07/2018

Recensione: Kalenji Onmove 500

Orologio, info personalizzate, GPS, Bluetooth

Immagini
Voto finale 7,7/10
Tipologia: 8,5
Informazioni fornite: 8
Funzioni: 8,5
Connettività: 9
Design: 7
Media voti fattori: 8,2/10
*Spedizione inclusa

ANDAMENTO DEL PREZZO NEGLI ULTIMI 31 GIORNI

Il prezzo sembra stabile, scopri di più

Dati tecnici
  • Orologio con sensore per frequenza cardiaca
  • Schermo monocromatico
  • Funzione memoria
  • Connessione Bluetooth
  • GPS integrato
Punti forti
  • Adatto alle attività outdoor
  • Molto leggero da indossare
  • Non richiede l'uso di una fascia toracica
Punti deboli
  • Dati non sempre precisi
  • Non adatto al nuoto

Scrivi una recensione

product image

Kalenji Onmove 500

Conosci questo prodotto?
Puoi iniziare esprimendo un voto da 1 a 5 stelle

Effettua il login oppure crea un account per scrivere
recensioni o testare prodotti.

Login
+

Scrivi recensioni e testa i prodotti

Scopri di più

Ilaria.fioravanti
Autore
Ilaria

Kalenji Onmove 500

I nostri voti sui fattori decisivi per la scelta del cardiofrequenzimetro

1. Tipologia: Voto 8,5 su 10

Il Kalenji Onmove 500 è un cardiofrequenzimetro pensato soprattutto per gli amanti della corsa, sia da un punto di vista delle funzionalità che della struttura. Si tratta infatti di un vero e proprio orologio, sul retro del quale si trova un sensore che permette di misurare la frequenza cardiaca senza necessità di utilizzare alcun accessorio esterno. Vista l'accuratezza non sempre perfetta di questo tipo di tecnologia, però, il Kalenji Onmove 500 assicura anche la compatibilità con una fascia cardiaca dello stesso marchio, che può essere connessa tramite Bluetooth all'orologio permettendo una raccolta ancora più precisa dei dati. Questa, tuttavia, va acquistata separatamente, e può essere un'aggiunta utile soprattutto per chi non ama stringere troppo il cinturino dell'orologio al polso, un'azione necessaria per rendere più precise le misurazioni del sensore di frequenza cardiaca.Kalenji Onmove 500 tipologia

2. Informazioni fornite: Voto 8 su 10

Il Kalenji Onmove 500 è in grado di offrire un buon numero di informazioni, soprattutto per attività come il running o l'escursionismo. Vediamo quali dati è in grado di fornire all'utente:
  • Velocità (istantanea e media): permette di monitorare sia la velocità a cui si sta camminando o correndo momento per momento, sia di analizzarne il valore medio per ogni allenamento. Può essere particolarmente utile per controllare i propri progressi;

Kalenji Onmove 500 informazioni

  • Andatura (istantanea e media): indica il tempo impiegato per percorrere ciascun chilometro. Anche in questo caso si può controllare il valore singolo e quello medio;
  • Distanza percorsa: una delle informazioni di base più importanti per molti sportivi, permette di monitorare i percorsi effettuati durante ogni sessione di allenamento.
  • Calorie: anche se questo valore viene generalmente riportato dalla quasi totalità dei dispositivi che permettono di registrare l'attività fisica, va ricordato che è sempre il più impreciso in assoluto. Lo smaltimento di calorie, infatti, dipende da moltissimi fattori estremamente personali, che attualmente nessun prodotto per sportivi è in grado di calcolare. Per avere dati più precisi, in questo caso, è necessario rivolgersi a un medico;
  • Altimetro: sfruttando il GPS, il Kalenji Onmove 500 è in grado di fornire informazioni riguardo l'altezza a cui ci si trova rispetto al livello del mare;
  • Cumulo positivo e negativo: questi dati indicano i dislivelli positivi e negativi realizzati durante l'allenamento, e possono dunque rivelarsi molto utili su terreni collinari o montuosi;
  • Frequenza cardiaca: grazie a un sensore Philips posizionato sul retro della scocca, il Kalenji Onmove 500 può fornire continui dati sul battito cardiaco. La tecnologia utilizzata sfrutta la luce pulsata verde, assolutamente non invasiva e molto pratica per tutti gli sportivi;

Kalenji Onmove 500 frequenza cardiaca

  • Percentuale cardio: nel proprio profilo utente può essere impostata una frequenza cardiaca massima da utilizzare come riferimento per analizzare l'intensità dei propri allenamenti. Considerando questa informazione, il Kalenji Onmove 500 permette di analizzare che percentuale di questo valore viene raggiunta durante ogni singola sessione.

