Le migliori soundbar del 2017

Confronta le migliori soundbar del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

4 Fattori decisivi per la scelta della soundbar

1. Prestazioni

Le soundbar sono sempre più oggetto d'interesse da parte degli amanti dell'home cinema o di chi desidera ascoltare la propria musica preferita in alta qualità. Questo tipo di prodotto, dalla tipica forma oblunga e stretta, viene frequentemente utilizzato per amplificare schermi TV e i monitor dei nostri computer. Proprio a questo proposito, la tendenza a progettare schermi sempre più sottili e compatti ha di fatto sacrificato lo spazio dedicato agli altoparlanti: per questa ragione, la qualità audio di cui dispongono la maggior parte degli schermi ultrasottili attualmente in commercio può essere piuttosto insoddisfacente. Per poter godere di uno spettacolo audiovisivo di alto livello è necessario pensare ad un sistema di amplificazione audio di qualità, performante e possibilmente dalle dimensioni contenute, da incorporare al proprio schermo.Soundbar versatile e facile da installareLa soundbar nasce proprio per rispondere a questa particolare esigenza: è infatti per definizione un dispositivo sottile e facilmente associabile a qualsiasi schermo e in grado di offrire una possibilità di amplificazione ulteriore.

Un'offerta variegata

Nel mercato d'oggi troviamo soundbar con prezzi che variano dai 70 euro circa fino a toccare vette di 1500/2000 euro. Si tratta, infatti, di prodotti assai particolari e sofisticati, in grado di offrire varie soluzioni, livelli di prestazioni e funzioni particolari.
Se non si mette in dubbio l'appetibilità di questo prodotto per qualsiasi utente, d'altro canto siamo convinti che navigare questo mare di prodotti sia piuttosto complesso e richieda anche un certo grado di esperienza. Per aiutare i nostri lettori nella scelta di questo tipo di prodotto abbiamo creato un'apposita guida all'acquisto, con la quale proponiamo una serie di considerazioni utili per valutare la qualità di una soundbar.Soundbar - Soundbar ultima generazionePer questa ragione e soprattutto per razionalizzare e quindi semplificare il processo decisionale, abbiamo individuato quattro fattori che, a nostro avviso, giocano un ruolo molto importante nella scelta di una soundbar:

  • Prestazioni
  • Connettività
  • Feature
  • Struttura

Le prestazioni della soundbar: quali elementi valutare?

Considerando le finalità d'uso di questo tipo di prodotto, bisogna valutare alcuni dati relativi alle prestazioni che possiamo facilmente reperire tramite l'informativa offerta dal produttore. Andiamo a vedere questi elementi nel dettaglio.

Soundbar attiva o soundbar passiva?

Una primissima distinzione va fatta tra le cosiddette soundbar passive e quelle invece attive. Vediamo allora quali sono le differenze: le potete vedere riassunte nella tabella, e spiegate per esteso subito sotto.

 
Tipo
Descrizione
Passiva
Pro: versatile, può essere collegata ad amplificatori o altre casse
Contro: richiede esperienza
Attiva
Pro: include tutti i componenti, facile da installare e usare
Contro: limitante per chi è esperto nel settore e dispone di altre casse di qualità

Soundbar passiva

Le soundbar passive sono simili ad un altoparlante tradizionale, dunque avranno bisogno di un amplificatore esterno o di una scheda audio, all'occorrenza. Il principale vantaggio di questo tipo di soundbar consiste nella versatilità: infatti, queste soundbar possono essere collegate ad amplificatori di qualità, in combinazione con altre casse o, ancora, con un subwoofer.
D'altronde, per questo tipo di configurazioni sarà necessario un certo grado di conoscenza del settore nonché di esperienza pratica.

Soundbar attiva

Le soundbar attive incorporano tutti gli elementi necessari alla riproduzione audio, come ad esempio gli altoparlanti e l'amplificatore. Quelle attive sono le soundbar più comuni e diffuse, dal momento che basta collegarle al dispositivo che desideriamo amplificare perché queste funzionino correttamente.
Da un punto di vista hardware sono certamente una scelta ottimale, dal momento che sono poco ingombranti
e facili da installare.

