utile e comoda per poter suonare ed esercitarsi nella propria abitazione e non solo. Stiamo facendo riferimento alla tastiera musicale, comunemente detta tastiera, ovvero uno strumento elettronico assai versatile, utilizzato sia dai professionisti sia da apprendisti musicisti.

Tante possibilità, tante offerte

Esistono moltissimi modelli di tastiera musicale: ad esempio, potremmo imbatterci in prodotti molto semplici, di dimensioni ridotte e con funzioni essenziali ma perfetti per l'apprendimento dello strumento. Oppure, potremmo trovare prodotti estremamente sofisticati, con diverse uscite e ingressi digitali e analogici, con centinaia di tasti, pulsanti e pedali e molto altro ancora, insomma tutti elementi che potrebbero spaventare un neofita.

Tastiera musicale - Modello per apprendisti

Queste differenze tra i vari modelli corrispondono alle varie esigenze dei possibili acquirenti ma, naturalmente, una tastiera musicale particolarmente sofisticata ha delle specifiche e degli elementi che la rendono del tutto inappropriata per un pianista alle prime armi. L'offerta di questo tipo di strumenti è infatti piuttosto variegata e poter trovare un prodotto che sia allo stesso tempo di buona qualità e adatto alle nostre esigenze, può non essere così semplice.Tastiera musicale - Modello professionale Per aiutare i nostri lettori in questo tipo di scelta abbiamo pensato ad una guida all'acquisto delle tastiere musicali, nella quale trovate spiegate quelle caratteristiche essenziali di questo tipo di prodotto, a partire dai famosi tasti bianchi e neri e dalle loro caratteristiche peculiari che ci aspetteremmo di trovare in una tastiera musicale.

Bianchi e neri: i tasti

Se non abbiamo un'idea precisa di come funzioni una tastiera musicale elettronica, avremo però un'idea abbastanza nitida di come sia la tastiera di un pianoforte: un succedersi di tasti bianchi e neri a intervalli regolari. Notiamo subito che i tasti neri si suddividono in gruppi da due e da tre: all'inizio di ogni coppia di tasti neri troviamo il tasto bianco con la nota DO, mentre l'ultimo tasto bianco dopo i tre tasti neri è per l'appunto il SI. Tra il DO e il SI troviamo 7 tasti bianchi e 5 tasti neri, per un totale di 12 tasti: questa è un'ottava, mentre l'intervallo di ottava  è il passaggio da una nota alla stessa presente però nell'ottava successiva, quindi da DO a DO, da RE a RE, e così via.
Tastiera musicale - Ottava
Comprendere la successione delle ottave è importante per capire una prima fondamentale differenza tra le tastiere musicali che possiamo trovare in commercio e che trovate spiegata in modo analitico in questa tabella.

 
Tipo
Descrizione
Pianoforte elettronico da 88 tasti
Questo è la configurazione di tasti propria dei pianoforti classici, che permette di raggiungere 7 ottave. Un modello particolarmente indicato per lo studio e l'esecuzione della musica classica
Pianoforte elettronico da 76 tasti
Questa è una tastiera con 7 ottave, utilizzata prevalentemente per la realizzazione di musica moderna. Una simile estensione rende questo tipo di tastiera estremamente versatile e utilizzabile per vari generi musicali moderni
Tastiera elettronica da 61 tasti
La tastiera con 61 tasti è formata da 5 ottave ed è un formato piuttosto comune nei modelli base e in quelli destinati ai musicisti in erba. Con questo numero di tasti sono però disponibili anche prodotti professionali e semiprofessionali
Tastiera elettronica da 49 tasti
I modelli con 49 tasti hanno una tastiera composta da 4 ottave e possono essere utilizzate per l'apprendimento dello strumento
Tastiera elettronica da 25 tasti
I modelli con una tastiera di estensione inferiore alle 4 ottave sono solitamente strumenti destinati alla musica elettronica o per realizzare particolari effetti sonori. Il numero esiguo di tasti non deve ingannare: questi possono essere infatti modelli estremamente sofisticati, destinati a professionisti

