I migliori passeggini trio del 2017

Confronta i migliori passeggini trio del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

5 Fattori decisivi per la scelta del passeggino trio

1. Struttura

Passeggino trioRiteniamo che alcuni elementi che caratterizzano la struttura di un passeggino trio siano importanti da valutare nella scelta del modello più adatto alle proprie esigenze, dato che vanno ad influenzare la comodità e semplicità con cui si usa, si maneggia e si ripone il passeggino.
A proposito della struttura di questi prodotti, bisogna premettere, per chi non lo sapesse, che si tratta di sistemi modulari, ovvero sono passeggini che si compongono di un telaio strutturato per potervici agganciare tre differenti sistemi. Questi sono il passeggino vero e proprio, il seggiolino “ovetto” da usare anche in auto e la carrozzina, dove i bimbi possono dormire comodamente.
Questi sistemi modulari sono ideati per accompagnare il bambino durante la crescita e possono essere utilizzati dalla nascita fino ai 3 anni circa, sia in auto che per passeggiare in città o per schiacciare un pisolino. Se foste interessati ad un modello senza seggiolino auto, dovreste orientarvi invece verso la scelta di uno tra i modelli di passeggini duo esistenti in commercio.
Passeggino trio ripiegatoRelativamente alla struttura dei passeggini trio, ecco un elenco completo degli aspetti che bisogna valutare per assicurarsi un passeggino comodo sia per i piccoli che per i genitori:

  • Misure e ingombro: le dimensioni effettive di altezza, larghezza e profondità servono a dedurre l’ingombro del passeggino sia da aperto che da chiuso, oltre che a capire quanto si riesca ad attraversare tranquillamente il portone di casa, o ad entrare in ascensore (qualora non si volessero svolgere queste operazioni richiudendo ogni volta il passeggino). In linea di massima, l’ingombro del passeggino trio da chiuso non è molto ridotto perché, nonostante molti modelli di passeggini trio consentano di smontare la seduta dal telaio, questi richiedono lo spazio necessario per accogliere sia il telaio, sia il modulo che vi era stato montato sopra
  • Impugnatura: esistono due tipologie di impugnatura, il maniglione unico e quella a doppio manico. Il primo è il sistema a nostro avviso preferibile perché offre il grande vantaggio di poter spingere il passeggino anche con una sola mano, una caratteristica da non sottovalutare quando si esce da soli con il proprio piccolo e si ha magari una mano impegnata
  • Peso: la “stazza” del passeggino è sicuramente importante per tutti quei genitori che vogliano girare in città con i propri piccoli, magari prendendo i mezzi pubblici, o anche per coloro che vivano ad un piano alto e debbano salire le scale trasportando il passeggino. In generale, tra gli svantaggi del sistema modulare trio c’è il fatto che questi passeggini sono dotati di un telaio più pesante ed ingombrante rispetto, ad esempio, ai passeggini leggeri. Il peso di un sistema modulare trio parte da circa 8 kg nei modelli migliori, con telaio in alluminio alleggerito, e varia anche in base a quale modulo si monti sulla struttura (la carrozzina, ad esempio, è solitamente più pesante del modulo passeggino)
  • Sistema di chiusura: i modelli trio più comodi sono sicuramente quelli che si chiudono sia quando il modulo passeggino è montato, sia quando non lo è, richiudendo solo il telaio privo di moduli. Molti di questi passeggini prevedono una chiusura a libro che, sebbene meno pratica di quella ad ombrello, permettono però al passeggino di restare in piedi quando è chiuso. Infine, per assicurarsi un modello che sia effettivamente comodo da trasportare da chiuso, bisognerà verificare se è presente una maniglia o una tracolla per il trasporto, oppure se il prodotto in questione sia trainabile su due ruote alla stregua di un trolley

2. Sicurezza

Per qualsiasi genitore la sicurezza rientra indubbiamente tra i criteri principali in base ai quali selezionare il passeggino trio per il proprio piccolo, per essere tranquilli all’idea che il bambino sia trasportato in maniera sempre sicura e adeguata, sia che ci si trovi in macchina, sia che si passeggi in strada. Per quanto riguarda il sistema modulare trio, bisognerà valutare la sicurezza non solo della struttura di base, ma anche dei tre moduli che compongono il set completo del prodotto.