3. Funzioni: Voto 8,5 su 10

Anche se il numero e la complessità delle funzioni offerte da questo cardiofrequenzimetro non presentano particolari sorprese, il Kalenji Onmove 500 può essere comunque sufficiente per soddisfare esigenze di base. Riportiamo qui le funzionalità principali:
  • Orologio e cronometro: come tutti i modelli appartenenti a questa tipologia, anche l'Onmove 500 può sostituire un orologio digitale, offrendo anche la possibilità di sfruttare il cronometro;
  • Sveglia: anche questa è un'opzione molto comune che non offre impostazioni avanzate. Purtroppo non è possibile selezionare una sveglia silenziosa, che si limita a una dolce vibrazione, e va necessariamente utilizzata una suoneria;
  • GPS: questa tecnologia può risultare molto interessante per chi ama le attività outdoor come la corsa, il trekking o la marcia. Permette infatti di registrare i percorsi effettuati, oltre a rendere possibile la raccolta di ulteriori informazioni come l'altitudine e il dislivello, che abbiamo trattato nel paragrafo precedente;
  • Allarme: per essere certi di mantenersi idratati a sufficienza, o di aver mangiato abbastanza da poter reggere un certo sforzo fisico, è possibile impostare un allarme che a intervalli fissi ricordi all'utente di bere o mangiare. Questo può risultare molto utile quando si svolgono allenamenti molto lunghi o si passano intere giornate all'aperto;
  • Strava: il Kalenji Onmove 500 è compatibile con Strava, un'applicazione dedicata al fitness molto popolare tra gli utenti. Sarà dunque possibile registrare i proprio progressi anche su questa piattaforma.

Kalenji Onmove 500 funzioniNotiamo infine che questo prodotto è dotato di certificazione internazionale IPX7, che ne attesta la resistenza all'umidità. Non subirà dunque danni derivanti da schizzi d'acqua o da una leggera pioggia, ma non potrà essere utilizzato per attività acquatiche come il nuoto.

4. Connettività: Voto 9 su 10

Il Kalenji Onmove 500 offre diverse possibilità di connessione con dispositivi esterni. Per quanto riguarda i collegamenti cablati, è presente una porta Micro USB che può essere usata sia per ricaricare il cardiofrequenzimetro che per trasferire i propri dati su PC o Mac. Inoltre è anche possibile aggiornarlo utilizzando programmi appositi, così da mantenere al massimo le sue prestazioni.Kalenji Onmove 500 connettività
Per quanto riguarda i collegamenti wireless, invece, è possibile sfruttare la tecnologia Bluetooth per connettersi al proprio smartphone e configurare il cardiofrequenzimetro. Ricordiamo però che questa non permette di utilizzare funzionalità simile a quelle di uno smartwatch, come per esempio la visualizzazione di notifiche sull'orologio, ma serve solo a scaricare i dati sui propri allenamenti o modificare alcune impostazioni del proprio profilo. Inoltre, se si dispone di altri dispositivi compatibili dello stesso marchio, è possibile combinare le varie informazioni raccolte per avere un quadro più completo del proprio livello di fitness.

5. Design: Voto 7 su 10

Il fattore dove il Kalenji Onmove 500 è più carente è sicuramente quello che riguarda il lato estetico. Questo cardiofrequenzimetro presenta un corpo molto ingombrante, anche se leggero, che in polsi di piccole dimensioni può risultare sproporzionato. I materiali utilizzati, inoltre, non sono di qualità particolarmente alta, e le possibilità di personalizzazione sono abbastanza limitate. Kalenji Onmove 500 designÈ infatti possibile selezionare tra tre diversi colori al momento dell'acquisto, ma non sono disponibili ricambi originali del cinturino con motivi diversi che permettano una certa varietà. È dunque un oggetto adatto prevalentemente all'allenamento, ma che difficilmente si adatterà ad altre situazioni che richiedono più eleganza.

La nostra prova

Abbiamo potuto testare il Kalenji Onmove 500 così da verificarne alcuni aspetti fondamentali. Ecco i risultati delle nostre prove.

Configurazione: alla prima accensione il Kalenji Onmove 500 è molto semplice e intuitivo da configurare. Basta infatti inserire alcuni dati personali di base per poter iniziare ad utilizzarlo.

Applicazione: per quanto riguarda la connessione con lo smartphone, una volta scaricata l’applicazione MyGeonaute Connect abbiamo dovuto effettuare tre tentativi per stabilire un collegamento stabile con il cardiofrequenzimetro. Dopo questi, comunque, non abbiamo riscontrato problemi di connettività. Le funzioni dell’applicazione sono abbastanza limitate: per lo più si possono registrare i propri progressi e monitorare una serie di dati relativi agli allenamenti. Ricordiamo però che è anche possibile sfruttare l’applicazione Strava, molto popolare tra gli sportivi.

