I migliori compressori del 2017

Confronta i migliori compressori del 2017 e leggi la nostra guida all'acquisto.
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa
Migliori offerte
Spedizione inclusa

5 Fattori decisivi per la scelta del compressore

1. Struttura e capienza

Il primo fattore da considerare nella scelta di un compressore è quello relativo alla sua struttura e alla capienza dell’eventuale serbatoio, visto che da queste dipendono le sue prestazioni e, di conseguenza, il tipo di lavori che sarà possibile svolgere. In commercio troviamo infatti diversi tipi di compressori, e per semplificare le cose, possiamo fare per prima cosa una netta distinzione tra quelli con serbatoio, adatti per lavori impegnativi e lunghi, e quelli senza, riservati invece ad impieghi molto semplici. Vediamo che cosa contraddistingue ciascuna di queste due grandi tipologie di compressore.

Modelli con serbatoio

Compressore con serbatoio

Modello con serbatoio

Il loro funzionamento si basa sull'accumulo di aria ad alta pressione all'interno di un serbatoio, la cui grandezza è variabile e determina la durata del getto (prima che l'aria si esaurisca), e quindi il tipo di lavoro che è possibile effettuare. L'aria accumulata viene poi erogata ad alta velocità, alimentando l'accessorio che viene collegato al compressore, come ad esempio un trapano pneumatico o un aerografo.
I compressori a serbatoio si possono suddividere a loro volta in due famiglie, in base al sistema che utilizzano per incamerare l'aria:

A pistone

I compressori a pistone effettuano la compressione dell'aria attraverso il movimento di uno o più pistoni. Il numero dei pistoni ha delle ripercussioni sul sistema di funzionamento del compressore. Possiamo anche qui individuare due famiglie di attrezzi:

  • Monostadio: sono i compressori che dispongono di un solo pistone. Possono essere utili sia in ambito professionale che nel fai da te domestico. La loro principale caratteristica è di non poter utilizzare un sistema di incamerazione continuo, per cui è importante valutare la capacità del serbatoio, perché, una volta esaurita l'aria a disposizione, bisognerà attendere un nuovo processo di incamerazione. Si possono trovare modelli con un serbatoio da 6 litri, buoni per lavori di hobbistica in garage, ma anche modelli da 50 litri, un parametro già interessante per lavori professionali in ambito edile
  • Multistadio: dotati di più di un pistone, non necessitano di ricarica perché nuova aria viene incamerata in modo continuativo, e sono adatti ad azionare macchinari che necessitano di una fonte di alimentazione continua. I serbatoi di questi compressori hanno capienze molto elevate, fino anche a 25000 litri
A vite

I modelli a vite sfruttano un altro principio di funzionamento, sono più veloci di quelli a pistone ad incamerare aria, e hanno solitamente serbatoi di piccole dimensioni, occupando anche meno spazio rispetto a compressori a pistoni con serbatoi delle stesse dimensioni. Il loro vantaggio è anche quello di assicurare un lavoro continuativo, grazie alla grande velocità con cui accumulano aria.

Modelli senza serbatoio

Compressore portatile

Un compressore portatile può essere utile in caso di emergenza

Detti anche compressori portatili, sono apparecchi molto piccoli ed economici. Non avendo un serbatoio non possono essere valutati sotto l'aspetto della capienza, mentre presentano ovviamente caratteristiche interessanti a livello strutturale. Naturalmente, come vedremo, questi compressori non possono garantire prestazioni paragonabili a quelle di un modello a serbatoio, tuttavia i criteri con cui si decide quale compressore scegliere non sono assoluti: è possibile infatti che un compressore serva per usi veloci e poco impegnativi, come gonfiare le ruote della bicicletta o uno pneumatico di un'automobile. Il grande vantaggio di questi compressori è che sono leggeri e possono essere comodamente trasportati o magari tenuti sempre nel bagagliaio della propria auto. Se le vostre esigenze sono queste, un compressore portatile senza serbatoio, più economico e maneggevole, è sicuramente la scelta migliore per voi!
A loro volta i compressori portatili possono essere analogici o digitali. Questi ultimi permettono di preselezionare ad esempio il livello di gonfiaggio desiderato, hanno insomma un funzionamento più facile e automatico.