Sistema frenante

Passeggino trio versatilePer quanto riguarda il primo elemento, ovvero il telaio su cui si montano tutti i vari moduli, bisognerà prestare attenzione al sistema frenante.
Esistono passeggini trio con un freno del tipo a barra, ovvero un unico freno che blocca entrambe le ruote posteriori e che si attiva con il piede, e altri modelli con freni “singoli”, sempre per le due ruote posteriori e sempre attivabili con il piede, ma uno per ruota, da azionare separatamente.
Esiste poi il meno diffuso sistema di freno a disco che invece è più simile ai freni delle biciclette e che blocca la ruota anteriore attraverso un sistema di attivazione posto sul maniglione.

Sicurezza dei moduli

Vediamo invece nel dettaglio le caratteristiche che garantiscono la sicurezza di ognuno degli elementi che compongono il sistema modulare trio:

  • Passeggino: per quanto riguarda la protezione che il modulo passeggino può offrire al bambino, bisogna verificare prima di tutto le caratteristiche delle cinture di sicurezza. Queste possono essere, ad esempio, a cinque punti (le più diffuse e sicure) oppure a tre punti di attacco, e possono differenziarsi anche per le dimensioni e per la robustezza dei materiali in cui sono realizzate. Infine, possono prevedere dei cuscinetti imbottiti che rivestono le due “bretelle” e a volte il separatore per le gambe, in modo da essere più comode una volta allacciate e non rischiare di sfregare contro la pelle, irritandola. Un altro elemento da considerare la presenza di una barra di protezione, ovvero un frontalino che protegge ulteriormente i piccoli adagiati all’interno del passeggino, evitando loro di cadere qualora si sporgessero verso l’esterno, utile anche come barra paracolpi quando si gira in città. Esistono varie tipologie di barra di protezione, con misure variabili e forme diverse che permettono, ad esempio, di appoggiarci sopra dei giocattoli, di agganciarci il ciuccio e altri eventuali accessori utili per intrattenere i bambini. Bisogna fare caso anche alla sua mobilità, ovvero se sua possibile bloccarla/sbloccarla e alzarla per permettere di estrarre più facilmente i bimbi dal passeggino
  • Carrozzina: anche detta navicella, questo modulo non prevede dei particolari sistemi di sicurezza, se non quelli appartenenti alla struttura stessa del telaio del passeggino, ovvero il suo sistema frenante. Non sono infatti previste delle cinture di sicurezza nella carrozzina visto che si tratta di lettino dove il bimbo può viaggiare sdraiato e dormire, particolarmente adatta per i bambini nei loro primi mesi di vita. Sicuramente, dei rivestimenti interni ed un materassino morbido rappresentano comunque dei sistemi che evitano bruschi impatti tra il bimbo e la struttura interna della carrozzina qualora ci fossero dei movimenti improvvisi e violenti della struttura
  • Seggiolino auto: per essere sicuro, questo modulo dovrà sicuramente essere omologato secondo la vigente normativa europea (prestate attenzione alla presenza delle sigle ECE R44/04 o alla più recente UN R129) e dovrà avere una serie di sistemi quali la cintura di sicurezza a tre o cinque punti, oppure il sistema Isofix che fissa il seggiolino direttamente alla scocca dell’automobile. Vanno considerati, inoltre, i sistemi antiurto che consistono in imbottiture interne e cuscini che servono sia a mantenere in maniera più salda il bimbo all’interno del seggiolino, sia ad ammortizzare quanto più possibile l’impatto del piccolo con le pareti del seggiolino, qualora ci fossero urti o frenate improvvise

3. Caratteristiche della seduta

Le caratteristiche della seduta sono un fattore importante da considerare perché riguardano la comodità che viene offerta al proprio bambino, sia quando viaggia in auto, sia quando è seduto nel suo passeggino trio, sia quando dorme nella carrozzina.
Nei tre paragrafi successivi vi elenchiamo gli elementi che caratterizzano ognuno dei moduli che compongono un passeggino trio e li analizziamo uno per uno.