Autonomia: secondo il produttore, in modalità orologio il Kalenji Onmove 500 dovrebbe assicurare 10 giorni di autonomia, mentre utilizzando il GPS bastano 7 ore per scaricare completamente la batteria. Con un uso minimo, senza alcuna connessione GPS, abbiamo riscontrato una durata effettivamente molto lunga rispetto ad altri modelli, anche a fronte di un tempo di ricarica abbastanza limitato (circa un’ora e mezza).Kalenji Onmove 500 autonomiaPrecisione: dalle nostre prove la precisione del Kalenji Onmove 500 non è risultata ottimale, in particolare per quanto riguarda la frequenza cardiaca e le calorie bruciate. In teoria, il cardiofrequenzimetro dovrebbe essere in grado di rilevare il battito cardiaco solo se e quando indossato correttamente, mentre l’Onmove 500 ha registrato dati anche quando lasciato completamente immobile su una superficie piana. I risultati mostrati nella foto qui sotto sono relativi proprio a un falso allenamento di due ore, in cui in realtà non c’è stato alcun movimento.Kalenji Onmove 500 test precisioneComodità: come abbiamo già precisato nella recensione, il design di questo modello è piuttosto ingombrante. A parte questo, il cinturino è risultato abbastanza scomodo da bloccare, visto che il materiale con cui è realizzato crea molto attrito, oltre a dare l’impressione di essere poco resistente. Un’ulteriore aspetto che ci è risultato abbastanza scomodo è la possibilità di attivare la retroilluminazione solo per un brevissimo istante, e di visualizzare pochi dati su ogni schermata, e il ritorno automatico alla funzione di orologio dopo solo un paio di secondi: se si volesse controllare il proprio battito cardiaco al di fuori di un allenamento l’operazione risulterebbe complessa.Kalenji Onmove 500 comodità

Opinioni degli utenti

Le recensioni degli utenti sul Kalenji Onmove 500 sono abbastanza divise: alcuni ne apprezzano la semplicità d’uso e le funzioni generalmente dedicate allo sport. Alcuni invece riportano problemi di compatibilità ridotta con alcuni modelli di smartphone, di scarsa durata della batteria e di imprecisione nella raccolta dei dati.

Il voto finale di QualeScegliere.it: 7,7/10

Il Kalenji Onmove 500 totalizza un punteggio totale di 7,7 su 10. Questo cardiofrequenzimetro di fascia media appartiene alla tipologia degli orologi, non necessita di fascia cardiaca anche se offre la compatibilità con un modello dello stesso marchio per chi desiderasse una maggiore precisione. Questo dispositivo offre la possibilità di raccogliere un buon numero di informazioni, tra cui velocità, andatura, distanza percorsa, calorie, altimetro, cumulo positivo e negativo, frequenza cardiaca e percentuale cardio. Le funzioni principali permettono di sfruttare un cronometro, una sveglia, un allarme a intervalli regolari che ricorda di idratarsi e mangiare, e la connettività GPS. È anche possibile continuare a registrare i proprio progressi sull’applicazione Strava, una piattaforma molto diffusa tra gli sportivi. Per quanto riguarda le connessioni, è possibile sia collegarsi a un computer via USB per trasferire i dati suoi propri allenamenti ed effettuare aggiornamenti, sia sfruttare la tecnologia Bluetooth per utilizzare l’applicazione MyGeonaute Connect sul proprio smartphone o tablet. Il design del Kalenji Onmove 500 non è adatto a chi ha polsi particolarmente piccoli e stretti, viste le misure abbastanza ingombranti, anche se va detto che il peso è veramente ridotto. Le possibilità di personalizzazione sono molto limitate, per cui è un modello adatto soprattutto allo sport e non ad altre attività.

Consigliamo il Kalenji Onmove 500 agli utenti che cercano un cardiofrequenzimetro da polso che non richieda l’uso di ulteriori accessori, le cui funzioni sono orientate soprattutto agli amanti delle attività outdoor. Non è adatto a chi necessita di dati molto precisi e a chi preferisce gli allenamenti al chiuso.

Galleria fotografica

Kalenji Onmove 500
Analisi dell'andamento del prezzo

Prezzo medio ultimi 31gg: 99,99 €
Prezzo attuale: 99,99 €
Se compri oggi risparmi: 0,00 €
Il prezzo è stabile.

Recensioni di prodotti simili

Domande e risposte su Kalenji Onmove 500

  1. 0
    Domanda di Claudio Razzano | 1 novembre 2018 at 11:07

    buon giorno,

    vorrei usare ONMOVE 500 con una fascia cardiofrequenzimetro.
    Mi indicate quali fasce comprare? E’ obbligatoria quella Bluetooth?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 5 novembre 2018 at 09:15

      Il cardiofrequenzimetro Kalenji Onmove 500 può essere usato con qualsiasi fascia toracica della stessa marca.

"Kalenji Onmove 500": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore

Suunto Ambit3 Run Hr

Migliore offerta: 160,12€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Polar M400

Migliore offerta: 191,54€

Il più venduto

Sigma PC 25.10

Migliore offerta: 74,76€