I migliori tiragraffi del 2022

Confronta i migliori tiragraffi del 2022 e leggi la nostra guida all'acquisto.

Amazon
38,91 €
Dogsitter
7,90 €
Amazon
87,59 €
Amazon
54,90 €
Amazon
9,99 €
Gattiliano
13,66 €
Bauzaar
15,49 €
Amici sul Serio
16,50 €

Tipologia

Ad albero

A tronchetto

A zerbino

Ad albero

A tronchetto

Dimensioni

50 x 120 x 260 cm

39 x 39 x 78 cm

41 x 24 x 7 cm

50 x 50 x 154 cm

40 x 40 x 57 cm

Materiali rivestimento

Sisal e peluche

Sisal e moquette

Cartone

Sisal e flanella

Corda di juta

Peso

22,5 kg

n.d.

998 g

16,9 kg

6,5 kg

Elementi aggiuntivi

2 nicchie, 2 cucce, 2 palline di peluche, 2 scalette, 1 tubo

1 piattaforma, 1 giocattolo

1 nicchia, 1 amaca, 3 palline di peluche, 1 cuccia, 1 pendaglio di corda

1 piattaforma, 3 giocattoli

Punti forti

Altezza molto elevata e regolabile

Dimensioni ideali anche per gatti adulti

Erba gatta inclusa

Supporta 3-4 gatti

In legno di pino non trattato

Disponibile in numerose colorazioni

Buoni materiali

Molto compatto e leggero

Include un'amaca

Attrezzi per il montaggio inclusi

Struttura pesante e stabile

Struttura pesante e stabile

Disponibile in altre colorazioni

Molti elementi aggiuntivi per giocare

Struttura stabile e pesante

Punti deboli

Prezzo elevato

Non offre molti stimoli di gioco e movimento

Senza elementi aggiuntivi

Altezza piuttosto ridotta

Poco spazio tra i tronchetti

Poco duraturo

Prezzo elevato

Consigliato solo per gatti nei primi mesi di vita

Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa
Recensione completa

I fattori decisivi per la scelta del tiragraffi

A che cosa serve il tiragraffi?

Il tiragraffi è uno degli accessori fondamentali da tenere in casa quando si ha un gatto, soprattutto se non si ha la possibilità di disporre di un giardino. Si tratta di una struttura verticale più o meno complessa sui cui il gatto può arrampicarsi, realizzata in materiali particolarmente ruvidi sui quali il micio può grattare in libertà.
In natura i gatti sono animali abituati a scattare, cacciare, raspare la terra e saltare sugli alberi. Quest’ultima attività permette loro di prendersi cura delle loro unghie e di limarle nel modo più naturale ed efficace possibile. In casa il tiragraffi diventa il sostituto dell’albero e riduce le eventualità che il micio sia tentato di affinarsi le unghie su divani, tende e tappeti. Il motivo per cui i gatti sono così propensi a graffiare gli oggetti intorno a loro è anche quello di marcare il territorio con il loro odore, azione che avviene più nello specifico attraverso i polpastrelli. Per quanto il tiragraffi possa sembrare una spesa superflua ad alcuni utenti, bisogna invece considerarlo come un investimento molto sensato, che avrà lo scopo di salvaguardare mobilio e altri complementi d’arredo di un certo valore.
Gatto sull'alberoOltre a risparmiarvi l’ingrato ed estenuante compito di tagliare gli artigli al gatto vincendo la sua innata reticenza, il tiragraffi serve anche come palestra su cui giocare, saltare e arrampicarsi. Molti felini lo troveranno così comodo e accogliente che lo utilizzeranno anche per i loro frequenti e lunghi pisolini nel corso della giornata. Più complesso e alto sarà il tiragraffi, dunque, più il gatto potrà sfogarsi, bruciare energie e infine rilassarsi in una posizione di dominanza, specie se la struttura si sviluppa in altezza. D’altronde, non dovendo più procacciarsi il cibo da solo, il gatto potrebbe impigrirsi, e questo potrebbe causare in alcuni casi estremi anche problemi di obesità. Il tiragraffi, in questo senso, offre la possibilità di mantenere il gatto sempre in movimento e in salute, ma fornisce anche uno stimolo a livello intellettivo grazie ai diversi giochi e accessori che mette a sua disposizione.
Nei paragrafi a seguire vi illustreremo le principali tipologie e differenze tecniche dei tiragraffi attualmente in commercio, così da potervi guidare nell’acquisto del modello ideale per voi e per il vostro amico a quattro zampe.

