Le migliori ellittiche del 2017

Confronta le migliori ellittiche del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

5 Fattori decisivi per la scelta dell'ellittica

1. Intensità dell'allenamento

L'ellittica è un attrezzo per l'allenamento aerobico composto da due pedali e due manubri mobili, ideati per consentire all'utilizzatore di sollecitare gli arti inferiori e superiori, simulando una camminata o corsa. I movimenti, infatti, sono di tipo ellittico e riprendono quelli che si eseguono con tre attrezzi, ovvero il tapis roulant, la cyclette e lo stepper, offrendo quindi un'esperienza di fitness completa.
Ellittica
Il vantaggio di questo strumento è che permette di controllare e modulare gradualmente il movimento, motivo per cui è particolarmente indicata per i principianti del fitness, per gli anziani, per chi sia fuori allenamento, per chi abbia problemi alle articolazioni, oppure per chi debba rimettersi da un infortunio.

Ellittica di tipo professionale e domestico
Nonostante l'ellittica sia un attrezzo che permette un tipo di attività più "dolce" rispetto ad altri, l'allenamento può comunque variare ed essere più o meno intenso, adattandosi alle esigenze sportive dei diversi utenti: da chi voglia fare solo della ginnastica dolce, agli amanti del fitness più duro e impegnativo.
Poggiapiedi di un'ellittica

Per questo motivo, il primo fattore da considerare per la scelta dell'ellittica riguarda proprio l'intensità d'allenamento che è possibile effettuare con un determinato strumento. Nel paragrafo che segue andiamo ad illustrare nel dettaglio la resistenza, un componente che può rendere un'ellittica adatta o meno alle proprie esigenze sportive.

La resistenza

Resistenza manualeLa resistenza si oppone a quella forza che il soggetto esercita mentre compie il movimento ellittico e che lo rende, di conseguenza, più difficile da realizzare.
Tutte le ellittiche sono dotate di una resistenza: cosa differenzia, dunque un attrezzo da un altro? Innanzitutto, la tipologia di resistenza: questa può infatti essere meccanica, magnetica oppure elettromagnetica.
Alla prima tipologia corrispondono attrezzi che vanno regolati manualmente attraverso una manopola che di solito è posizionata sotto il pannello di controllo, mentre le ellittiche con resistenza magnetica o elettromagnetica prevedono un sistema automatico che, una volta pigiato l'apposito tasto, aumenta o diminuisce la difficoltà con cui si può effettuare il movimento.
Regolazione resistenza ellittica tramite display
Resistenza impostabile con displayUn altro aspetto che differenzia un modello dall'altro è il numero di livelli di resistenza selezionabili: questi vanno da 6-8 livelli ad un massimo di circa 16-18 nei modelli più completi e adatti anche ad allenamenti più pesanti, magari per gli sportivi o per gli amanti del fitness.
In generale, comunque, se si è alle prime armi è sempre meglio iniziare con il livello più basso e poi aumentare la difficoltà dell'allentamento in maniera graduale, in modo da non arrecare nessun danno alle articolazioni, in particolar modo alle ginocchia.

2. Stabilità

La stabilità di un'ellittica è tra i criteri primari per scegliere non solo un attrezzo affidabile e robusto (in modo da non rischiare che si danneggi facilmente con l'usura), ma anche per selezionare quello che più si adatta alla corporatura e alle esigenze atletiche dell'utente che andrà ad utilizzarlo.
Gli aspetti da considerare in tal senso sono da un lato il peso che può sostenere e, dall'altro, le caratteristiche del volano, un componente fondamentale della struttura di un'ellittica. Vediamoli nel dettaglio nei due paragrafi seguenti.

