05/2017

Recensione: Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR

APS-C 24 Mp, ISO 100-25600, esposizione min 1/4000 s, lente 18-105 mm, f/3.5

Il miglior rapporto qualità prezzo
Voto finale 8,1/10
Sensore: 8
Obiettivo: 8
Messa a fuoco: 9
Luce: 7
Composizione scena: 8,5
Media voti fattori: 8,1/10
*Spedizione inclusa
Dati tecnici
  • Sensore: APS-C (23,5 x 15,6 mm), 24 Mp
  • Sensibilità: 100-12800 ISO (boost 25600)
  • Obiettivo: Nikkor AF-S DX 18-105 mm, f/3.5-5.6
  • Punti di fuoco: 39 (9 a croce)
  • Velocità otturatore: 30 s - 1/4000 s
  • Mirino: 0.82x, copertura 95%
  • Display: 3,2, 1037000 punti, ruotabile
Punti forti
  • Risoluzione eccellente
  • Messa a fuoco rapida e precisa
  • Comodo display snodabile
  • Obiettivo versatile in dotazione
  • Fa anche ottime riprese video
Punti deboli
  • Il display non è touch

Scrivi una recensione

product image

Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR

Conosci questo prodotto?
Puoi iniziare esprimendo un voto da 1 a 5 stelle

Effettua il login oppure crea un account per scrivere
recensioni o testare prodotti.

Login
+

Scrivi recensioni e testa i prodotti

Scopri di più

Qualescegliere.it
Autore
Redazione

Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR

I nostri voti sui fattori decisivi per la scelta della fotocamera reflex

1. Sensore: Voto 8 su 10

Le caratteristiche del sensore sono tra le cose più importanti da considerare quando si sceglie una fotocamera reflex, dato che la resa della macchina dipende in larga parte proprio da questo elemento. Nel caso della Nikon D5300 possiamo dirci molto soddisfatti dalle pregevoli caratteristiche del sensore APS-C da ben 24 Mp, che valutiamo con un buon 8 su 10.Nikon D5300 18-105La risoluzione è l'aspetto più notevole di questa macchina, non solo grazie ai 24 Mp menzionati, ma anche per l'assenza del filtro passa-basso ottico che permette di mantenere ben definiti i dettagli anche a ISO alti. Il range di sensibilità va da 100 a 12800 ISO, con la possibilità di salire fino a 25600, e notiamo come fino a 3200 ISO, sebbene compaia inevitabilmente del rumore, i dettagli rimangano tutto sommato definiti. La sgranatura si fa evidente salendo ulteriormente, con la comparsa di distorsioni del colore. Le foto qui sotto illustrano bene le differenze tra diversi settaggi ISO: cliccate su ciascuna per vederle in dimensione naturale.

Nikon D5300 18-105 ISO 100

100 ISO

Nikon D5300 18-105 ISO 800

800 ISO

Nikon D5300 18-105 ISO 3200

3200 ISO

Nikon D5300 18-105 ISO 12800

12800 ISO

Il processore d'immagine è un Expeed 4, appartenente all'ultima generazione di processori per fotocamere reflex di Nikon.
A proposito di risoluzione, quella massima di output per le fotografie è di 6000 x 4000 pixel, naturalmente con la possibilità di scattare anche in formato raw. Le immagini a seguire esemplificano l'eccellente livello di dettaglio di questa macchina. La prima è uno scatto che abbiamo ridimensionato a un terso delle dimensioni originali (6000 x 4000 p), il secondo è un dettaglio dello scatto originale da 2000 p di larghezza.Nikon D5300 18-105 foto esempioNikon D5300 18-105 dettaglio foto esempioÈ possibile girare anche filmati in formato non compresso. I codec sono MPEG-4/H.264, e la risoluzione massima è 1080/60p, dunque Full HD con un frame rate elevato adeguato alla ripresa di scene anche molto movimentate. Vedremo meglio parlando di messa a fuoco come questa macchina sia una buona scelta proprio per chi si interessa anche di riprese video.