2. Potenza

Il secondo fattore da considerare nella scelta del compressore è quello relativo alla potenza, perché da questa dipendono i tempi di compressione dell'aria e la pressione che viene generata nel serbatoio. Se paragoniamo due compressori dotati della stessa tecnologia, a parità di dimensioni del serbatoio, il modello con una potenza maggiore sarà più veloce a comprimere l’aria, e genererà una maggiore pressione, che a sua volta permetterà di disporre di una portata maggiore, elementi che meglio vedremo in seguito. A proposito della potenza, converrà, per essere più chiari, distinguere in base al tipo di motore di cui un compressore può disporre.

Motore elettrico (AC)

I compressori a serbatoio possono venire alimentati da corrente elettrica o a benzina. Il tipo di alimentazione incide sulla potenza massima raggiungibile. La potenza del motore viene solitamente indicata in Watt o in CV (1 CV=750 W). Un compressore alimentato a corrente elettrica raggiungerà al massimo un valore intorno ai 2 CV (1500 W), dal momento che questo valore è legato alla portata dei cavi elettrici. In generale, comunque, i modelli dotati di questo tipo di motore hanno una potenza compresa tra 1 e 2 CV, valori perfettamente sufficienti per lavori domestici e di hobbistica. I motori elettrici hanno il vantaggio di arrestarsi automaticamente una volta riempito il serbatoio, e sono solitamente più leggeri ed economici di quelli a benzina.

Motore a benzina

Motore a benzina

Compressore a benzina

I motori a benzina, invece, sono tipici di prodotti pensati per utilizzi di tipo industriale, hanno solitamente potenze molto più elevate (anche 5 CV), e generano valori di pressione maggiori. Il motore a benzina non viene in alcun modo controllato elettronicamente: il suo funzionamento è infatti esclusivamente meccanico, e avviene in modo continuo, una volta immesso il carburante e avviato il motore, finché questo non viene arrestato manualmente. Al raggiungimento del valore massimo di pressione all'interno del serbatoio, quindi, il motore non si fermerà in modo automatico, ma regolerà la pressione interna rilasciando aria tramite una valvola. Il significativo limite di questo tipo di motore è di non poter essere utilizzato in ambienti chiusi, per via del gas di scarico generato e dell'elevata rumorosità.

Motore a corrente continua (DC)

Un discorso a parte va fatto per i compressori portatili, che possono disporre di motori a corrente continua o alternata, e sono quindi meno potenti di quelli che abbiamo visto in precedenza. Sono alimentati attraverso l'accendisigari dell'automobile, a batteria ricaricabile, o, più raramente, tramite rete elettrica (con apposito adattatore). La potenza di questi motori viene misurata in Volt, unità che indica in realtà la differenza di potenziale, ma che è direttamente correlata alla potenza generata dal motore (il rapporto è di proporzionalità diretta: ad un maggiore voltaggio corrisponde una maggiore potenza generata). I compressori portatili che dispongono di motori di questo tipo presentano una limitata varietà di valori. Il più diffuso, quasi uno standard, è 12 V: i compressori che presentano questo valore sono estremamente leggeri e maneggevoli, sono collegabili anche all'accendisigari dell'automobile, e possono servire per rapide operazioni di gonfiaggio, per esempio, di una ruota di bicicletta o di un pallone.
Il valore della potenza non è comunque da valutare in modo assoluto, ma sempre relativamente alle altre grandezze e parametri che caratterizzano le prestazioni del compressore, cioè la pressione generata e la portata, di cui ci occuperemo nelle prossime sezioni: indicativamente, per un compressore da 1 CV, è accettabile, alla pressione di 7 bar, una portata di 100 l/min.

3. Pressione e portata

Il terzo fattore da tenere in considerazione è quello relativo a due grandezze, pressione e portata, la cui combinazione determina in gran parte le prestazioni del compressore. Anche se sono strettamente correlate, cerchiamo prima di tutto di analizzarle separatamente, per capire meglio di cosa si tratta.

