Le migliori barrette proteiche del 2022

Confronta le migliori barrette proteiche del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Foodspring Protein bar

Foodspring Protein bar

Le migliori

Amazon
Piumedical
Farmacista Net
Farmamare
Farmacia Loreto
Proteine per barretta20 g
Tipo di proteineProteine del latte
Carboidrati per barretta11 g
Zuccheri per barretta1,8 g
Grassi per barretta5,3 g, 3,1 g grassi saturi
Calorie193 kcal
Senza glutine
Senza lattosio
Vegane
Altri gusti
Punti forti
  • A base di proteine del latte
  • Vari gusti disponibili
  • Pochi allergeni
  • Low carb
Punti deboli
  • Non vegana
Muv Low sugar protein bar

Muv Low sugar protein bar

Il miglior rapporto qualità prezzo

Amazon
Proteine per barretta36 g
Tipo di proteineProteine del latte
Carboidrati per barretta33,8 g
Zuccheri per barretta2 g zuccheri, 28,7 g polioli
Grassi per barretta9,4 g, 4,3 g grassi saturi
Calorie327 kcal
Senza glutine
Senza lattosio
Vegane
Altri gusti
Punti forti
  • Alto contenuto proteico
  • Disponibile in altri gusti
  • A base di proteine del latte
Punti deboli
  • Contiene allergeni
PowerBar Protein plus

PowerBar Protein plus

Amazon
Piumedical
Bestbody
Bergzeit
Zumub
Proteine per barretta10 g
Tipo di proteineProteine del latte
Carboidrati per barretta10 g
Zuccheri per barretta0,6 g zuccheri, 8,5 g polioli
Grassi per barretta3,3 g, 1,6 g grassi saturi
Calorie107 kcal
Senza glutine
Senza lattosio
Vegane
Altri gusti
Punti forti
  • Pochi zuccheri
  • Pochi grassi saturi
Punti deboli
  • Barrette piccole (35 g)
Phd Smart bar

Phd Smart bar

Amazon
Bestbody
Zumub
Vivafarmacia
Aelastore
Proteine per barretta20 g
Tipo di proteineProteine del latte, della soia, collagene
Carboidrati per barretta23 g
Zuccheri per barretta1,9 g zuccheri, 19 g polioli
Grassi per barretta11 g, 7 g grassi saturi
Calorie241 kcal
Senza glutine
Senza lattosio
Vegane
Altri gusti
Punti forti
  • Molti gusti disponibili
  • Bassa percentuale di zuccheri
Punti deboli
  • Alta percentuale di grassi saturi
  • Molti allergeni presenti
Lineamed barrette proteiche

Lineamed barrette proteiche

Farmacia Igea
Farmacia Bianca
Danoi Farma
XL Farma
Farma sorriso
Proteine per barretta14 g
Tipo di proteineProteine del latte
Carboidrati per barretta21 g
Zuccheri per barrettan.d.
Grassi per barretta5,5 g, 2,1 g grassi saturi
Calorie193 kcal
Senza glutine
Senza lattosio
Vegane
Altri gusti
Punti forti
  • A base di proteine del latte
  • Buon contenuto proteico
Punti deboli
  • Non adatta ad intolleranti, vegani e vegetariani
  • Zuccheri non specificati
Qualescegliere.it
Autore
Redazione

Come scegliere le barrette proteiche

Le barrette proteiche si trovano ovunque: al discount, in farmacia, in palestra, interi siti web sono dedicati a questi prodotti molto amati e discussi allo stesso tempo. La loro varietà di sapori aumenta con la loro popolarità: oggi infatti le barrette proteiche non sono più riservate agli atleti professionisti, ma vengono abitualmente acquistate e consumate anche da chi fa sport amatoriale e da persone che cercano uno spuntino sano. Ma cosa sono davvero queste barrette? Sono più nutrienti di un normale frullato proteico o di un integratore in polvere? Abbiamo dato un’occhiata più da vicino ai singoli prodotti in commercio e in questa nostra guida all’acquisto abbiamo raccolto i principali elementi da valutare prima di scegliere le barrette proteiche, rispondendo alle domande più frequenti sul tema.barrette proteiche

Cosa sono e a cosa servono le barrette proteiche

Le barrette proteiche sono barrette costituite in gran parte da proteine ​​e, a seconda del produttore, da sostanze nutritive e vitamine.
Ma a cosa servono esattamente queste barrette? La risposta a questa domanda è relativamente facile. Le proteine ​​contenute nella barretta vengono utilizzate per mantenere o per costruire massa muscolare in modo mirato. Ciò significa che in linea teorica esse aiutano ad attivare i processi metabolici anabolici (costruzione della massa muscolare) e a prevenire i processi catabolici (diminuzione della massa muscolare).

