Versus - La sezione che mette a confronto due prodotti molto ricercati. Come funziona Versus?

VS
Struttura: 8
Vapore: 6,5
Acqua: 7
Potenza e consumi: 7,5
Piastra: 8
Struttura: 7
Vapore: 5
Acqua: 5,5
Potenza e consumi: 7,5
Piastra: 7,5
7,4 / 10
Voto finale
6,5 / 10

Il Philips GC2040/70 EasySpeed Plus e l’Imetec Titanox Eco K112 sono due ferri da stiro appartenenti a una fascia di prezzo bassa. Si tratta di due modelli piuttosto simili in termini di prestazioni, ma che presentano delle caratteristiche tecniche un poco differenti. Ma quale dei due apparecchi è il migliore? Per valutarlo abbiamo analizzato i fattori decisivi per l’acquisto di un ferro da stiro e li abbiamo messi a confronto. Dalla nostra analisi è emerso che il Philips presenta degli elementi strutturali che lo rendono più maneggevole e pratico rispetto all’Imetec, come ad esempio l’apertura del serbatoio, che nel Philips è laterale per consentire una più facile aggiunta di acqua. L’erogazione del vapore, aspetto fondamentale per valutare un ferro da stiro, è senz’altro migliore nel Philips: 100 grammi al minuto in modalità Supervapore contro i 50 grammi al minuto dell’Imetec. Stesso discorso per quanto riguarda la gestione dell’acqua: il Philips è dotato di un serbatoio più capiente e della funzione Drip stop, un sistema antigoccia che può risultare particolarmente utile soprattutto a chi stira a temperature molto basse. Non rileviamo differenze notevoli dal punto di vista della potenza elettrica, poiché i due modelli sono dotati di caratteristiche piuttosto simili: 2100 watt il Philips e 2000 watt l’Imetec. Infine il nostro giudizio per quel che riguarda la piastra premia ancora una volta il Philips. Questo modello ha una piastra antiaderente, ideale per evitare di rovinare capi d’abbigliamento delicati e per garantire una lunga vita al ferro da stiro. Nel complesso possiamo dunque dire che, benché questi due modelli possono essere adatti per coloro che non hanno molti capi da stirare, ma non per chi desidera un prodotto in grado di stirare ad alti livelli, è il Philips GC2040/70 EasySpeed Plus a essere dotato di caratteristiche capaci di renderlo un apparecchio abbastanza performante rispetto alla media della sua fascia di prezzo.

 
Versus video
 
8 / 10
Struttura
7 / 10

Dal punto di vista della struttura è il Philips GC2040/70 EasySpeed Plus a vincere il confronto. Benché in fatto di materiali i due modelli si presentino piuttosto simili, il Philips GC2040/70  è dotato di un’impugnatura leggermente ricurva che garantisce una presa comoda e sicura. Entrambi i modelli dispongono di un cavo pivotante protetto alla base da un rivestimento in gomma. L’apertura dello sportellino del serbatoio è diversa: quello del Philips GC2040/70  si apre di lato, mentre quello dell’Imetec Titanox Eco K112 dall’alto verso il basso. L’apertura laterale consente di effettuare più facilmente l’operazione di riempimento.

6,5 / 10
Vapore
5 / 10

Passiamo ora al fattore relativo al livello di erogazione del vapore. Anche in questo caso la bilancia pende dalla parte del Philips GC2040/70 EasySpeed Plus. Questo modello è infatti in grado di erogare fino a 30 grammi di vapore al minuto in modalità vapore regolabile: un dato relativamente buono per un apparecchio di fascia bassa come questo. L’Imetec Titanox Eco K112 può invece erogare fino a 20 grammi al minuto. Anche in modalità Supervapore il Philips GC2040/70  ha una potenza piuttosto superiore: fino a 100 grammi al minuto contro i 50 grammi al minuto dell’Imetec. Entrambi i modelli, pur non essendo dotati di un getto di vapore molto potente, possono effettuare stirature in verticale, utili per stirare tendaggi e indumenti particolarmente delicati.

7 / 10
Acqua
5,5 / 10

Per quanto riguarda la gestione dell’acqua, entrambi i ferri da stiro sono dotati di un serbatoio dalla capienza non molto elevata. Tuttavia il Philips GC2040/70 EasySpeed Plus può contenere fino a 270 ml d’acqua, un valore di poco superiore a quello dell’Imetec Titanox Eco K112, che ha invece una capienza di 250 ml. Un sistema anticalcare è presente in entrambi gli apparecchi e offre una protezione efficace dal calcare, assicurando maggiore longevità agli apparecchi. Il Philips dispone anche di uno specifico sistema antigoccia Drip Stop, molto utile per chi stira spesso a temperature basse. Questo gli consente di ottenere un punteggio superiore rispetto all’altro, che non dispone di questa funzione.

7,5 / 10
Potenza e consumi
7,5 / 10

In termini di potenza e consumi i due modelli esaminati non presentano differenze significative. Possiamo rilevare però che il Philips GC2040/70 EasySpeed Plus ha una potenza elettrica di 2100 watt, mentre l’Imetec Titanox Eco K112 di 2000 watt. Questo consente a entrambi di raggiungere in pochi minuti una temperatura adatta alla stiratura. Segnaliamo inoltre la presenza in entrambi i modelli di una specifica funzione Eco, che consente di ridurre i consumi e quindi risparmiare sulla bolletta dell’elettricità.

8 / 10
Piastra
7,5 / 10

Infine abbiamo preso in esame la tipologia di piastra di cui dispongono i due modelli analizzati. Anche da questo punto di vista il confronto premia il Philips GC2040/70 EasySpeed Plus. Questo modello ha infatti una piastra antiaderente con un numero maggiore di fori ben distribuiti sui lati, mentre l’Imetec ha una piastra in acciaio inox anch’essa con i fori laterali. La punta del Philips risulta inoltre leggermente più allungata rispetto a quella dell’Imetec Titanox Eco K112 e quindi più agile, specialmente nella stiratura di camicie e pantaloni con bottoni.

Galleria fotografica
Materiale informativo
Philips GC2040/70 EasySpeed Plus

Libretto d'istruzioni

Imetec Titanox Eco K112

Libretto d'istruzioni

Recensione

Come funziona Versus?

Nella sezione "Versus" mettiamo a confronto due prodotti per illustrarvi meglio le loro differenze. Cerchiamo di spiegarvi, ad esempio, cosa distingue un prodotto di alta gamma da un prodotto molto più economico: cosa si acquista spendendo di più, oppure, al contrario, a cosa si dovrà rinunciare comprando quello di fascia di prezzo più bassa? Inoltre, qui non troverete soltanto confronti tra prodotti appartenenti a fasce di prezzo diverse, ma anche confronti tra due versioni dello stesso prodotto (in cosa si distingue il nuovo prodotto dal suo predecessore?), oppure confronti tra prodotti simili e concorrenti di marche diverse. L'obiettivo è quello di fare chiarezza per far sì che la scelta di acquisto sia il più consapevole possibile e che ognuno compri solo ciò di cui ha bisogno. Interessati ad altri confronti della sezione Versus? Li trovate qui!

Altri confronti

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Ogni settimana informazioni preziose sui migliori prodotti ai migliori prezzi sul mercato. Inserisci la tua email qui sotto e clicca su iscriviti!