Pressione

Manometro

Il manometro può anche essere integrato nel compressore

La pressione è un valore fondamentale nella caratterizzazione del compressore. Il valore della pressione è riferito all'aria che viene incamerata nel serbatoio, e, più alto è questo valore, più forte sarà il getto di aria erogata, cioè la portata del compressore.
Nelle schede tecniche dei compressori troviamo la pressione indicata solitamente in bar, oppure, talvolta, in psi (pounds-force per square inch, l'unità di misura anglosassone: 1 bar=14 psi). Valori massimi accettabili per un buon compressore sono intorno agli 8 bar, ma bisogna considerare che questi, per alcuni lavori, non sono sufficienti: è bene quindi accertarsi di quale sia la pressione richiesta per effettuare i lavori che si intende eseguire, per evitare l'acquisto di un compressore che si possa rivelare poi insufficiente all'atto pratico.
Spesso la pressione è regolabile manualmente, in base al tipo di lavoro da svolgere e all'accessorio che abbinate al compressore: per esempio, su una pistola per verniciare potreste trovare l'indicazione di utilizzarla con massimo 3 bar di pressione. Maggiore è la pressione impostata, più velocemente viene consumata l'aria incamerata nel serbatoio, e, allo stesso tempo, sarà maggiore la portata, che, come vedremo, è la quantità di aria erogata in un'unità di tempo.

Portata

Come abbiamo detto, la portata di un compressore è la quantità d'aria erogata in un'unità di tempo. Solitamente la troviamo indicata in l/min, ma è possibile trovare anche m³/s o l'unità anglosassone CFM (cubic feet per minute).
Facciamo un paio di esempi, per dare l'idea di quanto questa grandezza possa variare a seconda del modello:

  • Per un compressore che si limita a gonfiare pneumatici e alla pulizia ad aria compressa sono sufficienti meno di 200 l/min
  • Un modello per uso cantieristico, come l'utilizzo di utensili pneumatici tipo levigatrice e smerigliatrice, dovrà avere una portata molto più ampia, un buon valore è di circa 800 l/min

Il valore della portata va considerato anche in relazione alla capienza del serbatoio: a parità di capienza del serbatoio, un compressore con un valore di portata alto esaurirà l'aria a disposizione più velocemente di uno con una portata inferiore. Ricordiamo anche che il valore della portata varia al variare della pressione, che è spesso impostabile manualmente. Spesso, nella scheda tecnica del compressore, trovate indicati diversi valori di portata in rapporto a ciascun valore di pressione selezionabile.

4. Trasportabilità e collocazione

Compressore ruote maniglia

Ruote e maniglia sono importanti se intendete spostare il compressore

Il quarto fattore che vi consigliamo di valutare è quello relativo alla trasportabilità e alla collocazione: i compressori, in particolare quelli a serbatoio, sono piuttosto ingombranti, e dovrete quindi accertarvi di disporre di uno spazio sufficiente in garage o nel vostro capanno per gli attrezzi. Dovrete anche accertarvi che, in base all'uso che intendete fare del compressore, sia possibile effettuare agevolmente gli spostamenti da un luogo di utilizzo all'altro.
Nei modelli con serbatoio è importante valutare la presenza di maniglie e ruote per il trasporto, dal momento che si tratta di strumenti anche molto pesanti, che non è possibile spostare da soli altrimenti. Solitamente, però, un compressore è sempre ben studiato dal punto di vista della trasportabilità: ci sono sempre due ruote grandi per ogni tipo di taglia, e quando la lunghezza supera il metro, e il numero dei litri sale, troviamo sempre due rotelline pivotanti in aggiunta, che facilitano la manovra durante gli spostamenti.
Per quanto riguarda la collocazione, oltre al discorso relativo allo spazio a disposizione, c'è anche da considerare che, naturalmente, per far funzionare un modello elettrico è necessario disporre di una presa di corrente nei paraggi.
L'ultima acortezza che segnaliamo è quella legata alla rumorosità: ricordate infatti che un compressore ad aria ha un alto numero di decibel, per cui non è indicato l'utilizzo in un luogo dove si possono disturbare altre persone in orari particolari.
Per quanto riguarda i modelli portatili, invece, si tratta di compressori trasportabili per eccellenza, piccoli e leggeri, nati per essere anche comodamente alloggiati nella propria automobile. I modelli di questo tipo sono quasi sempre dotati di una pratica maniglia per il trasporto, e la loro forma può essere tipo valigetta o più simile ad una scatola da scarpe.