2. Obiettivo: Voto 8 su 10

In fotografia un altro elemento determinante per la realizzazione dello scatto è naturalmente l'obiettivo: cambiare lenti a seconda della scena, del soggetto o dell'effetto che si vuole ottenere è una possibilità offerta solo dalle fotocamere reflex e mirrorless. Fermo restando che l'intercambiabilità dell'obiettivo permette di acquistare quante lenti si vogliano, noi valutiamo unicamente la lente offerta in bundle con il corpo di una fotocamera, che in questo caso possiamo valutare di nuovo con un 8 su 10.Nikon D5300 18-105 obiettivo Nikkor 18-105Nel pacchetto di cui ci occupiamo troviamo infatti l'obiettivo che vedete qui sopra, un Nikkor AF-S DX VR da 18-105 mm di lunghezza focale, un tipo di lente di esclusiva produzione Nikon e molto interessante per chi acquista la sua prima reflex. Al contrario delle più comuni lenti "entry level" da 18-55 mm, infatti, questo obiettivo offre una focale più lunga per una maggiore versatilità in tele, senza aggiungere peso e ingombro eccessivi alla fotocamera. Il campo visuale va dunque da un'ampiezza grandangolare di 76° diagonali alla focale corta a 15° alla focale più lunga.Nikon D5300 18-105 apertura ampiaRicordiamo che il sensore APS-C di questa macchina ha un crop factor di 1.5, dunque se moltiplichiamo la lunghezza focale per questa cifra otterremo l'equivalenza "standardizzata" di questa lente rapportata a un sensore Full Frame. Su una macchina con quel tipo di sensore dovremmo dunque montare una lente da 27-157 mm per ottenere lo stesso livello di zoom.
Ciò che non entusiasma particolarmente è invece l'apertura massima del diaframma, che non va oltre f/3.5: questa è in realtà una caratteristica comune alle lenti più economiche come sono quelle tipicamente vendute in bundle, per cui non possiamo dirci stupiti. Si tenga però presente che se si è interessati a realizzare scatti particolari, come ritratti o soggetti in primo piano con sfondo molto sfocato (come nell'esempio qui sopra, scattato con questo obiettivo), si otterranno risultati migliori e con sfocatura molto più accentuata acquistando un altro obiettivo con apertura più ampia.

3. Messa a fuoco: Voto 9 su 10

A un principiante totale può facilmente sfuggire l'importanza del sistema di messa a fuoco di una fotocamera reflex, per questo è importante parlarne e sottolineare le differenze da un modello all'altro: la messa a fuoco può infatti costituire un aiuto indispensabile nella fotografia di soggetti in movimento e nella realizzazione di filmati. Il sistema di messa a fuoco della Nikon D5300 è davvero ottimo e si vede assegnare pertanto un 9 su 10: l'area di messa a fuoco è infatti molto ampia e conta 39 punti di fuoco, un numero molto elevato per una macchina considerata ancora "per principianti". Di questi, i nove punti centrali sono del tipo a croce, capaci cioè di rilevare contrasto e fase su un'area più ampia rispetto ai classici sensori a linea verticale, offrendo dunque una maggiore precisione. Il diagramma qui sotto illustra la distribuzione dei punti di fuoco sul mirino. Chi pensasse che 39 punti siano troppi non si deve preoccupare: è possibile ridurre il conto a solo 11, così da semplificare la selezione dei punti stessi.Nikon D5300 18-105 punti di fuocoIn situazioni di illuminazione scarsa o comunque quando il contrasto nel punto selezionato non è sufficiente per la messa a fuoco, subentra un LED di illuminazione ausiliario che aiuta il sensore ad effettuare la rilevazione. Ricordiamo però che la messa a fuoco in questi casi rallenta sensibilmente, nonostante la velocità molto buona del processore Expeed 4.
Mentre le modalità di messa a fuoco sono quelle classiche che accomunano tutte le reflex - ovvero una modalità per soggetti statici, una per soggetti in movimento e una automatica per la selezione automatizzata del fuoco - vi sono svariate possibilità per quanto riguarda la selezione dell'area di fuoco. Possiamo scegliere tra:

  • Punto singolo: il fotografo seleziona un punto di messa a fuoco e la macchina mette a fuoco soltanto il soggetto in quel punto. Indicata per i soggetti statici
  • Area dinamica a 9 punti: il fotografo seleziona un'area di fuoco coperta da 9 punti, che la macchina riconosce e "segue" anche in caso di movimento. Indicata per i soggetti in movimento
  • Area dinamica a 21 punti: possiamo selezionare un'area di fuoco più ampia. Modalità adatta a seguire soggetti dal movimento imprevedibile
  • Area dinamica a 39 punti: selezione di un'area di fuoco che sfrutta tutti i punti a disposizione, adatta a soggetti in movimento rapido e imprevedibile, come gli uccelli
  • 3D-Tracking: il fotografo seleziona un punto di messa a fuoco sul soggetto e la macchina lo segue nei suoi movimenti. Indicata per soggetti in movimento imprevedibile, ad esempio i giocatori di tennis
  • Auto: la macchina mette a fuoco da sola la scena, tipicamente privilegiando i soggetti in primo piano

Come è evidente, tanto i principianti quanto i più esperti hanno a disposizione con questa macchina strumenti indispensabili per la realizzazione degli scatti più difficili.