La tabella di cui sopra non comprende esattamente tutte le configurazioni possibili di una tastiera. Esistono infatti tastiere elettroniche con 54 tasti o altri modelli con 37 tasti che non sono stati compresi. Con una certa approssimazione possiamo dire che le tastiere con 88 tasti sono certamente preferibili, dal momento che offrono l'estensione indispensabile per l'esecuzione e lo studio di spartiti di musica classica. I modelli con un numero di tasti compreso tra i 76 e i 59 tasti sono adatti sia ad un utilizzo professionale sia per l'apprendimento dello strumento, mentre quelli con un'estensione dai 54 ai 37 tasti sono prodotti base, adatti per un primissimo approccio allo strumento. Infine, modelli con 32 o 25 tasti sono da considerarsi a parte: questi possono essere particolari sintetizzatori o strumenti sofisticati pensati per la produzione di musica elettronica o per la realizzazione di particolari effetti.
Si tenga presente che quanto appena detto è una generalizzazione utile, ma comunque approssimativa e che non tiene conto delle esigenze del caso specifico. Per poter meglio comprendere la qualità dei tasti di una tastiera musicale è necessario fare un'ulteriore considerazione sulle loro caratteristiche costitutive.

Tasti pesati, semi-pesati e non

Siamo partiti parlando dei pianoforti a coda: questi strumenti creano un suono a partire da un sistema di martelletti, controllati dai tasti, che colpiscono delle corde disposte all'interno del pianoforte. Ciò vuol dire che ad ogni tasto ha una certa sensibilità alla pressione: in altre parole, l'intensità con cui viene premuto il tasto influenzerà notevolmente la nota prodotta, in termini di estensione e di potenza del suono. Inoltre, il sistema dei martelletti fa in modo che il tasto abbia una certa resistenza al tocco, la quale è maggiore nelle note gravi e diminuisce scorrendo verso le note più acute.Tastiera musicale - Pesatura tasti

Queste sono le principali differenze tra i tasti di un pianoforte analogico e quelli di uno elettronico. Eppure da questi due elementi dipende fortemente la possibilità per un musicista di sviluppare un tocco ed un approccio personale allo strumento.

Per riuscire ad offrire la sensibilità e la resistenza dei tasti di un pianoforte analogico, alcuni modelli di tastiera musicale hanno i cosiddetti tasti pesati, una caratteristica che prende il nome di Hammer Action ("hammer" in inglese vuol dire martello, per l'appunto ): in questo caso la tastiera simula la resistenza dei tasti del pianoforte, disponendo di tasti più duri e resistenti a sinistra che diventano sempre più leggeri spostandosi verso destra. La pesatura dei tasti è un elemento che contraddistingue i prodotti di qualità e a cui corrisponde un aumento sostanziale del prezzo. Se cerchiamo un modello di buon livello per imparare a suonare il pianoforte classico, la pesatura dei tasti è un caratteristica imprescindibile per il nostro acquisto.
Alcune tastiere hanno invece tasti semi-pesati, ovvero con una resistenza differente rispetto a quella dei pianoforti classici e senza il bordo sporgente tipico dei tasti dei pianoforti analogici. I modelli con questo tipo di tasti sono prevalentemente utilizzati per gli organi elettronici o i moog.
Altri modelli, come ad esempio i synth, fanno del tutto a meno della pesatura dei tasti, per permettere di premere i tasti ancor più velocemente senza alcun tipo di resistenza.

Dinamica

Si diceva della sensibilità dei tasti con martelletto: nel caso delle tastiere elettroniche, questa caratteristica è detta dinamicità. Una tastiera dinamica è pertanto in grado di riconoscere il grado d'intensità con cui premiamo il tasto e di riprodurre suoni più gravi o lievi in base alla forza somministrata.

Tastiera musicale - Dinamicità

Le tastiere dinamiche offrono una maggiore possibilità di esprimere le cosiddette dinamiche dello spartito che stiamo interpretando, passando dal pianissimo al forte o al legato e così via.

2. Strumenti ed effetti

Dopo aver parlato dei tasti e delle loro caratteristiche essenziali, andiamo a vedere un altro aspetto importantissimo di questi prodotti per i musicisti.