5. Accessori

Compressore accessori

Alcuni degli accessori abbinabili ad un compressore

L'ultimo fattore che dovreste valutare nella scelta del compressore è quello relativo agli accessori forniti in dotazione. Infatti il compressore ha come scopo quello di alimentare altri strumenti, come possono essere una pistola ad aria compressa o un aerografo. Spesso gli accessori non sono forniti in dotazione, ma devono essere acquistati a parte: la presenza di accessori già al momento dell'acquisto costituisce un buon valore aggiunto per un compressore. Diciamo comunque che la presenza di un buon numero di accessori in dotazione è una prerogativa di compressori portatili, mentre quelli più grandi e con destinazioni d'uso professionali tendono a fornire dotazioni piuttosto scarse, anche per permettere all'utente di selezionare ed acquistare esattamente l'accessorio di cui ha bisogno.
Vediamo i principali accessori che si possono trovare in dotazione:

  • Manometro
  • Ugelli per attrezzi sportivi (palloni, materassini)
  • Egelli di soffiaggio per la pulizia
  • Tubo in gomma (lunghezze variabili)
  • Adattatore per gonfiare pneumatici
  • Aerografo

Gli accessori che invece si trovano raramente in dotazione, e che dovrete probabilmente acquistare separatamente, se doveste averne la necessità, sono:

  • Graffettatrice
  • Pistola per verniciare
  • Pistola per la colla/grasso/silicone/sabbia
  • Sparachiodi
  • Seghetto pneumatico
  • Utensili ad impulsi pneumatici (per avvitare bulloni, ad esempio)

Altri fattori da tenere in mente per la scelta del compressore

I materiali sono importanti?

L'importanza dei materiali di un compressore è relativamente importante: non troviamo una grande varietà di materiali costitutivi, ma è importante verificare, nei limiti del possibile, che siano tutti solidi e resistenti, altrimenti è facile che il compressore non abbia una vita molto lunga. Il serbatoio avrà sempre un telaio in metallo solido e resistente, e alcune parti esterne saranno in plastica: è utile accertarsi che queste ultime siano ben assemblate e proteggano adeguatamente i circuiti interni. Un'altra cosa che è bene verificare è la qualità delle ruote e della maniglia, poiché, se dovessero usurarsi o rompersi, sarebbe molto più faticoso o addirittura impossibile trasportare il compressore, e il suo utilizzo risulterebbe quindi molto limitato. Per quanto riguarda i modelli portatili, è bene accertarsi che i materiali esterni siano solidi, dal momento che il compressore potrebbe essere soggetto ad urti, per esempio quando è tenuto nel bagagliaio dell'auto. Un altro dato che sarebbe importante valutare, poi, è quello relativo alla qualità dei componenti interni: questo è tuttavia un giudizio difficile da dare.

La marca è importante?

Quando parliamo di compressori ad aria possiamo dire che tantissime aziende, più o meno conosciute, producono apparecchi di diverse tipologie e utilizzo. Dirvi se c'è una casa di produzione che superi realmente l'altra non è semplice, sicuramente tra i produttori di modelli commerciali possono emergere i nomi della Einhell, Stanley, Black & Decker, Fiac, Abac e altri. Ci sono insomma tanti nomi in giro che offrono apparecchi sicuri e dati tecnici di buon livello, ma soprattutto garantiscono la qualità dei componenti e degli ingranaggi interni, una efficiente assistenza e la facile reperibilità dei pezzi di ricambio. La marca è molto importante anche dal punto di vista degli accessori che potreste voler acquistare separatamente, sia dal punto di vista della compatibilità che, soprattutto, da quello della loro qualità e sicurezza.

Il prezzo è importante?

Escludendo l'offerta dell'ultimo minuto, c'è molto spesso da diffidare di prezzi troppo competitivi: il prezzo è infatti solitamente indice della qualità dei componenti, dei materiali, dell'assemblaggio del compressore e delle prestazioni da esso ottenibili. I prezzi dei compressori variano molto in funzione anche della tipologia: nell'ordine, i più economici sono quelli portatili, con prezzi quasi sempre sotto i 100 €, escludendo modelli novità o dotati magari di kit accessori particolari. Intorno ai 100 € potete trovare alcuni modelli con serbatoi molto piccoli, intorno ai 6 l. Le altre tipologie sono invece più costose, diciamo indicativamente che un modello commerciale con serbatoio da 20-25 litri può avere un prezzo compreso tra i 100 e i 200 €, e uno con un serbatoio più capiente, come per esempio 50 l, può attestarsi sui 200 €.

