I migliori gasatori di acqua del 2017

Confronta i migliori gasatori di acqua del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Al momento non disponibile in nessun negozio.

Vai a:
Offerte del giorno
Altri prodotti recensiti
Migliori offerte
Spedizione inclusa

I 4 fattori decisivi per la scelta del gasatore d'acqua

1. Alimentazione

Tutti amano l'acqua gassata: fresca e dissetante, questa bibita è sempre più diffusa sulle tavole degli italiani. Per molti, però, l'acquisto continuo di bottiglie di plastica non è sostenibile. Da un lato la spesa economica risulta decisamente eccessiva, dall'altro il consumo esagerato di plastica è decisamente dannoso per l'ambiente che ci circonda. Come fare allora a preparare l'acqua gassata in casa? Fortunatamente il progresso tecnologico ci viene in aiuto: da qualche anno, infatti, sono stati lanciati sul mercato i gasatori di acqua adatti ad un uso domestico: prodotti pratici, mediamente economici e decisamente facili da utilizzare.Gasatore acqua
Dato il grande successo di pubblico che questo apparecchio ha riscontrato in breve tempo, sono state commercializzate diverse tipologie di gasatore d'acqua così da rispondere alle differenti esigenze dei consumatori.
Le differenze tra i modelli non sono soltanto di natura strutturale, ma anche tecnica: proprio per questo il primo fattore che riteniamo fondamentale per scegliere il gasatore d'acqua più adatto alle proprie necessità è relativo al tipo di alimentazione dell'apparecchio.
In base a questo aspetto infatti è possibile distinguere tra diverse categorie di prodotti: proveremo di seguito a schematizzare le principali caratteristiche di ogni macro-gruppo di gasatori d'acqua. Prima di entrare nel dettaglio, ricordiamo che tutti i gasatori agiscono aggiungendo anidride carbonica all'acqua: è proprio questa sostanza, infatti, a permettere la creazione delle bollicine.

Gasatore d'acqua manuale

La tipologia più economica e diffusa è quella dei gasatori d'acqua che funzionano manualmente, ovvero senza bisogno di corrente elettrica o di batterie. Si tratta di modelli molto semplici che possono avere una struttura diversa, più o meno ingombrante. Il successo di questa tipologia è sicuramente collegato al fatto che, non essendoci costi aggiuntivi di elettricità o di batterie, gli utenti riescono ad avere un risparmio notevole.

Gasatore d'acqua elettrico

Anche questa tipologia di gasatore risulta mediamente economica ed abbastanza diffusa. La struttura del corpo macchina è solitamente compatta e maneggevole, come si vede nella foto sottostante, e l'azione gasante avviene tramite corrente elettrica. Questo tipo di gasatore risulta un po' più efficiente del gasatore manuale e può essere dotato di funzioni aggiuntive.Gasatore acqua elettrico

Gasatore d'acqua con attacco alla rete idrica

La tipologia di gasatori d'acqua con attacco diretto alla rete idrica è sicuramente la più costosa, poiché implica l'installazione di un impianto fisso e di una bombola di anidride carbonica. Dato il prezzo mediamente alto questo tipo di gasatori è un po' meno diffuso, pur consentendo ottime prestazioni e presentando quasi sempre un sistema di filtraggio integrato. Se non potete rinunciare all'acqua gassata e avete una famiglia numerosa, questa tipologia è sicuramente un'ottima scelta.

2. Funzioni

Il secondo aspetto da prendere in considerazione quando si sceglie il gasatore d'acqua riguarda le funzioni integrate all'apparecchio. Nel paragrafo precedente abbiamo visto che esistono diverse tipologie di gasatori: in base al tipo di alimentazione, al costo e alle dimensioni del corpo macchina, questi apparecchi possono disporre di alcune funzioni aggiuntive.
Trattandosi di un prodotto abbastanza semplice, anche le funzioni integrate che è possibile trovare sono abbastanza limitate, tuttavia per alcuni consumatori possono risultare molto utili.
La prima funzione che prenderemo in considerazione è la regolazione del livello di gasatura. Questo elemento risulta molto importante peri nuclei familiari poiché consente di assecondaredesideri di tutti i membri della famiglia, assicurando di volta in volta la quantità di gas desiderata.
La seconda funzione che è possibile trovare nei gasatori d'acqua è il sistema di filtraggio: con questo termine intendiamo la presenza di un filtro aggiuntivo come quello mostrato nella foto sottostante che permette di depurare l'acqua prima di effettuare il processo di gasatura. Questa funzione è molto importante per chi vuole utilizzare l'acqua del rubinetto e non è certo della sua potabilità.Gasatore acqua filtro