Fabbisogno proteico

Gli esperti consigliano alle persone che seguono un programma di allenamento rigoroso (ad esempio i bodybuilder) di consumare fino a 2 g di proteine al giorno ​​per kg di peso corporeo.
Nella maggior parte dei casi però non ci si allena così duramente come nel bodybuilding: per l’attività sportiva svolta a livelli amatoriali i nutrizionisti consigliano l’assunzione di 1-1,5 g di proteine ​​per kg di peso corporeo. Anche chi fa una vita sedentaria e non pratica sport quotidianamente deve soddisfare il fabbisogno proteico, che in questi casi viene indicato come 0,7 g di proteine per kg di peso corporeo.
Bisogna a questo proposito segnalare che il nostro organismo è in grado di metabolizzare un massimo di 2 g di proteine per kg di peso corporeo, l’eventuale eccesso viene espulso tramite le feci e rimane così assolutamente inutilizzato dal corpo.barrette proteiche vantaggiUna dieta equilibrata con molti cibi ricchi di proteine ​​è spesso sufficiente per raggiungere i propri obiettivi di allenamento e supportare in modo ottimale i processi di costruzione della massa muscolare, tuttavia le barrette proteiche hanno alcuni vantaggi che non possono essere trascurati.

Vantaggi delle barrette proteiche

Gli aspetti positivi legati all’assunzione delle barrette proteiche sono diversi: vediamoli in un breve elenco.

  • Ideale per i cali di zuccheri e gli attacchi di fame: l’apporto proteico e gli zuccheri presenti sono in grado di fornire un boost di energia e dare un senso di sazietà senza bisogno di assumere troppe calorie;
  • Alto contenuto proteico: assumendo una barretta proteica si soddisferà una grossa parte del fabbisogno proteico giornaliero; ciò risulta utile non solo in caso di allenamento, ma anche in caso di impossibilità di mantenere una corretta alimentazione;
  • Pratiche da portare con sé: le barrette proteiche, al contrario dei frullati, sono più pratiche da portare con sé e possono essere assunte in qualunque situazione;
  • Gusti diversi: le barrette proteiche sono spesso golose, oltre che sane. In commercio esiste un’infinita varietà di gusti, adatti a tutte le preferenze;
  • Lunga conservazione: il periodo di conservazione delle barrette è molto lungo e ciò vi permetterà di sfruttare le numerose offerte disponibili e fare scorta per lunghi periodi;
  • Adatte a chi soffre di intolleranze alimentari: oggi in commercio si trovano barrette proteiche prive di glutine, lattosio o completamente vegane, ideali per soddisfare le esigenze di chi segue particolari regimi alimentari.

Contenuto nutrizionale

Guardando la lista degli ingredienti, molte barrette proteiche si rivelano più un dessert che uno spuntino sano adatto all’uso quotidiano e allo sport. Leggere le informazioni nutrizionali e l’elenco degli ingredienti è quindi fondamentale per assicurarsi che la barretta proteica non si riveli una bomba calorica o una trappola di zuccheri.
Per capire bene quali siano le percentuali ottimali di ingredienti che ogni barretta dovrebbe avere, andiamo ad osservare nel dettaglio i nutrienti principali presenti nelle barrette proteiche: proteine, carboidrati, grassi e altri ingredienti.