Aggiungiamo un'ulteriore piccola nota per la messa a fuoco in modalità live view, ovvero servendosi del display per inquadrare la scena anziché il mirino. Questa modalità è particolarmente comoda per le riprese video, e infatti anche visualizzando l'inquadratura dal display possiamo comunque usufruire di modalità di fuoco intelligenti, che rilevano in automatico il viso dei soggetti inquadrati oppure che seguono un soggetto a scelta anche in movimento, come esemplificato dal video qui sopra.

4. Luce: Voto 7 su 10

La gestione della luce è evidentemente il fattore determinante in fotografia, e finora abbiamo visto due dei tre aspetti di una fotocamera reflex che riguardano proprio la luce, ovvero la sensibilità del sensore e l'apertura del diaframma. Nikon D5300 18-105 esposizione lungaIl terzo aspetto è la velocità dell'otturatore o tempo di esposizione, di cui ci apprestiamo a discutere in questo paragrafo. Bisogna dire che la Nikon D5300 non eccelle in maniera particolare in quanto a tempi di esposizione: non scende sotto 1/4000 s e può dunque avere qualche difficoltà ad effettuare scatti perfettamente "immobili" di soggetti in movimento molto rapido. Per questo motivo le assegniamo un 7 su 10 in quanto a gestione della luce, un voto comunque soddisfacente.

Esposizione

Come tutte le reflex, anche la Nikon D5300 è dotata delle classiche quattro modalità di gestione dell'esposizione:

  • P: il programma automatico decide da solo tempo di esposizione ed apertura per ottenere un'esposizione bilanciata
  • A: in questa modalità il fotografo decide quale apertura tenere e la macchina bilancia di conseguenza il tempo di esposizione
  • S: al contrario, il fotografo può decidere il tempo di esposizione e lasciare alla macchina il controllo sull'apertura
  • M: modalità manuale in cui il fotografo decide autonomamente apertura e velocità dell'otturatore. Per esperti

A queste si affianca poi una modalità interamente automatica in cui la macchina controlla tutto da sola, e al fotografo rimane solo da comporre lo scatto. Vi è poi una modalità "scena" piuttosto ricca: vi sono infatti 16 "scene" preimpostate. Per ciascuno dei tipi di scatto disponibili, ad esempio "Tramonto", "Ritratto", "Panorama notturno" o "Sport", la macchina preimposta da sola i settaggi ideali per quel tipo di scena.

Flash

A proposito di luce, non possiamo non menzionare brevemente anche le caratteristiche del flash. Si tratta di una lampada integrata a scatto con un portata nella media, 12 m a 100 ISO, che possiamo volendo sostituire con un flash esterno più potente. Nella foto qui sotto lo vedete estratto.Nikon D5300 18-105 flashA disposizione però abbiamo modalità di utilizzo interessanti, al di là di quella automatica che fa scattare il flash quando la luce ambientale è troppo poca:

  • On (fill flash): flash attivo ad ogni scatto, per illuminare le ombre in scatti altrimenti ben illuminati
  • Off: flash spento a tutti gli scatti, anche quelli buii
  • Slow synch: per i ritratti con paesaggio notturno. Il flash illumina il soggetto in primo piano, all'inizio di un'esposizione lunga
  • Rear curtain: come sopra, ma il flash scatta alla fine dell'esposizione. L'effetto finale è diverso dal precedente
  • Red-eye: una serie di piccoli flash prima dello scatto forza il restringimento delle pupille del soggetto, riducendo l'effetto occhi rossi

5. Composizione scena: Voto 8,5 su 10

Per comporre lo scatto ci si può servire, come abbiamo visto, sia del mirino sia del display. Anche questi elementi di una fotocamera reflex non sono tutti uguali, anzi dobbiamo dire che quelli che troviamo sulla Nikon D5300 sono di buona qualità e meritano pertanto un 8,5 su 10. Vediamo allora le caratteristiche di ciascuno.