La posizione

Oltre a tutte le ragioni sopra elencate per cui vale la pena acquistare un tiragraffi, ne rimane ancora un’altra molto importante da approfondire. I gatti sono animali molto autonomi e indipendenti e, al tempo stesso, amano tenere sotto controllo l’ambiente che li circonda, sopratutto per quel che riguarda le attività e le abitudini domestiche dei padroni. Non sorprendetevi, quindi, se li vedete arrampicarsi sui mobili più alti per osservarvi dall’alto per ore mentre state comodamente seduti sul divano.
Sulla base di questa premessa, il tiragraffi dovrebbe essere posizionato, innanzitutto, in una stanza dove c’è molto movimento o dove passate la maggior parte del vostro tempo. Oltre al salotto, ad esempio, una buona soluzione potrebbe essere il corridoio o altre zone di passaggio, da cui il micio potrà controllare la situazione dell’intero appartamento. Gli amanti dei felini consigliano anche di posizionare il tiragraffi accanto a una finestra, così che il gatto possa supervisionare anche ciò che succede all’esterno. Nessun uccellino o cane del vicino potrà più sfuggire agli occhi vigili del vostro amico felino.
Se, al contrario, optate per un angolo della casa più isolato e meno utilizzato, correte il rischio che il gatto ignori il tiragraffi completamente e che si riveli dunque un acquisto inutile.
La posizione del tiragraffi
Un altro suggerimento utile per il posizionamento del tiragraffi è quello di scegliere la zona della casa in cui il micio solitamente dorme, poiché vorrà dire che in quel punto si sente sicuro, comodo e a suo agio. Durante i mesi più freddi, sarebbe ancora meglio se si trovasse vicino a una fonte di calore, per garantire il livello massimo di relax e benessere durante le sue lunghe dormite. Molti gatti, infatti, sono abituati ad affilarsi le unghie proprio appena svegli.
Se avete più di un gatto in casa, dovreste considerare l’opzione di acquistare vari tiragraffi da distribuire in vari angoli del vostro appartamento.

La struttura

Le dimensioni del tiragraffi dipenderanno, prima di tutto, dallo spazio che avete a disposizione in casa. Ciò nonostante, tutti i tiragraffi dovrebbero possedere alcune caratteristiche fondamentali.Tiragraffi struttura Innanzitutto la struttura deve necessariamente svilupparsi in altezza, ancora meglio se fino al soffitto. Come abbiamo spiegato nel paragrafo precedente, infatti, i gatti amano tenere la situazione della stanza sotto controllo, per cui una soluzione ottimale è che il tiragraffi sia per lo meno più alto di voi.
Le dimensioni vanno valutate, chiaramente, anche in base alla taglia del gatto. L’altezza del tiragraffi dovrebbe essere senza dubbio superiore a quella del gatto, mentre la larghezza dovrebbe corrispondere almeno a quella del micio in posizione distesa. Se è vero che un tiragraffi troppo piccolo potrebbe rilevarsi inutile e poco stimolante, uno troppo grande potrebbe rendere impossibile al gatto di arrampicarsi e saltare, sopratutto nel caso di gattini appena nati.
Un altro valore da prendere in considerazione è il peso del tiragraffi stesso, in quanto dà un’idea di quanto stabile può essere la struttura. Essendo una palestra in cui il micio giocherà, si arrampicherà e salterà, il rischio che si capovolga è molto alto. È sempre meglio, quindi, prediligere i tiragraffi più stabili e pesanti, così che il micio non si spaventi cadendo e smetta di usarlo.

Le tipologie

Non è facile stabilire quali siano le dimensioni ideali per un tiragraffi, poiché varieranno molto da modello a modello. A seguire vi illustreremo più nel dettaglio le differenze tecniche e strutturali delle tipologie di tiragraffi attualmente in commercio.

A tappeto

Si tratta della tipologia di tiragraffi più essenziale ed economica. Si può presentare come un vero e proprio tappeto quadrato sottile e morbido, in media di dimensioni pari a 50 x 50 cm, con delle sezioni in materiali molto ruvidi come ad esempio la corda.
Tiragraffi a tappeto
La variante più diffusa è tuttavia quella a forma di zerbino, dallo spessore più elevato e solitamente realizzato in cartone, con una superficie ruvida in corda. In dotazione viene spesso inclusa una bustina di erba gatta, da utilizzare per invogliare il micio a salire sul tiragraffi.
Tiragraffi a zerbinoIl vantaggio di questa tipologia di tiragraffi è sicuramente l’ingombro molto ridotto, per cui sarà molto facile trovare lo spazio per posizionarlo in casa. Tuttavia, la sua funzione si limita a limare le unghie del micio, senza offrirgli alcuna possibilità di muoversi o giocare. Potrebbe essere una buona soluzione per un gattino appena nato, che non è ancora in grado di arrampicarsi e saltare.

