I migliori router WiFi portatili del 2017

Confronta i migliori router WiFi portatili del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

4 Fattori decisivi per la scelta del router WiFi portatile

1. Rete

Un router WiFi portatile (chiamato anche "MiFi" o "hotspot mobile") è un utile dispositivo "da viaggio" che, sfruttando le reti di telefonia mobile, permette a chi lo usa di creare la propria rete WiFi ovunque si trovi. A differenza di una pennetta WiFi, che permette di connettere in rete solamente un dispositivo, tipicamente un noteboook, il router WiFi portatile permette di connettere dispositivi multipli a un'unica connessione, proprio come a casa con la propria ADSL.
Router WiFi portatilePer questo le primissime considerazioni che andrebbero fatte quando si sceglie quale router WiFi comprare devono riguardare proprio il tipo di reti che il router può sfruttare e con quali operatori telefonici sia compatibile.

Tecnologia

Le reti di telefonia mobile sfruttano oggi diverse tecnologie, che differiscono l'una dall'altra per copertura e per velocità di navigazione. Le tecnologie oggi in uso sono 3G, 4G e 4G+, le cui caratteristiche possiamo così riassumere:

  • 3G: raggiunge una velocità di download massima teoretica di 7,2 Mbps, copertura del territorio eccellente
  • 4G: raggiunge una velocità di download massima teoretica di 21,6 Mbps, copertura del territorio buona (in avanzamento)
  • 4G+: raggiunge una velocità di download massima teoretica di 150 Mbps, copertura del territorio discreta (in avanzamento)

Il compromesso che dovete dunque considerare è proprio quello tra performance e copertura: premesso che potete comunque usare una SIM 3G in un router WiFi portatile 4G o 4G+, se usate una SIM 4G o 4G+ potrete sfruttare le maggiori velocità di navigazione solo in quelle aree coperte da questa tecnologia (e navigare più lentamente nelle aree non coperte). Questa è la situazione attuale per quanto riguarda la copertura del territorio per le reti 4G dei quattro principali operatori italiani (dati OpenSignal, gennaio/marzo 2016):Router WiFi portatile copertura reti 4G

Operatori

Un'altra scelta molto importante è quella tra acquistare un router WiFi portatile "sbloccato", senza SIM inclusa e compatibile con schedine di qualunque operatore scegliate, oppure "bloccati", venduti cioè da un operatore telefonico e vincolato alla SIM inclusa all'acquisto. Entrambe le scelte presentano vantaggi e svantaggi:

 
Pro
Contro
Bloccato• Facile da attivare
• Economico nell'immediato
• Contratti vincolanti per due anni
• Vincolo alle tariffe roaming dell'operatore all'estero
• Costo finale superiore
Sbloccato• Costo finale inferiore
• Si può cambiare operatore a piacere
• Si possono usare anche SIM straniere
• Bisogna cercare da soli la tariffa ideale per sé

È dunque evidente che la scelta di un router WiFi portatile sbloccato o bloccato dipende moltissimo dalle vostre necessità: se viaggiate molto soltanto in Italia vi troverete probabilmente bene anche con un dispositivo bloccato, ma se trascorrete lunghi periodi all'estero potrebbe convenirvi un router sbloccato con cui utilizzare una SIM locale.
Router WiFi portatile SIM datiNella scelta dell'operatore, sia che scegliate un dispositivo bloccato che uno sbloccato, dovete comunque sempre tenere presente che vi sono operatori che offrono velocità di navigazione più elevate rispetto ad altri, anche a pari tecnologia utilizzata. Limitandoci ai quattro maggiori operatori (3, TIM, Vodafone e Wind), questa è la situazione per quanto riguarda le velocità di download su rete 3G (dati OpenSignal, gennaio/marzo 2016):
Router WiFi portatile velocità operatori 3G
E questa invece è la situazione della velocità in download su rete 4G (dati OpenSignal, gennaio/marzo 2016):
Router WiFi portatile velocita operatori 4G

2. Batteria

Poiché si tratta di un dispositivo da viaggio, il router WiFi portatile è alimentato a batteria. Si tratta di una batteria simile a quella in dotazione ai moderni smartphone, agli ioni di litio, dalla lunga autonomia e a ricarica relativamente rapida. Non tutte le batterie sono uguali, però, e l'autonomia di funzionamento di un router WiFi portatile può variare anche di molto da modello a modello: basti pensare che tra gli esemplari oggi in commercio l'autonomia va da un minimo di 6 ore a un massimo di 12 ore.
Router WiFi portatile batteriaL'autonomia di una batteria è determinata dai mAh (milliAmpere/ora): ecco allora che le batterie da 2000 mAh circa durano intorno alle 6 ore, mentre quelle da 4000 mAh circa arrivano a 12 ore di funzionamento.
Non secondariamente, è importante anche che un router WiFi portatile funzioni anche sotto carica, così da non essere costretti ad attendere prima di potersi riconnettere. La ricarica è possibile sia connettendo il router a una porta USB del proprio notebook, sia attaccandolo alla presa di corrente tramite l'apposito adattatore.