Mirino

Il mirino della Nikon D5300 è di tipo "reflex", ovvero si serve di superfici specchiate per riprodurre le riflessioni solitamente ottenute con l'impiego di un prisma ottico. Questo accorgimento permette da un lato di contenere costo e peso della fotocamera, dall'altro di ottenere una buona qualità dell'immagine nel mirino. Gli ingrandimenti sono .82, dunque osservando nel mirino vedremo un'immagine di circa il 20% più piccola rispetto all'osservazione naturale ad occhio nudo: si tratta di un buon valore che permette di comporre lo scatto agevolmente. La copertura invece è del 95%, il che significa che non include perfettamente i bordi dell'immagine scattata: sarà possibile dunque avere qualche "sorpresa" al momento del download delle foto.

Display

Il display della Nikon D5300, che potete vedere qui sotto, è di buona qualità: diciamo subito che l'unica cosa di cui si sente la mancanza, soprattutto quando si scatta in live view, sono le funzioni touch. Nikon D5300 18-105 displayPer il resto, il monitor è ampio (3,2") e ad alta risoluzione, con oltre un milione di punti. L'aspetto più interessante è però la snodabilità completa: il monitor si inclina e ruota completamente, facilitando riprese e scatti a qualunque altezza e da qualunque angolazione.

Batteria

L'uso del display si traduce però in un rapido consumo della batteria, per cui raccomandiamo di usare piuttosto il mirino ogni volta che vi è possibile. A proposito di batteria, la ricaricabile in dotazione ha una buona autonomia di 600 scatti in modalità mirino. Raccomandiamo come sempre di acquistare almeno una seconda batteria di ricambio in modo da non doversi interrompere all'esaurimento della prima.

Opinioni degli utenti

Chi ha già provato la Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR ne è a dir poco entusiasta. Chiaramente l’acquirente-tipo è un fotografo alle prime armi o comunque amatoriale, che non può non apprezzare le vaste possibilità di apprendimento che vanno dalle modalità completamente automatizzate a quelle completamente manuali. L’apprezzamento è unanime per l’ottima qualità fotografica degli scatti “grezzi”, cioè senza alcuna post-produzione, e per la precisione della messa a fuoco, in particolare nell’inseguimento dei soggetti in movimento.
La Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR è stata la prima delle reflex Nikon ad integrare la connettività WiFi, e anche questo è un aspetto molto apprezzato: tramite l’app dedicata il download e la condivisione degli scatti sono molto semplici, così come il controllo della fotocamera da remoto.

Il voto finale di QualeScegliere.it: 8,1/10

La nostra valutazione finale della fotocamera reflex Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR è di 8,1 punti su 10, un voto molto buono per questa macchina caratterizzata da un rapporto qualità/prezzo difficile da battere. Le sue caratteristiche di maggior pregio sono la risoluzione cristallina, dovuta a un buon sensore APS-C da 24 Mp senza filtro passa-basso ottico, e la velocità e accuratezza della messa a fuoco, che conta ben 39 punti di fuoco di cui nove a croce. La messa a fuoco è particolarmente efficace anche durante le riprese video, grazie alle funzioni di inseguimento del soggetto che permettono di tenere sempre a fuoco i soggetti in movimento.
L’obiettivo in dotazione è un Nikkor AF-S DX VR da 18-105 mm, una lente versatile e compatta che coniuga una buona apertura di campo grandangolare a un tele discretamente penetrante. Il display posteriore, ampio e ad alta risoluzione, è completamente snodato e si può ruotare e orientare a piacere, una caratteristica particolarmente comoda nelle riprese video.
Possiamo consigliare la Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR tanto ai principianti totali quanto a quelli avanzati, e a chi cerca una fotocamera in grado di realizzare anche buone riprese video.

Materiale informativo

Recensioni di prodotti simili

Domande e risposte su Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR

  1. 0
    Domanda di Btuno Fausto | 27 giugno 2018 at 20:06

    nikon D5300 ha lo stabilizzatore di immagini ?
    Anal. andam. prezzo ; dove di puo acquistare la Nikon D5300 + 18-105 VR al prezzo indicato (407-430 €)

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28 giugno 2018 at 08:55

      Questo modello è dotato di stabilizzatore di immagini. Puoi acquistarla semplicemente cliccando sul negozio che presenta il prezzo da te preferito.

"Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore

Nikon D7200 Nikkor 18-140 VR

Migliore offerta: 1.401,80€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Nikon D5300 Nikkor 18-105 VR

Migliore offerta: 729,00€

La più venduta

Canon EOS 700D 18-55 IS

Migliore offerta: 7,00€