Stereo e altoparlanti

La maggior parte dei dispositivi riproduce musica in formato stereofonico da almeno 2 speaker che rendono quanto più verosimile la percezione del suono.
Questa configurazione viene espressa con un valore numerico che solitamente possiamo leggere tra i dati tecnici della soundbar, ovvero il 2.0: il 2 indica la presenza di una coppia di altoparlanti mentre lo 0 indica l'assenza di un subwoofer. Vediamo ora quali sono le combinazioni possibili, mentre nel paragrafo seguente diremo qualcosa di più sul subwoofer.Soundbar - SpeakerCome dicevamo, sul mercato potremo trovare dispositivi contraddistinti da uno dei seguenti valori:

  • 2.0: come si diceva, la dotazione di due altoparlanti e nessun subwoofer
  • 2.1: con questo valore si indica una soundbar dotata di due altroparlanti frontali e un subwoofer
  • 5.1: questo, invece, fa riferimento a una soundbar dotate di 5 altoparlanti differenziati, in grado di generare l'effetto surround, e di un subwoofer
  • 7.1: una simile dotazione è probabilmente tra le più sofisticate per questo genere di prodotto, dal momento che troveremo ben 7 altoparlanti differenziati, capaci di offrire un notevole realismo nella percezione sonora, e naturalmente un subwoofer

A differenza degli impianti musicali HiFi, le varie sorgenti cui questi valori numerici fanno riferimento sono tutte riunite all'interno di un unico prodotto, la soundbar per l'appunto.
Naturalmente prodotti con 7 altoparlanti e un subwoofer saranno notevolmente più cari rispetto ad altri che dispongono più semplicemente di 2 altoparlanti: se foste interessati ad un'esperienza audiovisiva estremamente immersiva, allora una soundbar 7.1 fa certamente al caso vostro, ma non è detto che sia necessaria.Soundbar - Configurazione 5.1

Subwoofer

Tutte le soundbar hanno un obiettivo preciso, ovvero offrire un miglioramento sostanziale della riproduzione audio dei dispositivi a cui viene collegata, siano essi display TV, smartphone o tablet. Per questa ragione, disporre del subwoofer è sempre consigliabile: questo, infatti, permette di riprodurre le frequenze medio-basse e basse con una qualità che difficilmente una soundbar che ne è sprovvista sarebbe in grado di assicurare.
Quando presente, il subwoofer si presenta in due versioni: esterno o integrato. Il subwoofer esterno è il tipo certamente più comune in questo tipo di prodotto: in questo caso la soundbar avrà delle dimensioni sensibilmente minori e avremo la possibilità di posizionare il subwoofer all'interno del nostro ambiente dove più preferiamo, ottenendo la massima resa dal nostro impianto in relazione all'ambiente in cui è posta la nostra soundbar.Soundbar - Subwoofer esternoLe soundbar con subwoofer integrato vengono comunemente dette "soundplate" o "sounddeck": queste sono ben più grandi e pesanti rispetto all'altra tipologia, motivo per cui vengono spesso utilizzate come base del display.

Potenza

Le case produttrici, in genere, indicano le performance delle soundbar in watt: in particolare viene riportata la potenza massima di un prodotto.
Si tenga in considerazione che nel valutare la potenza di una soundbar bisogna avere ben presente la metratura dell'ambiente in cui si vuole installare il dispositivo e, soprattutto, l'uso che ne vogliamo fare: se ad esempio intendiamo utilizzarlo per l'ascolto della radio, per amplificare la nostra TV o invece per animare una festa.
In generale, qualsiasi siano le nostre necessità, bisognerebbe acquistare modelli con un potenza che si aggiri intorno ai 200-300 watt e preferibilmente non al di sotto di questi valori: è sempre consigliabile, infatti, disporre di potenza ulteriore anche se non abbiamo in mente di usare volumi eccessivi, dal momento che un dispositivo di riproduzione musicale portato costantemente ai propri limiti per qualsiasi tipo di ascolto potrebbe dare risultati non proprio soddisfacenti.Soundbar - PotenzaNaturalmente, a potenza maggiore corrisponde solitamente un prezzo superiore. Possiamo trovare modelli con una potenza che varia da un minimo di 50-100 watt fino a prodotti molto performanti che toccano punte di 700 watt.