Peso della struttura e peso sostenibile

Il peso dell'ellittica stessa ci può dare informazioni sulla stabilità della sua struttura in quanto indice della robustezza dei materiali impiegati e della qualità del volano (di cui ci occuperemo a breve). Inoltre, ci fornisce importanti indicazioni sul peso massimo dell'utente che l'apparecchio potrà sostenere. Tenete anche presente che dovrete assicurarvi di scegliere un apparecchio la cui struttura sia anche comoda, oltre che solida, come segnalato in questo video che segue, circa la comodità della pedaliera:

Per farvi un'idea generale di quale sia la struttura più idonea alla vostra fisicità, tenete in considerazione che gli apparecchi più leggeri hanno un peso di circa 15 kg e possono sostenere persone fino a 90 o 100 kg circa. In posizione media, invece, troviamo apparecchi che pesano dai 15 ai 30 kg, e sostengono utenti anche fino a 120 kg, mentre gli attrezzi più robusti arrivano a pesare anche più di 50 kg, proponendosi come la soluzione ideale anche per utenti dal peso di 125 kg ed oltre.Ellittica con volano anteriore

Il volano

Similmente ad una cyclette, anche l'ellittica si caratterizza per la presenza di un volano, ovvero un disco in metallo a cui sono agganciati i due pedali e che ha lo scopo di rendere regolare il movimento del sistema meccanico dell'ellittica.
Ellittica con volano posteriore
Quanto più il volano è pesante, tanto più rende l'attrezzo robusto e stabile al suolo, ma oltre alla stazza bisogna considerare anche altre caratteristiche del volano:

  • Tipologia: nelle ellittiche più economiche, il volano è solitamente di tipo meccanico, un sistema un po' più rumoroso e che rende il movimento meno fluido. Il volano di tipo magnetico, invece, caratterizza i prodotti a partire dalla fascia di prezzo media in poi e assicura una pedalata più silenziosa e anche più scorrevole e confortevole. Nella posizione più alta, sia dal punto di vista qualitativo che economico, si collocano invece gli attrezzi dotati di volano elettromagnetico, caratterizzati da un controllo estremamente preciso dei movimenti e dello sforzo ed indicati per scopi di riabilitazione terapeutica e per allenamenti a livello agonisticoEllittica con volano posteriore
  • Collocazione: il volano può essere collocato in posizione anteriore o posteriore. In base a dove è collocato il volano, possiamo distinguere due tipologie di strutture diverse che comportano anche una sottile variazione nella tipologia di allenamento realizzabile. Solitamente, l'ellittica con volano anteriore è in grado di sostenere prestazioni atletiche più elevate, in quanto consente una falcata ampia e simile ad una pedalata/pattinata. L'ellittica con volano anteriore ha di solito una struttura più robusta ed ingombrante, ideale per palestre e pensata per utenti particolarmente alti o pesanti. Il volano collocato posteriormente, invece, caratterizza la struttura di ellittica più diffusa in commercio, con un ingombro ridotto (è, infatti, meno lunga dell'altra) e una falcata inferiore, più simile ad una corsa/camminata
  • Peso: anche il peso del volano dev'essere considerato perché influenza la stabilità della struttura. Questo può avere una massa che va dai circa 9 kg fino agli oltre 15 kg

Ci sono, infine, alcune caratteristiche strutturali che incidono sulla comodità d'uso dell'ellittica, quali ad esempio la tipologia di manubri che questa possiede, come vi illustra il seguente video:

3. Informazioni fornite

Quando ci si allena è molto importante essere informati in maniera precisa e chiara su alcuni parametri interessanti per comprendere l'andamento della prestazione sportiva, motivo per cui bisogna badare alle indicazioni che vengono fornite dall'ellittica al suo utilizzatore.
Display di un'ellittica
Queste informazioni possono variare sia nel numero che nelle modalità di visualizzazione.
Display che fornisce una informazione per volta
Iniziamo vedendo un elenco completo di quanti e quali dati è possibile visualizzare durante l'allenamento con un'ellittica:

