Le migliori powerline del 2018

Confronta le migliori powerline del 2018 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

I 4 Fattori decisivi per la scelta della powerline

1. Standard

Con il costante incremento dei dispositivi smart che necessitano di una connessione a internet stabile e veloce, moltissimi utenti cercano qualunque mezzo per portare la rete in ogni angolo della propria casa. Questo problema è particolarmente diffuso non solo per chi vive in un edificio singolo che si sviluppa su più piani, ma anche per chi abita in palazzi con numerosi appartamenti, dove sono possibili forti interferenze tra le reti dei vari condomini. Per questo si sono diffuse svariate soluzioni più o meno efficaci, che permettono di estendere la portata della propria rete anche nei punti più remoti della casa, anche a discapito di ostacoli di grandi dimensioni, come possono essere muri portanti o mobili di un certo spessore.

Powerline standard

Che cosa sono le powerline?

Come molti avranno sperimentato, non sempre la rete Wi-Fi può assolvere al suo compito in modo particolarmente efficace. Come tutte le tecnologie senza fili, infatti, è soggetta a possibili interferenze e cali del segnale, rendendo potenzialmente frustrante l'utilizzo della rete sia per il lavoro che per il tempo libero. Viceversa, le soluzioni cablate che sfruttano la connessione Ethernet del proprio modem sono estremamente stabili, ma hanno altri svantaggi non indifferenti, richiedendo un grande ingombro oppure lavori di ristrutturazione di grossa entità per portare la rete in ogni stanza.
Per ovviare a questo problema, da alcuni anni si sta diffondendo una soluzione alternativa particolarmente interessante, che combina la stabilità della connessione cablata e la semplicità d'uso di un dispositivo wireless. Si tratta delle powerline, un tipo di prodotto estremamente utile che permette di sfruttare la rete elettrica della propria casa o del proprio ufficio per portare la connessione a internet in qualunque punto dell'edificio, purché questo sia connesso all'impianto elettrico. Normalmente sono dispositivi venduti in coppia: uno va attaccata alla presa della corrente più vicina al router, a cui deve essere connessa tramite un cavo LAN, l'altro può essere collegato a una qualunque altra presa della corrente presente nella casa (purché questa faccia parte dello stesso circuito, mentre nel caso si avesse un impianto sezionato bisognerebbe creare due linee diverse anche con le powerline).

Powerline come funzionano

HomePlug 1.0, AV o AV2?

Anche se per molti utenti le powerline possono sembrare una novità futuristica, sono in realtà un prodotto presente sul mercato da molti anni. Si possono dunque trovare modelli con standard diversi, che ne indicano la velocità di connessione, la compatibilità con altre powerline e, per i prodotti più recenti, il numero di dispositivi massimo supportato. Vediamone brevemente le rispettive caratteristiche, ricordando che l'unità di misura della velocità di questi prodotti sono i Mbs, ovvero Megabit per secondo, e non i più conosciuti MBs, Megabyte per secondo (1 Megabyte corrisponde a 8 Megabit).

  • HomePlug 1.0: si tratta dello standard più datato (risale infatti ai primi anni 2000), ed è in grado di raggiungere una velocità di soli 14 Mbs. È compatibile unicamente con altri modelli HomePlug 1.0 oppure con HomePlug 1.0 Turbo, che vedremo tra poco;
  • HomePlug 1.0 Turbo: anche questo piuttosto obsoleto, raggiunge una velocità massima di 85 Mbs. Sebbene abbia migliorato sensibilmente le prestazioni rispetto allo standard 1.0, rimane comunque molto lento se paragonato ai risultati ottenuti dalle tecnologie più recenti. È compatibile con lo standard precedente, ma non con quelli successivi;
  • HomePlug AV: indica dispositivi con una velocità massima di 200 Mbs. Questi modelli, detti anche "AV 200", sono compatibili con gli AV 500 (e anche con lo standard successivo), ma ne riducono ovviamente le prestazioni;
  • HomePlug AV2: sono gli ultimi arrivati sul mercato, riescono a raggiungere una velocità di 500 Mbs (i più diffusi e generalmente commercializzati con la sigla "AV 500"), 600 Mbs o di 1200 Mbs (distinguendosi per il marchio "LAN Gigabit") e sono in grado di supportare fino a 16 dispositivi connessi in contemporanea. A differenza degli standard precedenti, infatti, sono in grado di sfruttare tutti i cavi che compongono l'impianto elettrico (messa a terra, fase e neutro), aumentando così le prestazioni del dispositivo. Anche in questo caso la compatibilità è estesa anche a tutti i modelli AV, che però porteranno a una riduzione della velocità a seconda delle singole caratteristiche.

In generale, è consigliabile dotarsi di una powerline AV2 soprattutto quando si intende connettere dispositivi che richiedono una buona velocità di navigazione (come per esempio lo streaming di film), mentre per usi più moderati può ancora essere sufficiente lo standard AV.