2. Connettività

Arriviamo ora a considerare il secondo fattore decisivo ai fini della valutazione di una soundbar: la connettività, ovvero l'insieme delle varie porte di collegamento di cui può disporre il prodotto in esame, svolge un ruolo essenziale nel determinare le possibilità di utilizzo di una soundbar.
Gli ingressi e le possibili connessioni comunemente presenti in una soundbar sono:

  • Ingresso jack 3,5 mm
  • Coassiale
  • Ottica
  • WLAN
  • Bluetooth
  • NFC
  • USB
  • HDMI

Le caratteristiche salienti e le possibilità offerte da ciascun tipo di ingresso saranno spiegate nel dettaglio nelle prossime sezioni, e potete anche vederle riassunte nella tabella qui sotto.

 
Tipologia
Sistema di connessione
Possibilità di utilizzo
Ingresso jack 3,5 mm
Cavo con jack 3,5 mm

Sarà possibile collegare un grandissimo numero di dispositivi come computer, schermi televisivi e molto altro ancora
Coassiale
Cavo analogicoCollegamento a decoder, lettore Blu-ray o DVD
Ottico
Digitale via cavo cavo di fibra ottica

Gestione ottimale del solo comparto audio. Adatta per TV, console, decoder, ecc.
WLAN
Wireless, priva di cavi, solamente locale Possibilità di collegamento di tutti i dispositivi abilitati (mobili e fissi)
Bluetooth
Wireless, del tutto priva di caviÈ possibile il collegamento per amplificare dispositivi mobili e non. È previsto anche il controllo remoto della soundbar
NFC
Connessione wireless per la trasmissione dati tramite contatto di dispositivi abilitatiMolto comune negli smartphone e molto veloce
USB
Ingresso USB per chiavi e dispositivi di archiviazioneConnessione per la riproduzione o per il collegamento a computer. In caso di riproduzione diretta verificare la compatibilità della nostra soundbar
HDMI
Connessione digitale, via cavo HDMIIngresso per il collegamento a display, computer, console e lettori DVD o Blu-ray

Ingresso jack 3,5 mm

Questo tipo d'ingresso prevede l'utilizzo di cavo jack, per l'appunto. Si tratta di un tipo di connessione molto comune e semplice da utilizzare, assai diffusa in altri apparecchi mobili e non ed, essendo tramite cavo, è stabile e affidabile.

Possibilità d'uso

Con questo tipo di connessione sarà possibile collegare un grandissimo numero di dispositivi mobili come ad esempio smartphone, che utilizziamo per la riproduzione musicale, o i tablet, con i quali è possibile fruire di materiale audiovisivo. Tramite questa connessione sarà inoltre possibile collegare anche dispositivi fissi come computer, schermi televisivi e molto altro ancora.

Coassiale

Anche in questo caso avremo a che fare con un tipo di connessione tramite cavo. Si tratta di un cavo piuttosto spesso, utilizzato nei sistemi di trasmissione del segnale video analogico, ad esempio, o per le trasmissioni digitali.

Possibilità d'uso

Questo tipo di cavo è molto importante se decidiamo di utilizzare la soundbar insieme ad una televisione, per esempio: in questo caso dovremo collegare la soundbar al decoder in nostro possesso per poter amplificare il segnale audio delle nostre trasmissioni preferite. Similmente, nel caso in cui volessimo collegare la nostra soundbar ad un lettore DVD dovremo verificare che questo disponga di output coassiale.