Strumenti campionati

Le tastiere elettroniche non si limitano a riprodurre il solo pianoforte, ma sono anche in grado di riprodurre strumenti a corda, a fiato, le percussioni e molti altri ancora. Gli strumenti che avremo a disposizione con la nostra tastiera sono normalmente detti campioni, nome che deriva dal processo di campionamento, ovvero la registrazione di un suono e la sua traduzione da segnale analogico a segnale digitale: una volta memorizzato, il campione in forma digitale viene nuovamente trasformato in un output digitale. Questo procedimento, ben più complesso e articolato in realtà di come non sia stato appena descritto, permette di avere una vera e propria orchestra all'interno di una sola tastiera.
Prodotti base possono contenere circa una o due centinaia di campioni, la cui qualità può variare da modello a modello. Normalmente, prodotti di alta qualità e destinati a professionisti hanno a loro disposizione 1.500 o anche 2.000 campioni con una qualità elevata.
Nel valutare gli strumenti campionati presenti in un determinato modello di tastiera si farà per lo più riferimento ad un criterio quantitativo, che premia il numero di campioni presenti in una tastiera, in quanto non sarà possibile dare un giudizio sulla qualità dei campioni, dal momento che questo tipo di valutazione richiederebbe un attento esame sia del processo di campionatura adottato sia della riproduzione del suono in quanto tale.
Tastiera musicale - Strumenti campionati ed effetti

Polifonia

Una voce che capiterà sovente di incontrare nella lettura delle specifiche di una tastiera musicale è quella della polifonia. Con questo termine si fa riferimento alla possibilità di suonare più note contemporaneamente. Una misura sulla media è di 8 note in contemporanea, ma sono presenti modelli con livelli di polifonia ben più alti.

Effetti

In una tastiera possono essere presenti diversi effetti per modificare non solamente il suono prodotto ma anche la stessa configurazione della tastiera. Ma procediamo per gradi.

Volumi e frequenze

Un primo effetto che ci aspetteremmo di trovare in un qualsiasi modello di tastiera è un comando per regolare il volume generale di uscita. Un elemento minimo ma indispensabile.

Tastiera musicale - Equalizzatore

Possono poi essere presenti anche altri controller per regolare le frequenze basse, medie e alte,  o sistemi di equalizzazione molto sofisticati: dotazioni di questo tipo sono prevalentemente presenti su modelli di fascia di prezzo alta e destinati ad un uso professionale.

Pitch-bend

Quando presente, il pitch-bend si presenta come una rotella generalmente collocata all'estremità sinistra della tastiera. Tramite questo controller a rotella è possibile letteralmente piegare ("bend" in inglese significa proprio piegare) la nota prodotta verso una sonorità più acuta o più grave.
In altre parole, tenendo premuta una nota e spingendo in avanti la rotella del pitch-bend otterremo una nota più acuta di quella da noi suonata: viceversa, spingendo la rotella indietro, otterremo un suono più grave.

Tastiera musicale - Pitch-Bend e modulatore ad anello
Modulatore ad anello

Il modulatore ad anello è anch'esso una rotella posta a fianco del pitch-bend e ha una funzione simile a quella del suo vicino. Suonando una nota qualsiasi della tastiera e utilizzando questa rotella potremo ottenere vari effetti sonori, come ad esempio il vibrato o il tremolo.

Splitvoice: una tastiera, due strumenti

La maggior parte delle tastiere permette di unire due diversi strumenti all'interno di un solo prodotto, combinando i suoni all'interno di una stessa esecuzione: tale possibilità è solitamente detta splitvoice. In questo caso troveremo la metà sinistra della tastiera, le note gravi, disposta all'esecuzione di un determinato strumento (ad esempio un basso o un organo), mentre nell'estremità destra, dove sono presenti le note acute, potremo utilizzare un altro strumento musicale (un sassofono o una chitarra): la possibilità di unire i campioni strumentali in nostro possesso in un'unica tastiera è una caratteristica molto utile che aumenta notevolmente le possibilità creative del musicista.

3. Funzioni e accessori

In questa terza categoria sono comprese tutte quelle funzioni e quegli accessori che si possono trovare in dotazione. Nel considerare questi elementi, spieghiamo la loro funzione e come possano risultare utili.

Metronomo

Sia che siate maestri di piano sia che cerchiate un modello per imparare, avrete sicuramente bisogno di un metronomo, il compagno per eccellenza di qualsiasi musicista. Il metronomo è utilizzato per scandire il tempo in bpm (battiti per minuto) con un segnale visivo e acustico, accompagnando il suonatore durante l'esecuzione o lo studio di un pezzo e aiutandolo a correggere e migliorare il proprio senso del ritmo.