Passeggino

Passeggino trio modulo passegginoEcco l’elenco delle caratteristiche che rendono la seduta più comoda per quanto riguarda il modulo passeggino:

  • Reclinabilità: il numero di posizioni in cui lo schienale del passeggino trio può essere regolato influisce direttamente sulla possibilità di adattarsi meglio alle esigenze di comodità del bambino. I modelli migliori offrono dalle quattro impostazioni in su, mentre i più essenziali hanno solo una o due regolazioni
  • Reversibilità: fronte strada oppure fronte conducente? Alcuni passeggini consentono di scegliere l’orientamento del passeggino
  • Peso supportato: ovvero il peso massimo che il telaio è in grado di sostenere, un valore da tenere in considerazione per assicurarsi di acquistare un passeggino adeguato alla massa corporea del proprio bambino
  • Rivestimento: i modelli più pratici da utilizzare prevedono una fodera estraibile e lavabile in lavatrice, in modo da poter pulire in maniera veloce ed efficace il passeggino ogni volta che si renda necessario (che, come immaginerete, con dei bambini piccoli significa spesso!)
  • Comfort: la robustezza del telaio, la presenza di cuscini ed imbottiture di vario tipo rendono più accogliente e piacevole la permanenza del bambino all’interno del passeggino

Carrozzina

Passeggino trio modulo carrozzinaRelativamente al modulo carrozzina, detto anche navicella, bisogna valutare le seguenti caratteristiche, alcune delle quali comuni anche al modulo passeggino:

  • Traspirabilità: alcune carrozzine prevedono un fondo e una capottina prodotti con speciali sistemi e materiali traspiranti che favoriscono l’aerazione e il benessere del bambino in tutte le stagioni dell’anno
  • Reclinabilità: i modelli migliori permettono di reclinare lo schienale in tre o quattro posizioni, in modo da adattarsi meglio alle preferenze del bambino
  • Reversibilità: alcuni modelli permettono di montare il modulo carrozzina sia nella direzione fronte strada, sia fronte conducente
  • Peso supportato: come per i seggiolini auto, anche le carrozzine sono suddivise in gruppi che descrivono per quale massa corporea è adeguata la struttura di una carrozzina. La maggior parte delle carrozzine appartiene ai gruppi 0 e 0+
  • Interno della carrozzina: bisogna verificare se il rivestimento sia sfoderabile e se possa essere lavato in lavatrice per una perfetta igiene. Inoltre, alcuni modelli prevedono delle taschine interne che permettono di conservare quegli oggetti, come ad esempio il ciuccio, che devono essere a portata di mano e preferibilmente “preservati” dal contatto con altri oggetti

Seggiolino auto

Passeggino trio modulo ovettoInfine, eccovi un elenco di tutti i parametri che influenzano le caratteristiche della seduta del modulo seggiolino auto, detto anche ovetto:

  • Reclinabilità: alcuni modelli offrono un numero maggiore di posizioni dello schienale, così come del poggiacollo e dei braccioli, che possono essere posizionati a differenti altezze per meglio adattarsi al corpo del piccolo
  • Gruppo d’appartenenza: i gruppi esistenti corrispondono al peso massimo che un determinato modello di seggiolino può sostenere, e rappresentano l’unico criterio da seguire per selezionare un modello adeguato al trasporto in auto del piccolo in tutta sicurezza. Come nel caso della carrozzina, i moduli seggiolino auto che compongono i passeggini trio appartengono di solito ai gruppi 0 e 0+, per bimbi fino ai 13 kg
  • Rivestimento: è importante considerare se la fodera sia estraibile e lavabile in lavatrice, o se sia prodotta in materiali impermeabili. Tutte queste caratteristiche rendono più semplice e veloce l’operazione di pulizia del seggiolino
  • Altri comfort: bisogna valutare anche la presenza di eventuali supporti laterali che servono a contenere meglio il bambino, nonché alla morbidezza dei rivestimenti interni del seggiolino

4. Mobilità

Quanto sarà agevole girare per strada con il vostro passeggino trio? E su quali terreni il modello scelto sarà in grado di muoversi agilmente? Il fattore mobilità risponde a questi interrogativi descrivendo le caratteristiche delle ruote del sistema modulare trio, molto importanti da valutare visto che influenzano in maniera significativa la libertà di movimento di un modello.
Passeggino trio ruote e vano portaoggettiIn commercio esistono due tipologie di passeggini trio: quelli dotati di quattro ruote, attualmente i più diffusi, e quelli che invece hanno una struttura con tre ruote, detti anche “passeggini sportivi” oppure “passeggini da jogging”. Questi sono ideati per consentire movimenti molto fluidi e agili su diversi tipi di terreno, ideali per chi voglia fare attività fisica portando in giro il passeggino.
I modelli a quattro ruote sono spesso preferiti perché considerati più stabili e robusti, e la stessa qualità delle ruote può variare di parecchio da un modello all’altro. I migliori passeggini trio in circolazione sono adatti a qualsiasi tipo di terreno, poiché montano ruote grosse e pneumatiche, oppure in materiale plastico, a patto che le ruote posteriori siano grosse e accoppiate a due ruote anteriori più piccine. Questa disposizione rende più agevole lo spostamento del passeggino anche quando si tratta di superare degli ostacoli, ad esempio quando si sale su un autobus, nonché di muoversi su stradine di montagna o sulla spiaggia.
In una posizione intermedia in un’ideale classifica di qualità, troviamo i passeggini modulari con ruote di medie dimensioni composte di materiali plastici, ma studiate in modo tale da rendere fluido il movimento anche su alcuni tipi di terreni off road.
I sistemi modulari trio con rotelle più piccole, invece, sono quelli consigliati per chi voglia un secondo passeggino, oppure per quei genitori che si spostino solo in ambienti cittadini, su marciapiedi, strade e dentro i negozi. In ogni caso, le due ruote anteriori sono solitamente piroettanti e conferiscono agilità di movimento al passeggino particolarmente nella sterzata, e in alcuni modelli possono anche venire fissate per affrontare determinati tipi di terreno, ad esempio ghiaia o sterrato.

