02/2021

Recensione: Imetec Onda F2

2400 W, colpo vapore 200 g/min, piastra a onde anodizzata

Immagini
Voto finale 8,1/10
Struttura: 7,8
Vapore: 8,6
Acqua: 8
Potenza e consumi: 8,1
Piastra: 7,8
Media voti fattori: 8,1/10
Dati tecnici
  • Potenza: 2400 W
  • Erogazione massima vapore: n.d.
  • Colpo vapore: 200 g/min
  • Capacità serbatoio: 0,3 l
  • Acqua utilizzabile: Demineralizzata, Minerale
  • Sistema anti calcare: Sì
  • Impostazione della temperatura: Manuale
  • Tempo di riscaldamento: 0,55 min
  • Funzione Eco: Sì
  • Materiale piastra: Alluminio
  • Punta piastra: Standard
  • Fori piastra: Pochi
  • Distribuzione fori: Concentrati ai lati
  • Vapore verticale: Sì
  • Materiale impugnatura: Plastica
  • Spegnimento automatico: No
  • Peso a serbatoio vuoto: 1,27 kg
  • Accessori: Dosatore
Punti forti
  • Piastra molto scorrevole
  • Piastra anodizzata antigraffio
  • Colpo di vapore molto potente
  • Doppio filtro anticalcare fisso
Punti deboli
  • Serbatoio scuro poco leggibile

Scrivi una recensione

product image

Imetec Onda F2

Conosci questo prodotto?
Puoi iniziare esprimendo un voto da 1 a 5 stelle

Effettua il login oppure crea un account per scrivere
recensioni o testare prodotti.

Login
+

Scrivi recensioni e testa i prodotti

Scopri di più

Elena.gallina
Autore
Elena

Imetec Onda F2

I nostri voti sui fattori decisivi per la scelta del ferro da stiro

1. Struttura: Voto 7,8 su 10

Quando si vuole acquistare un nuovo ferro da stiro, anche se difficilmente qualcuno ci fa caso, è sempre opportuno soffermarsi su taluni aspetti strutturali dell’apparecchio che possono incidere sulla soddisfazione finale nei confronti dell’acquisto.Imetec Onda F2Primo tra questi è senz’altro il peso, infatti bisogna sempre tenere presente che il ferro da stiro dovrà essere utilizzabile anche a lungo senza stancare eccessivamente il braccio. L’Imetec Onda F2, di cui qui ci occupiamo, è in realtà molto leggero: a vuoto pesa solo 1,27 kg, mentre una volta riempito il serbatoio arriva a 1,61 kg. Molto bene dunque per quanto riguarda questo primo aspetto.Imetec Onda F2 impugnaturaIn secondo luogo valutiamo le caratteristiche dell’impugnatura, che non solo deve necessariamente essere comoda, ma anche idonea a mantenere una presa salda e asciutta. L’Imetec Onda ha sì un’impugnatura ergonomica che non stanca il polso durante la stiratura, ma non è dotata di alcun rivestimento antiscivolo: è realizzata interamente in plastica dura e leggermente ruvida, che da un lato contribuisce alla stabilità della presa, dall’altro però non è efficace per assorbire la sudorazione della mano.
Infine, un ferro da stiro deve essere anche facile da manovrare, per questo è importante verificare la mobilità dell’innesto del cavo di alimentazione. L’Imetec Onda F2 ha un classico innesto tiltante lungo l’asse longitudinale, una soluzione abbastanza soddisfacente, anche se non mobile quanto l’innesto pivotante a 360° presente su molti modelli di fascia alta.

2. Vapore: Voto 8,6 su 10

Fatte queste prime considerazioni, è ovviamente fondamentale informarsi sulle prestazioni di un ferro da stiro, in particolare per quanto riguarda la produzione di vapore, dalla quale dipendono in buona parte la rapidità e l’efficacia della stiratura.Imetec Onda F2 vaporeImetec in realtà non rende noti i dati circa la produzione di vapore continuo, per cui vi rimandiamo alle nostre osservazioni a fondo pagina derivanti dalla prova “sul campo” dell’Onda F2. Il colpo vapore, però, è molto potente per un ferro di questo tipo (con serbatoio integrato e non a caldaia): ben 200 g/min, un valore davvero molto buono e risultante in un getto molto penetrante anche nelle pieghe più profonde e nei tessuti più spessi e rigidi.
Ricordiamo inoltre che l’Imetec Onda F2 eroga vapore anche in verticale: questa funzionalità torna molto utile ad esempio per stirare o rinfrescare le tende appese, oppure per eliminare l’odore di chiuso dai capi appesi da lungo tempo nell’armadio.

