I migliori ventilatori a colonna del 2017

Confronta i migliori ventilatori a colonna del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

I fattori decisivi per la scelta del ventilatore a colonna

1. Struttura

Con la torrida estate alle porte, aumenta il bisogno di un po' d'aria fresca nelle nostre case. Non tutti, però, vogliono acquistare un impianto di condizionamento perché, oltre ad essere costoso, questo sistema di climatizzazione ha un forte impatto negativo sull'ambiente. Sono dunque sempre di più coloro i quali rivolgono la loro attenzione al classico ventilatore. Esistono svariate tipologie di ventilatore: in questa guida all'acquisto ci concentreremo sui ventilatori a colonna (anche detti ventilatore a torre); questa categoria di prodotti risulta infatti molto amata dagli utenti, poiché permette di coniugare risparmio economico, efficienza e praticità.Ventilatore a colonna
Il primo fattore da prendere in considerazione per scegliere il ventilatore a colonna più adatto alle vostre esigenze riguarda le caratteristiche strutturali del prodotto, e con questo termine intendiamo tanto l'ingombro quanto il tipo di meccanismo che regola il funzionamento dell'apparecchio.
La prima osservazione da fare rispetto alla struttura del ventilatore a colonna riguarda le sue dimensioni. Uno degli aspetti preferiti dai consumatori è il fatto che l'ingombro di questa tipologia di ventilatori è decisamente limitato, quindi ciò li rende particolarmente adatti agli spazi ristretti. Come si evince dal nome, i ventilatori a colonna si sviluppano principalmente in altezza: il loro design ricorda un cilindro allungato e il diametro della base è solitamente molto ridotto. L'altezza massima è di circa 1.50 m, tuttavia è possibile trovare ventilatori a colonna più compatti ma ugualmente efficienti.Ventilatore a colonna dimensioni
Per quanto riguarda il suo funzionamento interno, invece, possiamo trovare in commercio due differenti tecnologie: le ventole o il cilindro rotante. Prima di osservare le differenze tra le due è necessario puntualizzare che, in entrambi i casi, l'azione refrigerante avviene grazie ad uno spostamento d'aria: i ventilatori infatti non rilasciano sostanze ma muovono l'aria calda. La differenza tra i ventilatori con ventola e i ventilatori con cilindro rotante è che nel primo caso l'aria fresca viene creata mediante il movimento della ventola, mentre nel secondo caso l'aria calda viene risucchiata dal cilindro e poi riespulsa. Entrambi i metodi di funzionamento sono molto efficienti, tuttavia i ventilatori a colonna con cilindro rotante sono più recenti: ciò implica che probabilmente saranno più multifunzionali e meno rumorosi.

2. Rotazione

Il secondo fattore che è necessario osservare quando si cerca un ventilatore a colonna è legato al tipo di rotazione compiuta dall'apparecchio ed alla possibilità di regolare velocità ed intensità.
Uno dei punti di forza del ventilatore a colonna è proprio il fatto che, mediante il movimento rotatorio, è possibile refrigerare gli ambienti in maniera uniforme; in questo modo si evitano i colpi d'aria e diminuisce il rischio di beccarsi uno spiacevole raffreddore estivo.
Il movimento rotatorio può solitamente essere regolato sia rispetto all'ampiezza dell'angolo sia rispetto alla velocità di rotazione. I migliori ventilatori a colonna riescono a ruotare completamente su loro stessi, compiendo un giro di 360°: ciò risulta molto utile nelle giornate più afose, poiché consente una diffusione omogenea della freschezza.Ventilatore a colonna intensità
Sul mercato è però possibile trovare ventilatori anche ventilatori a colonna che compiono una rotazione di minore ampiezza; il nostro consiglio è quindi di valutare attentamente questo aspetto così da soddisfare le vostre esigenze specifiche.
Importante inoltre ricordare che la rotazione può avvenire sia in senso orizzontale che in senso verticale: ciò consente all'apparecchio di variare il senso del flusso d'aria ad intervalli ritmici, così da agire in maniera uniforme in tutta la stanza.
Il grado di rotazione e l'intensità del flusso d'aria sono solitamente regolabili su tre diverse velocità, e ciò permette di sfruttare vari livelli di potenza in base all'intensità del caldo.

3. Funzioni

Il terzo fattore che è necessario osservare quando si cerca un ventilatore a colonna adatto alle proprie esigenze riguarda le funzioni integrate all'apparecchio. Rispetto ai classici ventilatori a piantana, quest'altra tipologia ha il vantaggio di possedere diversi programmi, molto utili per aumentare la versatilità e migliorare le prestazioni. Vediamo nel dettaglio quali sono le principali funzioni che è possibile trovare nei ventilatori a colonna e la loro effettiva utilità.