  • Durata dell'allenamento: il tempo è probabilmente il parametro più rilevante per molti utenti, e tutte le ellittiche dotate di un display permettono di vedere la durata dell'allenamento, sia in corso d'opera che a lavoro conclusoRilevazione cardiaca palmare
  • Attività cardiaca: quando l'attrezzo sia dotato degli appositi sensori di rilevazione del battito cardiaco (che di solito sono palmari e si trovano in due manubri situati nei pressi della consolle), è possibile tenere sotto controllo questo dato attraverso il display dell'ellittica. Alcuni modelli, oltre al sistema palmare, prevedono anche la compatibilità con l'utilizzo di un'apposita fascia cardiaca per monitorare il battito in maniera ancor più accurata. Il video che segue vi mostra un esempio di ellittica dotata di sensori per il rilevamento del battito cardiaco.
  • Conteggio calorie: si tratta della visualizzazione delle calorie totali bruciate durante una sessione di allenamento e ne sono dotati quasi tutti i modelli. Chiaramente, l'indicazione è abbastanza indicativa e va considerata come tale, visto che il numero di calorie bruciate dipende da altre variabili molto soggettive quali la massa corporea e l'alimentazione del soggetto
  • Distanza percorsa: un altro modo per quantificare lo sforzo fatto è quello di dare un'occhiata alla distanza che è stata percorsa. Ricordiamo, infatti, che l'ellittica permette di misurare tale percorrenza perché caratterizzata da un funzionamento simile a quello di un tapis roulant o di una cyclette
  • Difficoltà dell'allenamento: quando dotati di resistenza elettromagnetica, gli apparecchi consentono di visualizzare sul display anche informazioni relative al livello di resistenza impostato e mantenuto durante l'allenamento

Alcune macchine, poi, permettono anche di registrare questi dati, in modo da conservare traccia dei propri allenamenti e monitorare i progressi o gli obiettivi raggiunti con il tempo.
Oltre a quale tipo di dato ci viene fornito, gli apparecchi si distinguono anche in base alla modalità con cui questi vengono visualizzati all'utente. Eccovi un esempio di attrezzo dotato di display ampio e ben leggibile:

In base anche al costo di un attrezzo, infatti, troveremo ellittiche con console più o meno accurate: i modelli più cari e pregiati hanno dei pannelli di controllo ampi, ben leggibili e con display retroilluminati che regalano un colpo d'occhio generale su tutti i parametri dell'allenamento in corso. Al contrario, gli apparecchi più semplici ed economici prevedono piccole finestrelle che non offrono il massimo della visibilità e, anzi, permettono di leggere le varie informazioni solo una per volta.Tipi di display

4. Programmi impostabili

Veniamo ad un altro aspetto che fa la differenza nell'allenamento, ovvero la possibilità di selezionare dei programmi già impostati dall'ellittica, un fattore che rende il suo utilizzo più semplice e comodo ma, allo stesso tempo, rende anche il suo prezzo decisamente più alto.
Ellittica con programmi preimpostati
Ma cosa si intende per programma d'allenamento preimpostato? Si tratta della possibilità di eseguire una tipologia di allenamento la cui durata ed intensità vengono impostate automaticamente dall'ellittica in base ad un criterio stabilito dall'utente che può essere, ad esempio, la quantità di calorie da bruciare, la distanza che si desidera percorrere o magari il tempo per cui ci si vuole muovere. Inoltre, è anche possibile eseguire un allenamento sfruttando dei programmi specifici come quelli HRC, che regolano l'intensità dell'esercizio in base all'attività cardiaca registrata.
I modelli che si caratterizzano per un prezzo di vendita basso sono di solito anche degli attrezzi molto essenziali e non prevedono mai la possibilità di sfruttare tali allenamenti automatici per cui sarà l'utente che, al raggiungimento di un determinato lasso di tempo o distanza percorsa (che visualizzerà sul display dell'ellittica) potrà scegliere di porre fine alla propria sessione di attività aerobica.

5. Ingombro

L'ultimo fattore da prendere in considerazione quando si sceglie un'ellittica è relativo al suo ingombro, una caratteristica molto importante soprattutto quando si abbiano delle specifiche esigenze di spazio da rispettare per collocare o riporre il proprio attrezzo in casa.
Spostamento ellittica su ruote
Ricordiamo infatti che l'ellittica è un tipo di macchinario che richiede uno spazio adeguatamente ampio per consentire a chi si allena di svolgere il corretto movimento sia con gli arti superiori che inferiori.

