Le migliori macchine del ghiaccio del 2017

Confronta le migliori macchine del ghiaccio del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Al momento non disponibile in nessun negozio.

Vai a:
Offerte del giorno
Altri prodotti recensiti
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

4 fattori decisivi per la scelta della macchina del ghiaccio

1. Potenza

In particolare quando l'estate è alle porte, aumenta la necessità di avere sempre a disposizione un po' di ghiaccio per poter rinfrescare le nostre bibite o preparare particolari ricette. Lo spazio nel freezer è sempre troppo poco per ospitare grandi quantità di cubetti: proprio per questo un numero sempre maggiore di consumatori sceglie di acquistare la macchina del ghiaccio.
Questo prodotto, inizialmente utilizzato in ambito industriale, risulta davvero molto utile non solo per chi ha attività commerciali, ma anche in ambito domestico, poiché semplifica di molto la produzione del ghiaccio permettendo in pochi minuti di ottenere cubetti di differenti formati.
Prima di osservare nel dettaglio quali sono i 4 fattori principali da prendere in considerazione per la scelta di questo apparecchio, ricordiamo che in questo articolo non ci occuperemo dei prodotti prettamente industriali: chi ha bisogno di una macchina del ghiaccio da utilizzare in grossi ristoranti, discoteche o bar avrà infatti delle necessità molto differenti da chi cerca un prodotto invece ad uso domestico.
Macchina del ghiaccio
Il primo fattore da analizzare quando si sceglie una macchina del ghiaccio è relativo alla potenza del motore integrato: questo aspetto dev'essere valutato attentamente poiché dal wattaggio dipende sia la velocità di erogazione dei cubetti sia il consumo di corrente elettrica. Vediamo nel dettaglio queste due caratteristiche.

Velocità di erogazione dei cubetti

Uno dei vantaggi di avere una macchina del ghiaccio è quello di poter realizzare i cubetti in pochi minuti così da avere a disposizione il ghiaccio nel momento in cui occorre, senza dover riempire bustine o formine giorni prima.
La velocità di erogazione dei cubetti dipende principalmente dalla potenza del motore: maggiore sarà il wattaggio dell'apparecchio, più rapida sarà l'erogazione.
Sulle schede tecniche dei prodotti potrete trovare sia informazioni relative alla quantità di ghiaccio prodotta in 24h, sia informazioni in merito alla velocità di erogazione dei cubetti. Un prodotto di buona qualità dovrebbe avere una potenza che va dai 150 ai 250 watt: con questi valori vengono prodotti approssimativamente 15 kg di ghiaccio al giorno. La velocità di erogazione dei cubetti, ovvero il tempo necessario alla produzione dei primi cubetti di ghiaccio, varia a seconda dei modelli: in media una macchina ad uso domestico produrrà circa 12-15 cubetti in 10 minuti.

Consumo energetico

Uno degli aspetti che preoccupa maggiormente chi acquista una macchina del ghiaccio è il consumo di corrente elettrica: dato che questi apparecchi devono rimanere in funzione per lungo tempo per produrre molti chili di ghiaccio, ci si chiede se il costo complessivo non risulti troppo esoso. Parlare di consumo energetico e di potenza è quasi la stessa cosa: è proprio il valore del wattaggio massimo a dirci quanto consuma un prodotto.
La valutazione di questo aspetto dipende strettamente dalle vostre esigenze personali: chi ha bisogno di un apparecchio che produca grandi quantità di ghiaccio dovrà per forza di cose orientarsi su un modello più potente che consuma di più, mentre chi vuole utilizzare questo prodotto in ambito domestico potrà scegliere più liberamente se acquistare una macchina del ghiaccio più compatta, meno capiente e quindi anche meno potente, oppure un prodotto più performante.
Ricordiamo che il calcolo del costo energetico del prodotto dev'essere fatto in base al tipo di contratto stipulato con la compagnia che fornisce l'elettricità: le tariffe possibili sono abbastanza varie e ciò rende impossibile standardizzare questi valori.