3. Acqua: Voto 8 su 10

La gestione dell’acqua e del calcare è anch’essa un aspetto molto importante da valutare, per almeno due buoni motivi: da un lato la capacità di stoccaggio del serbatoio ha un impatto sull’autonomia di lavoro prima di necessitare del rabbocco, dall’altro la presenza o meno di sistemi anticalcare possono influenzare la longevità di un ferro da stiro.Imetec Onda F2 riempimentoPartiamo proprio dalla capacità: l’Imetec Onda F2 ha un serbatoio integrato da 300 ml, un valore medio-alto nel panorama dei ferri da stiro senza caldaia esterna. Un aspetto che ci convince poco è però il colore scuro della plastica traslucida utilizzata, che rende davvero arduo discernere quando il livello dell’acqua ha raggiunto la soglia massima.
La protezione contro le incrostazioni di calcare è buona: nel serbatoio sono infatti presenti due filtri in resina che riducono la durezza dell’acqua, e non manca il sistema “Calc Clean” che permette di liberare gli ugelli della piastra da eventuali accumuli calcarei. Imetec Onda F2 calc cleanNonostante questi accorgimenti, però, Imetec sconsiglia l’uso del ferro con normale acqua di rubinetto: per garantire la longevità dell’Onda F2 è raccomandato l’uso di acqua demineralizzata apposita per ferri da stiro (acquistabile nei supermercati) o, in alternativa, acqua minerale a basso residuo fisso.

4. Potenza e consumi: Voto 8,1 su 10

Un ulteriore aspetto molto rilevante da considerare in un ferro da stiro è la sua potenza: da questa dipendono infatti i tempi di preparazione del vapore e della temperatura della piastra, ma anche, d’altro canto, i consumi energetici.Imetec Onda F2 wattaggioL’Imetec Onda F2 ha un ottimo assorbimento di 2400 W: questo comporta tempi di preparazione molto rapidi, infatti al nostro cronometro sono bastati 55 secondi per raggiungere la massima temperatura a serbatoio pieno. La gestione delle temperature è piuttosto semplice, infatti la ghiera di selezione è quella classica con i pallini indicanti le temperature progressive. Chi avesse bisogno di una guida per capire a quanti “pallini” stirare ogni tessuto troverà incollato sul retro dell’Onda F2 delle sintetiche istruzioni in tal senso.Imetec Onda F2 temperatureA proposito di consumi, non manca sull’Imetec Onda F2 la modalità di funzionamento “Eco“: questa riduce il prelievo energetico, al costo di un’erogazione di vapore più debole. La modalità Eco è ovviamente poco indicata per stirare tessuti particolarmente pesanti o rigidi, ma si dimostra più che sufficiente nella stiratura di tessuti comuni, come il cotone e i tessuti misti.

5. Piastra: Voto 7,8 su 10

L’ultimo dettaglio fondamentale di un ferro da stiro cui fare caso è quello a contatto con i nostri abiti: la piastra.Imetec Onda F2 piastraÈ proprio questa la caratteristica più particolare ed innovativa dell’Imetec Onda F2, che si chiama “Onda” proprio in virtù della sua peculiare piastra ondulata. Questo profilo così inusuale è progettato per favorire la penetrazione del vapore nelle fibre tessili, ottenendo così uno scorrimento più fluido e veloce della piastra sui nostri capi, ma anche una stiratura più efficace già alla prima passata. Vedremo più avanti, nel resoconto della nostra esperienza con l’Imetec Onda F2, come questo abbia impattato le nostre stirature di test.
Imetec Onda F2 puntaAl di là del peculiare design, la piastra dell’Imetec Onda F2 è una piastra in alluminio molto leggera e protetta da un rivestimento anodizzato che le conferisce una notevole resistenza ai graffi. La punta è leggermente affinata per facilitare la stiratura dei dettagli più minuti, come colletti e polsini, mentre la foratura piuttosto essenziale vede una concentrazione di fori in punta e una distribuzione omogenea lungo i lati della piastra. In questo caso, però, non consideriamo particolarmente svantaggiosa la foratura piuttosto scarna, dato che la coniugazione con la piastra ondulata ottimizza la scorrevolezza del ferro.
Copyright Klikkapromo srl – È vietato ogni sfruttamento non autorizzato

La nostra prova

Abbiamo potuto testare l’Imetec Onda F2 nei nostri studi: lo abbiamo messo all’opera su una tenda nuova, con pieghe molto evidenti dopo la permanenza nella confezione, e su una normale maglietta in cotone molto sgualcita. Ecco il resoconto della nostra esperienza.

