I migliori cuocipappa del 2017

Confronta i migliori cuocipappa del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

5 Fattori decisivi per la scelta del cuocipappa

1. Preparazione

CuocipappaIl primo fattore che vorrete considerare prima di acquistare un cuocipappa sarà quello riguardante le preparazioni che esso vi consentirà di fare.
Il tratto comune a tutti i cuocipappa in commercio è infatti quello di cuocere a vapore tutte le pietanze, frutta, verdura, carne, pesce e in alcuni casi anche riso.
A seconda del modello sarà possibile selezionare tra diversi livelli di calore a seconda della pietanza da cuocere, ma bisogna ricordare che vi sono anche modelli più avanzati, simili a veri e propri robot da cucina, che permettono anche altri tipi di cottura, ad esempio per ebollizione.
Un secondo tratto che accomuna i cuocipappa è quello della presenza di un piccolo frullatore integrato, che permette di frullare le pietanze cotte e ridurle in vellutata o omogenizzato. Non si tratterà in generale di frullatori molto potenti, e in generale saranno dotati di due lame soltanto, caratteristiche comunque sufficienti a lavorare esattamente ciò per cui il cuocipappa è progettato, ovvero pietanze cotte al vapore frullate insieme al loro liquido di cottura o altre parti liquide.
Nei casi dei modelli dotati di un frullatore di discreta potenza, sui 400 W, sarà anche possibile preparare dei piccoli frullati con verdure e frutta fresca, quando il bimbo o bimba avrà l’età adatta. Un modello di buona qualità sarà inoltre dotato di lame dal design particolare, studiato per ridurre il più possibile le bolle d’aria all’interno della pappa, che possono causare dolorose coliche ai bimbi.

2. Altre funzioni

Cuocipappa con scaldabiberonIl secondo fattore che suggeriamo di considerare nell’acquisto del cuocipappa è quello relativo alle funzioni supplementari che esso può svolgere. Alle funzionalità di base di cottura e frullatura si possono infatti aggiungere, a seconda del modello, anche altre funzioni utili.
Vediamo quali sono le più diffuse:

  • Scongelamento: è abbastanza facile trovare sul cuocipappa anche una funzione di scongelamento, con la quale decongelare, sempre al vapore, le pietanze da cuocere successivamente
  • Scaldabiberon: è possibile trovare anche cuocipappa con scaldabiberon integrato, così non si rende necessario comprarne uno a parte. Normalmente con lo scaldabiberon integrato è anche possibile scaldare i vasetti di omogenizzati
  • Sterilizzatore: meno comune, ma sicuramente tanto gradita, la possibilità di sterilizzare al vapore la bottiglietta del biberon

Naturalmente un numero ampio di funzioni supplementari rende un cuocipappa versatile e in grado di adattarsi ad una più ampia gamma di esigenze.

3. Praticità

Un ulteriore fattore degno di considerazione è quello che riguarda la praticità del cuocipappa, vale a dire quanto l’apparecchio abbia bisogno della vostra supervisione e quanto sia invece in grado di funzionare autonomamente. A nostro parere, infatti, soprattutto se non avete tanto tempo da dedicare alla preparazione delle pappe per il vostro bambino, un modello il più automatizzato possibile può certamente venirvi in aiuto.
Cuocipappa frullatore separatoÈ anche interessante considerare quali e quante regolazioni siano previste per la cottura e frullatura delle pietanze. Vediamo i tratti di un cuocipappa possiamo riunire ed analizzare sotto sotto l’etichetta di questo fattore:

  • Timer: i cuocipappa più semplici non prevedono un timer, e in questi casi la durata della cottura è stabilita da voi manualmente o semplicemente dal consumo di tutta l’acqua nella caldaia. I modelli di fascia medio-alta permettono invece di stabilire i tempi di cottura a vostro piacere
  • Intensità del vapore: è spesso possibile trovare anche sui modelli relativamente semplici una doppia regolazione del vapore di cottura, una più delicata e l’altra più intensa, da scegliere in base alle pietanze che si vogliono cuocere
  • Arresto automatico: i cuocipappa più “indipendenti” sono anche dotati di autospegnimento o interruzione automatica della cottura una volta terminato il ciclo, sia che esso sia stato impostato con il timer integrato sia che il ciclo di cottura sia fisso, a durata prestabilita
  • Display: i cuocipappa più semplici non sono dotati di un display, mentre quelli con più funzionalità e timer hanno un piccolo display LCD che torna utile per selezionare le funzioni e impostare il timer, oltre che, spesso, per mantenere monitorato l'avanzamento della lavorazione dei cibi
  • Avvisi acustici: molti dei modelli con timer o con cicli di cottura predefiniti emettono un segnale sonoro per indicare la fine della cottura, o l’arresto dovuto all’esaurimento dell’acqua nella caldaia
  • Avvisi visivi: allo stesso modo, è possibile che al segnale sonoro se ne aggiunga uno visivo, ad esempio un’icona lampeggiante sull’eventuale display o, più raramente, una lucina lampeggiante per quei modelli che non sono dotati di un display LCD
  • Numero contenitori: alcuni cuocipappa cuociono e frullano nello stesso contenitore, in molti casi senza che sia richiesto alcun intervento da parte vostra. Altri modelli prevedono invece un frullatore separato dalla vasca di cottura, che vi richiederà quindi di travasare il contenuto dall’una all’altro. Naturalmente un numero maggiore di contenitori implica anche una maggiore durata e complessità delle operazioni di pulizia