A tronchetto

Anche questa tipologia di tiragraffi è molto essenziale, nonché piuttosto economica, per cui potrebbe essere una soluzione ottimale per gatti molto piccoli. La struttura è composta da una base molto ampia e una colonna, solitamente rivestita in corda, posta al centro. In cima alla colonna può essere presente una piattaforma, una cuccetta o semplicemente una pallina di peluche con cui il gatto può giocare. Per essere sicuri che la struttura sia stabile e non si ribalti, accertatevi che la base sia almeno la metà dell’altezza del palo. Per quanto riguarda l’altezza, invece, i migliori modelli arrivano a circa 80 cm. In questo modo, il gatto potrà avere la possibilità anche minima di saltare e arrampicarcisi.
Sviluppandosi principalmente in altezza, questa tipologia ha il grande vantaggio di essere molto compatta e poco ingombrante, ma non offre molti stimoli di gioco o movimento. Potrebbe essere un’ottima soluzione nel caso in cui abbiate più di un gatto e volete affiancarlo a un tiragraffi principale più grande che già avete in casa.
Tiragraffi a tronchetto

Ad albero

Questa tipologia di tiragraffi consiste in una struttura verticale molto complessa a più piani, composta da una base ampia, diversi tronchetti e un numero variabile di elementi aggiuntivi, come scalette, amache e nicchie.
Questa è la categoria di tiragraffi più versatile e diffusa in commercio, essendo anche quella di gran lunga più apprezzata dai gatti. Il prezzo sarà sicuramente più elevato di quello delle altre due tipologie, ma è un investimento che vale decisamente la pena di fare se si considerano le numerose funzioni che svolge questo accessorio allo stesso tempo. Questa vera e propria giostra per gatti permetterà al vostro micio di arrampicarsi, graffiare, saltare e giocare, ma anche di rilassarsi e dormire.

Tiragraffi ad albero
Ammettendo che abbiate abbastanza spazio in casa, più grande e sopratutto più alto è il tiragraffi, più divertente e stimolante risulterà per il micio. Come spiegato in precedenza, inoltre, i gatti amano stare più in alto dei loro padroni così da poter tenere sotto controllo la giungla domestica. I modelli più sofisticati possono essere addirittura fissati al soffitto, altrimenti un’altezza adeguata si aggira intorno ai 150 cm.
Siccome la struttura si sviluppa in verticale e il gatto si muoverà rapidamente da un piano all’altro, è consigliabile scegliere un tiragraffi stabile e con un peso consistente, così da evitare eventuali ribaltamenti. Solitamente, un tiragraffi solido e resistente peserà intorno ai 10 kg. Alcune aziende produttrici specificano anche il peso massimo sostenuto o il numero di gatti che possono utilizzarlo in contemporanea.
Tra i tanti modelli esistenti sul mercato, i migliori sono quelli con il numero maggiore di colonne ed elementi aggiuntivi. Nei tiragraffi più sofisticati troveremo scalette, cuccette, nicchie, palline di peluche, tubi e amache. Come tutti gli amanti dei gatti sanno, tuttavia, queste creature hanno una personalità molto marcata e con dei gusti ben definiti. Solo voi conoscete al meglio il loro carattere, quindi sapere con certezza quali di questi elementi aggiuntivi potranno essere graditi e sfruttati al meglio dal micio e quali invece verranno totalmente ignorati. Riguardo a cuccette, amache e nicchie, accertatevi che la misura dell’entrata sia adatta alla stazza del vostro gatto.

I materiali

I materiali con cui è realizzata la struttura del tiragraffi devono essere robusti e stabili, visto che devono da un lato sorreggere il peso del gatto e dall’altro supportare i movimenti tra i vari piani.Tiragraffi materiali I modelli più solidi hanno lo scheletro in legno, mentre quelli più semplici saranno realizzati in semplice cartone. Quest’ultimo risulta chiaramente più economico del legno, ma anche meno duraturo e pesante.
I tronchetti sono solitamente gli elementi che verranno effettivamente grattati e graffiati, per cui sono solitamente rivestiti in materiali molto ruvidi e cedevoli che tendono a sfilacciarsi, come ad esempio la corda. Un ottimo materiale a questo scopo è il Sisal, una fibra tessile naturale ottenuta da una pianta chiamata Agave Sisalana.
Infine, il rivestimento della base e di tutti gli elementi aggiuntivi è solitamente in tessuti morbidi e vellutati come la moquette o la flanella. Un aspetto importante da controllare è che i materiali siano atossici, visto che i mici ci dormiranno sopra e ne mordicchieranno molte parti.
Un ulteriore suggerimento che possiamo fornirvi riguardo al rivestimento è quello di scegliere un colore quanto più vicino a quello del pelo del vostro micio. Dopo tante ore di gioco, infatti, molti ciuffi di pelo resteranno depositati sulla moquette e rimuoverli con l’aspirapolvere ogni giorno non è sempre un’impresa fattibile. Una tonalità di colore simile a quella del pelo del gatto, invece, li nasconderà meglio alla vista, almeno fino a quando non avrete di nuovo il tempo di effettuare una pulizia più accurata. Proprio per questo motivo, molti modelli di tiragraffi sono disponibili in numerose colorazioni e sfumature di grigio e marrone, solitamente le più comuni tra i gatti.


Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato
Il migliore
Dibea KB00401

Dibea KB00401

Il miglior rapporto qualità prezzo
Kerbl Opal Maxi

Kerbl Opal Maxi

Migliore offerta: 38,91€