Smart speaker: la rivoluzione arriva anche in Italia

Il 2018 sarà l'anno degli smart speaker in Italia

Dal loro lancio sul mercato, gli smart speaker sono rapidamente diventati l'oggetto più venduto negli Stati Uniti e nel Regno Unito, confermando un interesse sempre maggiore da parte degli utenti. Non solo gli appassionati di elettronica, ma anche chi è semplicemente curioso di scoprire le potenzialità dei nuovi supporti per gli assistenti vocali ormai già conosciuti grazie agli smartphone si è infatti dotato di uno smart speaker, di cui sono disponibili modelli in ogni fascia di prezzo.Smart speaker e smart assistant

Il riconoscimento vocale e gli smart assistant

Il riconoscimento vocale non è in realtà una tecnologia recente come si può pensare. I primi esperimenti di successo in questo campo, infatti, risalgono al 1952, quando furono creati i primi prototipi in grado di riconoscere per lo più singole cifre, arrivando a un vocabolario di massimo dieci parole. Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto grandi passi in questo settore: oggi Siri, Alexa e Google Assistant sono in grado di comprendere migliaia di vocaboli in moltissime lingue diverse, possono addirittura imparare a pronunciare in modo corretto nomi propri, tradurre parole in una lingua straniera e riconoscere la voce di un singolo utente. Smart speaker riconoscimento vocaleFino a non molto tempo fa, tutte queste funzionalità potevano essere utilizzate unicamente tramite un dispositivo mobile, come smartphone o tablet, e talvolta utilizzando un computer. La vera innovazione, dunque, è stata la realizzazione di nuovi dispositivi pensati per la casa, dove un singolo speaker, molto simile a una normale cassa Bluetooth, è in grado di svolgere moltissime operazioni diverse. Da qui nasce lo smart speaker, un "assistente intelligente" che molti hanno paragonato a un maggiordomo virtuale, pronto ad eseguire comandi di crescente complessità in qualunque momento del giorno e della notte. Gli smart speaker in Italia saranno disponibili solo dal 2018: Google ha già lanciato i suoi prodotti a marzo, mentre si attendono novità da Amazon e Apple nei prossimi mesi.

Come funzionano smart assistant e smart speaker?

Gli smart assistant, e allo stesso modo gli smart speaker, funzionano unicamente se connessi a Internet, e anche se la loro risposta è ormai rapidissima, questa deriva da un processo complesso. Per poter interpretare correttamente i comandi che vengono impartiti dall'utente, infatti, questi dispositivi devono poter comunicare con un server, che generalmente appartiene della casa produttrice, tramite il quale avviene la decodifica delle istruzioni da eseguire. Solo dopo questo passaggio sarà possibile per lo smart speaker assolvere alle sue varie funzioni.Smart speaker come funzionaDa qui si possono intuire le possibili preoccupazioni per la sicurezza e la privacy dell'utente, che vedremo più nel dettaglio in un paragrafo successivo.

Cosa può fare uno smart speaker?

Le funzioni di uno smart speaker sono ormai veramente moltissime. Questo non solo grazie ai numerosi servizi proprietari dei grandi marchi come Apple, Google o Amazon, ma anche grazie alle integrazioni con applicazioni realizzate da terzi, che assicurano una continua crescita delle possibilità di questi dispositivi. Vediamo alcune delle principali funzioni a cui può assolvere uno smart speaker.

  • Riprodurre musica: come abbiamo sottolineato, gli smart speaker sono molto simili a delle casse Bluetooth. Una delle funzioni più basilari a cui questi possono assolvere è proprio la riproduzione musicale: a seconda del modello che si possiede, infatti, sarà possibile dare un semplice comando per avere accesso diretto alla propria libreria e scegliere quale titolo o playlist ascoltare;

Smart speaker riproduzione musicale

  • Eseguire ricerche online: questa funzione permette in realtà un vastissimo spettro di possibilità. Proprio grazie alle ricerche in internet, infatti, è possibile ottenere moltissime informazioni diverse, dalle previsioni meteo, alle notizie del giorno, ai consigli su un buon ristorante, alle indicazioni sul traffico nel tragitto da casa all'ufficio. Invece di dover eseguire manualmente la ricerca su un computer o un dispositivo mobile, basterà pronunciare la domanda e ascoltare la risposta data dall'assistente vocale;
  • Telefonare gratis via internet: questo servizio è disponibile solo da pochi mesi e non è ancora diffuso in tutti i paesi in cui gli smart speaker sono commercializzati. La vera rivoluzione sta nella possibilità di telefonare senza bisogno di alcuno smartphone: alcuni smart speaker sono infatti in grado di eseguire chiamate senza essere connessi ad alcun dispositivo esterno. Per il momento, tuttavia, sono escluse le chiamate di emergenza;
  • Aggiornare il calendario: anche in questo caso, i comandi vocali sostituiscono un'operazione manuale che spesso va compiuta più volte al giorno, ovvero la gestione della propria agenda. Per inserire un nuovo appuntamento, creare una nota per ricordarsi un compleanno o ricevere un avviso quando è il momento di uscire per recarsi a un meeting, è sufficiente dare il giusto comando al proprio assistente vocale;

Smart speaker controlli

  • Controllare altri dispositivi in una smart home: questa funzione è implementata solo negli smart speaker di fascia medio-alta, ed è utile unicamente per chi possiede nella propria casa impianti domotici che siano compatibili con le nuove tecnologie che permettono una costante interconnessione di tutti i propri dispositivi, elettrodomestici e impianti di illuminazione. In questo caso uno smart speaker può controllare lo stato del frigorifero, spegnere le luci o alzare le tapparelle a una determinata ora, impostare un timer per il forno e così via, integrandosi con ulteriori funzioni offerte da dispositivi esterni come i modem router intelligenti. Probabilmente in futuro saranno sempre più numerose le possibilità offerte in questo settore, che al momento ha ancora una diffusione limitata visti i costi molto elevati di una vera e propria smart home.