3. Struttura

Il terzo fattore che dovrete osservare prima di scegliere il gasatore d'acqua più adatto alle vostre esigenze riguarda le caratteristiche strutturali dell'apparecchio. Esistono infatti sostanziali differenze tra i modelli: abbiamo già osservato questo aspetto dal punto di vista tecnologico, prenderemo adesso in considerazione gli elementi strutturali che contraddistinguono i differenti prodotti.
Per semplificare possiamo identificare tre macro-tipologie di gasatori d'acqua: le bottiglie autogasanti, i prodotti con corpo macchina e bottiglia integrata e i prodotti che permettono di utilizzare le classiche bottiglie in vetro. Tralasceremo in questo paragrafo i gasatori che si attaccano direttamente alla rete idrica: la maggior parte di questi prodotti infatti dev'essere installata direttamente sotto il vostro rubinetto da operai specializzati in questo genere di lavori.
Osserviamo nel dettaglio i differenti modelli e le loro principali caratteristiche.

Bottiglie autogasanti

Con questo termine vengono identificati i gasatori più semplici, che non hanno un corpo macchina ma si presentano come una normale bottiglia dotata di uno speciale tappo all'interno del quale devono essere inserite le ricariche di anidride carbonica. La dimensione di questi gasatori varia a seconda del modello: solitamente questi prodotti possono contenere tra 0,75 l e 1,5 l. Il loro funzionamento è molto semplice: basterà inserire l'acqua all'interno della bottiglia e, muovendo la leva presente sul tappo speciale, si darà avvio alla gasatura. In alcuni casi è possibile inoltre trovare la funzione che permette di regolare il livello di gasatura, come ad esempio nel prodotto mostrato qui sotto. Questa tipologia di gasatori è decisamente la più compatta e maneggevole, tuttavia risulta adatta essenzialmente a chi ha un bisogno individuale: utilizzare la bottiglia autogasante per tutta la famiglia risulterebbe infatti scomodo e più dispendioso.Gasatore acqua autogasante

Corpo macchina con bottiglia integrata

Anche questa tipologia di gasatori risulta decisamente compatta e maneggevole. Questi prodotti sono dotati di un corpo macchina (di dimensioni variabili) e di una bottiglia integrata, che dev'essere riempita prima della gasatura. Nella parte alta del corpo macchina sono solitamente presenti dei pulsanti o una leva che permettono di attivare l'apparecchio e selezionare le eventuali funzioni integrate. Questa tipologia di gasatori può essere sia alimentata elettricamente che manualmente: in base alla tecnologia integrata ed in base alle funzioni disponibili varieranno sia la fascia di prezzo che l'ingombro complessivo. I gasatori con bottiglia integrata risultano abbastanza efficienti e pratici: l'unico aspetto che potrebbe essere valutato negativamente è l'impossibilità di utilizzare le normali bottiglie in vetro. Solitamente infatti la macchina ha una parte superiore troppo bassa, pensata appositamente per la bottiglia integrata, che può essere sostituita con un'altra dello stesso brand acquistabile separatamente (nella foto sottostante un esempio di bottiglia di ricambio). Da ricordare che per evitare l'accumulo di impurità o la formazione di batteri è necessario lavare questo contenitore abbastanza frequentemente.Gasatore acqua bottiglia

Corpo macchina senza bottiglia integrata

Le caratteristiche strutturali di questa tipologia di gasatori sono molto simili a quelle dei gasatori con bottiglia integrata: l'unica differenza sensibile è proprio l'assenza di un contenitore fisso. Con questa tipologia di gasatori sarà infatti possibile utilizzare diversi tipi di bottiglie, come si nota nella foto sottostante: ciò risulta molto utile per chi ha bisogno di preparare quantità abbondanti di acqua gassata. Bisogna comunque tenere presente che l'acqua preparata con il gasatore non può essere conservata per troppo tempo: le case produttrici solitamente indicano che il livello di gasatura scelto si mantiene per circa 1 giorno: trascorso questo tempo l'anidride carbonica potrebbe evaporare, nonostante la bottiglia sia ermeticamente chiusa e tenuta in frigorifero.Gasatore acqua senza bottiglia integrata