Ellittica richiudibile
Nello specifico, con "ingombro" intendiamo una serie di elementi che di restituiscono un'immagine globale della struttura di un'ellittica, che sono i seguenti:

  • Dimensioni: queste ci descrivono la stazza vera e propria di un apparecchio, ma anche la qualità dell'allenamento che con esso è realizzabile. In linea generale, infatti, più è lunga la struttura dell'ellittica, più disteso e corretto sarà il movimento che le gambe devono compiere. Le dimensioni dell'ellittica vanno selezionate anche in base alla propria corporatura (ad esempio, chi è molto alto dovrà necessariamente scegliere un modello particolarmente lungo, pena l'impossibilità di muoversi correttamente) ma, in linea di massima, non bisognerebbe scegliere modelli che siano inferiori ad 1 m per assicurarsi un attrezzo comodo ed utile per un corretto allenamento
  • Possibilità di richiuderla: alcuni modelli in commercio permettono di richiudere la parte dov'è situata la pedaliera per ridurre la stazza dell'attrezzo quando è il momento di riporlo. Questa caratteristica è un po' ambivalente poiché, se da un lato è senz'altro comodo poter ripiegare la struttura dell'ellittica e renderla meno ingombrante, dall'altro lato sono quasi esclusivamente i modelli più semplici ed economici ad offrire tale possibilità. Se si intendesse effettuare allenamenti intensi o frequenti, quindi, si dovrà per forza accettare il compromesso di un ingombro maggiore in casa e, dunque, sarà necessario sincerarsi di avere la giusta superficie per collocare l'attrezzo ed utilizzarlo in maniera comoda e corretta
  • Presenza di rotelle: soprattutto se si pensa di spostare l'apparecchio dopo l'utilizzo per riporlo altrove, sarà bene fare caso alla presenza di due o più rotelline collocate nella base dell'ellittica, perché questi apparecchi possono anche pesare più di 50 kg. Il video che segue vi mostra un esempio di ellittica dotata di rotelle per il trasporto:

Tra l'altro, a proposito di spostamento del vostro attrezzo da uso domestico, tenete presente che è importante che un'ellittica abbia delle protezioni per il pavimento, come vi spiega il video che segue.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta dell'ellittica

I materiali sono importanti?

Non esiste una vasta gamma di materiali utilizzati per la produzione di ellittiche, ma questi sono comunque importanti da valutare perché incidono sulla stabilità e anche sulla comodità dell'attrezzo. Fanno la differenza, ad esempio, i materiali utilizzati per il rivestimento dei manici che si impugnano durante l'allenamento, che dovrebbero essere gommati e garantire una buona presa anche qualora si sudi e si abbiano le mani bagnate oppure umide. Similmente, anche i rivestimenti della pulsantiera per mettere in funzione l'attrezzo dovrebbero essere adeguati.
La struttura generale dell'ellittica, poi, è importante per rendere l'apparecchio ben saldo al suolo: i materiali più robusti e pesanti sono, ovviamente, la scelta più indicata, ma corrispondono spesso anche ai prodotti dal costo più elevato e quindi consigliati a chi non voglia badare a spese perché desidera allenarsi spesso e al meglio delle condizioni.
Infine, qualora presente, bisognerà badare anche alla qualità del display che potrebbe essere semplice oppure più all'avanguardia, come i modelli retroilluminati o di tipo LCD.

La marca è importante?

Sono parecchio numerose le case produttrici che si dedicano alla realizzazione di ellittiche e altri strumenti per il fitness come tapis roulant e cyclette che si differenziano per costo, tipologia e qualità. Il nostro consiglio non è quello di privilegiare un marchio nello specifico quanto, piuttosto, di scegliere sempre un'azienda che sia nota e ben diffusa sul territorio. Tale scelta è infatti un sinonimo di garanzia qualora si avesse qualsiasi problema nella fase di post-vendita relativamente al corretto funzionamento dell'attrezzo. Oggi, tra i numerosi produttori di ellittiche ed altri attrezzi sportivi di tipo domestico e non solo, registriamo Diadora, Klarfit, CapitalSports, Technogym, Kettler e BodySculpture come alcuni dei marchi più diffusi ed affidabili.