  • Timer: questa funzione è molto importante poiché consente di programmare accensione e spegnimento del ventilatore. Nonostante ad alcuni questo programma possa sembrare poco utile, in realtà la funzione timer aumenta moltissimo la praticità del ventilatore: pensate ad esempio alla possibilità di impostare l'attivazione dell'apparecchio nelle ore più calde del giorno, mentre voi riposate tranquillamente sul divanoVentilatore a colonna timer
  • Spegnimento automatico: lo spegnimento automatico è strettamente collegato alla funzione timer; solitamente, infatti, la presenza della prima modalità implica anche la presenza della seconda. È tuttavia possibile trovare ventilatori a colonna in cui non è presente la funzione timer ma solo quella di spegnimento automatico: ciò significa che l'attivazione dell'apparecchio dovrà essere realizzata manualmente e, trascorso un determinato lasso di tempo (variabile in base ai modelli), il ventilatore si spegnerà automaticamente. L'utilità di questa funzione risiede nella possibilità di lasciare l'apparecchio acceso senza doversi preoccupare dei consumi di corrente eccessivi
  • Comando a distanza: anche questa funzione risulta molto utile, poiché consentirà di regolare il ventilatore a colonna a distanza, mediante un pratico telecomando. Disponibile soprattutto nei modelli più avanzati, questo programma vi permetterà sia di accendere e spegnere l'apparecchio che di regolare l'intensità del flusso d'aria e l'ampiezza dell'angolo di rotazioneVentilatore a colonna comando a distanza
  • Display Led: Pur non essendo propriamente una funzione, abbiamo scelto di citare questo possibile componente aggiuntivo in questo paragrafo perché la sua eventuale presenza implica una maggiore facilità di settaggio delle impostazioni e dei comandi predefiniti. I ventilatori a colonna con display Led, infatti, saranno più versatili e semplici da utilizzareVentilatore a colonna display
  • Pulsanti dedicati: bisogna infine prendere in considerazione la quantità di pulsanti dell'apparecchio; i modelli migliori avranno diversi tasti, ognuno dedicato al settaggio di una specifica funzione. Ciò consentirà di usare il ventilatore in modo facile ed immediato, così da risparmiare tempo ed assicurarsi sempre le prestazioni desiderateVentilatore a colonna pulsanti

Ricordiamo che non tutti i modelli dispongono di tutte le funzioni citate in questo breve elenco e che i prodotti più multifunzionali appartengono solitamente ad una fascia di prezzo più alta. Anche la valutazione di questo fattore, quindi, dipende strettamente dalle proprie necessità e dal tipo di utilizzo che vorrete fare del ventilatore.

4. Praticità

L'ultimo fattore da prendere in esame quando si sceglie un ventilatore a colonna riguarda la praticità di utilizzo del prodotto. Con questo termine vogliamo includere quattro aspetti differenti: la rumorosità dell'apparecchio, la facilità di pulizia, la facilità di trasporto e la lunghezza del cavo di alimentazione. Osserveremo brevemente questi quattro elementi in modo da fornirvi un quadro il più completo possibile.Ventilatore a colonna praticità

Rumorosità

Uno dei punti critici dei ventilatori tradizionali rispetto agli impianti di condizionamento è proprio la rumorosità. Nei ventilatori a colonna di nuova generazione, tuttavia, l'emissione di decibel è molto limitata: le maggiori case produttrici, infatti, si sono appositamente specializzate nella realizzazione di modelli che riescono a coniugare efficienza e silenziosità. Una rumorosità bassa incide molto sulla praticità del ventilatore, poiché implica la possibilità di utilizzare il prodotto in ogni situazione, soprattutto nelle ore destinate al sonno. Questo aspetto dev'essere quindi preso attentamente in considerazione, specialmente se cercate qualcosa da utilizzare per lunghi lassi di tempo.

Facilità di pulizia

Un vantaggio dei ventilatori a colonna rispetto alle altre tipologie è la semplicità con cui il prodotto può essere spolverato e igienizzato. Basterà passare un'apposito panno antipolvere sull'apparecchio o utilizzare un aspiratore ed in pochi minuti sarà possibile eliminare i residui di sporco che, oltre ad essere antiestetici, potrebbero risultare dannosi per la salute, specialmente per chi è affetto da allergie o problemi respiratori.