Tastiera musicale - Metronomo

I metronomi sono tradizionalmente strumenti in legno dotati di una pendola e con un funzionamento a carica manuale: quelli che troviamo in dotazione in una tastiera elettronica sono metronomi digitali, che battono il tempo con un segnale acustico e, in alcuni casi, anche con un segnale luminoso attraverso una spia LED posta sulla tastiera.

Sottotraccia

Nella maggior parte delle tastiere digitali troviamo  dei brani in memoria che possiamo riprodurre direttamente tramite la tastiera. Queste tracce sonore sono delle basi ritmiche o melodiche sulle quali possiamo suonare a nostra volta e sono molto utili per imparare a improvvisare su una base o per studiare un brano. Di norma in una tastiera digitale possiamo trovare circa un centinaio di queste tracce e, naturalmente, più basi sonore avremo, più possibilità di apprendimento avremo a disposizione.

Tastiera musicale - Recording

Audio recording

Se stiamo valutando l'acquisto di una tastiera, una funzione che potrebbe risultare particolarmente utile è quella per la registrazione audio delle nostre esecuzioni. Immaginate di dover studiare un brano particolarmente complesso: vi troverete sicuramente di fronte ad alcuni passaggi che, potendo riascoltare dopo ogni tentativo di esecuzione,  risulteranno molto più comprensibili. Per aiutare a superare questi ostacoli tipici del processo di apprendimento di uno strumento, alcune tastiere digitali dispongo della funzione di audio recording. In questo caso, prima di cominciare a suonare un brano, attiveremo la registrazione e una volta terminata la sessione di prova potremo riascoltare i nostri eventuali errori e comprenderli meglio, mettendoci nei panni dell'ascoltatore e non solamente dell'esecutore.

Pedali

Ritornando al nostro punto di partenza, ovvero il pianoforte a coda, più o meno tutti sapremo che il piano classico dispone di alcuni pedali che modificano l'estensione delle note suonate: premendo i pedali sottostanti verrà modificata la tensione delle corde, andando a modificare il timbro della nota suonata.

Tastiera musicale - Pedale sustain

Nelle tastiere digitali possono essere collegati e utilizzati dei pedali che svolgono una funzione simile, comunemente detta sustain proprio perché sostiene l'estensione della nota suonata. In alcuni casi questi pedali sono presenti in dotazione con la tastiera, mentre in altri modelli è presente soltanto l'ingresso per il collegamento. Nei modelli base, invece, potrebbe mancare del tutto questa possibilità.

Amplificatore

Vicini di casa permettendo, suonare la propria tastiera a volume alto è un piacere di cui non vorremo fare a meno. In questo caso, la nostra tastiera dovrebbe avere a disposizione un sistema di amplificazione incorporato, che ci garantisca di suonare a un buon volume.

Tastiera musicale - Speaker integrati

Si tenga presente che, di norma, gli amplificatori incorporati non hanno una potenza tale da permettere di suonare dal vivo insieme ad altri strumenti: una batteria o un basso amplificato coprirebbero del tutto le note suonate con la nostra tastiera. Se è questo ciò che v'interessa dovrete collegare la vostra tastiera ad un amplificatore esterno, ma questo aspetto verrà considerato meglio nella prossima sezione.

Accessori utili

Avere una tastiera non basta. Per poter suonare avremo bisogno di alcuni accessori davvero indispensabili. Il primo è il reggispartito con il quale potremo leggere le melodie e interpretarle: questo elemento può essere incorporato nella tastiera o potremmo trovare uno spazio adibito al suo montaggio.

Tastiera musicale - Reggispartito

Ad ogni modo, il reggispartito è un accessorio di cui non potremo fare a meno, a prescindere dal nostro grado di conoscenza dello strumento, motivo per cui bisogna valutarne l'eventuale presenza.

Un supporto per rialzare la tastiera è altrettanto importante e in alcuni rari casi lo troveremo direttamente in dotazione con la tastiera.

Tastiera musicale - Supporto

Il più delle volte, invece, questo tipo di supporto va acquistato separatamente e dovrà essere in grado di reggere il peso del corpo della tastiera.
Il seggiolino è un elemento non indispensabile come i due precedenti, ma che certamente può aiutare a mantenere una posizione corretta durante le sessioni musicali. Difficilmente lo troveremo in dotazione con la tastiera: a noi la scelta di usare una sedia qualsiasi o acquistare un seggiolino ad hoc, imbottito e con altezza regolabile.