Ottica

La connessione audio ottica è poco nota, sebbene questa sia presente nella maggior parte dei dispositivi elettronici che utilizziamo. Questo tipo di connessione avviene tramite cavi di fibra ottica attraverso cui viaggiano i segnali nella forma di impulsi laser generati da LED.
Il segnale è quindi trasmesso digitalmente e viene in seguito separato analogicamente nei vari canali degli altoparlanti.

Possibilità d'uso

Tramite questo tipo di connessione potremo ottenere una gestione del comparto audio assai efficiente, in grado di eliminare ronzii fastidiosi e di garantire una qualità audio di alto livello. Ad esempio, potremo connettere il display TV alla sorgente del segnale tramite cavo HDMI, così da assicurare una buona qualità video, e utilizzeremo la trasmissione ottica esclusivamente per la componente audio.

WLAN

La connessione WLAN (Wireless Local Area Network) è una connessione wireless, ovvero una connessione che prevede la trasmissione di segnale senza l'utilizzo di cavi di collegamento.

Possibilità d'uso

Utilizzando la connessione wireless potremo ad esempio collegare tutti i dispositivi in nostro possesso che dispongono anch'essi di connessione WLAN, risparmiandoci noiosi collegamenti via cavo e riducendo l'ingombro.

Bluetooth

La connessione Bluetooth non necessita forse di alcuna introduzione ai nostri lettori: molto comune e nota, questo tipo di connessione fa del tutto a meno di cavi o di connessioni fisiche. La maggior parte dei dispositivi mobili (smartphone, tablet, lettori mp3, ecc.) dispongono di questo tipo di connessione e anche alcuni schermi TV di ultima generazione.

Possibilità d'uso

Tramite la connessione Bluetooth non soltanto sarà possibile collegare la nostra soundbar a qualsiasi dispositivo mobile o fisso per amplificarlo, ma in alcuni casi tramite questa connessione sarà possibile controllare la soundbar da remoto.

NFC

La connessione NFC (Near Field Communication) è un tipo di tecnologia per la trasmissione dati assai innovativa. Con questo tipo di connessione potremo collegare i dispositivi elettronici abilitati con la nostra soundbar mettendoli in contatto. Una volta collegati, i due dispositivi dovranno rimanere però a breve distanza l'uno dall'altro.

Possibilità d'uso

La maggior parte degli smartphone in commercio dispone di questo tecnologia: con questo tipo di connessione sarà possibile collegare il proprio dispositivo alla soundbar senza bisogno di lunghe configurazioni o dover impostare nulla. Con un semplice gesto i dispositivi saranno subito connessi. Se avete in mente di utilizzare la soundbar per vari scopi e per collegarla a varie fonti, la tecnologia NFC fa certamente al caso vostro.

USB

Questa dotazione è molto importante se abbiamo in mente di utilizzare la nostra soundbar per riprodurre direttamente i nostri brani e file audio o di collegarla al computer portatile, dal momento che le porte USB sono diffusissime in questo tipo di dispositivi.

HDMI

Si tratta di un altro ingresso molto comune, che può essere usato per collegare la soundbar a display, computer, console e lettori DVD o Blu-ray.

Possibilità d'uso

La connessione tramite ingresso USB può essere utilizzata per tanti scopi: tra questi la riproduzione di file audio direttamente dalla soundbar, inserendo all'interno dell'ingresso USB un'apposita penna USB, o, invece, per collegare la nostra soundbar al nostro notebook per poter migliorarne la qualità audio.

Gli ingressi di cui sopra permettono di utilizzare la stessa soundbar in modo diversificato ed eterogeneo, come radio, ad esempio, oltre che come amplificatore per display TV o per i propri dispositivi mobili.

3. Feature

Come si è appena visto, la connettività e gli ingressi a nostra disposizione svolgono un ruolo molto importante nel determinare la qualità di una soundbar. Andiamo ora a vedere le feature che caratterizzano e rendono unici i vari modelli che possiamo trovare in commercio.

Controllo remoto

La possibilità di disporre di un telecomando appositamente pensato per controllare a distanza la nostra soundbar è un elemento molto utile. Alcune soundbar poi permettono il controllo remoto anche tramite smartphone e altri dispositivi mobili, semplicemente scaricando un'applicazione e utilizzandola per controllare la soundbar stando comodamente seduti sul nostro divano.