Il prezzo è importante?

Il costo di un'ellittica varia molto: quelli ideati per allenamenti intensi e/o per preparazioni atletiche, ad esempio, sono gli strumenti più cari in assoluto e che meno frequentemente vengono acquistati per un utilizzo domestico, ma si trovano piuttosto nelle palestre.
Le ellittiche di tipo domestico, invece, hanno un prezzo finale variabile in base ad alcune caratteristiche tecniche che sono indicative della qualità dell'attrezzo (come, ad esempio, il peso del volano o il tipo di resistenza) ed altre che invece descrivono le funzioni extra e la comodità d'uso (come nel caso della presenza di programmi d'allenamento preimpostati o di un display).
Qui di seguito trovate delle indicazioni utili per comprendere le fasce di prezzo entro cui muoversi per l'acquisto di un'ellittica:

  • Entro i 200 €: in questa fascia di prezzo troviamo i modelli di tipo economico, ideali per chi voglia utilizzare la propria ellittica per allenamenti leggeri e non troppo frequenti
  • Dai 200 ai 350 €: tutte le ellittiche che rientrano in questa fascia di prezzo sono da considerare mediamente costose e sono indicate per un utilizzo non frequentissimo, visto che si tratta di attrezzi dalla qualità superiore ai modelli economici, ma non all'altezza di quelli più costosi e sofisticati
  • Dai 400 € in su: la fascia di prezzo alta include tutte quelle ellittiche robuste e pensate per allenamenti più intensi. Si parte da un minimo di circa 400 Euro per poi arrivare anche a superare superare di molto i 1000 per i modelli utilizzati anche nelle palestre

Quali sono le migliori ellittiche del 2017?

La tabella delle migliori ellittiche del 2017 scelte dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Prezzo
migliore
Recensione
9,2 Kettler Skylon 3 1.299,00 € Recensione
8,7 Kettler Axos Cross P 540,00 € Recensione
6,5 TecTake 401075 117,99 € Recensione
6,3 TecTake 2 in 1 401716 93,99 € Recensione
8 Diadora Rival 299,00 € Recensione

Ellittiche: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Ellittica

  1. 1
    Domanda di Ilaria | 24 giugno 2017 at 16:19

    Donna,h 1.62,peso 65 kg.Cerco un modello non caro,ma di buona qualità per tornare in forma dopo la gravidanza.Non rumoroso(abito in condominio).grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 26 giugno 2017 at 11:38

      Consideriamo la Kettler Axos Cross P come il miglior rapporto qualità-prezzo, prodotto solido e perfettamente adatto allo scopo da te indicato.

  2. 0
    Domanda di Ilio | 5 agosto 2017 at 19:14

    uomo 50nne, 85 kg x 172 ed una buona capacità aerobica, vorrei sostituire il mio tappeto FASSI MACRO 3 HRC con una ellittica con buona programmazione

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 7 agosto 2017 at 13:40

      Se vuoi un prodotto solido e che ti dia la possibilità di allenarti anche a ritmi più veloci vedi la Kettler Skylon 3, una delle migliori che abbiamo esaminato finora.

  3. 0
    Domanda di Gabriele | 14 luglio 2017 at 18:48

    Sono alto 190 cm per circa 100 kg. Budget: max 400-500€ poichè è un primo acquisto e vorrei valutare l’effettivo uso (idealmente uso quotidiano)

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 17 luglio 2017 at 10:12

      Possiamo indicarti il modello Kettler Axos Cross P, che consideriamo tra i migliori nella fascia media, che è quella da te indicata.