Quali sono i migliori compressori del 2017?

La tabella dei migliori compressori del 2017 scelti dalla redazione di QualeScegliere.it

Prodotto Voto finale Recensione
Einhell BT-AC 270/50 8,6 Recensione
Einhell TH-AC 200/24 OF 7,7 Recensione
Black & Decker ASI300 7,6 Recensione
Mannesmann M01790 7,2 Recensione
Black & Decker 195/6-MY-T 8,2 Recensione

Compressori: tutti i prodotti recensiti

Domande e risposte su Compressore

  1. 2
    Domanda di Giuseppe Bortone | 27 ottobre 2016 at 21:12

    lo devo usare per pulire un pantografo a controllo numerico. non deve fare assolutamente condensa solo aria. grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 28 ottobre 2016 at 11:40

      Non abbiamo esperienza dirette di questo tipo, spesso però viene indicato nel libretto istruzioni come pulire un pantografo o puoi anche contattare l’assistenza, tuttavia ti possiamo indicare il Einhell BT-AC 270/50, usato anche come semplice pulitore a getto d’aria.

  2. 1
    Domanda di Tony | 22 dicembre 2016 at 13:59

    Buongiorno mi serve un compressore per soffiare/pulire banco sega e pc, quindi è fondamentale che il getto sia asciutto e non troppo potente…aiuto!

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22 dicembre 2016 at 14:25

      La tua richiesta è molto particolare, non conosciamo un modello specifico, possiamo dirti che solitamente per chi i lavori fai da te si attacca un aspiratutto al macchinario hobbystico, vedi ad esempio il Lavor Vac 20 s.

  3. 1
    Domanda di pevere roberto | 24 settembre 2016 at 16:48

    Gli accessori sono universali od ogni compressore deve avere i suoi non adattabili agli altri. Grazie e saluti.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 26 settembre 2016 at 11:40

      Alcuni accessori si possono considerare universali, molti allacci si possono comunque fare tramite relativi raccordi.

  4. 0
    Domanda di Gianni | 3 luglio 2017 at 19:19

    Per pulizia casa, gomme auto e bici ho visto GeoTech da 25 HP, 24 lt., 8 bar, carrellato, al prezzo di €. 95. Mi sembra buono. Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 4 luglio 2017 at 17:59

      Non conosciamo quel prodotto, ma se cerchi un buon prodotto qualità prezzo puoi vedere il Black & Decker 195/6-MY-T, dotato di una pratica maniglia per il trasporto.

  5. 0
    Domanda di Nino Ando | 1 luglio 2017 at 06:35

    Interessa Stanley DV2 50. convogliatore aria raffreddamento sembra troppo lontano dai cilindri. Raffredda bene? Per hobbysta … Con velleità. Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 3 luglio 2017 at 13:01

      Non conosciamo direttamente il prodotto da te indicato, ma puoi vedere l’Einhell BT-AC 270/50 che pensiamo possa pienamente soddisfare le esigenze di un hobbista come te.

  6. 0
    Domanda di Elvira Marino | 20 giugno 2017 at 09:20

    Buongiorno: pulizia zanzariere a plisse’, computer, gonfiaggio ruote bici: quale mi consigliate? Possibilmente verticale. Grazie infinite
    Elvira

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22 giugno 2017 at 10:43

      Puoi pensare all’acquisto del Black & Decker Cubo, ideale per impieghi semplici come quelli da te indicati, un apparecchio molto pratico da utilizzare e riporre dopo l’uso.

  7. 0
    Domanda di Rossella | 9 maggio 2017 at 09:46

    Salve, consigli per comprare un compressore che sia adatto alle pistole per pittura e intonaco ma anche per pistola spara chiodi fai da te in generale

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 9 maggio 2017 at 16:28

      Puoi vedere il modello Einhell BT-AC 270/50 che, grazie ai 50 litri e 8 bar, permette ampia versatilità di lavoro.

  8. 0
    Domanda di Salvo Cabibbo | 2 aprile 2017 at 22:33

    Salve.
    Dovrei acquistare un compressore da far funzionare tramite gruppo elettrogeno che ha potenza massima di 2 kw.
    Cosa mi consigliate?
    Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 4 aprile 2017 at 14:00

      Potresti vedere il Einhell TH-AC 200/24 OF, che non necessita di particolare potenza energetica, ma non abbiamo esperienze dirette tramite gruppo elettrogeno che ha potenza massima di 2 kw.