Proteine

La maggior parte delle barrette proteiche contiene proteine ricche di aminoacidi a catena ramificata, i così detti BCAA (leucina, valina e isoleucina), e di aminoacidi essenziali che favoriscono la crescita della massa muscolare. Tra queste le più frequenti da trovare sono le proteine del siero, che presentano un assorbimento rapido, e le proteine caseine, che invece hanno un assorbimento lento.barrette proteiche proteine Queste proteine del latte sono considerate dai nutrizionisti quelle migliori per lo sviluppo della massa muscolare; troviamo comunque barrette (specialmente le varianti vegane e senza lattosio) realizzate con proteine della soia o dei legumi. Queste ultime offrono uno spettro amminoacidico meno completo e sono quindi consigliabili solo nei casi in cui si seguano diete particolari che non prevedano nutrienti di origine animale.
Per quanto riguarda la percentuale di proteine, sono due le cose a cui fare attenzione: deve essere sempre uguale o superiore al 20% e il rapporto con i glucidi (gli zuccheri) non deve mai superare 1:5 (1 g di zuccheri per 5 di proteine).

Carboidrati e zuccheri

Nelle barrette proteiche è possibile trovare carboidrati derivanti da diverse fonti. Solitamente essi sono derivati dagli zuccheri, ovvero dallo sciroppo di glucosio o da quello di fruttosio, usati come dolcificanti e addensanti. I carboidrati derivati dagli zuccheri semplici hanno un apporto calorico di 4 calorie per grammo: per limitare la quantità di zuccheri delle barrette quindi vengono spesso utilizzati gli zuccheri alcolici, chiamati polioli.barrette proteiche carboidrati Questi zuccheri hanno un minore apporto calorico, 2,4 calorie per grammo, e non hanno effetto sull’indice di glucosio nel sangue. Possiamo quindi dire che, specialmente se si segue un regime alimentare volto a dimagrire, è preferibile scegliere barrette con polioli e non con zuccheri semplici. Per quanto riguarda le percentuali, esse sono molto variabili: nelle barrette proteiche classiche i carboidrati sono intorno al 20%, mentre in quelle low carb la quantità è inferiore ai 10-12 g.

Grassi

I grassi presenti nelle barrette possono essere di due tipi: grassi saturi e idrogenati, derivanti da ingredienti aggiunti come cioccolato o latte, o grassi non saturi e quindi “buoni”, derivati da miele, frutta secca o altri ingredienti.barrette proteiche grassiLa quantità di grassi presenti in ogni barretta è variabile, ma in generale è inferiore ai 10 g: nel caso in cui questo valore venga superato, la barretta diventa un vero e proprio sostituto di un pasto.

Altri ingredienti

Nei prodotti ad alto contenuto proteico sono spesso presenti altri nutrienti integrativi: tra questi ricordiamo il collagene idrolizzato, la glutammina e la taurina, tutti componenti che permettono di aumentare l’apporto proteico delle barrette. La presenza di questi ingredienti non è sempre preferibile: essi infatti riducono il valore biologico delle barrette. Con questo termine ci si riferisce alla qualità delle proteine assunte: le proteine del latte da questo punto di vista sono quelle con un valore biologico migliore.
Nelle barrette proteiche è poi possibile trovare una percentuale variabile di fibre, utile ad aumentare il senso di sazietà e a rallentare l’assorbimento degli zuccheri.
Infine attenzione a zuccheri aggiunti, aromi artificiali e coloranti: per rendere più appetibile la barretta potrebbero essere utilizzati questi additivi che non danno nessun beneficio al di là del miglioramento del gusto.

Tipi di barrette proteiche

Dopo aver osservato i componenti nutrizionali delle barrette, possiamo identificare 4 tipologie di prodotti che si possono suddividere proprio in base alle percentuali di ingredienti e nutrienti.barrette proteiche tipologie Vediamole in un breve elenco:

  • Barrette proteiche low carb: si tratta di barrette dove il contenuto di carboidrati viene limitato ad un massimo di 10-12 grammi; la percentuale di proteine in questi casi è intorno al 30%;
  • Barrette sostitutive dei pasti: si tratta di barrette dove le percentuali di nutrienti sono tutte elevate; troveremo circa un 25% di proteine, un 30% di carboidrati ed una percentuale variabile di grassi e altri nutrienti;
  • Barrette iperproteiche: con questo termine vengono indicate le barrette che hanno un contenuto di proteine uguale o superiore al 50%;
  • Barrette ipolipidiche: sono barrette in cui il quantitativo di grassi è inferiore al 10%. Si tratta del gruppo di barrette più difficile da reperire in commercio, poiché i grassi vengono usati quasi sempre per rendere il gusto più appetibile e la consistenza più compatta.