Praticità d’uso

Stirare con l’Imetec Onda F2 è risultato di per sé molto agevole: come detto, il ferro rimane molto leggero anche a serbatoio pieno e la piastra scorre effettivamente molto bene sui tessuti. Abbiamo trovato apprezzabile anche la rapidità con cui piastra e vapore sono risultati pronti per la stiratura, in poco meno di un minuto. Imetec Onda F2 preparazioneAbbiamo invece trovato scomodo il serbatoio scuro: nonostante la plastica sia traslucida, infatti, discernere il livello dell’acqua all’interno, anche in piena luce, non ci è parso per nulla facile.

Vapore

Come detto, non è noto il valore in g/min dell’emissione continua dell’Imetec Onda F2: cerchiamo allora di dare un’idea della performance in base alla nostra esperienza. Le pieghe sicuramente più dure da stirare sono state quelle della tenda: su di essa abbiamo agito a temperatura massima e massima erogazione di vapore, per poi apportare i tocchi finali servendoci del vapore verticale, una volta appesa. Il vapore ci è sembrato abbondante, tanto che sono bastate non più di due rapide passate per appiattire a dovere le pieghe. Ottime le prestazioni in verticale: le stropicciature residue sono risultate visibilmente ridotte con una singola passata del ferro, utilizzando il potente colpo vapore. Imetec Onda F2 stiraturaSulla maglietta abbiamo agito a temperatura media, testando prima l’erogazione massima del vapore, poi la modalità “Eco”. Molto efficace la stiratura nel primo caso, con pieghe perfettamente appiattite con una singola passata. La modalità di risparmio energetico eroga invece significativamente meno vapore, perde pertanto leggermente in scorrevolezza la piastra, rallentando lievemente il lavoro, ma il risultato è comunque soddisfacente già alla prima passata del ferro.

Prestazioni piastra

È naturalmente la piastra Onda ad aver suscitato la nostra curiosità, e dobbiamo dire di esserne rimasti favorevolmente impressionati. La riduzione dei punti di contatto con il tessuto implica infatti una riduzione dell’attrito, di conseguenza la piastra risulta scorrere effettivamente con notevole facilità sui capi. Allo stesso tempo non risulta penalizzata la penetrazione del vapore nelle fibre, pertanto il risultato di stiratura non è compromesso. Nel complesso, come già detto, abbiamo ottenuto buoni risultati, anche su pieghe decisamente definite, in pochissime passate.

Il voto finale di QualeScegliere.it: 8,1/10

Alla luce delle caratteristiche dell’Imetec Onda F2 e dalla nostra esperienza diretta con esso, abbiamo assegnato a questo ferro da stiro una valutazione complessiva di 8,1 punti su 10. Gli aspetti più positivi di questo ferro sono senza dubbio la piastra dall’innovativo profilo a onde, estremamente scorrevole; il colpo vapore molto potente, di grande aiuto su pieghe profonde e tessuti pesanti; la leggerezza a manovrabilità dell’apparecchio, utilizzabile anche a lungo senza stancare eccessivamente polso e braccio.
Meno convincente l’assenza di un rivestimento antiscivolo sull’impugnatura e il serbatoio scuro che rende piuttosto difficoltoso leggere correttamente il livello dell’acqua all’interno.
Possiamo consigliare l’Imetec Onda F2 a chi abbia bisogno di un ferro comodo da usare e veloce nella stiratura, soprattutto adatto ai lavori rapidi come ad esempio stirare una giacca subito prima di uscire. Sconsigliato invece a chi debba fare i conti con una grande quantità di bucato ad ogni sessione di stiratura: in questi casi meglio orientarsi su un modello a caldaia.

Galleria fotografica

Materiale informativo

Recensioni di prodotti simili

Ecco i migliori due prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Rowenta DW6010 Eco Intelligence

Migliore offerta:82,45€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Braun TexStyle 7 TS745 A

Migliore offerta:51,99€