  9. 0
    Domanda di Mario Serafini | 1 marzo 2017 at 14:05

    Vorrei sapere quale tipo di compressore ad aria è consigliato x svitare ed avvitare i pneumatici di un Porsche Macan…e vorrei sepere se da 12 bar?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 3 marzo 2017 at 12:25

      Possiamo indicarti il Black & Decker ASI300 per gonfiare le ruote delle auto, ma non abbiamo esperienze dirette o feedback su quelle della Porsche Macan.

  10. 0
    Domanda di Simone | 29 novembre 2016 at 18:45

    Salve…dovrei usare una tazza intonacatrice di marca tigre…mi sono soffermato sul compressore einhell te-ac 270/50/10…che ne pensate?Grazie

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 30 novembre 2016 at 16:12

      Non conosciamo direttamente il modello Einhell te-ac 270/50/10, vediamo però che i dati tecnici sono buoni:

      Potenza 1.8 kw / tensione 230 V / potenza aspirazione 270 l/min
      Portata aria: a 0 bar 140 l/min; a 4 bar 127 l/min; a 7 bar 100 l/min
      Capacità serbatoio 50 lt / n. giri 2.850 min / pressione max 10 bar

      pensiamo possa essere una buona soluzione, anche se non troviamo feedback utili per il lavoro che andrai ad affrontare.

  11. 0
    Domanda di Vincenzo | 29 agosto 2016 at 21:58

    Salve mi sapete consigliare un compressore che sia in grado di far lavorare decentemente una pistola pneumatica utilizzata con bussole del 22,

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 31 agosto 2016 at 13:05

      Anche se non abbiamo esperienze dirette, pensiamo che il modello Einhell BT-AC 270/50 possa soddisfare la tua richiesta.

  12. 0
    Domanda di cristian | 21 luglio 2016 at 18:11

    Mi serve un compressore per gonfiaggio rapido di palloni tipo suoet santos, cuoio in genere oalloni.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 22 luglio 2016 at 17:57

      Può andar bene anche il modello Mannesmann M01790, facci sapere cosa ne pensi.

  13. 0
    Domanda di roberto dell’Orca | 14 luglio 2016 at 15:34

    Salve. Vorrei acquistare un compressore per utilizzo fai da te gonfiaggio verniciatura soffiaggio ecc. Quale modello consigliate?

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 14 luglio 2016 at 17:15

      Possiamo indicarti il modello Einhell TH-AC 200/24 OF, che consideriamo come uno dei migliori rapporti qualità-prezzo in commercio, e che pensiamo possa soddisfare a pieno la tua richiesta.

  14. 0
    Domanda di Fabrizio Politi | 30 aprile 2016 at 12:45

    Buongiorno, vorrei acquistare un compressore ABAC o FIAC per gonfiaggio pneumatici, soffiaggio e verniciatura. Quale mi consigliate? Grazie.

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 3 maggio 2016 at 12:31

      Possiamo indicarti il modello START L20 ABAC, non troppo ingombrante e versatile allo stesso tempo, dotato anche di una buona velocità: 222 L/min.

  15. 0
    Domanda di torrisi | 17 aprile 2016 at 22:45

    buonasera, mi date consiglio sull’acquisto di un compressore. hobby , verniciature anche carrozzerie, levigatrici pneumatiche, avvitatori. budget 400

    1. Risposta di Qualescegliere.it | 20 aprile 2016 at 17:35

      Ti possiamo indicare il modello Stanley B 251, dotato di un capiente serbatoio da 50 litri e e un motore potente da 2 HP, ideale sia per l’hobbistica che per utilizzi semiprofessionali.

"Compressore": hai dubbi? Facci una domanda!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecco i migliori tre prodotti della categoria.

8 visitatori su 10 approfittano di queste offerte.

Il migliore in assoluto

Einhell BT-AC 270/50

Miglior prezzo: 137,00€

Il miglior rapporto qualità-prezzo

Einhell TH-AC 200/24 OF

Miglior prezzo: 93,44€

Il più venduto

Black & Decker ASI300

Miglior prezzo: 70,41€