Powerline connessione LAN

Interferenze

Una breve nota a parte va dedicata alle possibili interferenze a cui sono soggette le powerline, indipendentemente dallo standard a cui appartengono. Essendo collegate alla rete elettrica, infatti, possono subire un'influenza negativa da alcuni elettrodomestici connessi alla stessa rete, soprattutto quelli che emettono onde elettromagnetiche (come il forno a microonde). Allo stesso modo, gli apparecchi di schermatura per interferenze elettromagnetiche o segnali radio, così come i disturbatori ("jammer") di frequenze, sono in grado di bloccare completamente il segnale delle powerline, rendendole assolutamente inutilizzabili.

Powerline e router

2. Sicurezza

Un problema sempre più spinoso quando si tratta di dispositivi di rete è ovviamente la sicurezza. Dovunque si utilizzi una connessione a internet, infatti, esiste il rischio che qualcuno vi acceda senza il nostro consenso e ne sfrutti il traffico (talvolta limitato), anche per scopi illegali che possono poi ricadere sul proprietario effettivo della rete. Negli ultimi anni sono state implementate varie tecnologie per assicurare un livello di sicurezza sempre più alto, ed è fondamentale valutarne l'efficacia prima di acquistare una powerline. Questo è particolarmente importante per chi vive in un condominio dove svariati appartamenti possono sfruttare lo stesso circuito elettrico, una situazione in cui sarebbe molto semplice appoggiarsi alla connessione di un vicino senza chiederne il consenso. Analizziamo qui di seguito gli standard di sicurezza più diffusi.

Powerline specifiche

  • WPA (Wi-Fi Protected Access): erede diretto del vecchio WEP (Wired Equivalent Privacy), entrato in disuso già da molti anni a causa di gravi falle nell'algoritmo che ne determinava il funzionamento, è a sua volta destinato a scomparire, anche se esistono ancora alcuni dispositivi che lo utilizzano. Questo standard era stato in realtà sviluppato come soluzione temporanea, per affrontare l'emergenza nata dalle vulnerabilità del sistema precedente. In sostanza, la WPA è in grado di creare in modo dinamico chiavi di sicurezza più complesse rispetto a quelle generate dal sistema precedente. Nonostante questo, violarle rimane molto semplice, soprattutto quando si tratta delle chiavi d'accesso predefinite fornite dai vari operatori telefonici o produttori di router. Esistono infatti programmi gratuiti, sia per computer che per smartphone e altri dispositivi mobili, in grado di generare password che, molto spesso, permettono di bucare la sicurezza delle WPA.
  • WPA2 (Wi-Fi Protected Access version 2): è uno standard aggiornato della WPA, che ne aumenta notevolmente il livello di sicurezza. Per questo utilizza due tipi di crittografia distinti: TKIP (Temporal Key Integrity Protocol) e AES (Advanced Encryption Standard). Se il primo è un retaggio degli standard più datati e tende a rallentare la velocità di connessione (è sconsigliato dunque a chi volesse evitare rischi), il secondo assicura un buon livello di sicurezza, tant'è che viene anche utilizzato per scopi militari e governativi. Un ulteriore protocollo utilizzato dalla WPA2 è il PSK (pre-shared key), che utilizza una chiave segreta condivisa tra due utenti attraverso un canale sicuro. Questo standard non è consigliabile in network di grandi dimensioni (per esempio aziendali), mentre a livello domestico è sufficientemente efficace. Sarà dunque comune trovare sigle come le seguenti nelle specifiche tecniche dei modelli più recenti di powerline: WPA2-PSK (TKIP), WPA2-PSK (AES), WPA2-PSK (TKIP/AES).

Powerline sicurezza

3. Funzioni aggiuntive

Molte delle powerline prodotte negli ultimi anni sono in grado di assolvere a più funzioni, che estendono di fatto la loro utilità e le rendono prodotti ancora più versatili. Tra le funzionalità aggiuntive più comuni si possono trovare quella di repeater Wi-Fi, la connessione per NAS, la riproduzione di file musicali attraverso un USB Music Adapter.

Wi-Fi repeater

Molti utenti possono trovare decisamente scomodo un collegamento via cavo LAN, se non altro per alcuni dispositivi che ormai da tempo sono privi delle porte necessarie, come per esempio i laptop ultrasottili di ultima generazione. Proprio per ovviare a questo disagio, le powerline di fascia alta più recenti offrono non solo la possibilità di stabilire una connessione cablata, ma di funzionare contemporaneamente come veri e propri ripetitori Wi-Fi, in grado di amplificare il segnale della rete wireless della propria casa, anche se solitamente possono ampliare la portata di una sola banda (2,4 GHz o 5 GHz), anche qualora si utilizzi un modem Dual-Band. Questo può essere considerato non solo un grande comfort, dato che offre molteplici soluzioni di accesso a internet a seconda delle proprie esigenze, ma anche un notevole risparmio, visto che coniuga in un unico prodotto due funzionalità fondamentali per il mantenimento di un segnale stabile.