3. Connessioni

Se si acquista un router WiFi portatile è perché si ha bisogno di navigare in rete con più di un dispositivo per volta, per questo dobbiamo considerare brevemente anche se il modello che stiamo considerando supporta tutte le connessioni che ci servono. Bisogna dire che normalmente anche i modelli economici reggono fino a un massimo di 10 dispositivi collegati simultaneamente, un limite che basterà a soddisfare le esigenze della maggior parte delle persone. Router WiFi portatile connessioniChi avesse bisogno di ancor più connessioni però dovrà orientarsi su un esemplare di fascia superiore, che regga fino a 15 connessioni simultanee. A proposito delle connessioni, apriamo una piccola parentesi per parlare brevemente delle bande di frequenza utilizzate da un router WiFi portatile e del suo pannello di controllo.

Bande di frequenza

Esattamente come per i router e modem/router domestici, anche i router WiFi portatili possono utilizzare standard wireless e bande di frequenza diverse per connettersi ai diversi dispositivi. Anche un router WiFi portatile può essere dunque Single o Dual Band, servirsi cioè solo della banda a 2,4 GHz, più lenta, o anche di quella a 5 GHz, più veloce.
Dobbiamo precisare però che l'utilità della doppia banda è relativa, in quanto questa è utile solo qualora si debbano caricare o scaricare file o cartelle molto pesanti, come raccolte di foto, filmati o librerie musicali. Per la navigazione generica, i servizi di chat e il lavoro su cloud basta tranquillamente la banda singola.

Pannello di controllo

Anche i router WiFi portatili possono essere gestiti tramite un pannello di controllo: le operazioni possibili sono normalmente più limitate rispetto ai router domestici, in particolare a confronto con i migliori modelli tra questi.
Solamente i modelli più avanzati di router WiFi portatile, infatti, permettono il controllo dell'uso della banda tramite un vero e proprio pannello QoS (Quality of Service), di cui servirsi per dare priorità a certi tipi di traffico piuttosto che altri, oppure la condivisione in rete di un hard disk esterno o altro archivio collegato via porta USB.Router WiFi portatile pannello di controllo

Non è detto però che un router WiFi portatile debba avere solo connessioni wireless a disposizione: sul corpo dell'apparecchio si possono infatti trovare altre porte per ampliarne le possibilità.
Router WiFi portatile porteAbbiamo accennato poco sopra, ad esempio, che in alcuni casi si può condividere in rete il contenuto di chiavette o hard disk USB tramite porte apposite, ma in alcuni casi a questa possibilità si aggiunge quella di installare una schedina Micro SD nel router, così da potervi salvare e condividere in rete file vari.
Un'altra cosa che spesso manca ai router WiFi portatili è una porta Ethernet: questa dai più verrà considerata inutile, ma per le persone che scelgono di usare un router di questo tipo anche in casa può essere importante avere a disposizione una porta di rete per collegare ad esempio un telefono VoIP o una vecchia stampante.
Router WiFi portatile attacco antennaIn alcuni casi, poi, si trovano sull'apparecchio anche degli attacchi per antenne esterne: questi sono utili in particolare se si usa il router in una roulotte, camper o stanza d'albergo per ottenere una migliore copertura dello spazio abitabile. Le antenne esterne sono solitamente da acquistare a parte e si possono infilare comodamente in una tasca del bagaglio.

4. Funzioni extra

Come spesso accade ai dispositivi da viaggio, vi sono modelli che si prefiggono di essere multifunzionali, e assolvere dunque a più di una sola funzione utile fuori casa. Il router WiFi portatile non fa eccezione a questa regola, anche se bisogna precisare che solitamente la multifunzionalità si trova in modelli altrimenti molto semplici, che guadagnano così in appetibilità. Vi consigliamo dunque di scegliere uno di questi modelli multifunzione unicamente se non avete bisogno di un router WiFi portatile avanzato (Dual Band, da 15 connessioni e con un sistema di controllo di banda raffinato) e se le funzioni extra offerte vi sono veramente utili.
Ne ricordiamo qui soltanto due, che sono le più diffuse: l'invio e ricezione di SMS tramite il numero telefonico della SIM dati installata, e la funzione di caricabatterie portatile o powerbank.