4. Ricariche e gusti

L'ultimo fattore da osservare per la scelta del gasatore d'acqua più adatto alle vostre esigenze è strettamente connesso alla praticità di utilizzo. Con questo termine non vogliamo riferirci alla facilità di attivare l'apparecchio: ci interessa piuttosto osservare la possibilità di reperire facilmente le ricariche di anidride carbonica e di utilizzare aromi particolari per creare non solo acqua gassata, ma anche bibite varie.
Abbiamo già visto come in tutte le tipologie di gasatori, a prescindere dalle differenze strutturali o tecnologiche, la gasatura avviene mediante anidride carbonica: questo componente dev'essere acquistato periodicamente, ed è l'unico costo aggiuntivo da sostenere. Una ricarica di anidride carbonica consente in media di gasare tra gli 80 e i 150 litri di acqua: la quantità precisa dipende quasi interamente dalle dimensioni della ricarica, e quindi del gasatore. Le bottiglie autogasanti avranno delle ricariche molto piccole: maggiori sono le dimensioni del corpo macchina più grandi saranno le ricariche. In fase di acquisto è importante considerare che tipo di ricarica può essere usato: per alcuni modelli infatti è obbligatorio acquistare quello dello stesso brand, mostrato qui sotto, mentre in altri casi è possibile utilizzare anche quelle universali, solitamente più economiche.Gasatore acqua ricarica
Il secondo aspetto che potrebbe incidere sulla praticità dell'apparecchio è la possibilità di realizzare non solo acqua gassata, ma anche bibite di vario genere. Ciò potrebbe risultare molto utile, specialmente per chi ama le bibite gassate: in commercio sono infatti disponibili moltissimi estratti, naturali e non, che se inseriti nel gasatore consentono di ricreare diversi tipi di bevande. Avere a disposizione un gasatore che consenta di realizzare questo tipo di bibite rappresenta sicuramente un ulteriore risparmio: il nostro consiglio è quindi quello di valutare attentamente questo aspetto, così da ottimizzare la spesa e acquistare un prodotto davvero completo.

Altri fattori da tenere in considerazione per la scelta del gasatore d'acqua

I materiali sono importanti?

Come abbiamo visto, in commercio è possibile reperire diverse tipologie di gasatori d'acqua: anche i materiali saranno quindi diversi. Per i contenitori i materiali più diffusi sono il vetro e la plastica dura, mentre il corpo macchina può essere in plastica o in acciaio. L'unica accortezza da tenere presente rispetto ai materiali è assicurarsi che siano resistenti e solidi e che siano privi di sostanze tossiche come il BPA.

La marca è importante?

Come per tutte le categorie di prodotti, anche per i gasatori d'acqua esistono dei brand leader nel settore che producono la maggior parte dei modelli più venduti. Il primo marchio da citare è sicuramente SodaStream: questa azienda inglese nata nel 1903 è la maggiore produttrice di gasatori in tutto il mondo, proprio per questo i suoi prodotti sono molto competitivi sia rispetto al prezzo che rispetto alla qualità. Recentemente si sono comunque imposti sul mercato anche altri marchi, che propongono diverse linee di prodotti: è il caso dell'italiana Beghelli, della Laica o della Whirlpool: tre brand molto affermati che assicurano qualità e assistenza al consumatore. Sconsigliamo di acquistare prodotti di marchi sconosciuti, specialmente se non è possibile reperire informazioni sui prodotti in italiano: potreste infatti avere la brutta sorpresa di acquistare un gasatore di scarsa qualità.

Il prezzo è importante?

Il prezzo è l'aspetto più variabile in questa tipologia di prodotti: data l'esistenza di differenze sostanziali tra i modelli, sia dal punto di vista tecnologico che dal punto di vista strutturale, abbiamo diverse fasce di prezzo di riferimento. I prodotti più economici sono sicuramente le bottiglie autogasanti: il loro costo oscilla tra i 20 e i 40 euro. I gasatori più costosi invece sono gli impianti che si attaccano direttamente alla rete idrica: considerando il costo della manodopera necessaria per l'installazione e la tecnologia più sofisticata, la spesa cresce notevolmente. I modelli con corpo macchina invece si posizionano all'interno di una fascia di prezzo media: il loro costo è tra i 50 e i 150 euro. Essendo la differenza di prezzo molto sostanziosa consigliamo di non scegliere il prodotto in base al prezzo ma in base ai fattori che abbiamo precedentemente identificato: solo in questo modo potrete essere certi di acquistare il modello adatto alle vostre esigenze.

Quali sono i migliori gasatori di acqua del 2017?

La tabella dei migliori gasatori di acqua del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
8,4 Sodastream Power
149,00 €
Recensione
8 Sodastream Source
90,69 €
Recensione
7,9 Sodastream Jet
36,90 €
Recensione
6,5 Laica HI8001E
nessuna offerta
Recensione
7,1 Imetec Acqua Bubbles BLS 100 Kit
69,00 €
Recensione

Gasatori di acqua: tutti i prodotti recensiti

"Gasatore acqua": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sodastream Power

Miglior prezzo: 149,00€

Sodastream Source

Miglior prezzo: 90,69€

Sodastream Jet

Miglior prezzo: 36,90€