Powerline ripetitore Wi-Fi

Connessione NAS

I NAS sono dei piccoli computer dotati del minimo equipaggiamento necessario per poter comunicare attraverso una rete. Di solito dispongono di svariati hard disk interni, utili per l'archiviazione di un gran numero di dati, che grazie alla struttura di questi dispositivi possono essere visualizzati correttamente da diversi sistemi operativi, da Windows, a Linux, a Mac OS. Sono dunque una soluzione ideale soprattutto per gli uffici che lavorano con file di grandi dimensioni, che devono essere disponibili per molti impiegati nello stesso momento senza causare rallentamenti al lavoro.

Riproduzione di file musicali

Alcuni modelli di powerline piuttosto recenti offrono anche la possibilità di connettere un USB Music Adapter a delle casse esterne, oppure a un tablet o qualunque dispositivo con un ingresso jack da 3,5 mm, rendendo possibile riprodurre le proprie playlist preferite attraverso applicazioni come AirPlay. Per esempio, si potrebbe ascoltare con la propria soundbar della musica salvata sul proprio smartphone, anche qualora questi non siano connessi tramite Bluetooth, sfruttando il collegamento con la rete delle powerline domestiche.

Va detto che il mondo delle powerline è in costante sviluppo, per cui è facile trovare prodotti con funzionalità sempre più innovative, anche se è importante valutarne l'effettiva utilità prima di procedere all'acquisto.

4. Dimensioni

Anche se le misure di una powerline potrebbero sembrare trascurabili, considerati i vantaggi che offre evitando all'utente di cablare completamente la propria casa, queste rappresentano un fattore decisivo nella scelta del modello più adatto alle proprie necessità. Bisogna infatti considerare che un modello di dimensioni meno contenute potrebbe andare a coprire parte di una presa di corrente adiacente, privando dunque l'utente di un ingresso utile per collegare altri dispositivi. Powerline dimensioniVa sottolineato che le powerline non funzionano correttamente se collegate a prese multiple o prolunghe (e hanno di norma una copertura di circa 300 m), per cui non sarà possibile sfruttare questo tipo di espediente per aumentare il numero di prese disponibili. È dunque fondamentale accertarvi dello spazio a disposizione nei punti in cui si vorrebbero posizionare le powerline, e valutare se le loro dimensioni sono adatte al vostro impianto. Inoltre, alcune powerline dispongono esse stesse di una presa per la corrente, permettendo di sfruttare lo stesso ingresso a cui sono collegate.

Powerline porte LAN
Inoltre bisogna anche considerare che le dimensioni possono in parte dipendere dal numero di porte Ethernet presenti, che possono variare da due a quattro. Nel caso si necessiti di più connessioni via cavo, per esempio per una console, una smart TV, un impianto Hi-Fi o un lettore Blu-Ray, potrebbe essere necessario sacrificare un po' di spazio per usufruire dei vantaggi che queste comportano.

Il prezzo è importante?

In genere il prezzo è proporzionale allo standard della powerline e alle funzionalità aggiuntive che può offrire. Si può passare da una fascia economica (intorno ai 30 €), che offre una velocità di connessione abbastanza limitata e un livello di sicurezza intermedio, a una fascia media (intorno ai 60 €), spesso un buon compromesso tra velocità e funzioni extra, a una fascia alta che può anche superare i 100 € e di norma offre la massima velocità di connessione, oltre a svariati vantaggi tra cui, spesso, un grande risparmio energetico.

La marca è importante?

Non sono molti i produttori di powerline: per lo più si tratta degli stessi marchi che hanno conquistato una grande notorietà grazie a modem, router e ripetitori Wi-Fi. In generale la compatibilità delle powerline è particolarmente alta soprattutto con altri dispositivi della stessa marca, il che potrebbe influenzare in modo decisivo l'utente. In generale, però, consigliamo di valutare attentamente soprattutto le caratteristiche del singolo prodotto, anche se questo dovesse andare a discapito della semplicità di configurazione della powerline stessa.

I materiali sono importanti?

Generalmente le powerline sono costruite con materiali plastici, per cui difficilmente si potrà avere una grande varietà da questo punto di vista. Tuttavia, è possibile che i modelli di fascia alta siano costruiti con materiali di migliore qualità, più resistenti ad eventuali urti o graffi (un fattore non indifferente contando che la maggior parte delle prese della corrente si trovano vicino a terra, e possono facilmente essere soggette a danni involontari).

Quali sono le migliori powerline del 2018?

La tabella delle migliori powerline del 2018 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
8,5 AVM Fritz!Powerline 1240E Wlan Set 102,33 € Recensione
8,3 AVM Fritz!Powerline 540E Wlan Set 73,91 € Recensione
8,1 TP-Link TL-PA4010KIT 39,90 € Recensione
8,4 TP-Link TL-WPA4220KIT 45,44 € Recensione
7,8 Netgear PL1000-100PES 46,00 € Recensione

Powerline: tutti i prodotti recensiti

"Powerline": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore in assoluto

AVM Fritz!Powerline 1240E Wlan Set

Miglior prezzo: 102,33€

Il miglior rapporto qualità prezzo

AVM Fritz!Powerline 540E Wlan Set

Miglior prezzo: 73,91€

La più venduta

TP-Link TL-PA4010KIT

Miglior prezzo: 39,90€