5. Accessori

Ultimo, ma non per importanza, il fattore accessori tratta tutti quei componenti già inclusi in dotazione al momento dell’acquisto così come quelli opzionali da aggiungere in seguito, che possono migliorare la comodità di utilizzo e la versatilità di un sistema modulare trio.
Passeggino trio accessoriatoDi seguito vi proponiamo un elenco dei più diffusi accessori che possono essere inclusi in dotazione con un passeggino trio:

  • Capottina: in base al produttore e alla fascia di prezzo del passeggino trio, la capottina (presente in tutti e tre i moduli che compongono il sistema) può essere più o meno elaborata. Abbiamo infatti modelli con cappotte imperbeabili, con filtri di protezione dai raggi solari, oppure con finestrelle trasparenti per poter monitorare il bambino
  • Parapioggia: questo accessorio serve a ricoprire ognuno dei componenti del sistema modulare per riparare i bimbi dalla pioggia, ed è molto comodo in particolare per chi vive in città piovose o in generale durante la stagione invernale e autunnale
  • Coprigambe: si tratta di una copertina che permette di infilare al suo interno le gambe del bambino in modo da proteggerlo dai climi rigidi, dalla neve o dalla pioggia. Spesso è un accessorio multifunzione che può essere sia montato sul passeggino come coprigambe, sia utilizzato come vera e propria copertina nella carrozzina e sul seggiolino auto
  • Cesto portaoggetti: un componente dall’utilità davvero elevata e che è quasi sempre presente in qualsiasi passeggino trio. Ciò che varia è l’ampiezza di questo vano, nonché la qualità dei materiali, che gli consentono di reggere un peso maggiore o minore
  • Borsa: coordinata con i tessuti del passeggino trio, questo accessorio è incluso nei modelli a partire da una fascia di prezzo media. Si rivela molto utile poiché il sistema modulare è pensato per i genitori che si spostano o viaggiano spesso, e che possono quindi trasportare nella borsa tutti i numerosi oggetti necessari alla cura dei bambini fuori casa
  • Porta biberon/oggetti: consiste in una sorta di vano aggiuntivo che può essere montato sul maniglione e che serve a riporre il biberon e/o altri oggetti

Esistono poi numerosi accessori opzionali per ognuno dei vari moduli del sistema trio, quali l’ombrellino parasole, la zanzariera, i contenitori termici per trasportare, ad esempio, biberon o bibite calde o fredde, dei riduttori extra per il seggiolino auto, dei ganci per giocattoli, copertine o cuscini per la carrozzina e tanti altri ancora.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del passeggino trio

I materiali sono importanti?

Per quanto riguarda i materiali che compongono un passeggino trio, bisognerà fare attenzione innanzitutto a quelli utilizzati per il telaio del prodotto, che può essere in alluminio o in plastica, e che deve essere adeguato a sorreggere il peso dei vari moduli che verranno montati, oltre naturalmente a quello del bambino. Inoltre, anche i materiali utilizzati per i singolii moduli devono essere considerati: i rivestimenti sono imbottiti, in materiali antiallergici e lavabili in lavatrice? Tutti i tessuti e i materiali utilizzati dovranno ovviamente essere in grado di sostenere e accogliere il bambino senza irritarne la pelle o presentare rischi per la salute. Infine, andrebbero valutati anche i materiali del maniglione, che può essere rivestito in tessuti o materiali antiscivolo o antisudore, oppure essere semplicemente in plastica liscia.

