Come cambiare le corde della chitarra

Il cambio delle corde della chitarra: i segreti per un lavoro perfetto!

Questa pagina spiega come cambiare le corde alla chitarra, ricordando però che è solamente possibile dare delle indicazioni generiche, poiché esistono più tipologie di chitarre e con meccaniche diverse tra loro. Questo discorso vale soprattutto quando si parla di chitarre elettriche, visto che la tecnica di cambio può leggermente variare in base ai pickup che montano. Tuttavia, anche senza entrare nei singoli casi, vedremo come cambiare le corde per ogni tipologia di chitarra più diffusa in commercio: classica, acustica ed elettrica.

Prima di iniziare, però, ricordiamo quando è necessario cambiare le corde della chitarra:

  • Ovviamente quando si rompono
  • Quando iniziano a scurirsi o a perdere colore
  • Quando il suono diviene meno brillante
  • Quando alcune tecniche, ad esempio il bending, risultano più difficili da eseguire

Corde chitarra classica
Questi possono essere alcuni segnali che ci indicano che la nostra chitarra necessita di manutenzione, non è però possibile definire un tempo universale, poiché la durata delle corde può variare in base a diversi fattori: ambiente e utilizzo. Un prezioso consiglio è sempre quello di tenere pulito lo strumento musicale, infatti ogni liutaio o musicista di professione sa bene quanto sia importante togliere il sudore dalle corde dopo aver suonato (in commercio ci sono prodotti appositi: detergente e lubrificante per corde della chitarra).

Corde delle chitarra

Cosa serve per cambiare le corde alla chitarra

  • Corde nuove elettrica; classica; acustica: se togliete le corde dovrete anche rimetterle! Ogni tipologia di chitarra, che sia elettrica, acustica o classica, vuole un tipo di corda ben precisa. I materiali e le dimensioni delle corde indicano anche la tonalità del suono, per questo motivo ogni musicista sceglie la muta in base al proprio stile.
  • Pinza taglierina: serve per tagliare le corde e sfilarle più facilmente (molte corde sono dure, non è possibile tagliarle con le forbici)
  • Avvolgicorde: serve per velocizzare il giro delle chiavette che tendono le corde
  • Leva per pioli: accessorio che serve solamente per chitarre acustiche

Corde chitarra elettrica

I 3 passaggi fondamentali per cambiare le corde alla chitarra

A seconda del tipo di chitarra, come abbiamo già specificato nei precedenti paragrafi, possono variare alcuni passaggi nel cambio della corda. In generale, possiamo suddividere cronologicamente delle operazioni che vanno bene per ogni tipo di chitarra: la preparazione del posto di lavoro, la rimozione delle corde (la pulizia della chitarra) e l’inserimento delle nuove corde (con l’accordatura).

1) La preparazione

Corde chitarra acustica

La prima cosa da fare è prendere tutti gli accessori che ci servono per il lavoro e avvicinarli alla zona dove andremo ad operare, cioè dove verrà messa la chitarra durante il cambio delle corde. La scelta migliore è quella di utilizzare un tavolo o una scrivania, dunque posizionare la chitarra e tenere a portata di mano tutti gli strumenti da lavoro. Nel caso in cui non ci sia un appoggio (tavolo o scrivania) a disposizione si possono trovare altre soluzioni: tenere lo strumento sul suo stand o sedersi su una sedia e tenere la chitarra sulle gambe (senza dubbio il tavolo è il sistema più pratico!). Un buon consiglio è anche quello di mettere un supporto sotto il manico della chitarra, in modo che lo strumento sia più stabile sulla superficie di appoggio.

2) Togliere le corde

Avvolgicorde
Una volta che la chitarra è posizionata bisogna prendere e utilizzare lo strumento avvolgicorde, quindi allentare una ad una tutte le 6 corde dello strumento. A questo punto si cambia attrezzo: con la pinza taglierina si deve tagliare di netto ogni singola corda della chitarra (consigliamo di tagliare le corde tra il ponte della chitarra e la fine della tastiera, in questo modo sarà più facile estrarre e cambiare la vecchia muta con quella nuova). A questo punto bisogna togliere i pezzi tagliati dal manico e dal ponte. Nel primo caso basta srotolare le corde dalle chiavette, operazione simile a tutte le chitarre, mentre più complesso è il caso del ponte, visto che la classica, l’acustica e l’elettrica hanno un sistema di fissaggio corde diverso tra loro (può cambiare anche in base al tipo di chitarra elettrica). Per quanto riguarda l’elettrica e la classica non ci sono particolari accorgimenti, l’operazione è molto intuitiva e non servono approfonditi chiarimenti, basta quindi sfilacciare o tirare via le corde dal ponte e il gioco è fatto! Più complesso è il discorso che riguarda la chitarra acustica per la delicatezza dei suoi pioli. Questi fissano le corde e per effettuare il cambio è necessario utilizzare delicatamente un’apposita leva, tramite questo attrezzo il piolo si alza ed è possibile estrarre la vecchia corda da cambiare.
Leva per pioli
Ora che la tastiera è completamente nuda consigliamo di pulirla in modo accurato (consigliamo di eliminare bene tutta la polvere con la bocchetta a setole dell'aspirapolvere e poi utilizzare un apposito detergente).

3) Inserimento delle corde

Pinza taglierina
Passiamo all’ultimo passaggio, che possiamo anche considerare come il più importante. Ancora una volta ci soffermiamo sul lavoro di cambio corda della chitarra acustica: nel foro va inserito il pallino della corda e fissato poi dal piolo, fate attenzione e posizionarlo con la scanalatura rivolta verso il manico. A questo punto bisogna tendere la corda, inserirla nella parte interna della paletta, farla girare intorno in modo da bloccarla ed effettuare un piccolo nodo. Ora che la corda è fissata bisogna tenderla e quindi girare la paletta, quando la tensione è quella giusta si può tagliare la parte in esubero della corda (la corda è sempre più lunga della tastiera, dunque una parte di essa va oltre il manico e va tagliata). Questo procedimento, che può sembrare difficile in apparenza, è in realtà molto semplice e va ripetuto per tutte e sei le corde. Non molto differente è il processo che riguarda la chitarra classica e quella elettrica, si parte infatti sempre dall’inserimento della corda dalla parte bassa e poi tenderla sino al manico. Tuttavia, mentre per la classica bisogna fare un nodino intorno al foro presente nel ponte per la chitarra elettrica il sistema può variare in base al modello (con la chitarra elettrica, rispetto all’acustica e alla classica, l’inserimento della corda è quasi sempre un’operazione sempre più semplice e veloce).

A questo punto non vi resta altro che accordare la vostra chitarra, come fare è consigliato nella pagina “Come accordare la chitarra”.

Tastiera MIDI: prodotti recensiti

Tastiera musicale: prodotti recensiti

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Ogni settimana informazioni preziose sui migliori prodotti ai migliori prezzi sul mercato. Inserisci la tua email qui sotto e clicca su iscriviti!