SMS

La più comune di queste due funzioni è l'invio e ricezione di SMS, che sono di facile implementazione dato che qualunque router WiFi portatile ha una SIM installata. Router WiFi portatile SMSAttraverso l'interfaccia del router è possibile leggere e scrivere brevi messaggi di testo, sfruttando il numero telefonico inevitabilmente associato alla SIM. L'utilità di questa funzione è relativa: potete scegliere di fornire il numero del router WiFi portatile per ricevere solo un certo tipo di SMS (ad esempio le notifiche relative ad alcuni servizi), oppure servirvene per inviare messaggi in caso il vostro telefono si scarichi o sia fuori uso.

Caricabatterie

I router WiFi portatili con funzione di caricabatterie "da viaggio" non sono in realtà moltissimi, ma bisogna dire che questa funzione può essere molto utile in particolare per chi ha un cellulare che si scarica molto in fretta. Router WiFi portatile caricabatterieVa detto che, a confronto con i caricabatterie portatili "puri", i router WiFi portatili offrono prestazioni medio-basse, con batterie da massimo 10000 mAh (4-5 ricariche di uno smartphone) e più comunemente da 6000 mAh (due ricariche del cellulare).

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del router WiFi portatile

I materiali sono importanti?

Come è spesso il caso per i prodotti elettronici, i materiali costruttivi, essendo piuttosto standardizzati, non costituiscono un fattore decisivo ai fini dell'acquisto. I componenti di un router WiFi portatile sono simili a quelli di uno smartphone: c'è un telaio metallico, solitamente in alluminio, su cui alloggiano le parti elettroniche e la batteria al litio. Solitamente c'è un piccolo display LCD su cui vengono mostrate informazioni sullo stato della connessione ed eventuali notifiche, e il resto del rivestimento esterno è in plastica. È pur vero che le plastiche possono essere più o meno spesse, rigide e robuste, ma riteniamo queste differenze minimali.

La marca è importante?

La marca di un router WiFi portatile può essere importante per alcuni motivi. I maggiori produttori di questi apparecchi, TP-Link, Huawei e NetGear, sono nomi prominenti della scena high-tech, ed offrono ai propri clienti un'assistenza e un supporto  molto più reattivi e facili da raggiungere rispetto a marchi meno noti. In secondo luogo sono anche quelli in grado di offrire i prodotti migliori, aggiornati alle tecnologie più recenti e dalle prestazioni più elevate. Questo non significa che altri produttori commercializzino prodotti che funzionano peggio, ma semplicemente che in caso di guasto sarà più difficile ottenere la riparazione o sostituzione in garanzia.

Il prezzo è importante?

Il prezzo medio di un router WiFi portatile è compreso tra i 40 e i 90 €: in questa fascia rientrano la maggior parte dei modelli oggi disponibili. Si tratta in generale di router 3G con un'autonomia di 6-8 ore ed un pannello di controllo relativamente semplice (difficilmente troverete in questa fascia modelli con un QoS vero e proprio). Per avere un modello di qualità superiore è necessario investire un po' di più, oltre i 140 €: a questo prezzo possiamo trovare modelli 4G/4G+, con batterie da più di 10 ore di autonomia e un controllo del traffico dati piuttosto raffinato. Il prezzo è dunque, come spesso accade, indicativo delle prestazioni che ci si può aspettare da un router WiFi portatile.

Quali sono i migliori router WiFi portatili del 2017?

La tabella dei migliori router WiFi portatili del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Voto finale Recensione
Huawei E5786 8,4 Recensione
TP-Link M7350 7,9 Recensione
TP-Link M5350 7,3 Recensione
D-Link DWR-730 6,9 Recensione
Netgear AC790 8,1 Recensione

Router WiFi portatili: tutti i prodotti recensiti

"Router WiFi portatile": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore in assoluto

Huawei E5786

Miglior prezzo: 221,46€

Il miglior rapporto qualità-prezzo

TP-Link M7350

Miglior prezzo: 89,90€

Il più venduto

TP-Link M5350

Miglior prezzo: 48,99€