I migliori smartwatch del 2017

Confronta i migliori smartwatch del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

I 5 Fattori decisivi per la scelta dello smartwatch

1. Funzioni

Nonostante i primi prototipi di orologio digitale intelligente risalgano agli anni '70, solo recentemente è avvenuta una vera e propria esplosione sul mercato di vari prodotti che cercano di rendere sempre più semplice la gestione e il monitoraggio delle proprie attività quotidiane. Oggi è possibile indossare questi piccoli concentrati di tecnologia e sfruttare dispositivi che si avvicinano sempre più a mini computer, con funzioni che vengono implementate e ampliate di anno in anno.

A che cosa serve uno smartwatch?

Va premesso che, per funzionare correttamente e sfruttare al massimo le proprie potenzialità, uno smartwatch necessita di uno smartphone a cui essere associato. La maggior parte dei prodotti tecnologici indossabili (chiamati anche "wearable") sono infatti legati a dispositivi più potenti e di dimensioni maggiori, che permettono di gestirne molte funzioni. Senza questa connessione, gli smartwatch sarebbero privati della maggior parte delle loro caratteristiche e non potrebbero assolvere a un gran numero di funzionalità utili.
In generale, gli smartwatch possono essere considerati un'estensione di smartphone e tablet, in grado non solo di replicarne alcune funzioni, ma anche di migliorarle.

Smartwatch display

Quali sono le funzioni principali di uno smartwatch?

La quantità di compiti a cui uno smartwatch è in grado di assolvere diventa sempre più nutrita e impressionante. Se fino a pochi anni fa ricevere una notifica di chiamata sul proprio orologio poteva sembrare un'utopia futuristica, oggi è invece possibile registrarvi ogni dettaglio della propria giornata. Vediamo qui di seguito le funzioni principali offerte dagli smartwatch di ultima generazione:

  • Notifiche: la funzione più basilare in assoluto, offerta anche dai prodotti di fascia bassa, permette di visualizzare una notifica sul proprio smartwatch quando si ricevono telefonate, messaggi su varie piattaforme (come WhatsApp e Skype) o e-mail;
  • Calendario e To Do List: permette di tener traccia di tutti i propri impegni e ricevere avvisi con un certo anticipo per non mancare alcun appuntamento o scordare ricorrenze importanti;
  • Musica: mediante il piccolo display di uno smartwatch è possibile gestire le vostre playlist preferite e selezionare rapidamente il brano da riprodurre;
  • Controlli vocali: ormai la maggior parte degli smartwatch di fascia media e alta include la possibilità di dare comandi vocali riconosciuti dal dispositivo, in grado di eseguire svariate operazioni senza bisogno di alcun gesto da parte dell'utente;
  • Annotazioni: sempre sfruttando il sistema di riconoscimento vocale, alcuni smartwatch di ultima generazione offrono la possibilità di memorizzare annotazioni. È sufficiente selezionare l'apposita applicazione e parlare, mentre il dispositivo traduce le nostre parole in testo scritto, che verrà sincronizzato anche con smartphone, tablet e computer;
  • Mappe: sfruttando la connessione con lo smartphone o il GPS integrato, è possibile visualizzare la propria posizione attuale o quella del luogo di un appuntamento salvato sul calendario, ottenendo indicazioni rapide e precise;

Smartwatch funzioni

  • Pagamenti: questa opzione è presente solo nei dispositivi più recenti e di fascia alta, e permette di pagare attraverso un semplice tocco sul proprio smartwatch (in grado di riconoscere le impronte digitali del proprietario), senza dover estrarre dal portafoglio alcuna carta di credito. Oltre che nei negozi online, questa funzione è particolarmente utile anche in quelli fisici, che però devono essere abilitati a questo tipo di pagamento sicuro;
  • Activity tracker: una delle funzioni più richieste in assoluto, permette di tener traccia della propria attività fisica durante ogni momento della giornata. Può fornire informazioni come il numero di passi quotidiano, la frequenza cardiaca, il percorso effettuato durante sessioni d'allenamento, le calorie consumate e molto altro ancora;
  • Monitoraggio del sonno e sveglia: permette di controllare non solo il numero di ore di riposo, ma anche la qualità del sonno (solo nei prodotti di fascia alta). Alcuni modelli offrono anche la possibilità di impostare sveglie silenziose che funzionano con una semplice vibrazione e assicurano un risveglio dolce;
  • SOS: una delle funzioni più utili a livello personale e sociale, permette di chiamare automaticamente un numero di emergenza locale o uno dei contatti della propria rubrica precedentemente selezionato per ricevere assistenza immediata;
  • News: permette di rimanere aggiornati sugli ultimi avvenimenti, attraverso alcune tra le maggiori testate e agenzie di stampa internazionali;
  • Meteo: mostra le previsioni meteo e le temperature in tempo reale;
  • Relax: nei modelli di fascia alta che includono anche un sensore per misurare la frequenza cardiaca, questa funzione offre sessioni di respirazione profonda guidata, ideale per rilassarsi anche solo per un paio di minuti, nei momenti più stressanti della giornata.