2. Struttura

Il secondo fattore da prendere in considerazione quando si sceglie una macchina del ghiaccio è la struttura del modello. Questo aspetto appare molto importante poiché è strettamente legato alla quantità di ghiaccio erogabile. Sul mercato esistono prodotti di diverse tipologie, che presentano caratteristiche strutturali molto diverse tra loro: vediamo nel dettaglio quali sono queste differenze.

Dimensioni e peso

In base alla destinazione d'uso possiamo trovare macchine del ghiaccio da incasso, da magazzino o a libera installazione, ovvero compatte e facilmente collocabili su qualunque ripiano.
I primi due tipi sono adatti prevalentemente ad un uso professionale: si tratta infatti di macchine del ghiaccio molto ingombranti, come quella mostrata nella foto sottostante, che necessitano di un attacco diretto alla rete idrica.
Macchina del ghiaccio professionale
I prodotti a libera installazione invece sono meno ingombranti e solitamente posseggono un serbatoio interno da riempire d'acqua. Per un uso domestico si consiglia di acquistare una macchina del ghiaccio che appartiene a quest'ultima tipologia, come ad esempio quella mostrata nella foto qui sotto: i modelli a libera installazione infatti hanno solitamente un altezza tra i 40 e i 50 cm e una larghezza quasi equivalente. Ciò consente di sistemare agevolmente l'apparecchio sotto un tavolo o sopra un ripiano.
Anche il loro peso non è eccessivo: si parla infatti di un massimo di 10-11 kg. Sebbene infatti questo valore possa apparire abbastanza elevato, bisogna considerare che le macchine del ghiaccio da magazzino e quelle da incasso arrivano a pesare anche 30-40 kg. Una differenza così notevole è dovuta sia alle caratteristiche tecniche che alla diversa capienza, elemento che osserveremo più attentamente nel paragrafo successivo.
Se non avete particolari necessità di produrre grossi quantitativi di ghiaccio vi consigliamo di preferire prodotti compatti e mediamente leggeri: in questo modo potrete usare la macchina più facilmente e riporla senza sforzo dopo l'utilizzo.
Macchina del ghiaccio compatta

Serbatoio dell'acqua o attacco alla rete idrica

Tra le differenze strutturali che ci permettono di distinguere le varie macchine del ghiaccio presenti in commercio è necessario annoverare anche il sistema di fornitura dell'acqua: questo elemento infatti varia in base alle dimensioni complessive e alla destinazione d'uso del modello.
Abbiamo già detto che le macchine del ghiaccio da incasso e quelle da magazzino solitamente non presentano un serbatoio per l'acqua, ma devono essere attaccate direttamente alla rete idrica tramite appositi tubi come quelli mostrati in basso. L'assenza di serbatoio risulta utile per l'utilizzo professionale: in questo modo basterà impostare tramite gli appositi pulsanti la quantità di ghiaccio desiderata e la macchina farà tutto da sola.
Macchina del ghiaccio attacco rete idrica
Per l'utilizzo domestico invece l'attacco diretto alla rete idrica non risulta molto utile, poiché solitamente chi usa la macchina del ghiaccio in casa non ha bisogno di produrre grandi dosi di cubetti ogni giorno.
In questa tipologia di prodotti è quindi presente un serbatoio apposito, che nei modelli più compatti può essere addirittura una semplice vaschetta. Questo componente, solitamente estraibile, ha dimensioni variabili che dipendono molto dalla struttura del corpo macchina ed incidono sulla quantità di ghiaccio realizzabile.