La marca è importante?

Il nostro consiglio è ovviamente quello di preferire i produttori che siano conosciuti e diffusi sul territorio e di non cedere alla tentazione di un brand economico e poco conosciuto, visto che si potrebbe correre il rischio di non riuscire a contattare l’azienda per qualsiasi problema relativo al passeggino trio da voi acquistato, per trovare un pezzo di ricambio o un nuovo accessorio da aggiungere al kit già in vostro possesso. A tal proposito, i marchi più conosciuti non sono solo garanzia di qualità del prodotto, ma anche di vasta scelta di accessori opzionali da aggiungere al vostro sistema modulare trio, e tra i più diffusi possiamo citare Hauck, Chicco, Foppapedretti, Peg Perego.

Il prezzo è importante?

Il prezzo è importante perché rappresenta un elemento indicativo di alcune caratteristiche del passeggino trio, tra cui spicca la qualità dei tre moduli che compongono il prodotto. In base agli accessori inclusi con ognuno dei tre componenti del sistema modulare, ma anche in base alla sofisticatezza dei materiali utilizzati e alla comodità delle varie sedute, cambierà ovviamente il prezzo finale del passeggino trio. Il prezzo minimo per un passeggino modulare trio è di circa 200 €, ma si arriva anche a superare di gran lunga i 500 € per i modelli che includono molti accessori, hanno strutture più leggere e un’ottima qualità dei tre moduli che compongono il set.

Quali sono i migliori passeggini trio del 2017?

La tabella dei migliori passeggini trio del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Voto finale Recensione
Cam 784015 Combi Tris 8,8 Recensione
Hauck Miami 4 Trio Set 8,3 Recensione
Chicco Trio Sprint 8 Recensione
Hauck Shopper Trio Set 7,6 Recensione
Hauck Viper Trio Set 8 Recensione

Passeggini trio: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Passeggino trio

  1. 0
    Domanda di Maria | 5 luglio 2017 at 14:31

    Buongiorno cerco un trio leggero, pratico, non con le ruote che camminano per i fatti loro, qualcosa con un buon rapporto qualità-prezzo, mi hanno consigliato Peg Perego. Com’è?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 5 luglio 2017 at 15:18

      Se sei interessata a leggerezza e mobilità sia in città che su terreni non asfaltati, ti consigliamo l’Hauck Viper Trio Set o il Foppapedretti Bikini Travel System, dotati di ruote di ampio formato e quindi ideali anche per i terreni più difficili. Purtroppo non abbiamo ancora avuto occasione di recensire modelli Peg Perego.

  2. 0
    Domanda di Alessio | 1 luglio 2017 at 20:41

    Sto cercando un trio per il mio bimbo/a con un buon rapporto qualità prezzo che non sia molto pesante a prezzo contenuto . Abitiamo in città

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 3 luglio 2017 at 11:06

      Ti consigliamo il Chicco Trio Sprint, leggero e perfetto da utilizzare in città, oppure l’Hauck Miami 4 Trio Set, che ha un ottimo rapporto qualità-prezzo.

  3. 0
    Domanda di marzia | 19 luglio 2016 at 13:55

    devo comprare un trio per mia figlia. cerco qualcosa di pratico comodo non ingombrante.sto al 3senza ascensore ho gia un bimbo di 18 mesi…

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 21 luglio 2016 at 09:54

      Data la mancanza di ascensore, pensiamo che un modello che potrebbe fare al caso tuo sia il Hauck Miami 4 Trio Set: ha infatti un peso di soli 9,3 kg, ruote e seduta compresi, e può essere richiuso a libro in modo da occupare meno spazio.

  4. 0
    Domanda di Francesca | 10 maggio 2016 at 18:22

    Buonasera,

    dovrei comprare un trio. Abito in montagna, quindi il fattore più importante è che abbia ruote adatte anche per lo sterrato.
    Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 18 maggio 2016 at 13:06

      IL modello Hauck King Air Trio Set è dotato di ruote di ampio formato e in gomma, ideali per ogni tipo di superficie, anche per quelle più difficili.

"Passeggino trio": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore in assoluto

Cam 784015 Combi Tris

Miglior prezzo: 298,00€

Il miglior rapporto qualità-prezzo

Hauck Miami 4 Trio Set

Miglior prezzo: 299,90€

Il più venduto

Chicco Trio Sprint

Miglior prezzo: 250,98€