Display

In alcuni modelli è presente un comodo display LED a segmenti, posto di solito in posizione frontale, che permette di visualizzare alcune informazioni utili come per esempio il canale da cui si sta riproducendo l'audio o il livello del volume.Soundbar - DisplayIl display frontale potrebbe rivelarsi utile per più di un utente e semplificare molto l'utilizzo della soundbar.

Riproduzione diretta

Alcune soundbar funzionano come veri e propri stereo completamente autonomi, offrendo all'utente la possibilità di riprodurre i brani senza la mediazione di altri dispositivi. In dispositivi di questo tipo sarà importante verificare i tipi d'ingressi presenti e naturalmente la compatibilità con i vari file digitali. Infatti, dovremmo assolutamente controllare che la nostra soundbar sia in grado di leggerli e riprodurli.
Tra i vari formati che potremmo trovare a nostra disposizione si tengano presenti gli mp3, i WMA, gli AAC, i WAV e i FLAC.

Altre feature utili

I vari produttori sono attenti a dotare le soundbar di particolari funzioni in grado di offrire il massimo della qualità audio all'ascoltatore: la sfida, infatti, è quella di competere con i sistemi HiFi.
Per questa ragione sono molto apprezzate le funzioni extra che solitamente possiamo trovare nei prodotti di buona qualità, come ad esempio sistemi per l'isolamento delle tracce vocali o altre funzioni specificamente pensate per migliorare la resa delle frequenze basse e medio-basse. Nelle singole recensioni commenteremo, qualora presenti, queste funzioni specifiche offrendone una spiegazione esaustiva.

4. Struttura

Ultimo ma non meno importante, analizziamo il profilo strutturale delle soundbar, considerando il numero di elementi extra presenti in-box - come si usa dire in gergo - ovvero direttamente all'interno dello scatola, la dimensione della soundbar e il suo peso.Soundbar - Funzioni

Come avevamo detto all'inizio di questa guida all'acquisto, le dimensioni ridotte e la praticità della loro installazione all'interno di un'ambiente domestico sono il principale motivo per cui le soundbar vengono preferite ai ben più ingombranti sistemi HiFi.

Speaker e subwoofer

Per quanto riguarda il numero di elementi disponibili, in alcune soundbar è possibile trovare degli speaker in aggiunta al corpo principale della soundbar e/o il subwoofer - come si diceva all'inizio di questa guida.
La dotazione di bocche sonore ulteriori può essere molto utile: potere distribuire all'interno dei nostri ambienti gli speaker e il subwoofer può aiutare a rendere più omogenea diffusione del suono all'interno dello spazio e soprattutto a differenziare l'origine delle frequenze alte da quelle basse.

Dimensioni

Le dimensioni della soundbar possono variare profondamente da modello a modello e considerarle attentamente può essere cruciale per poter scegliere il prodotto che si confà maggiormente alle vostre esigenze.
Un prodotto con una profondità ridotta, per esempio, sarà più semplice da incassare al di sotto del nostro schermo, mentre una soundbar eccessivamente larga potrebbe essere difficilmente collocabile.Soundbar - Dimensioni

Nei dati resi disponibili dai produttori, le dimensioni della soundbar vengono solitamente misurate in cm. In media, i modelli relativamente piccoli hanno dimensioni di circa 70 x 4 x 5 cm, sono dunque facili da installare anche in spazi non molto ampi, mentre modelli più grandi possono anche toccare o addirittura superare i 130 x 12 x 14 cm.