Smart speaker cosa faEsistono molte altre funzioni, più avanzate e talvolta meno popolari, che uno smart speaker può eseguire, come per esempio ordinare pagamenti attraverso la propria banca online. In un momento di sviluppo continuo come quello che stiamo attualmente vivendo, non resta che attendere ogni giorno nuove opzioni da esplorare.

Quali sono i principali smart speaker?

Anche se sempre più aziende stanno lavorando alla realizzazione di smart speaker proprietari, i servizi in grado di utilizzare uno smart assistant proprietario sono ancora abbastanza limitati. Vediamo quali sono i principali.Smart speaker principali

  • Google Home: utilizza ovviamente Google Assistant e mette a disposizione dell'utente il motore di ricerca più potente del mondo. Tra i punti di forza si può sicuramente considerare il numero sempre maggiore di dispositivi compatibili e le crescenti opzioni di personalizzazione offerte da Google. Sfortunatamente, però, Google Home non è ancora compatibile con tutti i servizi offerti dalla stessa casa produttrice, anche se si attendono costanti aggiornamenti. Inoltre i comandi vocali devono essere molto precisi perché vengano compresi da Google Assistant, che si dimostra meno flessibile rispetto ad altri concorrenti;
  • Amazon Echo: esistono svariati modelli di questo prodotto, alcuni di fascia economica e con funzioni molto limitate, altri più complessi e in grado di eseguire più operazioni. Anche se la qualità della riproduzione audio non è particolarmente elevata, l'assistente vocale di Amazon, Alexa, è in grado di comprendere moltissimi comandi diversi. Se si acquista il modello Echo Plus, inoltre, è possibile comunicare con svariati dispositivi nella propria smart home, rendendone molto agevole il controllo. Va inoltre sottolineato che Amazon sta puntando molto anche sull'integrazione con servizi di terze parti, come per esempio Spotify, per allargare sempre più le potenzialità dei propri smart speaker;
  • Apple HomePod: sicuramente il migliore per quanto riguarda la qualità del suono e rimane l'ideale per chi possiede molti dispositivi Apple. L'assistente vocale, Siri, è già ben noto da anni a chi possiede un iPhone o un iPad, e nonostante assicuri un'ottima accuratezza, le sue capacità sono ancora limitate rispetto ad altri smart assistant. L'impossibilità di controllare e sincronizzare altri dispositivi prodotti da terzi rimane una grossa limitazione, anche se a livello di design e qualità dei materiali è sicuramente superiore se confrontato con i concorrenti. Va inoltre ricordato che, come spesso accade per i prodotti Apple, i costi sono decisamente alti rispetto alla media.

Smart speaker Google Home

Smart assistant, privacy e sicurezza

Una delle preoccupazioni principali sollevate dalla diffusione degli smart speaker è legata alla sicurezza degli utenti, in particolare alla protezione della privacy. Se è vero che ormai ogni casa dispone di vari dispositivi elettronici dotati di microfoni e videocamere, uno smart speaker è potenzialmente in grado di registrare moltissime informazioni strettamente personali, che potrebbero teoricamente essere sfruttate a fini commerciali o pubblicitari dalle aziende produttrici. Come abbiamo spiegato, infatti, uno smart speaker si attiva con uno specifico comando vocale (come per esempio "Ok Google"), ma è anche vero che per poter essere pronto a rispondere quando vengono pronunciate queste parole lo smart speaker deve essere costantemente in ascolto. E non si può avere la certezza assoluta di quale porzione delle proprie conversazioni può essere salvato, anche se solo temporaneamente, su un server proprietà di grandi colossi come Google o Amazon. Smart speaker sicurezzaDa questo punto di vista, Apple rimane l'azienda che assicura la maggiore protezione dei dati dei propri utenti, mentre Google e Amazon tendono a raccoglierne un numero molto maggiore. È possibile utilizzare alcuni accorgimenti che permettono di disattivare specifiche funzioni più rischiose per l'utente, ma è anche vero che queste fanno parte delle caratteristiche principali di uno smart speaker. Va considerato con attenzione se ed eventualmente quanto si è disposti a rinunciare a parte della propria privacy per sfruttare gli avanzamenti tecnologici offerti da questi dispositivi.

Smartphone: prodotti recensiti

Smart TV: prodotti recensiti

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Ogni settimana informazioni preziose sui migliori prodotti ai migliori prezzi sul mercato. Inserisci la tua email qui sotto e clicca su iscriviti!