4. Struttura

Cuocipappa vaporeUn altro fattore che vale la pena considerare è quello sulla struttura di un cuocipappa.
Non facciamo riferimento soltanto alle dimensioni e al peso, che giocano un ruolo nel decidere dove collocare il cuocipappa, e se ritirarlo quando non lo si usa, ma anche ad altre caratteristiche quali la capacità della vasca di cottura e dell’eventuale frullatore a parte, i materiali che si trovano a contatto con le pietanze, e ad altri dettagli quali la lunghezza del cavo di alimentazione, il numero e tipo dei piedini antiscivolo, eccetera.
Vediamo più approfonditamente le più importanti di queste caratteristiche.

Materiali

È molto importante prestare attenzione al materiale in cui sono realizzati i contenitori che vengono a contatto con il cibo, non tanto per valutarne la robustezza e durabilità nel tempo, quanto piuttosto per motivi di salute dei vostri bimbi.
Negli anni recenti è infatti cresciuto il sospetto che il bisfenolo-A (abbreviato anche come BPA), una sostanza rilasciata da alcune plastiche quando sottoposte a riscaldamento, sia legato allo sviluppo di alcune patologie dell’apparato riproduttivo maschile: i produttori più ricettivi hanno già provveduto a modificare i cuocipappa da loro immessi sul mercato per adottare plastiche sicure prive di BPA, e hanno cura di comunicare questa caratteristica sulle scatole e nei fogli informativi di ciascun prodotto. Fate quindi attenzione a questo dettaglio quando acquistate il vostro cuocipappa.
Inoltre, alcuni modelli particolarmente avanzati e somiglianti a un piccolo robot da cucina sono dotati di una pentola di cottura sicura al 100%, in acciaio inossidabile.

Ingombro

Cuocipappa compattoTutti abbiamo a disposizione spazi diversi nelle nostre abitazioni, e per alcuni di noi comprare un cuocipappa particolarmente compatto può essere una necessità stringente. Se è questo il vostro caso, tenete presente che un cuocipappa con vasca di cottura e frullatore separati sarà sempre più ingombrante di uno che cuoce e frulla nella stessa caraffa, e che un cuocipappa “puro” sarà sempre meno ingombrante rispetto a uno con lo scaldabiberon integrato.
È anche vero, però, che acquistare un modello “2 in 1” potrà farvi risparmiare spazio e denaro sull’acquisto di uno scaldabiberon a parte.
Se volete comunque saperne di più anche sugli scaldabiberon, consultate la nostra guida all’acquisto dello scaldabiberon.

Capacità

Se usate il cuocipappa per preparare le pappe per più di un bambino avrete interesse anche a valutare la capacità della vasca di cottura e del frullatore, così da essere sicuri che siano sufficienti a preparare una doppia dose, e magari a lasciare qualcosa da parte se qualcuno volesse un bis. Vi raccomandiamo allora di preferire un cuocipappa con vasca di cottura da non meno di 1 l e un frullatore, se separato, da almeno 300 ml effettivi.

5. Accessori

Cuocipappa app ricettarioInfine, come ultimo fattore decisivo nela scelta del cuocipappa vi consigliamo di considerare anche quali accessori siano in dotazione con un modello, dal momento che una buona dotazione di accessori rende un prodotto versatile, oltre ad evitarvi la necessità di acquistare altri componenti separatamente in seguito, qualora ne sentiste l'esigenza.
Nella maggior parte dei casi troverete nella confezione un ricettario che vi aiuterà a imparare a usare l’apparecchio le prime volte, ma un buon modello di qualità vi offrirà anche qualcosa in più.
A seconda delle funzionalità presenti nel cuocipappa potreste trovare diversi cestelli per cuocere a vapore oppure scongelare, e nei cuocipappa funzionanti anche come scaldabiberon potrete trovare i supporti sia per le bottigliette sia per i vasetti di omogenizzati.
Spesso troverete nella confezione anche una spatolina per aiutarvi nello svuotamento della pappa pronta.
In qualche caso sono forniti in dotazione anche dei vasetti in cui conservare le vostre pappe, che sia in frigorifero o in freezer, mentre i modelli più versatili potranno offrirvi lame alternative per il frullatore a seconda della preparazione che volete cucinare.