  4. 0
    Domanda di Luca | 26 giugno 2017 at 16:29

    Uso casalingo,abito in appartamento.Tra Kettler Axos Cross P e Diadora Rival la differenza è solo la stabilità/rumore?Per me è ok?Uomo,1.88x80kg

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 27 giugno 2017 at 16:56

      Visto che sei molto alto ti consigliamo la Kettler Axos Cross P che ha dimensioni maggiori, avrai quindi più facilità di movimento.

  5. 0
    Domanda di Lauretta | 2 giugno 2017 at 13:45

    Buongiorno. Cerco un’ellittica da tenere in casa e destinata a mio figlio che è alto 1.90 e attualmente pesa 104 kg. Potete aiutarmi?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 6 giugno 2017 at 10:05

      Molto dipende dal ritmo che vuole tenere e quelli che sono i suoi obiettivi, tuo figlio è molto alto, se vuole “correre” e non camminare serve un’ellittica di fascia alta, solida e con una buona falcata. Senza dubbio la soluzione migliore è prendere un apparecchio come la Kettler Skylon 3, che permetterà un vero e proprio allenamento.

  6. 0
    Domanda di Antonello | 30 marzo 2017 at 16:02

    sono indeciso tra la toorks 700 richiudibile e la kettler skilon 1

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 31 marzo 2017 at 13:04

      Per aiutarti nella scelta dovresti darci maggiori informazioni, sapere ad esempio quanto sei e quanto pesi, ma soprattutto qual è il tuo obiettivo. Consideriamo comunque la Kettler Axos Cross P come la migliore in base al prezzo.

  7. 0
    Domanda di Massimiliano | 14 marzo 2017 at 17:24

    Tra ELLITTICA E SHAPE della Domyos e la Diadora Rival che consigliate? il mio budget è limitato a 300 €. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 16 marzo 2017 at 13:46

      Non conoscendo il primo prodotto è difficile darti una risposta certa, possiamo però dirti che la Diadora Rival è un’eccellente compromesso qualità-prezzo, ora in offerta, e che vanta di soli feedback positivi da parte dei vari acquirenti.

  8. 0
    Domanda di PAOLO | 7 febbraio 2017 at 09:44

    Cerco ellittica dalla pedalata ESTREMAMENTE FLUIDA. Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 9 febbraio 2017 at 11:31

      Possiamo indicarti la Kettler Skylon 3 come uno dei migliori modelli in commercio, pedalata fluida e ampia, anche per persone alte e pesanti, materiali robusti e ampio display.

  9. 0
    Domanda di fabrizio | 8 dicembre 2016 at 11:36

    sono alto 1.90 n. piedi 47 che modello consigliate per persone alte?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 12 dicembre 2016 at 10:25

      Non ci dici se hai un tetto limite di spesa, quindi ti consigliamo un apparecchio che può garantire un’ampia falcata e sostiene un peso di 150 kg: Kettler Skylon 3.

  10. 0
    Domanda di Giovanni | 24 novembre 2016 at 11:23

    h. 1,80 e peso 72 kg. Obiettivo: controllare la mia pressione arteriosa. Ellittica da situare in stanza senza corrente elettrica! Suggerimenti?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 25 novembre 2016 at 09:37

      Puoi vedere il modello Body Sculpture BE5920, apparecchio economico ma molto apprezzato, e che può allenare anche un soggetto con la tua morfologia.

  11. 0
    Domanda di andrea | 11 ottobre 2016 at 10:39

    Ellittica MAGNETIC BIKE ΔELTA Program cross BESCOMO Volano 24 kg cod. IREB1314P
    Secondo voi è valida per allenamenti frequenti e intensi?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 13 ottobre 2016 at 11:38

      Non troviamo informazioni interessanti su questo prodotto, per un allenamento frequenti ed intensi ti indichiamo il modello Kettler Skylon 3, solida e ricca di diverse funzioni.

"Ellittica": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

La migliore in assoluto

Kettler Skylon 3

Miglior prezzo: 1.299,00€

Il miglior rapporto qualità prezzo

Kettler Axos Cross P

Miglior prezzo: 540,00€

La più venduta

TecTake 401075

Miglior prezzo: 117,99€