Come riparare la camera d’aria della bicicletta?

Riparare la camera d’aria della bicicletta in 5 rapidi step

Da qualche anno stiamo assistendo ad un vero e proprio revival della bicicletta, che permette di riscoprire il piacere di una bella passeggiata su due ruote al parco o in montagna. Chi sceglie sentieri da fiaba immersi nel verde, però, deve anche fare i conti con il nemico numero uno di ogni ciclista: la temuta foratura! Su percorsi urbani è molto raro bucare, ma durante un'escursione outdoor non è affatto improbabile imbattersi in rovi e rametti spinosi sul nostro cammino e quindi, inevitabilmente, doversi fermare per ovviare al danno.
In questa pagina vi spiegheremo come riparare o sostituire la camera d’aria della bicicletta, un’operazione molto semplice che ogni appassionato delle due ruote deve essere in grado di effettuare.

Riparare la camera d'aria della bicicletta in 5 semplici passaggi

Che cosa serve per riparare la camera d’aria della bicicletta?

Nella lista a seguire elenchiamo tutto l’occorrente per riparare una camera d’aria, includendo anche altri accessori utili che dovreste sempre portare con voi durante le ciclopasseggiate.

  • Cacciagomme: strumento indispensabile per estrarre lo pneumatico dal cerchio;
  • Camera d’aria di ricambio: necessaria se il danno è irreparabile e non basta una semplice riparazione;
  • Borsa da sella: utile a custodire la camera d’aria di ricambio e gli altri attrezzi;
  • Toppe per camera d’aria: per riparare piccoli fori senza dover cambiare la camera d’aria;
  • Quadretto di carta vetrata (sempre in dotazione con le toppe);
  • Mastice a presa rapida: per incollare la toppa alla camera d’aria forata;
  • Mini pompa bici: indispensabile per gonfiare la camera d’aria dopo la riparazione;
  • Attrezzo multiuso: utile a diversi impieghi di manutenzione;
  • Borsa bici: altro accessorio utile in cui trasportare la camera d’aria di scorta e tutti gli attrezzi necessari alla riparazione;
  • Ovviamente, per i tragitti più lunghi può anche tornare utile uno zaino in cui riporre portafogli, colazione al sacco e gli accessori poc’anzi elencati.

I 5 passaggi per riparare la camera d’aria della bicicletta

1) La preparazione

Ruota della bicicletta

Per prima cosa bisogna prendere tutti gli accessori necessari e metterli in posizione. La bici deve essere appoggiata su un terreno morbido, in maniera tale che il telaio e gli altri componenti non vengano graffiati da oggetti ruvidi come sassi o rami mentre si estrae la ruota bucata. In base al tipo di terreno, la bicicletta può essere tenuta in orizzontale o rovesciata verticalmente: l’importante è trovare la posizione più comoda per estrarre la ruota. L’operazione può variare in base al tipo di bicicletta e soprattutto al fatto che la ruota forata sia quella anteriore o quella posteriore, poiché quest’ultima è direttamente collegata alla catena (in tal caso consigliamo di portare la catena al pignone più piccolo per agevolare l’estrazione). In questa fase, dunque, dovete semplicemente smontare dalla bici la gomma forata, sebbene tale operazione possa variare in base alla tipologia di mezzo: per le bici più recenti con i freni a disco non ci sono avvertenze, mentre per i freni tradizionali bisogna sganciare il cavo ed allontanare i pattini.

2) L'estrazione della camera d’aria

Accessori per la riparazione

Una volta che la ruota è stata estratta dal telaio della bici, potete proseguire con la riparazione. Prima di tutto è necessario sgonfiare del tutto la camera d’aria: per fare ciò bisogna togliere il cappuccio di protezione della valvola, poi svitare il tappo di sicurezza ed esercitare pressione sulla testa della valvola. A questo punto la ruota sarà completamente sgonfia, facilitando il passaggio successivo, ovvero l'estrazione della camera d’aria forata. Per fare ciò, è necessario l'utilizzo dei cacciagomme, che per prima cosa vanno fissati tra lo pneumatico e il cerchio. Successivamente prendete un altro cacciagomme e sfilate la ruota dalla camera d’aria. Ora non resta che rimuovere la rondella della valvola, elemento che collega la camera d’aria al cerchio, per avere tutti gli elementi che compongono la ruota separati tra loro.