Smartwatch design

2. Display

A seconda del modello e della fascia di prezzo del prodotto sono disponibili diversi tipi di display, che variano in forma, dimensioni e tecnologia di costruzione. La possibilità di sfruttare uno schermo touch a colori, invece, non è in genere subordinata al costo del prodotto: anche i modelli più economici, infatti, dispongono di un display touch che permette di navigare facilmente tra le varie opzioni.
Per quanto riguarda la forma, sono disponibili sia scocche rettangolari che rotonde. Le prime sono decisamente più diffuse, in quanto sono maggiormente associate a un design moderno e funzionale, e possono di fatto risultare molto più pratiche nel caso si disponga di un touchscreen. La cassa rotonda invece è più legata a una scelta stilistica, offrendo smartwatch che assomigliano in tutto agli orologi tradizionali e rappresentando un ottimo compromesso per gli amanti dell'analogico che non vogliono rinunciare a tutte le funzionalità offerte dalla tecnologia moderna.
Anche le dimensioni del display possono variare, anche se generalmente le misure standard per gli smartwatch con scocca rettangolare spaziano tra i 38 e i 42 mm, mentre il diametro di quelli con display rotondo si aggira intorno ai 30-33 mm.

Smartwatch display rotondo
Per quanto riguarda invece la tecnologia di costruzione, la maggior parte dei dispositivi attualmente in commercio sfrutta display AMOLED, OLED oppure IPS. Vediamo le principali caratteristiche di ciascuna:

  • IPS: la tecnologia più datata tra queste tre, nonostante offra una definizione migliore rispetto ai classici LED, richiede una forte retroilluminazione, consumando più energia rispetto agli standard di costruzione più recenti. Richiede inoltre un maggiore spazio, il che si traduce inevitabilmente in un design più ingombrante;
  • OLED: con questa tecnologia ogni singolo pixel è composto da materiale organico in grado di illuminarsi indipendentemente da tutti gli altri, quando stimolato da un impulso elettrico. Questo si traduce in un'ottima definizione e nella possibilità di regolare l'illuminazione dello schermo con grande precisione;
  • AMOLED: questa tecnologia è un avanzamento della OLED ed è tra le più popolari nei dispositivi indossabili di fascia medio-alta, dato che offre non solo un'ottima luminosità e definizione, ma anche una grande versatilità per quanto riguarda le dimensioni dello schermo. Rispetto alla tecnologia OLED offre una migliore visualizzazione dei neri e una maggiore efficienza energetica. È dunque particolarmente utile per prodotti piccoli e sottili come gli smartwatch.

3. Connettività

Come tutti i dispositivi intelligenti, anche gli smartwatch richiedono un buon livello di connettività per poter essere utilizzati efficacemente. Ovviamente sono particolarmente importanti le connessioni senza fili, che non possono mancare per assicurare una sincronizzazione efficace e una risposta rapida da parte del dispositivo.
Di norma tutti gli smartwatch sono in possesso della tecnologia Bluetooth, uno standard ormai universale che assicura un collegamento semplice da stabilire e abbastanza stabile (anche se i modelli particolarmente economici potrebbero presentare qualche mancanza da questo punto di vista). È importante anche valutare la versione supportata e l'eventuale compatibilità con standard più datati o più recenti, a seconda del modello di smartphone che si possiede.

Smartwatch sistema operativo
Molti dispongono poi della possibilità di connettersi direttamente alle reti Wi-Fi, una funzione molto utile soprattutto quando ci si trova in ambienti domestici dove è presente una rete fissa. I punti di accesso pubblici potrebbero invece non essere una scelta molto vantaggiosa, dato che anche gli smartwatch di fascia più alta supportano solo lo standard Single Band.
Infine, svariati modelli in ogni fascia di prezzo presentano uno slot per scheda SIM, particolarmente utile per chi cerca una connessione sempre stabile anche in mobilità. Questo, per contro, si traduce in costi aggiuntivi per un abbonamento supplementare con il proprio operatore telefonico preferito.

Per quanto riguarda invece le connessioni fisiche, va fatta ancora una volta una distinzione a seconda della fascia di prezzo del prodotto. Se gli smartwatch più economici sfruttano ancora i classici cavi USB, infatti, quelli di ultima generazione più costosi si limitano a cavi proprietari utilizzati esclusivamente per la ricarica della batteria.