3. Dimensioni del ghiaccio

Nonostante possa sembrare un dettaglio di poco conto, molte macchine del ghiaccio permettono di scegliere la dimensione dei cubetti desiderata. Questo aspetto è molto utile sia per chi deve realizzare bibite o bevande sia per chi utilizza il ghiaccio in cucina per creare particolari ricette.
Non tutti i cubetti hanno lo stesso effetto refrigerante: per alcune bevande, come ad esempio i cocktail pestati, è necessaria la granella di ghiaccio che isola la temperatura dei liquidi, un elemento che si realizza con i cubetti di ghiaccio vuoti (quelli mostrati nella foto sottostante), poiché sono gli unici che riescono ad essere facilmente pestati proprio grazie alla loro forma cava.
In cucina invece il ghiaccio si utilizza principalmente per raffreddare verdure e foglie subito dopo una leggera sbollentatura: un trucco utilizzato dai grandi chef per conservare i colori brillanti ed evitare l'ossidazione. In questo caso, ad esempio, è necessario utilizzare cubetti di ghiaccio pieni e di grandi dimensioni, in modo da avere una temperatura dell'acqua molto bassa.
Acquistare un prodotto che consenta di realizzare cubetti di dimensioni diverse è secondo noi un modo per avere una macchina del ghiaccio più versatile ed utilizzabile in diverse circostanze e per diverse preparazioni. Le macchine del ghiaccio più funzionali consentono di scegliere tra cubetti piccoli, medi, grandi, vuoti o pieni: ciò risulta molto utile per chi ha intenzione di dotarsi di questo prodotto ed usarlo il più possibile.
Macchina del ghiaccio cubetti vuoti

4. Praticità d'uso

Il quarto ed ultimo fattore da valutare è relativo alla praticità d'uso: con questo termine non intendiamo tanto la maneggevolezza del prodotto, quanto più le caratteristiche che rendono una macchina del ghiaccio più o meno semplice da utilizzare. Andremo quindi ad osservare nel dettaglio il tipo di comandi presenti sul corpo macchina, la facilità di pulizia, il rumore e la possibilità di inserire un filtro di depurazione per l'acqua.

Display

La presenza di un display è secondo noi molto utile: grazie a questa interfaccia infatti sarà possibile controllare il processo di produzione del ghiaccio, visualizzare i tempi di preparazione e gestire con facilità il settaggio dei differenti formati di cubetti. Un aspetto importante da considerare è la presenza di una luce led che illumini lo schermo quando la macchina del ghiaccio è accesa, come nel caso della foto sottostante: in questo modo riuscirete a leggere i dati agevolmente anche in stanze poco o male illuminate, come ad esempio in una festa in cui si sia ricreata quella penombra tipica degli ambienti da ballo.
Macchina del ghiaccio display

Termostato e timer

Insieme al display in molte macchine del ghiaccio è presente un termostato appositamente pensato per comunicare all'utente la temperatura interna della macchina durante tutte le fasi di produzione del ghiaccio.
Un altro elemento che risulta molto utile è il timer: molti prodotti consentono infatti di programmare l'erogazione del ghiaccio fino a 24 h prima. Questa funzione vi consentirà di avere i vostri cubetti nel momento desiderato senza bisogno di dover riempire il serbatoio dell'acqua al momento: in questo modo sarete certi di avere il ghiaccio pronto proprio quando vi serve, evitando inutili attese.

Facilità di pulizia

Trattandosi di un prodotto che non può essere interamente smontato, la pulizia delle macchine del ghiaccio potrebbe apparire un lavoro lungo, noioso e difficile: in realtà gli unici pezzi che necessitano di un'attenta manutenzione sono la vaschetta nella quale finiscono i cubetti erogati ed il serbatoio per l'acqua.
Nei migliori modelli questi due componenti possono essere facilmente estratti e lavati sia a mano che in lavastoviglie: un ottimo modo di risparmiare tempo ed assicurarsi sempre condizioni igieniche ideali. Ricordiamo comunque che è sempre meglio non lavare né la vaschetta né il serbatoio con saponi troppo aggressivi: inavvertitamente potrebbero infatti rimanere dei residui di detergente che, oltre ad essere dannosi per la salute, andrebbero a rovinare la qualità del vostro ghiaccio.

Rumore

L'eccessiva rumorosità delle macchine del ghiaccio è un interrogativo che i consumatori si pongono molto spesso: a questo proposito è necessario precisare che non tutti i modelli sono rumorosi, esattamente come non tutti sono molto ingombranti.
Un'elevata rumorosità è una caratteristica propria dei prodotti professionali: le macchine del ghiaccio adatte ad un uso domestico invece presentano di solito un livello di inquinamento acustico davvero basso.