Tastiera musicale - Seggiolino

4. Connettività e alimentazione

In questa ultima sezione della nostra guida all'acquisto delle tastiere musicali, ci spostiamo su due elementi piuttosto rilevanti in questo tipo di strumento: stiamo facendo riferimento alla connettività e al sistema di alimentazione delle tastiere. Andiamo a vedere questi due aspetti da vicino.

Ingressi e uscite: la connettività delle tastiere

Giudicare questo aspetto può sembrare semplice a un primo sguardo. Tuttavia, è molto importante considerare con una certa attenzione la connettività prima di lanciarsi sull'acquisto di una tastiera musicale. Se avete in mente di utilizzare la tastiera musicale insieme ad un computer, ad esempio, dovrete vagliare attentamente gli input o gli output di cui dispone la tastiera, così da non dover affrontare ulteriori acquisti in seguito.

Tastiera musicale - Connettività

Procediamo con ordine e vediamo quali sono quelle uscite tramite cui potremo amplificare il suono della tastiera o collegarla a delle cuffie.

Jack Audio

Su una tastiera elettronica potremo trovare due tipi di uscite per cavo jack, con funzioni e dimensioni distinte.
Si diceva poc'anzi della possibilità di amplificare il suono in uscita della propria tastiera, qualora gli altoparlanti non abbiano una potenza tale da permetterci di suonare in ambienti grandi o insieme ad altri strumenti.  In questi casi dovremo stare attenti a disporre di un'uscita jack da 6.35 mm. Tramite questa porta potremo collegare la tastiera ad un amplificatori per raggiungere un volume maggiore del suono in uscita e suonare dove e quando preferiamo.

Tastiera musicale - Jack-in

Se invece siamo interessati a non disturbare chi ci sta vicino e a tenere i volumi bassi, vorremo sicuramente poter collegare un paio di cuffie alla tastiera per poter suonare ed esercitarci in pieno silenzio. In questo caso, dovremo stare attenti alla presenza di un'uscita jack da 3.5 mm, tramite cui potremo collegare le nostre cuffie.

USB

La porta USB in dotazione con alcune tastiere può essere utilizzata non solamente come ingresso, ma anche come output per il collegamento ad un computer. Se utilizzato come ingresso, la porta USB permette l'inserimento di penne USB o altre periferiche di archiviazione tramite le quali potremo riprodurre un brano tramite la tastiera e suonare direttamente sulle nostre tracce o scaricare nuovi campioni o stili. Alternativamente, se utilizzato come uscita, la porta USB permette il collegamento della tastiera a diversi altri dispositivi, come ad esempio un PC , che consentono l'accesso a un mondo di possibilità, sfruttando software musicali disponibili per computer in sinergia con la nostra tastiera.

Tastiera musicale - Connessione USB

Collegamento a computer: S/PDIF e mLAN

Le porte S/PDIF e mLAN sono altre porte che potremmo trovare in una tastiera musicale e che permettono di connettere la tastiera ad un computer, ad un tablet o ad una scheda audio esterna. La porta S/PDIF (Sony/Philips Digital Interconnect Format) è un tipo di connessione via cavo per la trasmissione di segnali audio digitali e può avvenire tramite cavo coassiale, connettore RCA o cavo in fibra ottica. L'interfaccia mLAN ( Music Local Area Network) è invece un protocollo di connessione ideato dalla Yamaha per la trasmissione in entrata e in uscita di segnali audio digitali e dati MIDI (che vedremo subito cosa sono) tra dispositivi elettronici: questo tipo di collegamento avviene tramite cavo FireWire, alternativamente detto i.LINK Lynx.

Tastiera musicale - Cavo FireWire

MIDI: compatibilità e connessione

Infine, andiamo considerare la compatibilità e la connettività MIDI. MIDI è l'acronimo di Musical Instrument Digital Interface ed è un tipo di tecnologia sia software che hardware ideata per mettere in comunicazione vari strumenti musicali (come batterie elettroniche, tastiere musicali, sintetizzatori e molto altro ancora) e dispositivi elettronici (computer, mixer, tablet, amplificatori, etc.) tra di loro. La  compatibilità MIDI è un primo elemento che dovremmo verificare nella tastiera musicale se siamo interessati ad un prodotto per performance live o se desideriamo collegarci al nostro computer: a questo proposito dovrebbe essere presente sulla tastiera un sequencer che permette di leggere e riprodurre i file MIDI.