4. Batteria

Un elemento fondamentale da considerare nella scelta di uno smartwatch è l'autonomia consentita dalla batteria. Le numerose funzioni offerte, lo schermo costantemente illuminato e la continua connessione ad altri dispositivi richiede infatti una grande quantità di energia, il che può portare al rischio di consumare la batteria molto in fretta, trovandosi a metà giornata con uno smartwatch inutilizzabile.
La durata della batteria non dipende necessariamente dalla fascia di prezzo: esistono infatti prodotti molto costosi che non durano più di 18 ore (considerando un utilizzo mediamente intenso e continuativo), mentre altri arrivano anche a 3-4 giorni. Difficilmente si superano queste stime, che comunque assicurano un'autonomia assolutamente accettabile, considerando che molti smartphone vanno caricati praticamente ogni giorno.
La maggior parte dei dispositivi in commercio richiede circa 2-3 ore per una ricarica completa. Un fattore molto importante da considerare è, inoltre, che gli smartwatch di marchi particolarmente blasonati possono essere ricaricati solo attraverso cavi proprietari, mentre potrebbero essere danneggiati se si provassero a utilizzare metodi di ricarica alternativi.

Smartwatch cassa

5. Design

Essendo un prodotto indossabile, lo smartwatch deve essere anche un dispositivo dal design curato, che possa adattarsi allo stile personale di ogni utente.
Una grandissima flessibilità e svariete possibilità di personalizzazione sono offerte soprattutto dai grandi marchi, che non solo prestano una particolare attenzione al design della cassa dell'orologio, ma offrono anche un gran numero di cinturini in svariati materiali, adatti a ogni occasione. Se si scelgono smartwatch di fascia molto alta, si potranno facilmente trovare accessori disegnati da terze parti illustri (Rolex, per esempio, ha prodotto una serie di cinturini pensati esclusivamente per l'Apple Watch).
Vanno inoltre considerati il peso e lo spessore dello smartwatch, che influiscono notevolmente sul comfort durante le svariate ore di utilizzo quotidiano. Come abbiamo accennato sopra, infine, si possono scegliere forme della cassa diverse (rettangolari o rotonde), a seconda dei propri gusti.

Smartwatch cinturino

Il prezzo è importante?

Come abbiamo sottolineato più volte nel testo, in molti casi il prezzo fa la differenza. La variazione di costo tra i vari smartwatch è davvero impressionante, considerando che si passa da una fascia economica che si aggira tra i 10 e i 30 €, a una fascia media che si attesta sui 250 , fino a una fascia alta che arriva fino ai 400 €. In generale, si nota una certa scarsità di prodotti di fascia media, costringendo spesso l'utente a scegliere tra dispositivi veramente basilari (utili solo per ricevere notifiche dal proprio smartphone) e prodotti tecnologicamente molto avanzati, che includono decine di funzioni diverse.
Se non si cerca altro che uno smartwatch che mostri un avviso quando si riceve una chiamata o un messaggio, si può tranquillamente spendere una cifra molto ridotta ed essere soddisfatti del risultato. Chiunque cercasse un prodotto completo, dovrebbe invece investire somme molto più rilevanti.

I materiali sono importanti?

Essendo un dispositivo indossabile che deve verosimilmente resistere a svariati urti quotidiani, a graffi e schizzi d'acqua, è preferibile orientarsi su uno smartwatch costruito con materiali resistenti. Ovviamente è difficile trovare prodotti di fascia economica che assicurano una particolare robustezza, mentre tra quelli più costosi è normale trovare scocche in alluminio, casse resistenti all'acqua fino a svariati metri di profondità e schermi in Gorilla Glass, un materiale estremamente resistente.
Molto dipende dunque dalle esigenze dell'utente e dal budget a disposizione, ma anche nel caso in cui si optasse per materiali plastici, consigliamo di assicurarsi che non siano troppo leggeri e sottili.

La marca è importante?

Sono relativamente pochi i marchi che attualmente producono smartwatch veri e propri (molti produttori si focalizzano infatti solo sugli activity tracker). La grande battaglia si disputa in questo caso tra dispositivi Apple e Android: anche se entrambi offrono un certo livello di compatibilità con la concorrenza, infatti, i sistemi di sincronizzazione pensati per ottimizzare la produttività e aumentare la semplicità di utilizzo per l'utente rimangono molto legati al sistema operativo sfruttato dal dispositivo. Questo vale soprattutto per i prodotti di fascia alta, che normalmente vengono acquistati come complemento a uno smartphone dello stesso marchio. Quando si tratta invece di smartwatch economici, è possibile trovare alternative con un buon livello di compatibilità sia con i dispositivi Apple che con quelli che sfruttano Android.

Quali sono i migliori smartwatch del 2017?

La tabella dei migliori smartwatch del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
9 Apple Watch Series 3 349,00 € Recensione
8,8 Samsung Gear S3 Frontier Bluetooth 293,50 € Recensione
8,3 Sony 3 SWR50 78,27 € Recensione
7,8 Willful SW016 20,00 € Recensione
8,5 Huawei Watch 2 Bluetooth 199,90 € Recensione

Smartwatch: tutti i prodotti recensiti

"Smartwatch": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore in assoluto

Apple Watch Series 3

Miglior prezzo: 349,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Samsung Gear S3 Frontier Bluetooth

Miglior prezzo: 293,50€

Il più venduto

Sony 3 SWR50

Miglior prezzo: 78,27€