Facilità di trasporto

Maneggevolezza ed ingombro limitato sono due caratteristiche fondamentali del ventilatore a colonna: questo prodotto, infatti, deve poter essere spostato con facilità da una stanza all'altra da qualsiasi membro della famiglia, senza sforzi eccessivi. Per semplificare il compito, molti ventilatori a torre dispongono di apposite maniglie collocate sulla parte posteriore o su quella superiore della colonna: tramite questi componenti sollevare il prodotto e trasportarlo nei diversi ambienti della casa sarà molto più semplice e rapido.Ventilatore a colonna maniglia

Lunghezza del cavo di alimentazione

Anche questo elemento incide sulla praticità di utilizzo: un cavo con una lunghezza maggiore implica che il prodotto potrà essere posizionato in ogni ambiente della casa, anche in quelli con poche prese di corrente. Con un cavo corto, invece, avrete bisogno di una prolunga aggiuntiva e ciò potrebbe risultare scomodo e ingombrante, oltre che pericoloso in presenza di bambini molto piccoli.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del ventilatore a colonna

I materiali sono importanti?

La maggior parte dei ventilatori a colonna viene realizzata con materiali standard: la parte esterna è solitamente in plastica dura, mentre all'interno si trovano componenti in acciaio. Rispetto a questo fattore, quindi, non esistono grandi differenze tra i vari modelli; l'unica accortezza da tenere presente è quella di assicurarsi che la plastica sia priva di sostanze tossiche e che sia di buona qualità. È importante dunque acquistare un prodotto molto resistente, così da ottimizzare la spesa: considerate, infatti, che questo accessorio deve poter sopportare un utilizzo intensivo per un lasso di tempo abbastanza lungo.

La marca è importante?

Il mercato degli accessori climatizzanti come i ventilatori è molto vasto, proprio per questo motivo è possibile trovare moltissime case produttrici, alcune più famose altre meno note. I marchi leader nel settore nel nostro paese sono sicuramente Rowenta, Klarstein, Clatronic e Samsung, tuttavia è possibile trovare numerosi altri brand che forniscono prodotti di alta qualità a prezzi decisamente competitivi. Il nostro consiglio è quello di diffidare di prodotti di marchi sconosciuti, poiché rischiate di acquistare qualcosa di poco funzionale realizzato con materiali di scarsa qualità. Prima di comprare il vostro ventilatore a colonna controllate sempre le opinioni dei consumatori che hanno già acquistato quel prodotto specifico: in questo modo potrete essere certi della qualità del prodotto pur non conoscendo il brand.

Il prezzo è importante?

I ventilatori a colonna sono prodotti che appartengono ad una fascia di prezzo media. Naturalmente sul mercato è possibile trovare sia modelli più costosi che modelli più economici: la differenza di prezzo dipende principalmente dalle funzioni integrate, dalla praticità e dalla qualità complessiva del prodotto. Ricordiamo che, specialmente online, allo stesso prezzo dei ventilatori a colonna si possono trovare alcuni termoventilatori, prodotti simili ai ventilatori rispetto alle caratteristiche strutturali ma differenti dal punto di vista funzionale (i termoventilatori, infatti, emanano principalmente aria calda: se cercate informazioni su questa categoria di prodotti potete dare un'occhiata alla nostra specifica guida all'acquisto). Il nostro consiglio in merito al fattore prezzo è quello di diffidare dai ventilatori a colonna molto economici, specialmente se prodotti da marchi poco conosciuti. Acquistando questi articoli si corre il rischio di comprare prodotti scadenti, difficili da pulire, poco potenti e non dotati di funzioni aggiuntive come il comando a distanza o lo spegnimento automatico. Meglio spendere qualcosa in più e assicurarsi un ventilatore a colonna che duri nel tempo e che possa reggere un utilizzo stagionale intensivo, piuttosto che comprare un modello di bassa qualità che dovrà essere sostituito dopo poco tempo!

Quali sono i migliori ventilatori a colonna del 2017?

La tabella dei migliori ventilatori a colonna del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
8,6 Klarstein Skyscraper 3G
89,99 €
Recensione
8,4 Rowenta VU6520 Eole Crystal
99,89 €
Recensione
7,8 Honeywell HO-5500RE4
90,42 €
Recensione
6,8 Honeywell HO-1100RE4
60,89 €
Recensione
8,8 Rowenta VU6555 Eole Crystal
129,95 €
Recensione

Ventilatori a colonna: tutti i prodotti recensiti

"Ventilatore a colonna": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Klarstein Skyscraper 3G

Miglior prezzo: 89,99€

Rowenta VU6520 Eole Crystal

Miglior prezzo: 99,89€

Honeywell HO-5500RE4

Miglior prezzo: 90,42€