3) Il controllo

Borsa da sella

Questo terzo passaggio è molto semplice: bisogna controllare tutti e tre gli elementi che compongono la ruota (pneumatico, camera d’aria e cerchio), per verificare se la spina (oppure il chiodo o la scheggia di vetro) che ha rallentato la vostra corsa sia ancora presente. Prestate molta attenzione al controllo dello pneumatico, sia all’esterno che all’interno, poiché la spina potrebbe aver oltrepassato la gomma quindi rappresentare ancora un fattore di rischio per la camera d’aria.
A questo punto potete decidere a seconda della situazione: se avete una nuova camera d’aria potete sostituire quella vecchia, altrimenti sarà necessario verificare la posizione esatta del foro e rattopparlo.

4) La riparazione

Mini pompa bici

Il quarto passaggio riguarda solo il caso in cui non si sia in possesso di una nuova camera d’aria, pertanto sarà necessario riparare quella bucata.
La prima cosa da fare è prendere la pompa e gonfiare la camera d’aria bucata, per scoprire dove si trova il foro. L’ideale sarebbe avere una bacinella d’acqua e immergere la camera d’aria: le bollicine indicheranno il punto esatto da riparare. Ovviamente non è facile reperire il necessario nel bel mezzo di un bosco, quindi sarà necessario scorrere la camera d’aria stringendola un po' tra le mani, per individuare il punto esatto da cui proviene lo spiffero.
A questo punto può iniziare la riparazione vera e propria: prendete il quadratino di carta vetrata e raschiate il foro sulla camera d’aria, poi stendete il mastice evitando che venga a contatto con la pelle e infine applicate la toppa. Il nostro consiglio è di raschiare una superficie ampia, attendere che il mastice sia asciutto e premere con forza la toppa sulla camera d’aria.

5) Il montaggio finale

L’ultimo passaggio è quello del montaggio, che possiamo suddividere in due momenti fondamentali: assemblaggio della ruota e montaggio alla bicicletta.

Che sia nuova o riparata, la camera d’aria non deve essere completamente gonfia, ma solo del diametro necessario ad entrare nello pneumatico. Uniti i due elementi bisogna fissarli al cerchio: svitate quindi la valvola della camera d’aria e riavvitatela per fissare i tre pezzi che compongono la ruota. A questo punto la ruota è quasi pronta, ma dovete ancora inserire lo pneumatico nelle corsie del cerchio. Questa è forse l’operazione più complicata, ma potrete nuovamente utilizzare i cacciagomme come leva. Lo scopo è far scivolare la gomma nel cerchio e spingere con le mani (molto più semplice da fare che da spiegare!). La ruota è pronta per essere montata, anche se prima di rimetterla in posizione è meglio gonfiarla del tutto.
Per rimontare la ruota consigliamo di capovolgere la bici, evitando di sfruttare una superficie d'appoggio che possa graffiare sella e manubrio. Il montaggio della ruota anteriore è semplicissimo, basta serrare lo sgancio e fissarlo di nuovo dopo aver completato l’operazione. Per la ruota posteriore, invece, bisogna fare attenzione alla presenza della catena. Vi ricordiamo anche di fissare nuovamente il cavo del freno se di tipologia a pattini.

Activity tracker: prodotti recensiti

Cardiofrequenzimetro: prodotti recensiti

Auricolari bluetooth: prodotti recensiti

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Ogni settimana informazioni preziose sui migliori prodotti ai migliori prezzi sul mercato. Inserisci la tua email qui sotto e clicca su iscriviti!