Filtro per acqua

Alcune macchine del ghiaccio offrono la possibilità di inserire nel serbatoio un apposito filtro per depurare l'acqua che andrà a comporre il ghiaccio: questo elemento, seppure molto utile, non è molto diffuso nei modelli ad uso domestico.
Il nostro consiglio in merito è quello di preferire prodotti con questa caratteristica solo se siete certi di avere un'acqua che non si può utilizzare per cucinare. Se invece siete soliti bere o utilizzare la normale acqua del rubinetto non avrete bisogno di questo elemento, che può comunque essere considerato un valore aggiunto.

Altri fattori da prendere in considerazione per la scelta della macchina del ghiaccio

I materiali sono importanti?

Come tutti gli elettrodomestici da cucina, anche per le macchine del ghiaccio è necessario prendere alcuni accorgimenti che riguardano la qualità dei materiali. Trattandosi di un prodotto che processa l'acqua è fondamentale che i materiali utilizzati dalle case produttrici siano atossici, quindi privi di sostanze nocive come il BPA. In generale possiamo notare come la maggior parte dei modelli sia realizzata in plastica dura o in acciaio inox (in alcuni casi troviamo entrambi i materiali).
L'acciaio inox è sicuramente più resistente al deterioramento, tuttavia risulta più costoso ed è quindi utilizzato principalmente nelle macchine del ghiaccio ad uso professionale, nonostante siano presenti sul mercato anche prodotti compatti in acciaio inox. Proprio questa tipologia è dunque quella che consigliamo di acquistare.

La marca è importante?

Fino a qualche tempo fa le macchine del ghiaccio venivano acquistate principalmente da professionisti che le utilizzavano in bar, club e ristoranti: oggi questo elettrodomestico è molto utilizzato anche in ambiente domestico, proprio per questo motivo ai brand specializzati in attrezzature professionali si sono affiancate molte altre aziende.
Trattandosi di un prodotto mediamente costoso è importante affidarsi a brand leader nel settore, specialmente se avete intenzione di utilizzare questo apparecchio in ambito professionale o semi-professionale.
Marchi come Klarstein, Princess e H. Koenig ad esempio offrono macchine del ghiaccio di diverse tipologie fornendo sempre un'ottima assistenza al cliente, garanzia e possibilità di reso.

Il prezzo è importante?

Il prezzo delle macchine del ghiaccio è un elemento che varia sensibilmente in base alla destinazione d'uso del prodotto: le macchine del ghiaccio professionali possono costare anche oltre i 1000 Euro, mentre i modelli più compatti, adatti principalmente ad un utilizzo domestico, costano intorno ai 150 Euro.
Una differenza così netta è dovuta sia alla potenza che alle caratteristiche strutturali, come capacità e dimensioni: non è quindi possibile valutare quale macchina del ghiaccio scegliere prendendo in considerazione solo l'elemento prezzo. Bisogna invece valutare attentamente i vari prodotti nella loro complessità e optare, a parità di prezzo, con l'apparecchio che più si adatta alle proprie esigenze.

Quali sono le migliori macchine del ghiaccio del 2017?

La tabella delle migliori macchine del ghiaccio del 2017 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
8,5 Klarstein Mr. Black-Frost
179,99 €
Recensione
8,1 Klarstein ICE6 Icemeister
nessuna offerta
Recensione
7,8 Thinkgizmos TG20
169,99 €
Recensione
7,3 TecTake 400475
120,99 €
Recensione
8,4 H.Koenig KB15
149,90 €
Recensione

Macchine del ghiaccio: tutti i prodotti recensiti

"Macchina del ghiaccio": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Klarstein Mr. Black-Frost

Miglior prezzo: 179,99€

Klarstein ICE6 Icemeister

Miglior prezzo: 159,99€

Thinkgizmos TG20

Miglior prezzo: 169,99€