Peso

Infine consideriamo il peso di questi prodotti. Valutare questo aspetto può essere molto importante se, ad esempio, intendiamo installare la soundbar in posizione elevata. In questo caso bisognerà verificare anzitutto, oltre al peso, la presenza di supporti in grado di reggere in modo stabile la nostra soundbar ovunque noi decidiamo di disporla.
Se, invece, decidessimo di posizionarla sopra una superficie, sarà necessario controllare che sulla base siano presenti dei supporti predisposti a reggere il corpo della soundbar.
In generale e soprattutto quando ciò sia possibile, per avere una resa migliore è sempre preferibile posizionare la soundbar in una posizione elevata, così da diffondere il suono in modo più uniforme all'interno dell'ambiente.Soundbar - Supporti di appoggioPer quanto riguarda il peso, in media una soundbar può pesare dai 2-2,5 kg circa fino ai 10 kg, in alcuni casi anche superando questa soglia.
In conclusione, va sottolineato come nel valutare questo elemento si debba tenere presente che un prodotto più sofisticato, in genere, tende a pesare maggiormente.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta della soundbar

I materiali sono importanti?

In generale, la qualità dei prodotti di elettronica di consumo è fortemente influenzata dai materiali con cui questi vengono realizzati, così come dai processi manifatturieri. Sebbene i produttori non diano informazioni su quali siano i materiali utilizzati nella realizzazione delle soundbar, con una certa approssimazione è possibile dire che all'esterno il prodotto è rivestito da una scocca di plastica dura, per proteggerlo da eventuali urti, e in corrispondenza delle casse sono normalmente posti dei filtri per evitare che la polvere possa insinuarsi all'interno rischiando di danneggiare i componenti.
I materiali di cui è composta la soundbar hanno una certa importanza anche dal punto di vista estetico: una scocca esterna realizzata con materiali scadenti, ad esempio, potrebbe danneggiarsi o usurarsi in fretta e risultare sgradevole sotto questo aspetto.

La marca è importante?

Anche in questo caso il brand è una prima traccia da seguire per avere garantito un acquisto che sia di qualità e in grado di soddisfare le nostre aspettative. Affidarsi a brand poco conosciuti può certamente essere ragione di risparmio ma, ad ogni modo, una casa poco nota potrebbe non solamente offrire prodotti di qualità bassa ma anche mancare completamente dal punto di vista dell'assistenza tecnica. Per questa ragione è bene optare per i marchi più noti e prestigiosi: tra questi citiamo Pioneer, Sharp, Panasonic, Blaupunkt, Auvisio, JBL, Bose, Canton, Sony, Yamaha, Philips, Samsung, LG.

Il prezzo è importante?

Qualsiasi scelta d'acquisto abbiate in mente, la primissima considerazione da fare riguarda il vostro budget: questa prima indicazione è infatti imprescindibile per poter avere il prodotto che più fa per voi. A questo proposito è possibile suddividere le offerte presenti sul mercato in tre fasce di prezzo:

  • Fascia bassa: spendendo una cifra che si aggira tra 70 e i 140 euro , la cosiddetta spesa d'ingresso, troverete prodotti di buona qualità con una potenza limitata (50-100 watt) e una configurazione tipo 2.1
  • Fascia media: con una spesa che va dai 150 ai 400 euro potrete già aggiudicarvi un prodotto molto performante in grado di arricchire esponenzialmente l'esperienza audiovisiva
  • Fascia alta: i prodotti con un costo superiore ai 500 euro, che può arrivare a toccare anche i 2000 euro, sono particolarmente sofisticati e hanno configurazioni tipo 5.1 o 7.1 con una potenza che arriva anche al di sopra dei 300 watt

Quali sono le migliori soundbar del 2017?

La tabella delle migliori soundbar del 2017 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
8,9 Panasonic SC-HTB485
290,00 €
Recensione
8 Samsung HW-J355
116,51 €
Recensione
7,3 Samsung HW-J250
79,99 €
Recensione
6,9 TaoTronics TT-SK15
71,99 €
Recensione
7,8 Yamaha YAS-105
169,99 €
Recensione

Soundbar: tutti i prodotti recensiti

"Soundbar": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Panasonic SC-HTB485

Miglior prezzo: 290,00€

Samsung HW-J355

Miglior prezzo: 116,51€

Samsung HW-J250

Miglior prezzo: 79,99€