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del cuocipappa

I materiali sono importanti?

Come abbiamo già avuto modo di vedere, è importante specialmente badare ai materiali costruttivi delle parti a contatto con i cibi, quindi la vasca di cottura e il frullatore, qualora i due siano separati. È bene che, se queste parti sono in plastica, questa sia garantita senza bisfenolo-A, mentre non c’è bisogno di preoccuparsi nel caso si acquisti un cuocipappa con pentola di cottura in acciaio inox.
Per il resto, il rivestimento e gli agganci dei cuocipappa sono tutti in plastica: può valere la pena di verificare che si tratti di una plastica abbastanza spessa e robusta, esaminando con cura particolare il sistema di aggancio della vasca di cottura e/o del frullatore, sincerandosi che sia saldo e duraturo nel tempo.

La marca è importante?

Badare a quale marca si sta comprando può essere importante per almeno due motivi. Il primo è quello cui abbiamo accennato più sopra, a proposito della sicurezza dei materiali: i produttori più sensibili hanno recepito l’allarme sul bisfenolo-A e provveduto ad adottare solo plastiche prive di questa sostanza. Tra i principali marchi che hanno già adottato questa politica possiamo segnalarvi Chicco, Philips e Babymoov.
Ma acquistare un prodotto di un grande marchio è raccomandabile anche per un altro motivo: sarà più facile, in caso di bisogno, raggiungere l’assistenza clienti, ottenere supporto, pezzi di ricambio e riparazioni, grazie al più fitto network di centri assistenza autorizzati e al maggiore investimento nel customer care.

Il prezzo è importante?

Al di là delle considerazioni che ciascuno può fare su quanto si possa spendere per acquistare un cuocipappa, il prezzo riflette almeno due caratteristiche di massima di questo apparecchio.
Da un lato infatti la marca ha un impatto sul prezzo: i cuocipappa dei brand più famosi sono normalmente più costosi rispetto a cuocipappa pari prestazioni di marchi meno conosciuti, spesso d’importazione. D’altro canto, i modelli più sofisticati, con più funzioni e più accessori, costano sensibilmente di più rispetto ai cuocipappa più semplici, con le sole funzioni di base di cottura e frullatura.
A grandi linee, queste sono le fasce di prezzo e relative funzionalità che potete trovare sul mercato:

  • Fascia di prezzo bassa: < 100 €, cottura a un livello di vapore, frullatore nella stessa caraffa, niente timer regolabile né display, a volte con scaldabiberon
  • Fascia di prezzo media: 100 -130 €, cottura a diversi livelli, display, timer, scongelamento, spesso con scaldabiberon
  • Fascia di prezzo alta: > 130 €, cottura a diversi livelli, display, timer, scongelamento, spesso scaldabiberon, diverse cotture

Quali sono i migliori cuocipappa del 2017?

La tabella dei migliori cuocipappa del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Voto finale Recensione
Babymoov Nutribaby 8,6 Recensione
Klarstein Junior Chef 8,2 Recensione
Philips Avent SCF870/20 EasyPappa 2 in 1 6,6 Recensione
Chicco Sanovapore 7,7 Recensione
Philips Avent SCF875/02 EasyPappa 4 in 1 7,2 Recensione

Cuocipappa: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Cuocipappa

  1. 0
    Domanda di anna | 2 luglio 2016 at 16:55

    Ciao sono andati in giro per vari negozi dove vendono prodotti per bambini ma nessuno mi ha saputo consigliare un cuoci pappe.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 6 luglio 2016 at 18:09

      Se non hai esigenze particolari, noi ti consigliamo il Babymoov Nutribaby, secondo noi il miglior cuocipappa sul mercato. Altrimenti da un’occhiata alle nostre recensioni per vedere quale cuocipappe è più adatto alle tue esigenze.

"Cuocipappa": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore in assoluto

Babymoov Nutribaby

Miglior prezzo: 128,02€

Il miglior rapporto qualità-prezzo

Klarstein Junior Chef

Miglior prezzo: 99,99€

Il più venduto

Philips Avent SCF870/20 EasyPappa 2 in 1

Miglior prezzo: 82,00€