Tastiera musicale - MIDI

Dal punto di vista della connettività, troviamo tre tipologie di porte MIDI, input, output o throughput che vengono normalmente abbreviate con le sigle IN, OUT e THRU: in alcuni modelli troviamo tutte e tre le tipologie di porta mentre in altri modelli l'OUT e il THRU sono unificati in un'unica porta.

Sistema di alimentazione

Ultimo ma non meno importante, il sistema di alimentazione. In alcuni modelli troviamo la possibilità di funzionamento senza l'attacco ad una presa di corrente: in questo caso l'alimentazione elettrica del dispositivo funziona a batterie (normalmente 6 o 8 pile stilo AA) che possiamo trovare in dotazione con la tastiera o che dovremo acquistare separatamente. In alcuni casi è possibile trovare in dotazione delle pile stilo Ni-MH (Nickel-Metal Hybrid), una tipologia che permette di essere sottoposta a ricarica.

Tastiera musicale - Pile Stilo AA

Altri modelli hanno un sistema di alimentazione a cavo: in questi casi dovremmo avere in dotazione con lo strumento un trasformatore che, se collegato alla presa, permette alla tastiera di funzionare correttamente.

Tastiera musicale - Alimentatore

Altri fattori da tenere in mente per la scelta della tastiera musicale

I materiali sono importanti?

Parlando in termini generali, è possibile dire che i materiali di cui è composta una tastiera sono elementi di rilievo ai fini della valutazione di un prodotto. Ad esempio, tasti in plastica di cattiva qualità possono dare problemi dopo poco tempo, rischiando di compromettere il funzionamento della tastiera: un tasto bloccato, per esempio,la rende del tutto inutilizzabile. Ad ogni modo, i produttori di tastiere musicali difficilmente rilasciano dati circa i materiali o i processi manifatturieri impiegati, per cui è difficile dare un giudizio, specialmente se si ha intenzione di acquistare la tastiera da un negozio online.

La marca è importante?

Come spesso accade, il brand è un marchio di fiducia. Nel caso degli strumenti musicali ciò è ancor più vero non solo per quanto riguarda la qualità del modello in questione, ma anche per il tipo di assistenza fornito al cliente. Un produttore di cui non sappiamo nulla non è certo un simbolo di garanzia per il nostro acquisto. Per questo motivo suggeriamo vivamente di considerare quelli che sono i principali leader del settore. Tra questi si tengano presenti: Casio, Roland, Korg, Yamaha, BSD, Rockjam, Massmarket, AXMAN, Simba, Bontempi, Clifton, Alesis, Schubert.

Il prezzo è importante?

Avere un budget è il primo elemento per poter procedere all'acquisto. Si diceva all'inizio di questa guida che esistono in commercio numerosi modelli di tastiera musicale, con caratteristiche e specifiche uniche: un prima scrematura può essere fatta avendo in mente la cifra  che desideriamo spendere. Per avere un'idea generica dei costi approssimativi di questo tipo di prodotti, possiamo suddividere le tastiere in 3 fasce di prezzo:

  • Fascia bassa: con una spesa compresa tra i 40 e i 100 euro possiamo acquistare un modello base per un primo approccio allo strumento
  • Fascia media: spendendo tra i 120 e i 400 euro è possibile entrare in possesso di un modello di ottima qualità, con funzioni sofisticate, campioni di una certa qualità e con una tastiera da 7 ottave
  • Fascia alta: con una cifra superiore ai 500 euro, che in alcuni casi può toccare o addirittura superare i 3.500 euro, potremo comprare modelli destinati all'uso professionale e adatti alla composizione di musica o alle performance live

Quali sono le migliori tastiere musicali del 2017?

La tabella delle migliori tastiere musicali del 2017 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
8,9 Yamaha P-115 B
533,00 €
Recensione
8 Yamaha EZ-220
191,39 €
Recensione
6,9 Casio SA-77
58,00 €
Recensione
6,5 Casio SA-47
45,00 €
Recensione
7,1 Yamaha PSR-F51
88,49 €
Recensione

Tastiere musicali: tutti i prodotti recensiti

"Tastiera musicale": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Yamaha P-115 B

Miglior prezzo: 533,00€

Yamaha EZ-220

Miglior prezzo: 191,39€

Casio SA-77

Miglior prezzo: 58,00€