Formato

Il nome stesso di questo integratore, barretta proteica, lascia poco spazio alle interpretazioni riguardanti i formati. Quello che però possiamo valutare è il peso della barretta e la sua confezione.barrette proteiche formatoPer quanto riguarda il primo punto, la maggior parte delle barrette sono da 50, 60 o 65 g. Non c’è un peso preferibile rispetto ad un altro: la scelta dipende interamente dalle vostre necessità nutrizionali. In generale possiamo affermare che per i sedentari e per chi non ha esigenze sportive particolari il formato da 50 g sia sufficiente, ma dipende tutto dalle percentuali di ingredienti presenti.
Per quanto riguarda invece la confezione, la scelta è più vasta. Trattandosi di un prodotto a lunga conservazione spesso online è possibile acquistare confezioni multiple che comprendono 12 o 24 barrette. In questi pacchi multipli è possibile trovare sia barrette di un gusto solo, sia di diversi gusti: la scelta di queste confezioni è consigliabile perché permette di risparmiare rispetto all’acquisto della singola barretta.

Le domande più frequenti sulle barrette proteiche

Quando assumere barrette proteiche?

Le barrette proteiche possono essere assunte sia prima che dopo l’allenamento, a seconda dei casi. Secondo le associazioni sportive e i nutrizionisti per aumentare la massa muscolare, accelerare il recupero dopo l’allenamento e ridurre il dolore muscolare le barrette proteiche andrebbero assunte dopo l’allenamento. La finestra metabolica, ovvero il lasso di tempo in cui il corpo è pronto ad assimilare le proteine, è indicativamente 30-40 minuti dopo il workout.
Ci sono dei casi comunque in cui le barrette proteiche possono essere assunte prima dell’allenamento: quando si è a digiuno ad esempio una barretta con un contenuto elevato di carboidrati può fornire la giusta energia per il workout.

Le barrette proteiche fanno dimagrire?

In linea di massima non è possibile dire che le barrette proteiche facciano dimagrire o ingrassare: il loro impatto sul peso corporeo e sulla massa grassa è minimo e dev’essere considerato in relazione alla propria alimentazione e al proprio stile di vita.
Chi segue una dieta dimagrante potrà assumere le barrette proteiche come alternativa ad un dessert, come snack saziante e persino come sostituto di un pasto: se integrate in un’alimentazione sana contribuiranno al dimagrimento.
Bisogna comunque tenere presente un aspetto importante in questi casi: le barrette con zuccheri aggiunti o alte percentuali di grassi saturi non sono adatte a chi segue una dieta.

Le barrette proteiche sono vegane?

Esistono in commercio barrette proteiche interamente vegane, realizzate con proteine di piante, legumi, semi, soia e/o aminoacidi aggiunti. Questi prodotti sono comunque consigliabili solo a chi ha strette esigenze di dieta vegana: come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, le proteine più complete e utili all’organismo sono quelle derivanti dal latte e dal bianco d’uovo.

Le barrette proteiche sono senza glutine?

Non tutte le barrette proteiche sono senza glutine, ma molte di quelle in commercio sì. Il motivo è che, come abbiamo visto, i carboidrati presenti nelle barrette sono derivati dagli zuccheri e non da farinacei: per sicurezza, comunque, specialmente in caso di celiachia o intolleranze, è consigliabile controllare la lista ingredienti e assicurarsi che sia esplicitata l’assenza di glutine.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

Quali sono le migliori barrette proteiche del 2022?

La tabella delle migliori barrette proteiche del 2022 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Il migliore
Foodspring Protein bar Foodspring Protein bar
Miglior prezzo
2,65 €
Miglior qualità/prezzo
Muv Low sugar protein bar Muv Low sugar protein bar
Miglior prezzo
13,86 €
PowerBar Protein plus PowerBar Protein plus Miglior prezzo
2,59 €
Phd Smart bar Phd Smart bar Miglior prezzo
4,78 €
Lineamed barrette proteiche Lineamed barrette proteiche Miglior prezzo
6,60 €

Barrette proteiche: gli ultimi prodotti recensiti

Le migliori
Foodspring Protein bar

Foodspring Protein bar

Migliore offerta: 26,99€

Il miglior rapporto qualità prezzo
Muv Low sugar protein bar

Muv Low sugar protein bar

Migliore offerta: 13,86€